> Andrea Zani's Content - AM FORUMS Jump to content

Andrea Zani

Socio ASD AM
  • Content Count

    3,738
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Andrea Zani

  1. Anch'io ho avuto sia quello con il fusto in alluminio sia il carbon. Sul Carbon seppure più leggero (ma più rigido) potevo permettermi la 6,3 x 130 con le gomme da 17,5 (a 3.2) mentre sull'alluminio, dopo svariate prove, la configurazione che più mi ha soddisfatto è stata asta 6,5 x 130 e gomme da 16 (3,5) o 17,5 (3.2). Ovviamente per poter montare l'asta più corta avevo sostituito la testata classica con la open dell'HF. Con l'asta da 6,5 x 130 che pesa teorico 0,339 gr quindi un pò meno della 6,3 x 140 che pesa teorico 0,343 gr non ho sostanzialmente variato il peso globale mentre ho inc
  2. Il fucile è bello ma leggero ! io terrei l'asta che hai ma monterei dei 16 mm a fattore 3,5. Se metti troppo motore .... su un fucilino così il rinculo potrebbe sentirsi mentre invece un 75 deve essere un arma chirurgica.
  3. Tutto è bene ciò che finisce bene ! La prima preda con un fucile auto costruito non ha prezzo. Alla prossima
  4. se i fori sono paralleli!! Si paralleli all'asse terrestre, più spesso a quello da stiro NON FACCIA IL FURBO ! al massimo il foro è unico (asola) .... per la seconda gomma tocca comunque misurare !
  5. Ciao Pres scusa ma qualcosa non mi quadra nei tuoi calcoli .... la formula per il calcolo del circolare è questa: lunghezza elastico circolare (testata australiana)= (d-a)*2/k se prendiamo quindi 85 che "dovrebbe" essere la distanza tra il foro in testata è la tacca/pinnetta di max carico e gli sottraiamo (a= archetto) che mi dici essere = 6 cm ( 85-6) otteniamo 79*2 = 158 se lo dividiamo per 56 (il tuo elastico più lungo) = 2,82 % (K) quindi non 3,4 che dichiari di aver utilizzato come fattore. Poco male perchè a 3,4 non lo avresti caricato davvero ! o almeno non saresti riuscito a c
  6. A parità di progetto, arba o roller, il rinculo si contrasta solo con la massa. Se un fucile in Carbonio avrà meno massa di un analogo sistema in legno ..non può che rinculare di più. A parità di massa il Carbonio è più rigido e la dissipazione di energia, grazie alla miniori flessioni, sarà minore. Nell'arba non ho dubbi, sul roller può essere che a parità di massa la maggiore rigidità del Carbonio inflenzi in modo significativo anche il rinculo ?? se così fosse .... il carbonio potrebbe avere un vantaggio, in termini di rinculo, anche a disparità di massa ma secondo me il fenomeno non è
  7. ciao Cono ben ritrovato ! la scelta, con quello che costa il Carbonio, può essere solo funzionale, l'estetica volendo, la curano anche a pennello Itio se è così .... hai eliminato il problema della flessione senza rinunciare alla massa .... direi che sia la soluzione ottimale. Perchè dici che i tempi di assemblaggio raddoppiano ?? applichi la tela in carbonio sui due mezzi fusti e poi li assembli, generando così uno strato di carbonio doppio ?? hai dei tempi di essicazione delle resine diversi ??
  8. Ciao Itio e ciao Mario (ovviamente) qualcuno ha avuto esperienze con fusti misti legno/carbonio ?? sfuttare le proprietà meccaniche del Carbonio (utilizzandolo solo come "anima centrale" o nelle zone di max sollecitazione) abbinandolo alla buona lavorabilità e alla possibilità di attribuire MASSA del legno non potrebbe essere (FORSE) la soluzione ideale ?? Ricordo certamente di prototipi realizzati, agli albori, da Fabrizio Scasciafratti in arte Persiko e forse anche da Stefano Soriano (Affertus) me volevo capire se qualcuno ha fatto test veri di flessione e/o dissipazione di energia.
