> Delusione Fucile Nuovo! - Page 5 - Forum Attrezzature - AM FORUMS Jump to content

Delusione Fucile Nuovo!


Recommended Posts

Ho arbaletizzato gli oleo,lavorando sulla galleggiabilita'e manovrabilita'.Ho utilizzanto il poliuterano espanso per la gallegiabilita',ho realizzato il calco anatomico della mia mano per meglio manovrare l'arma.

Inoltre ho realizzato alcune modifiche interne sui travasi dell'aria,togliendo il riduttore su un 110 con canna da 11,invece lasciandolo nel 90 che lavora onestamente da quasi 20anni con canna da 13.L'unico accorgimento che ho fatto è realizzare 1 centratore in derlin da mettere nella parte finale della testata,in modo che l'asta da 6.5 non BALLI rendendo il tiro poco preciso.

 

Smirdo 2001

 

Grandi complimenti per le modifiche...dei essere un mago degli oleo...

 

 

E ha il coraggio di scrivere : w la pescasub :frustry:

 

Mariano Satta

Mi sarei apettato da "un personaggio pubblico" tralaltro firma di una nota marca di attrezzature,consigli e non critiche,bisogna dare e non criticare se vogliamo dare lezioni di stile a chi non si conosce :nono:

Link to post
Share on other sites
  • Replies 89
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Guest Mariano Satta
Mi sarei apettato da "un personaggio pubblico" tralaltro firma di una nota marca di attrezzature,consigli e non critiche,bisogna dare e non criticare se vogliamo dare lezioni di stile a chi non si conosce :nono:

 

Qua in A.M. mi conoscono tutti perchè , fin dalla nascita , lavoro per la sicurezza e modificare un oleo e dichiararlo pubblicamente è contro i sani principi che TUTELANO tutta l'intera categoria dei pescasub.

 

Se un giovane Ti legge, Ti imita nell'eseguire le modifiche e si fa male di chi è la colpa???della pescasub o Tua...

 

Spiegami un attimo, poi mi arrendo e vado via.

 

Mariano Satta

Edited by Mariano Satta
Link to post
Share on other sites
AMICO MIO 

Per il Tuo fucile oleopneumatico scarico non dovrai fare altro che settarlo...SETTALO..SETTALO che non sbaglierai più un solo colpo...dai retta a me SETTALO ahahahhahaah aahahahah hahahahah   

La Vecchia Canaglia

 

 

 

Sei una Vecchia Canaglia eeeeeeee!!!! :D:devil:

Il Belloni ha intenzione di passarsi una vacanzuola dalle mie parti " Alghero Stintino"

 

Sai che avevamo una mezza idea di andare a SETTARE i fucili a OLBIA???? :D:devil:

 

Sai che conosco certi posticini da quelle parti dove basta fare un paio di calcoletti e dedurne che:

Se ci sono certi pregiati molluschi ci sono certe pregiate Orate :D:D

Se ci sono i Muggini in certi posti puo anche darsi che ci siano PESCI SERRA e le LECCE???

E magari alla fine se ci sono i Muggini ci sono anche le spigolette :D:devil:

 

Si siiiiii mi sa che dovremo SETTARE L'oleo in qualche pianoro!!

 

Non penso sia difficile da trovare!!!

 

Con Belloni posteremo qualche cosa!!!

Bye Bye :D:devil::bye:

Link to post
Share on other sites

Ciao Mariano,

Una domanda ( non polemica x carità, prendila come domanda e basta pls :D )...

come mai se queste modifiche sono cosi pericolose molti negozi di pescasub le fanno?

non dovrebbero essere i primi a bandire queste modifiche tenendo fede alle avvertenze delle aziende?

ciao

fabio

Link to post
Share on other sites
Guest Mariano Satta

Frog caro

la pesca negli impianti dei mitili ai quali alludi "qua ad Olbia è vietata come nel resto d'Italia"...La spezia compresa dove vivono i cefali. ATTENTI sia Tu che Belloni a dichiararlo e anche a non farvi beccare...dovreste essere consapevoli della normativa e relative ammende...che io sappia è anche penale. Sarebbe bracconaggio puro.

 

Non nego che però sono un buon polmone di vita che popolano le poche zone che conosco nella golfata. La golfata di Olbia si estende da Capo Ceraso a Golfo aranci.

