> Pesata eccessiva, pericolosa? - Pesca in Apnea - AM FORUMS Jump to content

Pesata eccessiva, pericolosa?


Recommended Posts

Ciao ragazzi,

torno a scrivere dopo un po di tempo, ma con questa analisi che mi ha fatto pensare molto.

Noto che molti pescatori, nella pesca intorno ai 15-20mt usa un eccessiva pesata in cintura.

Perché? Molti lo fanno a mio parere, anche inconsciamente, perché con una gamba poco allenata una pesata eccessiva gli permette di spingere meno nella discesa e di avere quindi un battito cardiaco più basso e un apnea più lunga.

Conto che poi si va a pagare nella risalita. Siccome ne ho viste purtroppo di sincopi da ultimi metri, vi chiedo cosa ne pensate e se questo per voi può rappresentare una delle cause principali di sincope da ultimi metri?

So che può essere una cosa scontata, ma io questa cosa la vedo tutti i giorni...

Edited by R o y
Link to post
Share on other sites

Sono pienamente d'accordo con te. Una pesata "abbondante" sicuramente incrementa il rischio di incidenti in risalita. D'altronde, anche ai corsi di apnea il concetto viene ribadito fino alla nausea: la quantità di zavorra indossata va ridotta al minimo indispensabile, ed è sempre meglio un chilo in meno in cintura che un chilo in più, anche se i primi metri della discesa saranno più impegnativi.

Sempre per lo stesso motivo la didattica enfatizza tantissimo la corretta esecuzione della capovolta, cosa che permette di ridurre lo sforzo muscolare richiesto alle gambe per vincere la spinta di galleggiamento dei primi metri, specie se si è poco zavorrati: una bella capovolta fluida ed elegante permette di guadagnare metri preziosi e compensa gran parte dello "svantaggio" iniziale derivante da una pesata più leggera, a tutto vantaggio della sicurezza in fase di risalita.

Detto ciò, spesso chi predica bene razzola male... ed io (ahimè) sono tra questi. Infatti, il più delle volte vado a pesca partendo da terra e mi capita spesso di battere lunghi tratti di costa a pinne, con fondali con batimetriche spesso diverse. Per non rimanere eccessivamente positivo nel bassofondo tendo ad abbondare con la zavorra, e nelle zone dove si pesca un po' più fondo per forza di cose spesso continuo ad indossarla, essendo difficoltoso riporre quella in eccesso nella boa. In questi casi, però, non forzo la mano con le apnee (a dire il vero non la forzo mai, ma ancor di più in questi casi), mi limito a tuffi non eccessivamente profondi e risalgo ancora prima di cominciare ad avvertire le contrazioni diaframmatiche.

 

:bye: Tano

Link to post
Share on other sites

nei 8/10 mt ho sempre notato che prende qualche pesce in piu' chi pesca con maggior piombo rispetto ad altri, facendo zero rumore e pinneggiando molto poco.

 

Per me prende più pesce chi è più bravo...

Comunque credo che chi sia neutro o leggermente negativo sul fondo possa muoversi più agevolmente e quindi più silenziosamente.

Link to post
Share on other sites

mah secondo me vedi molti pescatori che la sparano grossa sulle effettive quote di apnea,una pesata eccessiva la reggi per una,due discese,la terza normalmente hai capito che non è il caso

Link to post
Share on other sites

la pesata è una cosa molto soggettiva,non è detto che una persona a parita' di stazza del corpo possa avere la stessa pesata di un altro

percio' capire ad occhio se uno porta 1 0 2 chili in piu'non è detto che sia cosi scontato

 

diciamo poi che fino a 10 metri anche se un po troppo pesanti non cambia molto ma gia a 15 metri essere troppo pesanti è oltre che dispendioso in risalita,anche poco utile al fine delle pesca,eccessivamente negativi si è goffi e si sbatte ovunque una volta sul fondo

