> PRINCIPI ROLLER E ROLLER DERIVATI - Page 10 - Forum Attrezzature - AM FORUMS Jump to content

PRINCIPI ROLLER E ROLLER DERIVATI


Recommended Posts

Ciao a tutti... sono di passaggio ed armato di qualche aggiornamento. il fucile per provare il volcan l ho finito, devo solo finire di montarlo. I carrelli sono stati complicati, ma ancora qualche tocco e poi posso montarli. Saranno una bella sorpresina :D

Intanto qualche foto in attesa del resto. Gomme da 18 tirate al massimo (370 380) e una terza coppia da 16 per iniziare... poi vedrò come gira con un altra coppia di 16 per arrivare alle 4 previste.

115 cm, asta 7,5 x 145 mecc. back, dietro gomme a strozzo su pula di 12mm da gola a gola. Testata Cobra direct max 5 passate climax.

 

http://img839.imageshack.us/img839/3261/bild002x.jpg

http://img831.imageshack.us/img831/4763/bild004do.jpg

http://img26.imageshack.us/img26/5945/bild003qe.jpg

http://img707.imageshack.us/img707/8708/bild005no.jpg

http://img32.imageshack.us/img32/5885/bild008ok.jpg

http://img685.imageshack.us/img685/709/bild012nh.jpg

 

Nel frattempo ho anche fatto un servizietto al Cobra e alcune modifiche importanti per le nuove pule :D

 

http://img88.imageshack.us/img88/1612/foto0113f.jpg

http://img10.imageshack.us/img10/91/foto0108x.jpg

http://img101.imageshack.us/img101/6295/foto0115r.jpg

http://img705.imageshack.us/img705/2899/foto0101e.jpg

http://img69.imageshack.us/img69/4427/foto0107md.jpg

http://img842.imageshack.us/img842/2589/foto0109y.jpg

http://img5.imageshack.us/img5/5470/foto0114rp.jpg

 

Itio.... mi ci trovavo, ho tagliato il materiale per farne uno come questo ma doppio... non ho resistito, invece di concentrarmi solo su volcan e mach ho cominciato il "Twin-Cobra" .... il pensiero del doppio back non mi ha dato pace... è in arrivo anche una belva con possibilità di aggiuntivo diretto ad una delle due coppie roller :)

 

alla prox.

A.

 

 

Accidenti che belli...........

se però sapessi fare le foto, come riesci a creare sti capolavori.......... :lol::lol::lol:

Comunque complimenti veramente fucili bellissimi.

Santo.

Link to post
Share on other sites
  • Replies 925
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Posted Images

Bhe! Che i fucili di Fonzis siano bellissimi non è una novità.

Lavora molto bene con diversi tipi di materiali.

A questa discussione partecipano alcuni tra gli artigiani migliori che conosco, il mio è un complimento, non vendo e non compro nulla per cui....

Spero che il livello di condivisione rimanga quello attuale.

Prossimamente parlerò del mio rollerino da tana, cosi metto tranquillo Itio...frequento ancora l'universo roller.

Peccato non mi facciano postare quello che riesce a fare....(...foto...)

 

Oreste

Link to post
Share on other sites

Un doppio roller con gommine da 14 che si beve praticamente tutti i suoi pari categoria! Certo che è un punto importante e, se vogliamo, un ulteriore passo lungo la mia personale sensazione che più sono lunghi i fusti e meno possono essere spessi gli elastici. Verrebbe da prendere tutti i nostri strani carrucolosi e puleggiosi fucili vela derivati e buttarli in discarica, ...... ma non lo faremo :)

Infatti non è detto che il vela di Itio sia il meglio che si possa tirar fuori da questo ramo, quindi può darsi che un altro vela, simile, sia in grado di fare meglio anche del "Wonder Roller" Alemanni. Vedremo.