 

Che hai fatto Ti sei fidanzato col Belloni...non mi dirai che hai dato via il cul prorio a Lui

ahahahaha hahahah hahahah

 

Meno Pippe caro Frog meno pippe a inizierai a crescere...

 

Sai quando non eri nei testicoli di Tuo padre io a pesca ci andavo già da tempo...

 

Fai da bravo

 

Mariano Satta

Edited by Mariano Satta
Link to post
Share on other sites
Mi sarei apettato da "un personaggio pubblico" tralaltro firma di una nota marca di attrezzature,consigli e non critiche,bisogna dare e non criticare se vogliamo dare lezioni di stile a chi non si conosce :nono:

 

Qua in A.M. mi conoscono tutti perchè , fin dalla nascita , lavoro per la sicurezza e modificare un oleo e dichiararlo pubblicamente è contro i sani principi che TUTELANO tutta l'intera categoria dei pescasub.

 

Se un giovane Ti legge, Ti imita nell'eseguire le modifiche e si fa male di chi è la colpa???della pescasub o Tua...

 

Spiegami un attimo, poi mi arrendo e vado via.

 

Mariano Satta

:bye: Mariano anche accorciare un elastico puo' essere nocivo per la salute,ma ho specificato la parola ANNI e per ME,in quanto non ritengo necessario che mi debbano imitare.

Mi presento sono un motorista navale con 17anni di navigazione,esperienza di macchine utensili"realizzo in toto gli arba dalla meccanica al fusto in lega di alluminio"ed inoltre da ragazzo ho lavorato in un centro di manutenzioni di attrezzature sub e gommoni di Catania"cio' non significa che mi deve ascoltare ma bensi' posso se vuole lui o altri dare qualche suggerimento per non buttare via qualche centinaio di euro.

Salutoni Carmelo Lisi

Link to post
Share on other sites
Frog caro

la pesca negli impianti dei mitili ai quali alludi  "qua ad Olbia è vietata come nel resto d'Italia"...La spezia compresa dove vivono i cefali.

Non nego che però sono un buon polmone di vita che popolano le poche zone che conosco nella golfata. La golfata di Olbia si estende da Capo Ceraso a Golfo aranci.

 

Che hai fatto Ti sei fidanzato col Belloni...non mi dirai che hai dato via il cul prorio a Lui

ahahahaha hahahah hahahah

 

Meno Pippe caro Frog meno pippe a inizierai a crescere...

 

Sai quando non eri nei testicoli di Tuo padre io a pesca ci andavo già da tempo...

 

Fai da bravo

 

Mariano Satta

 

 

 

Marianone fai da bravo anche tu!!!

Che non avrai mica paura dello spara salpe e di mago merlino????

Ma daiiiii suuuuu :laughing::laughing::laughing:

 

Lo so che la pesca nei vivai di mitili e' vietata ma e' innegabile " come dici tu" che la golafata di Olbia risenta in maniera positiva di questi impianti!!

sopratutto per le spece che ti ho elencato prima! :D

 

Poi fino a prova contraria il mare e di tutti o no???

OHhhhhh Se mi vedi da quelle parti non picchiarmi eeeee :(

Io voglio solo pescare in santa pace e fare un po la canaglia!!! :D

 

Vedrai vedrai!!!

Altro che Pippe!!!

:bye::bye::bye:

 

 

PS:-ripeto che per quanto riguarda la pesca in zone vietate " Vivai di Mitili" STAVO SOLO SCHERZANDO :bye:

Edited by frog
Link to post
Share on other sites
Guest Mariano Satta

Carmelo perdonami

 

Nessuno è contro nessuno...Chiunque di noi dovrebbe essere consapevole che tanti giovani si immedesimano in molte cose che scrivete...il rischio di farsi male è serio e reale...

 

Personalmente posso modificare ciò che voglio con la consapevolezza che se mi faccio male è peggio per me...

 

Evitate semplicemente di rendere pubbliche certe azioni e nessuno si farà del male...

... oggi sono un pò stanco...vado a casa...

Mariano Satta

Edited by Mariano Satta
Link to post
Share on other sites
Guest Mariano Satta
Sai che avevamo una mezza idea di andare a SETTARE i fucili a OLBIA????  

 

Sai che conosco certi posticini da quelle parti dove basta fare un paio di calcoletti e dedurne che:

Se ci sono certi pregiati molluschi....

