> Prove balistiche del grande CICONAT - Page 5 - Forum Attrezzature - AM FORUMS Jump to content

Prove balistiche del grande CICONAT


Recommended Posts

visto che avete fatto un paragone con le armi.....il rinculo anche se non è trascurabile dipende comunque dal braccio del sub quindi andrebbe fatto con fucile bloccato...poi secondo te un arma da fuoco il rinculo è trascurabilr?su alcune pistole se non tieni il polso duro te lo spezza.

 

certo che non si possono fare paragoni su tutti i fucili... es non si può mettere a paragone una pistola ed una carabina hanno caratteristiche meccaniche diverse, la miglior pistola non sara mai migliore della peggior carabina. non si può paragonare un oleo con un arbalete o con un roller. perche hanno meccaniche diverse,almeno che non si parli di configurazione migliore e non di miglior fucile.

 

altro esempio per chi non si intende di armi: i confronti con le macchine vengono fatte per categoria e per prezzo...minicar,cuope,supercar,compact ,fuoristrada ecc...

Link to post
Share on other sites
  • Replies 213
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Posted Images

Non capisco quale sia il problema di paragonare armi diverse. Nei video proposti si testa tutto in funzione del risultato ottenuto. Non si fa una comparativa tra le caratteristiche dei vari fucili dello stesso tipo. E' una differenza fondamentale.

Sempre riprendendo la similitudine che avete proposto tra le auto, le moto etc: è differente paragonare tutte le moto dello stesso segmento oppure prendere una strada di un certo tipo (ad esempio un percorso sterrato fatto in un certo modo, con certe caratteristiche) e farci andare su tutte le moto che riescono a portare a casa quella strada, anche se sono di cilindrata diversa, con diametri ruota diversi, con prezzi diversi, con pesi diversi, con sovrastrutture differenti. Ognuno dirà alla fine quale preferisce.

Non c'è un modo univoco di testare e comparare, se il metro di paragone è il risultato finale, si può mettere a confronto fucili di estrazione tecnica differenti.

Link to post
Share on other sites

A Parte il fatto che se il tester avesse fatto il braccino la prima cosa a cambiare di brutto sarebbe stata la precisione. Invece i tiri sono tutti relativamente precisi (considerata la distanza da qualificazione olimpica nel salto in lungo) mentre a cambiare è praticamente solo la penetrazione.

Link to post
Share on other sites

intervengo solo per una piccola puntualizzazione

il controllo del rinculo, ai fini balistici, è molto più importante nelle armi sub che in quelle terrestri

difatti, solo per esempio, un 44mag ha un rinculo decisamente esagerato per essere una cartuccia da revolver eppure mantiene una notevole precisione intrinseca

il fenomeno è semplicemente spiegabile con l'altissima velocità iniziale dei proiettili terrestri (di fatto quasi tutti supersonici) che lasciano l'assieme arma-tiratore prima che questi avverta l'effetto del rinculo

ovvero, l'arma scalcia come un mulo ma nel momento in cui lo fa il proiettile è già da diversi metri in aria

 

le frecce dei nostri fucili (arba/pneu/roller che si voglia) invece viaggiano, in acqua, a una velocità che farebbe ridere un qulsiasi appassionato di armi terrestri

credo, mi correggano i dotti tecnici del forum se sbaglio, che in media siamo ben al di sotto dei 30 metri/secondo

quindi quando l'assieme arma/tiratore risente del fenomeno di rinculo l'asta quasi sempre è ancora "dentro" al fucile

per questo è così importante l'aspetto del controllo del rinculo, che nei roller e nei pneu-stagni è innegabile sia minore

 

non avrebbe senso alcun tipo di test che prescina dalla variabile tiratore (fucile in morsa) in quanto l'oggetto è destinato ad essere impugnato da un essere umano , non si pesca con la morsa appresso

 

quindi una serie di test, per diversi fucili, con il medesimo tiratore, ha una sua validità pur essendo limitata a QUEL tiratore, ma è l'unica possibile