 

 

Link to post
Share on other sites
Un doppio roller con gommine da 14 che si beve praticamente tutti i suoi pari categoria! Certo che è un punto importante e, se vogliamo, un ulteriore passo lungo la mia personale sensazione che più sono lunghi i fusti e meno possono essere spessi gli elastici. Verrebbe da prendere tutti i nostri strani carrucolosi e puleggiosi fucili vela derivati e buttarli in discarica, ...... ma non lo faremo :)

Infatti non è detto che il vela di Itio sia il meglio che si possa tirar fuori da questo ramo, quindi può darsi che un altro vela, simile, sia in grado di fare meglio anche del "Wonder Roller" Alemanni. Vedremo.

 

 

Ciao Skillo ,che il vela possa tirare ancora qualcosina , si può ,basta mettere tutti 18 , ma ti assicuro che dopo il rinculo ce lo ha pure lui ,e di più di un doppio 14 ,oltre che peggiorare la precisione . Io ho un pessimo difetto ,quello di volere il massimo dai fucili che costruisco ,tanto per dati un'idea ,la settimana scorsa ,ho passato, non ti dico le ore perchè mi vergogno , buona parte della settimana in acqua ,per far tirare al massimo un 130 che montava un'asta da 8,5 x165 ,e se ti dico con che cosa da il massimo ,faresti fatica a crederci .

Comunque ormai ho imparato un'equazione , più sono lunghe le aste e meno chili devi usare per spingerle .Per farti un piccolo esempio ,una 8x130 , la puoi spingere con 100 chili , e l'asta li sopporti tutti , un'asta da 8,5 x165 invece mal sopporta tanti chili ,se ne dai di più ,oltre che tirare meno ,tira pure male .

Morale della favola se vuoi un fucile che tiri da paura ,non superare una certa lunghezza d'asta .

La differenza fra un'asta da 8 ed una da 8,5 ,sono un metro è mezzo in più di gittata a pari configurazione ,scusa se è poco .

Quando i 14 sono buoni ,non c'è gomma che tiri di più e meglio .

Link to post
Share on other sites
Ciao a tutti... sono di passaggio ed armato di qualche aggiornamento. il fucile per provare il volcan l ho finito, devo solo finire di montarlo. I carrelli sono stati complicati, ma ancora qualche tocco e poi posso montarli. Saranno una bella sorpresina :D

Intanto qualche foto in attesa del resto. Gomme da 18 tirate al massimo (370 380) e una terza coppia da 16 per iniziare... poi vedrò come gira con un altra coppia di 16 per arrivare alle 4 previste.

115 cm, asta 7,5 x 145 mecc. back, dietro gomme a strozzo su pula di 12mm da gola a gola. Testata Cobra direct max 5 passate climax.

 

http://img839.imageshack.us/img839/3261/bild002x.jpg

http://img831.imageshack.us/img831/4763/bild004do.jpg

http://img26.imageshack.us/img26/5945/bild003qe.jpg

http://img707.imageshack.us/img707/8708/bild005no.jpg

http://img32.imageshack.us/img32/5885/bild008ok.jpg

http://img685.imageshack.us/img685/709/bild012nh.jpg

 

Nel frattempo ho anche fatto un servizietto al Cobra e alcune modifiche importanti per le nuove pule :D

 

http://img88.imageshack.us/img88/1612/foto0113f.jpg

http://img10.imageshack.us/img10/91/foto0108x.jpg

http://img101.imageshack.us/img101/6295/foto0115r.jpg

http://img705.imageshack.us/img705/2899/foto0101e.jpg

http://img69.imageshack.us/img69/4427/foto0107md.jpg

http://img842.imageshack.us/img842/2589/foto0109y.jpg

http://img5.imageshack.us/img5/5470/foto0114rp.jpg

 

Itio.... mi ci trovavo, ho tagliato il materiale per farne uno come questo ma doppio... non ho resistito, invece di concentrarmi solo su volcan e mach ho cominciato il "Twin-Cobra" .... il pensiero del doppio back non mi ha dato pace... è in arrivo anche una belva con possibilità di aggiuntivo diretto ad una delle due coppie roller :)

 

alla prox.

A.

Lavorazione stupenda. Ci daresti qualche dritta su come lavori un fusto di questi facendoci capire i vari passaggi ?

lavoro il legno in maniera decente, ma ho poca esperienza di lavorazioni del carbonio.

Per esempio, parti con il fusto in legno "finito" e lo rivesti in carbonio ?