 

per quanto riguarda il pericolo di sincope anche se leggermente troppo negativi ci si dovrebbe regolare nel tornare in superfice,con un giusto margine di riserva a prescindere dal consumo di ossigeno se pur eccessivo a causa del maggior sforzo,pertanto per il mio pensiero una pesata sbagliata non porta,necessariamente ad un aumento del pericolo,cosa che invece è molto legata alla permanenza sul fondo e da come ho sfruttato le mie riserve durante l'immersione,tutto questo rimanedo in un concetto si una pesata leggermente eccessiva,non completamente sbagliata,anche se è una condizione che per la sua goffataggine si tende ad autoaggiustarsi da sola,rendendosi conto da subito che il troppo piombo rende impossibile l'immersione

Link to post
Share on other sites

Assodato che sia molto pericoloso e faticoso scendere profondi con troppo peso nonché il fatto che sia pure molto peggio per la pesca io aggiungo che personalmente con troppo peso faccio molta fatica a scendere, non meno, nel senso che mi sento precipitare e perdo il rilassamento, infatti sono riuscito a scendere oltre determinate quote proprio quando ho tolto piombi, mentre con la pesata da sottocosta proprio non riuscivo. Per la pesca in acqua bassa bisogna dire che dipende dalla tecnica adottata e pure dal posto, ovvero se si pesca all'aspetto in poca acqua in un luogo silenzioso è fondamentale essere quasi neutri già in superficie, in modo da non usare mai le pinne anche per discese oblique e pure a riuscire a stare sul fondo senza doversi aggrappare a qualcosa che magari non c'è neppure. Chiaro che se si pesca all'agguato bisogna essere il più possibile neutri alla quota di pesca..

Link to post
Share on other sites

Aggiungo che secondo me il pericolo arriva tirando l'apnea, un sub esperto potrebbe pescare fondo un po' troppo pesante senza rischiare tenendo conto che la fase di risalita sarà dispendiosa e quindi riducendo apposta i tempi. Comunque non vedo vantaggi in tutto ciò..

Link to post
Share on other sites

sono d'accordo in parte,la pesata eccessiva è sicuramente pericolosa se si comincia a superare una certa quota, (8-10 mt) ma se si pesca entro questa quota, qualche kg in più, rende la pescata più proficua, sia in termini di catture, che in fatto di sicurezza. avere poco piombo ci costringerà ad aggrapparci a qualsiasi cosa, con manovre da contorsionisti, facendoci consumare molto ossigeno, invece essere un po' negativi, ci consentirà di muoverci meglio sul fondo e quindi risparmiare ossigeno. poi come detto da altri, la pesata è soggettiva, anche tra individui con la stessa stazza.

Link to post
Share on other sites

sono d'accordo in parte,la pesata eccessiva è sicuramente pericolosa se si comincia a superare una certa quota, (8-10 mt) ma se si pesca entro questa quota, qualche kg in più, rende la pescata più proficua, sia in termini di catture, che in fatto di sicurezza. avere poco piombo ci costringerà ad aggrapparci a qualsiasi cosa, con manovre da contorsionisti, facendoci consumare molto ossigeno, invece essere un po' negativi, ci consentirà di muoverci meglio sul fondo e quindi risparmiare ossigeno. poi come detto da altri, la pesata è soggettiva, anche tra individui con la stessa stazza.

Si, io sottintendevo oltre i 15m. In ogni caso anche se peschi a 8m all'agguato devi essere leggero, è un discorso relativo. Trovo molto utile un pedagno pesante, ne uso uno da 1kg per poter graduare finemente la pesata mentre se voglio sia pescare sottocosta che fondo nella stessa uscita calibro la pesata per i tuffi fondi e aggiungo lo schienalino, che naturalmente uso solo in acqua bassa.