 

personalmente non ritengo la prestazione pura l'unico fattore qualificante di una arma destinata alla caccia-sub, elencando così a naso: rapporto qualità/prezzo, precisione, brandeggio, facilità di adattamento, rusticità, affidabilità sono sicuramente fattori dai quali , almeno io, non posso prescindere

 

e ancora una volta si rientra nella sfera del gradimento personale che in finale è quello che spinge o meno ad un determinato acquisto :bye:

Link to post
Share on other sites

visto che avete fatto un paragone con le armi.....il rinculo anche se non è trascurabile dipende comunque dal braccio del sub quindi andrebbe fatto con fucile bloccato...poi secondo te un arma da fuoco il rinculo è trascurabilr?su alcune pistole se non tieni il polso duro te lo spezza.

 

certo che non si possono fare paragoni su tutti i fucili... es non si può mettere a paragone una pistola ed una carabina hanno caratteristiche meccaniche diverse, la miglior pistola non sara mai migliore della peggior carabina. non si può paragonare un oleo con un arbalete o con un roller. perche hanno meccaniche diverse,almeno che non si parli di configurazione migliore e non di miglior fucile.

 

altro esempio per chi non si intende di armi: i confronti con le macchine vengono fatte per categoria e per prezzo...minicar,cuope,supercar,compact ,fuoristrada ecc...

 

Lascia perdere carabine, pistole, fuoristarda e supercar.. Qui si parla di fucili subacquei. L'accoppiata fucile-braccio è imprescindibile per valutare le caratteristiche di un arma. Ti ripeto, non spariamo ai dentici con il fucile in morsa..

 

Lo scopo dei test, per quanto mi riguarda, è solo quello di valutare qual'è l'arma più adatta per un determinato tipo di pesca. Se un doppio roller o un vela a 6 metri sono ancora efficaci e precisi ed un oleo non lo è la mia scelta è già fatta.. Quando vedrò un oleo od un tradizionale raggiungere prestazioni migliori non avrò nessuna difficoltà a cambiare arma.

 

Andrea

Link to post
Share on other sites

Io ho fatto l'esempio delle armi da fuoco perchè erano prove che si facevano , quando tiravo di carabina specialità CLT , con la calibro 22 nei vari campionati UITS.

Quando non eri sicuro di una munizione mettevi l'arma in morsa e sparavi 4 o 5 colpi appartenenti alla stessa confezione per vedere la bontà della cartuccia conoscendo l'affidabilità e la precisione della carabina .

In quella classe di armi il rinculo è trascurabile anche per come si è vincolati all'arma ma vi assicuro che sparare con munizioni da 400 m/s e munizioni da 300 m/s c'è una bella differenza.

Io volevo porre solamente l'accento sull'equilibrio globale dell'arma , se un'arma messa in morsa spara in 10 punti differenti difficilmente poi in mano al tiratore sarà precisa come è anche vero che un'arma precisa in morsa ,ma con un rinculo ingestibile in mano al tiratore sarà imprecisa .

Un'arma precisa in morsa che ha poco rinculo è già un buon punto di partenza.

Personalmente se mi compro un 130 non cerco saraghi da 500 gr ma pesci che detto fra noi se li buco 10 cm sopra la linea laterale o 10 cm sotto non ha tanta importanza ......l'importante è che li buco , tanto intorno ci stanno almeno altri 20 cm si carne.

 

ciao

Edited by a.bassu
Link to post
Share on other sites

...In quella classe di armi il rinculo è trascurabile anche per come si è vincolati all'arma ma vi assicuro che sparare con munizioni da 400 m/s e munizioni da 300 m/s c'è una bella differenza...

 

Ti stai però addentranto in un tema molto specifico della balistica esterna delle armi da fuoco, che veramente poco calza con la balistica dei fucili subacquei. Molto particolare perchè, il calibro da te citatato è veramente uno di quelli che il rinculo non ha senso, fermo restatante che come ha detto Teo il rinculo nelle armi da fuoco è l'ultima cosa presa in considerazione (da parte di un tiratore solo per poter ripetere l'azione di fuoco nel minor tempo possibile, quindi solo per specialità quali il tiro pratico).