Come fai a renderlo così liscio e rifinito ? Usi un controstampo ? Come vedi le domande sono diverse. Illuminaci passo passo.

Una tecnica di lavorazione così va condivisa se possibile.

 

Grazie e complimenti di nuovo

 

Link to post
Share on other sites

Proprio in questi giorni avevo visto quell pulegge Harken che ha montato Fonzies in testata, e ne stavo apprezzando la possibilità di utilizzo, ora confermata da lui!!!! ;)

Fonzies non mi hanno saputo dire quanto carico abbiano, tu conosci questo dato!?

Link to post
Share on other sites
Un doppio roller con gommine da 14 che si beve praticamente tutti i suoi pari categoria! Certo che è un punto importante e, se vogliamo, un ulteriore passo lungo la mia personale sensazione che più sono lunghi i fusti e meno possono essere spessi gli elastici. Verrebbe da prendere tutti i nostri strani carrucolosi e puleggiosi fucili vela derivati e buttarli in discarica, ...... ma non lo faremo :)

Infatti non è detto che il vela di Itio sia il meglio che si possa tirar fuori da questo ramo, quindi può darsi che un altro vela, simile, sia in grado di fare meglio anche del "Wonder Roller" Alemanni. Vedremo.

 

 

Ciao Skillo ,che il vela possa tirare ancora qualcosina , si può ,basta mettere tutti 18 , ma ti assicuro che dopo il rinculo ce lo ha pure lui ,e di più di un doppio 14 ,oltre che peggiorare la precisione . Io ho un pessimo difetto ,quello di volere il massimo dai fucili che costruisco ,tanto per dati un'idea ,la settimana scorsa ,ho passato, non ti dico le ore perchè mi vergogno , buona parte della settimana in acqua ,per far tirare al massimo un 130 che montava un'asta da 8,5 x165 ,e se ti dico con che cosa da il massimo ,faresti fatica a crederci .

Comunque ormai ho imparato un'equazione , più sono lunghe le aste e meno chili devi usare per spingerle .Per farti un piccolo esempio ,una 8x130 , la puoi spingere con 100 chili , e l'asta li sopporti tutti , un'asta da 8,5 x165 invece mal sopporta tanti chili ,se ne dai di più ,oltre che tirare meno ,tira pure male .

Morale della favola se vuoi un fucile che tiri da paura ,non superare una certa lunghezza d'asta .

La differenza fra un'asta da 8 ed una da 8,5 ,sono un metro è mezzo in più di gittata a pari configurazione ,scusa se è poco .

Quando i 14 sono buoni ,non c'è gomma che tiri di più e meglio .

a me piacciono i morali delle favole!!... certo itio, come hai detto tu esiste un'equazione nel rapporto diametro/lunghezza asta, e questo cambia anche a secondo del tipo di acciaio dell'asta e a secondo del tipo di carico a cui viene sottoposta,.. e per "tipo di carico" intendo dire la quantità di carico, i punti di applicazione del carico, e l'impulso di carico, ovvero l'intervallo di tempo di applicazione della forza. Trovare il giusto rapporto diametro/lunghezza non è quindi facile, ma ormai la mia convinzione è quella di utilizzare l'asta più corta possibile. Determinare il giusto rapporto diametro/lunghezza rientra all'interno di un fenomeno meglio conosciuto come "instabilità a carico di punta" che descrive l'instabilità elastica dovuta ad un carico assiale di punta che agisce su un corpo snello come un asta e che genera il collasso strutturale dell'asta,.. ovviamente tale fenomeno è relativo ad uno sforzo di compressione che agisce sull'asta,... e vi starere chiedendo: ma la nostra asta non è soggetta a sforzo di compressione perchè non ha un muro davanti a se ed è libera di avanzare nell'acqua,... questo è vero!... Ma (e qui entra in gioco l'impulso di carico) la forza applicata in rapporto al tempo in cui viene applicata non fa altro che generare un instabilità di carico come se l'asta venisse soggetta a compressione e tale sollecitazione non avrà l'asse coincidente con l'asse baricentrico della sezione dell'asta e ciò introdurrà un momento flettente che sarà tanto ampio quanto più ampia sarà la differenza tra i due assi,.. quindi inesorabilmente tanto sarà più lunga l'asta tanto più ampio sarà il momento flettente che innescherà una serie di onde di ritorno elastico che faranno flettere e vibrare l'asta durante il suo tragitto finchè le forze di attrito smorzeranno tali oscillazioni, e questo ovviamente si traduce in una grandissima perdita di energia e in altrettanta perdita di precisione. Poi c'è anche da considerare il punto di applicazione della forza,.. e nella nostra asta i punti sono uno, due, tre, a secondo, e ognuno genererà un momento flettente,.. ancora vibrazioni,.. ed in ultimo c'è il tempo d'impulso, più breve sarà e più vibrazioni darà,..