Link to post
Share on other sites

la mia opinione da uno che da pochi anni prova a pescare e che troppo piombo non va mai bene e non aiuta assolutamente a tenere il battito cardiaco basso,almeno è un fatto fisiologioco che piu' aumenta la velocita di discesa piu' i muscoli vanno in tensione e quindi si brucia tantissimo ossigeno,la velocita di discesa deve essere lenta,all'inizio sembra di sprecare meno ossigeno ma poi sul fondo sei un piombo e i pesci lo sentono e lo vedono...ok per il piombo mobile ma infatti è mobile per poi essere leggeri nella pesca vera e propria..pochi secondi bastano afar arriavre il pesce se si è fatti una buona discesa..molti secondi non bastano per far arrivare un pesce dopo una discesa rapida....questo che dico vale dai 15 in poi ....poi la sicurezza in primis..se uno non riesce a pinneggiare per 10 metri e poi pescare e meglio che riduca la batimetrica,tanto i pesci si prendono lo stesso in 5 metri..ciao

Link to post
Share on other sites

Premesso che la sincope e la pre-sincope (o samba), ritengo che giungano proprio in risalita quando, con la diminuzione della pressione nella colonna d'acqua diminuisce anche quella dei gas nel sangue e quindi l'apparente benessere svanisce, giungendo il segnale della vera entità di percentuale di ossigeno ormai in esaurimento nel tessuto. Vedendo i filmati del grande Dapiran, ho sempre notato una notevole zavorra per le quote da lui raggiunte, egli stesso riferiva di preferire una pesata "leggermente" negativa. Di certo quel peso che ti facilita nella discesa, lo sconti poi in risalita specie se tiri troppo l'apnea....Personalmente dai 15 in poi tendo a diminuire sensibilmente il peso, mi sento molto più a mio agio....... :thumbup:

Link to post
Share on other sites

Premesso che la sincope e la pre-sincope (o samba), ritengo che giungano proprio in risalita quando, con la diminuzione della pressione nella colonna d'acqua diminuisce anche quella dei gas nel sangue e quindi l'apparente benessere svanisce, giungendo il segnale della vera entità di percentuale di ossigeno ormai in esaurimento nel tessuto.

Attenzione che nuovi studi del Prof. Malpieri hanno dimostrato che la sincope è conseguenza di un deficit di pompa, quindi non è l'ossigeno a venire a mancare ma il mezzo (cuore) che lo trasporta a non riuscire a farlo arrivare ai tessuti. La sincope quindi colpisce, anche in risalita, se sia la modalità prevalente è solo un'ipotesi e se fosse confermata avverrebbe solo perché la risalita si verifica nella parte di apnea a maggior deficit energetico e circolatorio.

 

Ovviamente questo nulla toglie al fatto che una pesata eccessiva sia sempre e comunque da evitare.

 

:bye:

Link to post
Share on other sites

Premesso che la sincope e la pre-sincope (o samba), ritengo che giungano proprio in risalita quando, con la diminuzione della pressione nella colonna d'acqua diminuisce anche quella dei gas nel sangue e quindi l'apparente benessere svanisce, giungendo il segnale della vera entità di percentuale di ossigeno ormai in esaurimento nel tessuto.

Attenzione che nuovi studi del Prof. Malpieri hanno dimostrato che la sincope è conseguenza di un deficit di pompa, quindi non è l'ossigeno a venire a mancare ma il mezzo (cuore) che lo trasporta a non riuscire a farlo arrivare ai tessuti. La sincope quindi colpisce, anche in risalita, se sia la modalità prevalente è solo un'ipotesi e se fosse confermata avverrebbe solo perché la risalita si verifica nella parte di apnea a maggior deficit energetico e circolatorio.

 

Ovviamente questo nulla toglie al fatto che una pesata eccessiva sia sempre e comunque da evitare.

 

:bye:

Molto interessante..in effetti ci sono rilevanze inspiegabili con la teoria classica e comunque si verificano sincopi anche sul fondo e in acqua bassa.
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...