> Respirare Con Il Tubo - Page 2 - Pesca in Apnea - AM FORUMS Jump to content

Respirare Con Il Tubo


Recommended Posts

Detto tutto questo, tenere o togliere l'aeratore dovrebbe essere una scelta tecnica o di sicurezza interiore, una cosa che ci dà la giusta tranquillità psicologica per affrontare in sicurezza l'immersione.

 

Non è una misura di sicurezza attiva.

 

Non è la discriminante tra un tuffo pulito e un pericolosissimo mancamento.

 

Quando si và "oltre" si rischia sempre e comunque, tubo o meno non cambia nulla...

 

:bye:

 

:thumbup::bye:

Link to post
Share on other sites
...dimenticavo...

se si tiene in bocca il boccaglio gli svantaggi sono due:

 

1) al momento della fine della risalita bisogna far fuoriuscire l'acqua contenuta nel boccaglio con una espirazione forzata, cosa negativa (vedi post sopra)

 

2) in caso di sincope, se per caso si riuscisse a rimanere a galla (magari dopo aver sganciato i piombi), il nostro organismo riprende a respirare da solo inconsciamente e avendo il boccaglio in bocca si respirerebbe acqua, al contrario aria.

 

Forse sarebbe bene non creare troppa confusione al nostro amico che ha chiesto solo se prima di un apnea poteva ventilarsi respirando dal tubo o meno...

Il discorso del boccaglio da togliere in immersione non è stato fatto per non creare confusione, il fatto poi di sputare il boccaglio prima di respirare è una cosa che può essere bene seguire ( sopratutto dopo apnee tirate o iper ventilate) per il resto, se si pesca normalmente non credo sia un problema espirare per svuotarlo e cmq. lo "sforzo" dell'espirazione non è reiterato ed è minimo.

In ultimo, lasciamo che queste cose molto tecniche, le apprenda ad un corso di apnea, come gli è stato consigliato di fare :D

sono pienamente d'accordo con te . :thumbup:
Link to post
Share on other sites
Guest dugongo

beh questa discussione sullo snorkel si fa interessante......

in effetti uno degli attrezzi da pesca-sub che non ha avuto sviluppi tecnologici è proprio il tubo respiratore.

Ventilarsi in superficie col tubo in bocca ha lo svantaggio di respirare sempre la stessa CO2 contenuta nel tubo e di limitare quindi il ricambio di aria fresca nei polmoni.

Una miglioria tecnica potrebbe essere quindi una valvola posta sul boccaglio che espelle l' aria respirata e consente solo l ingresso di aria fresca.

C è da studiarci sopra............

Link to post
Share on other sites

Quoto anche io e concordo sul fatto che forse si sono fornite 'troppe' notizie e che, fondamentalmente, sarebbe meglio seguire un corso specifico di apnea o avere almeno la possibilità di frequentare subacquei esperti...

Quoto anche che questa discussione sia interessante; intervengo a proposito del fatto che sia ininfluente del tutto svuotare il tubo alla fine di una apnea e mi permetto di dissentire: ho assistito a sincopi conseguenti allo svuotamento dello snorkel addirittura in piscina dopo percorsi in apnea neppure troppo tirati. Evidentemente il 'piccolissimo' sforzo di espirazione o forse ancor di più il repentino cambiamento delle pressioni gassose una qualche influenza deve pur averla.

Inoltre, andare in sincope in risalita ed avere il tubo in bocca aggrava una situazione che è già brutta di per sè. D'accordo che se i soccorsi non arrivano comunque si muore, ma se un soccorritore fosse disponibile in un tempo ragionevole non dovrebbe almeno avere a che fare anche con l'annegamento oltre che con la sincope :( (la sincope diventa 'bagnata'; non faccio il professore ma cito solo le definizioni di un certo Duilio Marcante). Infatti, se non ricordo male, la sincope comporta un irrigidimento della mascella che, se non si ha il boccaglio in bocca, impedisce almeno per un pò l'entrata dell'acqua.

Personalmente, se faccio tuffi appena più impegnativi della 'acquetta' che frequento di solito tolgo il boccaglio subito dopo l'ultima respirazione. Lo tolgo comunque se pesco in tana, sia in acqua bassa che più a fondo, per evitare il rumore che fa l'aria che fuoriesce dal tubo. Pescando all'aspetto in acqua bassa, invece, preferisco tenere il boccaglio in bocca se penso che il rumore possa attirare qualche spigola :devil: .