CONSIDERAZIONI FINALI:

- ovviamente non possiamo aumentare volutamente il tempo d'impulso perchè vorrebbe dire applicare meno carico,...

- non possiamo diminuire l'eccentricità del carico a meno che non riusciamo a portare tutta la forza sul culo dell'asta e comunque risolveremmo solo in parte

Conclusione: possiamo intervenire su diametro e lunghezza della sezione,.. quindi asta corta e soprattutto più rigida possibile.

Per quanto un asta lunga ci permetta di avere una linea di mira maggiore e possa darci l'impressione di essere più vicini al pesce, in realtà ci crea più svantaggi che vantaggi

.... Buon asta corta a tutti :D

Edited by fabryfish
Link to post
Share on other sites

 

 

Accidenti che belli...........

se però sapessi fare le foto, come riesci a creare sti capolavori.......... :lol::lol::lol:

Comunque complimenti veramente fucili bellissimi.

Santo.

grazie riilo... molto gentile...

 

grazie anche a Orvac. ;)

 

 

Edited by Fonzis
Link to post
Share on other sites
Lavorazione stupenda. Ci daresti qualche dritta su come lavori un fusto di questi facendoci capire i vari passaggi ?

lavoro il legno in maniera decente, ma ho poca esperienza di lavorazioni del carbonio.

Per esempio, parti con il fusto in legno "finito" e lo rivesti in carbonio ?

Come fai a renderlo così liscio e rifinito ? Usi un controstampo ? Come vedi le domande sono diverse. Illuminaci passo passo.

Una tecnica di lavorazione così va condivisa se possibile.

 

Grazie e complimenti di nuovo

grazie giovanni molto gentile, condivido volentieri...

 

alcuni sono di legno e poi rivestiti con fibbra. Altri sono fatti in poliuretano "particolare", fatto apposta per rivestimenti in fibbra. Dico particolare perchè quello che uso io non si trova dietro l angolo. Faccio tutto a mano, niente stampi o magagne. Il trucco delle superfici come sul legno lo si applica anche sulle fibbre e tutte le superfici di resina,(visto che vogliamo togliere crateri alla resina catalizzata) è la lana d acciaio che si usa in carrozzeria. Le spugnette 3M sono buone anche, ma personalmente preferisco la lana. Ci sono almeno 4 tipi, la più fina è la 0001 quella la uso alla fine o fra ogni mano, per poi passarci la poliuretanica bicomponente. Si puo anche usare una buona politura granulosa dopo il trattamento con la lana fatto sulla resina. Il fatto della poliuretanica bico è che dev essere applicata a spruzzo e non penso la usano in molti. Per chi non la usa consiglio resina e basta (ma sempre in abbondanza :D) e finish con politura granulosa, alla fine un buon polish sigillante anti UV e idrorepellente per il tocco di classe. ;)

La cosa più importante, tanta resina, olio di gomito, e una buona buona maschera.

 

Spiegare ogni passo cosi su due piedi non è cosi facile.. posso certamente aiutarti meglio se mi fai domande specifiche. Magari durante la creazione di qualche tuo legno che vuoi rinforzare con fibbra.

 

PS: I ponticelli li ricavo da piastre fatte da me stesso e altre comprate già fatte.