Ma proprio la munizione da te citata, con le velocità da te indicate, sono un sostanziale spartiacque, dellla .22 c'è la versione supersonica è viaggia a quasi 400 m/s e la subsonica che sta a quasi 300 m/s e te credo che c'è una differenza di precisione intrinseca, altrimenti non farebbero supersoniche tutte le altre cartucce.

 

le munizioni vengono testate in morsa solo per specifiche motivazioni. Lo visto fare a Terni per testare giubbotti anti proiettile, per riuscire a sparare sullo stesso punto di impatto del precedente colpo, ma non basta la morsa...

Edited by Leonardo
Link to post
Share on other sites

Teo ha ragione , ha scritto una cosa sacrosanta...

Nel tiro-sub il rinculo è l'incubo della "rosata" per cui si cerca di diminuirlo il più possibile

o di gestirlo da parte del tiratore cercando sempre la medesima posizione.

Ma c'è un altra strada...l'eliminazione del rinculo!

E' una strada che perseguo da anni...per questo è nato il vela e i vela derivati.

Nella subacquea interferiscono anche i "correntini" d'acqua figuriamoci altri parametri.

L'asta resta veramente troppo tempo durante "la balistica interna" dentro al fucile...

Ripeto che quella rosa a 6-7,5 m è spettacolare...Meglio può fare solo un "tiratore"

che conosce alla perfezione il proprio fucile (fucile peraltro che rinculi meno di quelli del filmato)

Cico non conosce probabilmente i vela...

Ma essendo fucili difficilmente reperibili restiamo sui commerciali.

 

Oreste

Link to post
Share on other sites

Il confronto tra armi di vario tipo, costruzione, concezione e tecnologia si può fare benissimo se si decide prima qual'è l'obiettivo.

Se devo colpire un bersaglio lontanissimo servono fuciloni. Nel confronto invocato da Ciconat non sono contemplati tuna gun solo perché per noi "mediterranei" sarebbe ridicolo andare a pescare con fucili da 2 metri e 6 coppie di gomme, ma il confronto sul tiro "no limits" potrebbe starci benissimo. Ovviamente se bersaglio e distanze sono quelle del video è inutile andare al confronto con un ministen, però i nuovi pneumatici customizzati di cui ogni tanto si legge qui e là potrebbero partecipare senza troppi timori, no?

Idem per carrucolati, idropneumatici e arbanormal mediterranei di taglia XL.

 

Di brandeggio non ne parla mai nessuno ma sarebbe davvero semplice fare una macchinetta con un braccio, un perno, un peso fisso e un pezzo di filo per cronometrare in quanto tempo il fucile "XY" copre un angolo prestabilito. Se la si costruisce con sbraccio orizzontale è più complicata (una puleggia), se la si costruisce con sbraccio verticale bisognerà poi fare due misure (salita e discesa) per eliminare la componente data dal bilanciamento del fucile.

Si possono anche fare prove di ricarica a cronometro e prove di resa guardando a parità di asta lanciata quanti kg e/o secondi impiego per ottenere lo stesso risultato di un altro fucile.

Avendo tempo, denaro e capacità per fare tutte queste cose si potrebbero compilare delle "pagelle" su dati misurabili, ma stiamo parlando di cose lunghissime da realizzare. E quindi ...

Link to post
Share on other sites
il confronto tra fucili va fatto con stessi elastici, stessa lunghezza, stessa asta, stessa sagola e fucile bloccato su un supporto ,altrimenti giudico queste prove solo pubblicità. sveglia

Non capisco. Quindi io non posso sapere se per la pesca ai dentici sia migliore un 105 doppio roller o un 50 oleopneumatico con le 5 punte, perchè sono fucili diversi?

Il problema sarebbe se si confrontassero fucili diversi per diverse tecniche. Non si può dire che un 120 doppio elastico per l'aspetto profondo sia migliore o peggiore di un 90 monoelastico per l'agguato in medio fondale.

Ma se la tecnica è stabilita dov'è il problema? Mi serve un fucile per pescare nel torbido?