 

Frog

 

Frog

se dichiari apertamente che vieni ad Olbia a pescare negli impianti di cozze

o alludi

che Mariano è un bracconiere (e non Ti devi permettere )

oppure ingenuamete

hai sforato a dichiarare di volerti recare negli impianti di mitili con Belloni per provare chissà cosa.

 

 

Ti ricordo e ripeto ancora una volta prima di lasciarvi che:

la pesca negli impianti dei mitili ai quali alludi (Frog lo hai scritto Tu)"qua ad Olbia è vietata come nel resto d'Italia"...La spezia compresa dove vivono i cefali.

 

ATTENTI sia Tu che Belloni a dichiararlo e anche a non farvi beccare...dovreste essere consapevoli della normativa e relative ammende...che io sappia è anche penale. Sarebbe bracconaggio puro.

 

 

 

 

Buon W.E a tutti

Mariano Satta

Edited by Mariano Satta
Link to post
Share on other sites

:

Carmelo perdonami

 

Nessuno è contro nessuno...Chiunque di noi dovrebbe essere consapevole che tanti giovani si immedesimano in molte cose che scrivete...il rischio di farsi male è serio e reale...

 

Personalmente posso modificare ciò che voglio con la consapevolezza che se mi faccio male è peggio per me...

 

Evitate semplicemente di rendere pubbliche certe azioni e nessuno si farà del male...

... oggi sono un pò stanco...vado a casa...

Mariano Satta

:bye: Mariano sono perfettamente daccordo con te,chi mi conosce sa che sono un mastino contro chi invece di raccontare una bella avvetura in mare,come ha fatto tu nei tuoi bei racconti recenti,mostra il profondimetro,o ca@@te varie...dunque www la pesca sub

Scusa Mariano,...questa l'hai persa tu!!! :devil::devil::devil:

http://image.forum4you.it/images/gVL84199.jpg

Buon mare a tutti.

Carmelo

Link to post
Share on other sites
Guest Mariano Satta

Complimentoni Carmelo

ma evita di promuovere le manomissioni che fai ai Tuoi fucili...è per il bene di tutti i ragazzi.

 

Poi se vuoi la guerra MI ARRENDO :laughing::laughing::laughing:

 

Un abbraccio

Mariano Satta

Edited by Mariano Satta
Link to post
Share on other sites

Frog

se dichiari apertamente che vieni ad Olbia a pescare negli impianti di cozze

o alludi

che Mariano è un bracconiere (e non Te lo permetto)

oppure ingenuamete

hai sforato a dichiarare di volerti recare negli impianti con Belloni per provare chissà cosa.

 

 

Ti ricordo e ripeto ancora una volta prima di lasciarvi che:

la pesca negli impianti dei mitili ai quali alludi (Frog lo hai scritto Tu)"qua ad Olbia è vietata come nel resto d'Italia"...La spezia compresa dove vivono i cefali.

 

ATTENTI sia Tu che Belloni a dichiararlo e anche a non farvi beccare...dovreste essere consapevoli della normativa e relative ammende...che io sappia è anche penale. Sarebbe bracconaggio puro.

 

 

 

 

Purtroppo hai capito molto male Mariano!!!

so benissimo che la pesca nei vivai di mitili e' vietata!!

Non ti ho dato del Bracconiere e stavo solo scherzando!!!

 

In ogni caso ho solo detto che:

Vengo a pescare nella Golfata di Olbia dalle parti di Capo Ceraso e so che le zone INTORNO ai vivai di mitili sono sicuramente posti buoni per trovare prede quali:

Muggini

Spigole

Pesci Serra

Lecce

Orate in primis!!

 

 

Io e Simone Belloni siamo due persone che rispettano le leggi e mai andrebbero' a cercare di fare i furbi in zone vietate!!

Non e' proprio nella mia natura!!

 

Speriamo CMQ di essere fortunati nell0incontro di qualche bella Orata!!

Ciao :bye:

Link to post
Share on other sites
Ciao a tutti, di recente ho acquistato il mio primo oleopneumatico "serio" un 97 di una nota marca, portato a casa il fucile appena ho un'attimo di tempo via in acqua a provarlo.