 

Alfonso

Edited by Fonzis
Link to post
Share on other sites
Proprio in questi giorni avevo visto quell pulegge Harken che ha montato Fonzies in testata, e ne stavo apprezzando la possibilità di utilizzo, ora confermata da lui!!!! ;)

Fonzies non mi hanno saputo dire quanto carico abbiano, tu conosci questo dato!?

Diametro Ø : 22mm

Lunghezza: 64mm

Peso: 21g

max. Sagola Ø : 6mm

Carico di lavoro ottimale: 100Kg ca.

Carico a rottura: 544Kg ca.

Edited by Fonzis
Link to post
Share on other sites

Ciao fabri,

per quanto fossi già a conoscenza dei contenuti che hai esposto devo dire che sei stato molto chiaro, bravissimo...

 

Provo a guidarti sul sistema che annulla le oscillazioni.

Credo che hai dimenticato una possibilità

Volcan: un unico punto di applicazione della forza.

Se il vettore forza applicata non è coassiale (tacche o pinnette) cosa possiamo fare?

Se dai una risposta a questa domanda hai trovato la soluzione.

Il volcan gode abbondantemente di questa risposta....

 

Oreste

Link to post
Share on other sites
Un doppio roller con gommine da 14 che si beve praticamente tutti i suoi pari categoria! Certo che è un punto importante e, se vogliamo, un ulteriore passo lungo la mia personale sensazione che più sono lunghi i fusti e meno possono essere spessi gli elastici. Verrebbe da prendere tutti i nostri strani carrucolosi e puleggiosi fucili vela derivati e buttarli in discarica, ...... ma non lo faremo :)

Infatti non è detto che il vela di Itio sia il meglio che si possa tirar fuori da questo ramo, quindi può darsi che un altro vela, simile, sia in grado di fare meglio anche del "Wonder Roller" Alemanni. Vedremo.

 

 

Ciao Skillo ,che il vela possa tirare ancora qualcosina , si può ,basta mettere tutti 18 , ma ti assicuro che dopo il rinculo ce lo ha pure lui ,e di più di un doppio 14 ,oltre che peggiorare la precisione . Io ho un pessimo difetto ,quello di volere il massimo dai fucili che costruisco ,tanto per dati un'idea ,la settimana scorsa ,ho passato, non ti dico le ore perchè mi vergogno , buona parte della settimana in acqua ,per far tirare al massimo un 130 che montava un'asta da 8,5 x165 ,e se ti dico con che cosa da il massimo ,faresti fatica a crederci .

Comunque ormai ho imparato un'equazione , più sono lunghe le aste e meno chili devi usare per spingerle .Per farti un piccolo esempio ,una 8x130 , la puoi spingere con 100 chili , e l'asta li sopporti tutti , un'asta da 8,5 x165 invece mal sopporta tanti chili ,se ne dai di più ,oltre che tirare meno ,tira pure male .

Morale della favola se vuoi un fucile che tiri da paura ,non superare una certa lunghezza d'asta .

La differenza fra un'asta da 8 ed una da 8,5 ,sono un metro è mezzo in più di gittata a pari configurazione ,scusa se è poco .

Quando i 14 sono buoni ,non c'è gomma che tiri di più e meglio .

a me piacciono i morali delle favole!!...

CONSIDERAZIONI FINALI:

- ovviamente non possiamo aumentare volutamente il tempo d'impulso perchè vorrebbe dire applicare meno carico,...

- non possiamo diminuire l'eccentricità del carico a meno che non riusciamo a portare tutta la forza sul culo dell'asta e comunque risolveremmo solo in parte

Conclusione: possiamo intervenire su diametro e lunghezza della sezione,.. quindi asta corta e soprattutto più rigida possibile.

Per quanto un asta lunga ci permetta di avere una linea di mira maggiore e possa darci l'impressione di essere più vicini al pesce, in realtà ci crea più svantaggi che vantaggi

.... Buon asta corta a tutti :D

Se è così.. e se sto capendo bene... allora vedo solo vantaggi nel progetto "twin cobra"...