Comunque vorrei sottolineare, per evitare fraintendimenti, che queste sono sottigliezze rispetto alla domanda iniziale e che la sicurezza innanzitutto deriva dalla conoscenza acquisita con la frequenza di un corso specifico e da comportamenti sempre prudenti.

No limit? No, grazie!

Link to post
Share on other sites
...intervengo a proposito del fatto che sia ininfluente del tutto svuotare il tubo alla fine di una apnea e mi permetto di dissentire: ho assistito a sincopi conseguenti allo svuotamento dello snorkel addirittura in piscina dopo percorsi in apnea neppure troppo tirati. Evidentemente il 'piccolissimo' sforzo di espirazione o forse ancor di più il repentino cambiamento delle pressioni gassose una qualche influenza deve pur averla.

Esisterebbe un elevato sforzo se l'espirazione fosse un atto volontario e se ci fossero dei muscoli impegnati in maniera notevole per svuotare i pomoni. La meccanica muscolare dell'espirazione è assolutamente passiva e dovuta ad una contrazione muscolare che si interrompe e rilascia i visceri addominali precedentemente schiacciati verso il basso dall'espansione (questa si volontaria) del diaframma.

 

Nessuno è mai riuscito a dimostrare che lo "sforzo" di espirazione possa causare una sincope, anche questo deve pur dimostrare qualcosa. Troppo spesso si fanno immersioni assolutamente normali e non tirate per poi scoprire che in realtà non è affatto così...

Inoltre, andare in sincope in risalita ed avere il tubo in bocca aggrava una situazione che è già brutta di per sè. D'accordo che se i soccorsi non arrivano comunque si muore, ma se un soccorritore fosse disponibile in un tempo ragionevole non dovrebbe almeno avere a che fare anche con l'annegamento oltre che con la sincope  :( (la sincope diventa 'bagnata'; non faccio il professore ma cito solo le definizioni di un certo Duilio Marcante). Infatti, se non ricordo male, la sincope comporta un irrigidimento della mascella che, se non si ha il boccaglio in bocca, impedisce almeno per un pò l'entrata dell'acqua.

L'ingresso dell'acqua nei polmoni è impedito dalla chiusura della glottide, non dal trisma mandibolare (irrigidimento della mascella). La naturale evoluzione della sincope è lo spasmo della glottide che permette l'ingresso del fluido dall'esterno, se si è in superficie si respira, se si è sotto si annega. Non si annega di certo per avere 100 cc di acqua nell'aeratore, per avere la faccia immersa probabimente si.

 

Al contrario, un oggetto morbido come il morso dell'aeratore, impedisce che durante il trisma si riportino lesioni alla lingua.

 

La sincope si definisce "bagnata" a seconda che l'arresto circolatorio avvenga prima o dopo l'allagamento dei polmoni...

Comunque vorrei sottolineare, per evitare fraintendimenti, che queste sono sottigliezze rispetto alla domanda iniziale e che la sicurezza innanzitutto deriva dalla conoscenza acquisita con la frequenza di un corso specifico e da comportamenti sempre prudenti.

No limit? No, grazie!

Perdona ma non sono sottigliezze, sono le conoscenze minime da avere per fare delle scelte corrette, e non per sentito dire o perchè a lume di naso ci sembra la cosa più logica.

 

:bye:

Link to post
Share on other sites

Se l'obiettivo e' la pesca, scendere con l'aereatore (non tubo) in bocca provoca rumorosa emissione di bolle, e non e' molto consigliato nella tecnica di pesca.

Se l'obiettivo e' l'apnea, rientrano in gioco tutti i pareri di cui sopra.. :blink:

Io personalmente lo uso solo per l'ispezione in superficie, dopo l'immersione lo tolgo subito per evitare appunto le bolle; inoltre e ormai il gesto e' automatico, lo faccio scendere lungo la faccia eliminando il buffo effetto periscopio del tubo sulla testa che tanto fa sorridere e allontanare i pesci, che vedono quella cosa strana muoversi e fare bolle.. :P

Ormai e' abitudine..

Trovo inoltre molto scomodo il soffiare alla fine di una immersione per togliere l'acqua..

 

Sull'anidride carbonica obietterei che una inspirazione media e' di circa 3 o piu' litri , ovvero 3000 cc, mentre il volume di un aereatore raramente supera i 40cc, pertanto l'effetto "aria viziata" e' assolutamente ininfluente, a mio avviso...

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...