  9. :-)) HAI RAGIONE !! da quando si sono messi a tradurre in realtà tutte la mie idee e brevetti .... li amo tutti mi hanno fatto perfino passare la voglia di scrivere tacci loro. Il fucile invisibile e l'asta che segue l'odore del pesce ....mi parevano progetti irrinunciabili eppure ..... La mia risposta era per escludere ci siano motivi reali per farlo ma la fantasia della gente è illimitata e a volte gli ordini di scuderia sono solo volti al risparmio a tutti costi anche contro la logica di soddisfazione del cliente.
  10. Capisco la questione. Se è per quello però, cari amici, anche le leghe di alluminio sono tante ... chi ci dice venga utilizzata la migliore ?? Io però una risposta al quesito l'avrei ..... ma solo perchè opero nel mondo delle materia prime. ... il valore delle materia prima normalmente è trascurabile rispetto al valore delle lavorazioni, della perizia e della tecnologia che si deve impiegare. Va bene che, nel nostro settore, i carichi (forza/mm²) sono bassissimi rispetto ad altri settori in cui gli stessi prodotti vengono impiegati quindi si potrebbe pensare che non sia necessario impiegare
  11. Qualche formula esisterà sicuramente ma nell'espressione che la rappresenta, ci sono più variabili che certezze. Il risultato, pur corretto sul piano matematico, non darebbe la certezza che quella soluzione sia la più adatta al tuo personale utilizzo. Uno dei dati che devia il risultato è che il fucile, in mano al pescatore, non è fermo e che, in base a come impugni e spari e alla tua conformazione, il rinculo viene assorbito da te in modo diverso rispetto ad altri tiratori. In sostanza, l'arbalete è una macchina automatica a 1 movimento inquadrabilissima dal punto di vista matematico e fisic
  12. Purtroppo come spesso accade, la coperta è corta. Come giustamente hai già intuito, l'unico modo per aumentare la penetrazione è aumentare la massa dell'asta ma, se per spingerla alla velocità di prima, sei costretto a sovradimensionare le gomme generando un rinculo inaccettabile il giochino è finito. Il mio personalissimo consiglio è quello, visto che con la configurazione iniziale ti trovavi bene..., di tenere quella optando per un tipo di asta più rigida della tua al fine di dissipare meno energia possibile (guarda Sandvik o altre simili) e comunque tenere curata al massimo l'affilatura
  13. Io sul 75 (testata chiusa) uso gomme da 16 mm lunghe 19 cm (fattore elastico 3,5 , ho ogive artigianali) e asta da 6,3. Attrezzo molto performante soprattutto per chi pesca all'agguato o comunque al libero.
  14. ... e come diceva l'antico proverbio cinese ... " linculo nulo , pesce siculo ! "
  15. Ovvio che 24 cm di elastico ci dicono poco se non ne conosciamo le caratteristiche e lo stato di conservazione della gomma. Una cosa è certa su questo tipo di fucile, che ha una sagoma particolare (stretto in testa), nel momento in cui perdi quella che tu chiami sensazione di avere l'elastico moscetto e che io, invece, chiamo prograssività ..... trovi quall'altro fenomeno conosciuto come rinculo che ti fa perdere in precisione. Il 94, arma da agguato/aspetto, è uno strumento chirurgico che deve consentirti di centrare il bersaglio anche a distanze di tutto rispetto quindi, io non baratterei la
  16. Confermo ! mono 17,5 x 24 cm con asta da 6,5 è, su questo tipo di fucile (anche per il Monoscocca) la configurazione ottimale. Occhio alla scelta del tipo di elastico perchè ho notato differenze abbastanza significative; opterei per uno più progressivo che potente.
  17. L'unica tecnologia che potrebbe avere effetti apprezzabili é la tecnologia stelth . Chiamo un amico in Finmeccanica e chiedo cosa si può fare.