Se itio dice: Quando i 14 sono buoni ,non c'è gomma che tiri di più e meglio

allora per il doppio back predico gia adesso: Quando i 16 sono buoni ,non c'è gomma che tiri di più e meglio (immagina che combina con l aggiuntivo che dico io) La varietà di "pali de fero" che può sparare è grande :D

 

l eccentricità di carico viene notevolmente diminuita se si usa un backroll, niente gomme che vibrano sull asta, così anche vela e volcan... siamo in cerca di gittata e soprattutto precisione, se è quella che vogliamo dobbiamo cercarla li dove non c è rinculo... se assieme al no rinculo ci casca anche il fatto che non abbiamo gomme sull asta... che volete di più? un Amaro del Capo? :D

Tanto per fare un esempio... tanto che il cobra mi spara preciso che ci ho voluto fare il mirino luminoso. Il bello che è funzionante a tutti gli effetti. Li dove miro piglio. Mi trovavo i pigmenti al tritio nel cassetto dei veleni e li ho dati alla resina facendoci il mirino come sui fucili moderni. Su un altro fucile sarebbe servito a poco perchè li mi basta mirare dalle tacche alla punta dell asta. Adesso miro dalla vite del meccanismo (presto mirino luminoso anche li ;)) alle strisce luminose in testata, quel poco di imprecisione residua è per l aletta e le tacche...sono convinto che è eliminabile con asta nuda e aletta a scomparsa.

 

c è chi mira dalla punta dell asta (quella la chiamo mira istintiva) altri mirano dalle tacche dell asta alla punta.

Lo dico perchè con i roller, avendo gittata superiore bisognerebbe prendere seriamente in considerazione i due punti di mira. Anche per evitare di discriminare il roller da arma poco precisa a lunga distanza se con prestazioni tali da bucare oltre i 6 metri... troppe volte si da colpa al fatto dell asta che flette.... non dimentichiamo aletta e pinnette, e il mirino vuol dire tanto.

Su lunghe distanze il punto di mira posteriore dev essere più arretrato possibile. La tecnica di mira pinnetta a punta non va bene per questo tipo di gittata... Per incrementare la precisione bisogna anche retrocedere il punto di mira posteriore oltre le pinnette dell asta per mirare bene.

Più si arretra il punto di mira posteriore più aumenta la precisione a lunga distanza, al contrario il punto posteriore bisogna avvicinarlo alla testata se si spara a breve distanza.

 

Ma se dovrei definire un miglioramento di precisione il vero merito va al no-recoil e quindi al fucile con meno rinculo... quella precisione li la tiro fuori solo dal backroll. Sul volcan ancora non lo so.... non ho mai sparato con un demoltiplicato come il volcan.... per adesso posso dire che su 100% di precisione, dico con certezza che 95% li ho raggiunti con il cobra. Con il fusto dove proverò il volcan penso di non avere problemi di rinculo, le forze idro delle gomme durante il ritorno non possono confliggere e prevedo 0 rinculo anche li.... sarà la prova pratica a dirmelo .... fra non molto test :rolleyes::lol:

 

Alfonso

Edited by Fonzis
Link to post
Share on other sites
a me piacciono i morali delle favole!!... certo itio, come hai detto tu esiste un'equazione nel rapporto diametro/lunghezza asta, e questo cambia anche a secondo del tipo di acciaio dell'asta e a secondo del tipo di carico a cui viene sottoposta,.. e per "tipo di carico" intendo dire la quantità di carico, i punti di applicazione del carico, e l'impulso di carico, ovvero l'intervallo di tempo di applicazione della forza. Trovare il giusto rapporto diametro/lunghezza non è quindi facile, ma ormai la mia convinzione è quella di utilizzare l'asta più corta possibile. Determinare il giusto rapporto diametro/lunghezza rientra all'interno di un fenomeno meglio conosciuto come "instabilità a carico di punta" che descrive l'instabilità elastica dovuta ad un carico assiale di punta che agisce su un corpo snello come un asta e che genera il collasso strutturale dell'asta,.. ovviamente tale fenomeno è relativo ad uno sforzo di compressione che agisce sull'asta,... e vi starere chiedendo: ma la nostra asta non è soggetta a sforzo di compressione perchè non ha un muro davanti a se ed è libera di avanzare nell'acqua,... questo è vero!... Ma (e qui entra in gioco l'impulso di carico) la forza applicata in rapporto al tempo in cui viene applicata non fa altro che generare un instabilità di carico come se l'asta venisse soggetta a compressione e tale sollecitazione non avrà l'asse coincidente con l'asse baricentrico della sezione dell'asta e ciò introdurrà un momento flettente che sarà tanto ampio quanto più ampia sarà la differenza tra i due assi,.. quindi inesorabilmente tanto sarà più lunga l'asta tanto più ampio sarà il momento flettente che innescherà una serie di onde di ritorno elastico che faranno flettere e vibrare l'asta durante il suo tragitto finchè le forze di attrito smorzeranno tali oscillazioni, e questo ovviamente si traduce in una grandissima perdita di energia e in altrettanta perdita di precisione. Poi c'è anche da considerare il punto di applicazione della forza,.. e nella nostra asta i punti sono uno, due, tre, a secondo, e ognuno genererà un momento flettente,.. ancora vibrazioni,.. ed in ultimo c'è il tempo d'impulso, più breve sarà e più vibrazioni darà,..