Do il riferimento di alcuni dati tecnici: carica 30 atm, asta tahitiana da 7 mm, nailon 140. Posiziono il bersaglio, un ritaglio di polistirolo, sollevato dal fondo di circa 70 cm a circa 3 metri dalla punta del fucile, 1° colpo sbaglio ma non riesco a capire se ho sparato basso o alto, 2° tentativo risparo e di nuovo bersaglio neanche scalfito!  A quel punto chiedo la collaborazione di mio padre lo faccio sparare e noto con estremo dispiacere che l'asta manca il bersaglio nella parte bassa di circa 30/40 cm e stende a stento le tre passate di sagola, faccio altri tentativi sostituendo anche l'asta ma il risultato non cambia! Tra l'altro ho notato che il grilletto era durissimo, nonostante avvessi lasciato la sagola abbastanza morbida! Arrivo a casa e deluso decido di venderlo subito, e poi sul mercatino, sempre grazie a qualcuno di voi ho scoperto di averlo pagato qualche soldino in più del reale prezzo di mercato ma pazienza! Cosa si può fare visto che a questo punto credo di  tenerlo? Da cosa possono dipendere questi difetti?  Grazie a tutti e alla prossima! Ah dimenticavo..........viva gli arbalete!!!

 

 

è il fucile

 

lo s....t è una schifezza

Link to post
Share on other sites
Ciao a tutti, di recente ho acquistato il mio primo oleopneumatico "serio" un 97 di una nota marca, portato a casa il fucile appena ho un'attimo di tempo via in acqua a provarlo.

Do il riferimento di alcuni dati tecnici: carica 30 atm, asta tahitiana da 7 mm, nailon 140. Posiziono il bersaglio, un ritaglio di polistirolo, sollevato dal fondo di circa 70 cm a circa 3 metri dalla punta del fucile, 1° colpo sbaglio ma non riesco a capire se ho sparato basso o alto, 2° tentativo risparo e di nuovo bersaglio neanche scalfito!  A quel punto chiedo la collaborazione di mio padre lo faccio sparare e noto con estremo dispiacere che l'asta manca il bersaglio nella parte bassa di circa 30/40 cm e stende a stento le tre passate di sagola, faccio altri tentativi sostituendo anche l'asta ma il risultato non cambia! Tra l'altro ho notato che il grilletto era durissimo, nonostante avvessi lasciato la sagola abbastanza morbida! Arrivo a casa e deluso decido di venderlo subito, e poi sul mercatino, sempre grazie a qualcuno di voi ho scoperto di averlo pagato qualche soldino in più del reale prezzo di mercato ma pazienza! Cosa si può fare visto che a questo punto credo di  tenerlo? Da cosa possono dipendere questi difetti?  Grazie a tutti e alla prossima! Ah dimenticavo..........viva gli arbalete!!!

 

 

è il fucile

 

lo s....t è una schifezza

 

Mi fate ridere giudicate le cose senza sapere neanche cosa dite....

Link to post
Share on other sites
Guest Mariano Satta
In ogni caso ho solo detto che:

Vengo a pescare nella Golfata di Olbia dalle parti di Capo Ceraso e so che le zone INTORNO ai vivai di mitili sono sicuramente posti buoni per trovare prede quali:

Muggini

Spigole

Pesci Serra

Lecce

Orate in primis!!

 

 

Io e Simone Belloni siamo due persone che rispettano le leggi e mai andrebbero' a cercare di fare i furbi in zone vietate!!

Non e' proprio nella mia natura!!

 

Speriamo CMQ di essere fortunati nell0incontro di qualche bella Orata!!

Ciao

 

BENE FROG sono sicuro che Tu e Simone rispettate le leggi ma hai appena sforato nuovamente....sei appena ricaduto in ERRORE anche se in buonafede:

ATTENTI a quello che scrivete:

l'intera golfata di Olbia viene chiusa alla pescasub per le "ORDINANZE BALNEARI" , siamo a Giungo, quindi NON sareste in regola in ogni caso e ugualmente SANZIONABILI

La golfata di Olbia comprende un'infinitissima serie di spiagge costiere pubbliche e popolate...Il pianoro delle Orate è al confine dei divieti

 

Quindi muovetevi....a C. Ceraso hanno già posizionato le boe (chiedi a Eruam se è vero) e sono già iniziati i controlli da parte della Forestale, il giorno della pescatella con i miei amici e col barcaiolo abbiamo avuto il controllo...ma i pesci erano in quattro Shardana...come racccontato e senza ordinanze balneari in vigore.