Prendo un 130 e non vedo più di metà fucile -> Non va bene;

Prendo un 90 e vedo la punta di poco -> Va meglio;

Prendo un 75 e riesco a pescarci comodamente -> Va bene. Poi al massimo confronto vari fucli.

 

Comunque non penso che Ciconat abbia fatto questi test per far pubblicità agli Alemanni, tanto è che ha detto esplicitamente che è disposto a fare un confronto, se qualcuno volesse.

Link to post
Share on other sites

.............................................

Comunque non penso che Ciconat abbia fatto questi test per far pubblicità agli Alemanni, tanto è che ha detto esplicitamente che è disposto a fare un confronto, se qualcuno volesse.

 

Invece ne approfitto io, per ringraziarlo dei consigli per l'assetto del hf: adesso (fino a 3,5 ) è perfetto.

Per il Vela, è un poco migliorato, ma non è ancora il "mostro" :ajo: :ajo: di Bass.

Santo Riillo :bye: :bye:

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

So che non è il post giusto ma vorrei sapere chi di voi ha mai sparato con un galasub 120 3 elastici devo cambiare gli elastici (l'ho comprato usato) e dato che sono poltrone a caricarlo dato la lunghezza vorrei sapere che allestimento elastici mi consigliate!

Se apri una discussione ad hoc è meglio.

:thumbup:

Link to post
Share on other sites

Il fucile del test nasce da precise esigenze , potenza ,gittata , penetrazione ,e poca fatica di caricamento , cose che i tradizionale ad oggi non riescono a dare per limiti di sistema . Non ci sono in commercio oggi fucili tradizionali che abbiano tutti questi reguisiti messi in sieme . Per avere potenza hai un enorme rinculo con relativa perdita di precisione ,fermo restando che per caricarli ci vuole parecchio sforzo ,cosa che per chì pesca a quote impegnative e sempre meglio evitare . Uno che si compra un 130 con asta da 8,5 x160 non lo compra per sparare i saraghi o le corvine ,lo compra per sparare pesci un tantino più impegnativi a distanze dove la maggiorparte dei sub non tirerebbe mai . Conosco persone ,che tirano sempre oltre i 6 metri ,con percentuali di padelle bassissime ,sono persone che hanno più opportunita di portare a casa del pesce ,non fosse altro che sparano dove gli altri non lo fanno . Bass è uno di questi , parecchi miei amici anche, a questi se non gli dai un cannone non si divertono .

Apneist , ti consiglio se hai qualche amico con un tripla gomma , di provarlo , metti il bersaglio a 6 metri , e poi ci racconti come è andata ,così sicuramente potrai intervenire con più cognizione di causa ,ed i tuoi interventi saranno più apprezzati .

 

Scusi se mi intrometto Itio. Non ho finito di leggere tutte le repliche ma mi sorge spontanea una domanda proprio ora:

Se tutto quanto dici sui tuoi roller da 1000 euro e passa é vero e non é soltanto pubblicità per vendere alla svelta allora perché non fai un test dimostrativo in piscina o in mare avente i seguenti requisiti:

 

1) Fai intervenire dei testimoni non di parte che possano assistere ai tiri.

2) Distanza punta dell'asta - bersaglio = 6 m (7,5 m con l'asta che non sai dove va a finire non interessano)

3) Metti la sagola e l'aletta sulle aste (in pesca non puoi farne a meno credo).

3) Fai 10 tiri consecutivi sul bersaglio a 6 metri e vediamo la statistica dei centri.

4) Riprendi tutto e lo carichi sul tubo che vale piu' di mille parole.

 

Quando si spara a un pesce si cerca di farlo a colpo sicuro per non dilaniarlo malamente inoltre é tutta da dimostrare la balistica di queste armi sofisticate forse troppo sensibili a piccole variabili che si traducono in errori incontrollabili sul bersaglio.

Se fai il settaggio del fucile e ci spari bene oggi, dopo quanto tempo sballa tutto?

Perchè dobbiamo essere noi consumatori finali a pagare prima di vedere dei test validi fatti con rigore scientifico.

Beninteso che ti auguro ogni successo duraturo ti porgo cordiali saluti.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...