CONSIDERAZIONI FINALI:

- ovviamente non possiamo aumentare volutamente il tempo d'impulso perchè vorrebbe dire applicare meno carico,...

- non possiamo diminuire l'eccentricità del carico a meno che non riusciamo a portare tutta la forza sul culo dell'asta e comunque risolveremmo solo in parte

Conclusione: possiamo intervenire su diametro e lunghezza della sezione,.. quindi asta corta e soprattutto più rigida possibile.

Per quanto un asta lunga ci permetta di avere una linea di mira maggiore e possa darci l'impressione di essere più vicini al pesce, in realtà ci crea più svantaggi che vantaggi

.... Buon asta corta a tutti :D

 

In linea di massima, sulle aste la penso come te (anni fa in altra discussione in altro forum ero arrivato alle tue medesime conclusioni) ma ci sono cose che non possiamo (ancora?) comprendere/stabilire/ programmare con precisione: ci sono fucili con gomme generose e molto potenti che sparano con precisione chirurgica aste lunghe e sottili nonostante a noi sembri impossibile. La spiegazione potrebbe essere in una "oscillazione vantaggiosa" del fucile che forse vede il fusto bloccare l'oscillazione dell'asta in uscita, ma, anche se fosse così, noi non sappiamo né prevederla né riprodurla. E' quella che potremmo chiamare "la quadra" del fucile, quella dalla quale se esci anche solo cambiando il tipo di gomme vedi il fucile completamente trasformato in peggio.

I nostri rotellati non sono diversi né immuni da questi fenomeni ma forse sono un po' più protetti per il fatto che noi preferiamo aste più generose, i nostri schioppi sono un po' meno soggetti alla flessione del fusto rispetto alla media degli arbaletes proprio per quel fenomeno del carico di punta che tu riferivi alle aste e che vede il carico sul fusto distribuito in maniera "più coassiale" ( mi si passi il termine) e anche perché normalmente sono costruiti in modo da essere più rigidi di molti fusti d'arbanormal.

 

Link to post
Share on other sites
Proprio in questi giorni avevo visto quell pulegge Harken che ha montato Fonzies in testata, e ne stavo apprezzando la possibilità di utilizzo, ora confermata da lui!!!! ;)

Fonzies non mi hanno saputo dire quanto carico abbiano, tu conosci questo dato!?

Diametro Ø : 22mm

Lunghezza: 64mm

Peso: 21g

max. Sagola Ø : 6mm

Carico di lavoro ottimale: 100Kg ca.

Carico a rottura: 544Kg ca.

 

Grazie mille per le info!! ;)

Link to post
Share on other sites

Concordo con Skillo,

I rotellati hanno due innegabili vantaggi: meno carico al grilletto (tranne il volcan...) ma trasmissione più progressiva,

ma soprattutto lavorando in compressione flettono notevolmente di meno il fusto.

Un punto critico è la giunzione fusto-impugnatura, per i commerciali.

Utilizzare un monoscocca nei roller è comunque conveniente.

 

La precisione è figlia del rinculo e...di come l'asta viaggia, cioè la qualità del tiro.

 

Oreste

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...