Home » News » Obbligo Patente Nautica per Evinrude E-Tec 40: è Tornato dal 1° Gennaio 2020, ma la Soluzione è Vicina

Obbligo Patente Nautica per Evinrude E-Tec 40: è Tornato dal 1° Gennaio 2020, ma la Soluzione è Vicina

| 15 Febbraio 2020

Come ampiamente previsto, ci risiamo! Scaduta la proroga accordata lo scorso 2 agosto, siamo tornati alla situazione di partenza: dal 1° gennaio 2020 è nuovamente vigente l’obbligo di patente nautica per i motori fuoribordo 2 tempi a iniezione diretta con cilindrata superiore ai 750 cc, anche se di potenza inferiore ai 40,8 cv.

Stavolta però, avere una conferma della situazione normativa è stato molto più complesso. Lo scorso anno avevamo chiesto lumi al Comando Generale dele Capitanierie di Porto, che con grande sollecitudine ci aveva risposto in maniera dettagliata. Quest’anno, invece, siamo stati invitati a porre le nostre richieste di chiarimento alla Direzione Generale per la Vigilanza sulle Autorità Portuali, le Infrastrutture Portuali ed il Trasporto Marittimo e per le Vie d’Acqua Interne.

La Risposta del Ministero

Abbiamo dovuto aspettare un po’ ma i funzionari ministeriali hanno puntualmente risposto alla nostra PEC confermandoci che:

“…come correttamente osservato, il termine di differimento dell’obbligo di patente per i motori in oggetto risulta al momento scaduto, per cui per la loro conduzione vi è necessità di esser muniti di patente nautica. Si informa, con l’occaisone, che sono in corso iniziative legislative al fine di prevedere eventuali ulteriori differimenti dell’obbligo di patente in parola, nonchè risoluzioni definitive della problematica nell’ambito dei lavori di revisione del codice della nautica da diporto.”

Insomma, pur essendo nuovamente vigente l’obbligo di patente, sembra che siano già al lavoro per trovare una soluzione, che speriamo rapida e finalmente definitiva. La prima occasione sarebbe l’attuale discussione del decreto mileproroghe, strumento con il quale venne approvato il primo differimento nel 2018. Tuttavia, nei testi circolati in questi giorni, non ci sembra di aver letto nulla sulla questione*. Si tratterebbe comunque dell’ennesima pezza, speriamo invece che si arrivi quanto prima alla riforma del codice della nautica e che questa surreale discriminazione venga finalmente sanata una volta per tutte.

*Ci segnalano che l’emendamento 13.50  approvato al decreto Milleproroghe, a firma del deputato 5stelle Emanuele Scagliusi, differisce l’obbligo al 1° gennaio 2021, innalzando il limite di cilindrata per i motori 2 tempi a iniezione a 900 cc. Per l’entrata in vigore sarà necessario però attendere prima il passaggio in Senato (entro fine Febbraio) e poi la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Nel Frattempo, Occhio alle Sanzioni!

In attesa di un intervento normativo, è importante ricordare che le già salate sanzioni previste per la mancanza di patente ove richiesta, sono state notevolmente inasprite dal nuovo codice, che adesso prevede (art. 53 comma 1) da 2.755 euro a 11.017 euro di multa (3.672,23 con pagamento in misura ridotta). A questo poi si devono aggiungere le complicazioni con le assicurazioni nello sfortunato caso in cui si debba verificare un incidente.

Tags: , ,

Category: News, News Normative

I commenti sono chiusi.