 

PER QUANTO RIGUARDA LA NORMATIVA...ATTENTO A QUELLO CHE SCRIVI INGENUAMENTE...METTI NEL RIDICOLO SIA TE CHE BELLONI E QUINDI NON VI RESTA ALTRO CHE

 

STUDIARE:

 

Ti allego sotto l'articolo di Giorgio con evidenziato in neretto e rosso le parti sulle ordinanze balneari..ora vado mi avete stancato con le vostre ridicolaggini:

 

Un abbtaccio e stai più attento a quello che scrivi pubblicamente...è solo un consiglio.

 

Un abbraccio

Mariano Satta

 

CENNI GENERALI SULLA NORMATIVA DELLA PESCA IN APNEA

 

Autore: Giorgio Volpe

 

Data di pubblicazione: 01-05-2002

 

 

 

Il principale riferimento legislativo per la pesca subacquea è il Regolamento approvato con D.P.R. 02.10.68 n° 1639 con successive modificazioni ed integrazioni (regolamento emanato in esecuzione alla Legge 14.07.65 n° 963 concernente la disciplina della pesca marittima).

Per semplicità di trattazione, chiameremo la Legge 963/65 semplicemente "Legge" ed il D.P.R. 1639/68 semplicemente "Regolamento".

 

E' bene subito precisare che Legge e Regolamento, che dettano norme generali valide su tutto il territorio nazionale, non costituiscono l'unico riferimento per i pescatori subacquei.

 

La Legge prevede il divieto generale di "pescare in zone e tempi vietati dai regolamenti, decreti, ordini legittimamente emanati dall'autorità amministrativa e detenere, trasportare e commerciare il prodotto di tale pesca, nonché pescare quantità superiori a quelle autorizzate, per ciascuna specie, da regolamenti, decreti ed ordini legittimamente emanati dall'autorità amministrativa" (art. 15 comma 1 lett a).

 

Ciò significa che in pratica la legge proibisce e sanziona la violazione di regolamenti, decreti ed ordini emanati dalle autorità locali la cui esistenza va verificata di volta in volta. Questo sistema, se da una parte non semplifica la vita del pescatore subacqueo costringendolo ad assumere informazioni ogni volta che desidera immergersi in un nuovo posto, dall'altra consente all'autorità locale di prendere provvedimenti imposti da esigenze tipicamente locali.

Oltre al complesso e frazionato sistema normativo relativo alle aree marine protette, quindi, esiste un altro sistema particolare di regolamentazione, gerarchicamente subordinato rispetto alla normativa nazionale, costituito dalle "Ordinanze Balneari". Tali ordinanze sono emesse ogni anno dalle Capitanerie di Porto in occasione dell'apertura della stagione balneare (che di solito va da Maggio a Settembre) e restano in vigore per tutta la durata la stagione.

Molte volte le Ordinanze Balneari si limitano a richiamare le norme generali contenute nel Regolamento, ma altre volte specificano le limitazioni in modo peculiare, finendo così per dettare una normativa "locale" valida solo nella giurisdizione dell'autorità che ha emanato l'atto.

Di questo aspetto riparleremo quando andremo ad analizzare le singole norme, per ora basti sapere che molte Ordinanze sono reperibili direttamente alla pagina dedicata. Oltre alle ordinanze balneari, il pescatore in apnea può essere interessato da altri ordini delle Capitanerie di Porto contenuti in atti a sé stanti. E' classico il caso di interdizione di un'area di costa per pericolo di frana o per il ritrovamento nell'area di reperti archeologici, ma esistono molte altre ipotesi che è difficile elencare esaustivamente.

 

Per completezza, bisogna ricordare anche la normativa delle regioni a statuto speciale, che detta norme valide solo all'interno del territorio regionale e che spesso deroga a quella nazionale. In Sardegna, ad esempio, vigono misure minime particolari molto diverse da quelle valide sul territorio nazionale.