  18. Sui 16 tirati piuttosto che i 18 poco tirati ... sono perfettamente d'accordo ! 1) la corsa utile della gomma sulla stessa porzione di fusto sarà maggiore, considerato che in un arba classico l'asta abbandona l'archetto circa a metà fusto, non è male. 2)in abbinamento all'asta da 6,5, l'erogazione della potenzaè migliore.
  19. Mario tanto per cambiare ha ragione, la scelta dipende e deve dipendere dal tipo di pesca che devi praticare ! Io contrariamente a quello che ho fortuitamente lasciato intendere a Mario, la 6,5 non la uso tranquillamente in tana o meglio, essendo io prevalentemente un agguatista/aspettista, sono smaccatamente prevalenti le occasioni per usarla al libero piuttosto che in tana. Questo è il motivo di fondo per cui ho optato per la 6,5 piuttosto che per la 6,0. Quelle due volte che decido di tirare il grilletto in tana .. spero di aver fatto in tempo a mettere la gomma in prima tacca e di non spac
  20. ..... e pensare che prima di pescare una volta Cono aggiungeva al massimo il Tenax .. Un impugnatura di serie è più o meno comoda in ragione dell'ergonimicità del progetto della casa, a volte per sentirla propria non serve personalizzarla, rischiando di influire sull'ergonomia della stessa impugnatura e peggiorando la situazione ma basta qualche giro di nastro gommato (perfetto anche un guanto da cucina tagliato circolarmente in modo da ricavare una striscia alta 2,5/3 cm) e arrotolata sulla zona di presa in modo da creare un morbido over-grip (come per le racchetta da tennis) se lo fa chiar
  21. a me l'asta da 6,5 sul 75 non dispiace affatto. L'asta da 6 richiede gomme poco tirate sennò esce sventolando che è un piacere, rischiando di essere certo un fioretto ma anche di compromettere eventuali tiri corti al libero. La 6,5, per quanto mi riguarda è più resistente in tana (tra l'altro nelle tane magari sarde ..non ci sono solo i saraghi) e consente di essere abbinata ai 16 cattivi o ad un 17,5 come fa Mr.Serra. Io ho configurato così il mio Cayman 75, unica controindicazione rilevata è che con la 6,5 il fucile risulta piuttosto pesante in testa e mi stanca molto di più il braccio rispe
  22. Scusate il nuovo intervento ma nessuno ha centrato il problema. Non è un problema di costi anzi, farlo fare da uno già pratico e attrezzato, costerà probabilmente molto meno rispetto ad un prodotto fai da te .... Il problema è la bassissima probabilità che, chi andrà a produrre il fucile, centri il progetto e le aspettative che riponi nello stesso; tale risultato è raggiungibile solo attraverso le tante modifiche e micro-modifiche che dovrai fare al progetto base . Altrimenti tanto vale comprarlo standard perchè, sia chiaro che, anche i legni delle aziende conosciute sono, a tutti gli effetti,
  23. Personalissima opinione un fucile in legno prima di potersi chiamare tale, indipendentemente dal progetto di bese, richiede tante e tali micomodifiche che possono essere controllate e gestite (in quanto oggetto di personalizzazione) solo se lo realizzi personalmente. Farlo fare da un altro, a meno che non sia il tuo vicino di casa, significherebbe affidersi alla sua esperienza ... in questo caso l'esperienza ce l'anno solo quei pochi che ormai lo fanno per mestiere quindi tanto vale comprarlo già fatto. ciao AZ
  24. Io sono per una scrematura in base all'uso/zona/prede quindi partirei dall'individuare una lunghezza o una tecnologia (arba-roller-oleo), fatto ciò, acquisterei un fucile commerciale, non obbligatoriamente economico ma certo escludento i top di gamma, ma per capire se la mia scelta sia stata davvero azzeccata. Valuterei a questo punto se posso farlo rendere maggiormente rispetto ai settaggi di fabbrica. Solo se ho la certezza di aver centrato l'articolo, ma solo in ultima ratio ....,. mi toglierei, se posso, il voglino di qualcosa serie top conscio però che senza il mio apporto personale non p
×
×
  • Create New...