 

Proprio per l'esistenza di varie fonti normative, oltre a conoscere le regole generali è sempre indispensabile informarsi circa l' esistenza di ordinanze, leggi o regolamenti vigenti in ambito locale. Soprattutto quando si va in vacanza, è bene informarsi al meglio prima di entrare in acqua: non ci dimentichiamo che le multe del pescatore subacqueo sono tutte molto salate e che alcune violazioni possono addirittura integrare dei veri reati (ad esempio: pescare nelle zone A di riserva integrale delle aree marine protette).

 

La legge attribuisce la responsabilità per il coordinamento dell'attività di controllo e vigilanza sulla pesca al Ministero per le Politiche Agricole (art. 19 L. 963/65), svolta sotto la direzione del Corpo delle Capitanerie di Porto (art 21 comma 1 L 963/65).

La vigilanza sul rispetto delle leggi e dei regolamenti è affidata "al personale civile e militare della Amministrazione centrale e periferica della Marina Mercantile (ora a quello delle Politiche Agricole e Forestali), alla Guardia di Finanza, ai Carabinieri, agli agenti di pubblica sicurezza" nonché agli agenti giurati che gli enti locali (regioni e province) e "chiunque vi abbia interesse" possono nominare.

 

Oltre alla Guardia Forestale, quindi, assumono funzione di organo di controllo dell'attività di pesca un cospicuo numero di soggetti non ben identificabili a priori.

Ad esempio, il controllo può essere effettuato dal personale dell'Ente Gestore di un'area marina protetta (che può anche essere un'associazione come il WWF, un Comune o un ente ad hoc, come ad esempio Romanatura).

A mero titolo esemplificativo, riportiamo uno stralcio del Regolamento delle Sanzioni Amministrative del Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano (esempio del potere di nominare agenti giurati da parte di "chiunque vi abbia interesse"):

 

Art. 10 - Atti di accertamento - 1. Gli organi addetti al controllo dell'osservanza delle disposizioni, per la cui violazione è prevista la sanzione amministrativa del pagamento di una somma di denaro, ed all'accertamento delle relative sanzioni, sono il personale del Corpo Forestale dello Stato, del Corpo della Guardia Costiera, dell'Arma dei Carabinieri, del Corpo della Guardia di Finanza e delle altre forze di Polizia dello Stato, nonché il personale dell'Ente Parco e coloro che siano individuati con apposito provvedimento del Consiglio Direttivo, dotati di idonea qualifica. (testo integrale reperibile a questo indirizzo internet: < a href="http://www.parks.it/dbdoc/documenti/r1.html" target="_blank">clicca qui ).

 

Dato che ci troviamo di fronte ad un ventaglio molto ampio di soggetti investiti di potere/dovere di controllo, è difficile e di dubbia utilità stilarne un elenco, che finirebbe per essere certamente incompleto: in pratica, per avere tutte le informazioni che ci interessano, potremo contattare con fiducia gli uffici locali della Capitaneria di Porto, della Guardia di Finanza, dei Carabinieri o del Corpo Forestale.

 

Nel caso dovessimo subire un verbale, inoltre, vi troveremo indicato l'ufficio competente a ricevere eventuali scritti difensivi, per cui l'identificazione di tutti i potenziali controllori non pone particolari problemi. Anche con riferimento alle aree marine protette, l'organo di controllo principale è la Guardia Costiera (art. 19 numero 7 Legge 394/91).

 

Sul sito www.guardiacostiera.it si possono reperire indirizzi, numeri di telefono e -se attivi- indirizzi e-mail di tutti gli uffici locali del Corpo delle Capitanerie di Porto: una risorsa davvero utile per il pescatore subacqueo.

 

Nel chiudere questa introduzione, è opportuno fare un accenno alla regolamentazione delle Aree Marine Protette. Tali aree sono suddivise in zone, ognuna delle quali segue un regime diverso: più rigido nelle aree di riserva integrale e generale, denominate rispettivamente A e B, e più permissivo nell'area di riserva parziale, chiamata C.

 

La disciplina delle diverse zone non è sempre la stessa in quanto è determinata dall'Ente Gestore con una certa discrezionalità: di fatto, vi sono aree protette in cui la pesca subacquea è proibita anche in zona C -sono la maggior parte- ed altre in cui invece è consentita. Di conseguenza, anche in questo caso occorre assumere le dovute informazioni prima di pianificare la propria pescata - o la propria vacanza .

A tal fine, risulta utile la consultazione della rubrica dedicata alle Aree Marine Protette.

Edited by Mariano Satta
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...