> sasy81's Content - Page 2 - AM FORUMS Jump to content

sasy81

Members
  • Content Count

    593
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by sasy81

  1. Ahinoi, temo tu abbia perfettamente ragione ! Per quanto sconfortante, tanto di cappello alla tua analisi.
  2. La tua impressione è anche la mia. Ma ciò che mi sorprende è che molto spesso questa tipologia di fucile venga utilizzata anche li dove sarebbe più che sufficiente un arbalete commerciale monoelastico. Per quanto mi riguarda, lunga vita agli arbalete e alla doppia gomma !
  3. In realtà non esiste una regola in base alla quale si decide come caricare il fucile. Ciò che viene fatto, piuttosto, è calcolare la lunghezza degli elastici in base al fattore di allungamento . Quest'ultimo, a sua volta, viene determinato dalla distanza dei fori in testata alle pinnette ( o tacche ) dell'asta. Usualmente, l'elastico più vicino va ad agganciarsi sulla pinnetta più arretrata e così via. Capirai che, cambiando asta, possono variare le distanze reciproche tra le pinnette e, per conseguenza, gli elastici risulterebbero allungati diversamente rispetto a quanto preventivato dalla c
  4. Posso chiederti come mai hai deciso di venderlo ?
  5. Gran bella cattura ! Ma, soprattutto, si sente dal racconto la felicità che sprizza da tutti i pori per il ritorno al blu. Buon Mare, allora, e ancora complimenti !
  6. Ho capito e ciò che dici ha perfettamente senso. Ma dove è possibile trovare queste Lota ? Ciao e ancora grazie.
  7. Buon giorno a tutti. Una volta di più desidero fare un apprezzamento per l'utilità di questo forum. Ho iniziato anche io, infatti, a praticare i lavaggi nasali e ne sto traendo grande beneficio. Al momento uso un siringone da 20 ml e soluzione fisiologica. Ma, mi chiedevo ... dal momento che abito praticamente sul mare, se questa operazione la facessi direttamente con acqua marina ? Certo, non si tratterà dell'acqua del Parco Marino delle Cinque Terre ( come reclamizzato da un prodotto in commercio ed a suo tempo pubblicizzato da Umberto Pelizzari ), ma posso dire che godo di un tratto di mare
  8. Eh, purtroppo nemmeno io ho ancora preso il pesce in grado di scardinare il mulinello Comunque anche io, al momento, adotto la soluzione con fascette e nastro adesivo. L'unica cosa è che la testa delle fascette, un po' più grosse di quelle classiche da elettricista, se non posizionate in maniera accorta, tendono a dar fastidio, specie adesso che monto anche la staffa per la videocamera, con tanto di viti sporgenti ecc. In ogni caso, vedrò di fare un lavoro più attento e pulito. Grazie delle dritte
  9. Dici che è meglio ? Non so, il dyneema mi da un maggior senso di sicurezza, oltre che essere esteticamente più bello.
  10. Buona sera a tutti. Chiedo consiglio su come si fissa un mulinello al fucile ( fusto cilindrico ) utilizzando il dyneema. Ciao e grazie in anticipo.
  11. Beh, c'è da considerare il fatto che i metri da percorrere non sono molti e che comunque se è vero che con una pala rigida il numero degli sforzi (pinneggiate) sarà minore, è anche vero che saranno di intensità maggiore, quindi non so se lo sforzo complessivo sia minore con una pala rigida rispetto ad una morbida... Ciao Daniele. La tua precisazione è giusta, però ci sono alcune cose da considerare ( per quella che, almeno, è la mia esperienza personale ) : anche se la distanza percorsa in superficie non è molto grande, l'utilizzo di pale eccessivamente dure è controproducente. Dopo diverse
  12. Io ti suggerirei di prestare attenzione alla scelta della durezza. Se, come dici, peschi entro i 10 metri, vuol dire che usi una zavorra piuttosto abbondante, specie quando è ancora d'obbligo la muta da 7 o 5 mm. Con qualche chilo in più, le pale troppo morbide diventano inadatte perchè non spingono abbastanza. Se, come il sottoscritto, parti da terra, è d'obbligo trovare il giusto compromesso in tal senso. La pala morbida è di grande utilità per gli spostamenti in superficie e non ti stanchi; per contro, in fase di discesa necessiti di quel tot in più che ti consente di guadagnare il fondo (
  13. Grazie a tutti. Mi pare evidente che la mia batteria è già compromessa. Anche a me sembra molto strano che sia consigliabile tenere la cam sempre accesa. In ogni caso, al di la del problema durata della batteria, andare poi a ritagliarsi gli spezzoni interessanti da un filmato di 3 ore ed oltre, sarebbe ancora più noioso e problematico. Va bene, aspetterò l'arrivo della nuova batteria. Grazie ancora a tutti ed a presto.
  14. Certo, su questo non avevo dubbi. Però mi chiedevo se tale pratica avesse degli effetti benefici strettamente connessi alla pratica dell'apnea. Mi spiego meglio : mi è capitato alcune volte di avvertire un fastidioso ed intenso dolore all'altezza dei seni nasali ed oculari ( fino a prendere il molare ) appena mettevo la testa sotto per effettuare la capovolta. Diciamo che ho risolto attraverso un uso più o meno regolare dell'aerosol ( con fialette di Clenil e Fluibron ), ma con sporadici casi in cui si è ripresentato ( e costringendomi, ovviamente, a sospendere la battuta di pesca ). Ora, non
  15. Scusate, ma a cosa servono i lavaggi nasali ?
  16. Sei stato chiarissimo ! Però devo replicare dicendo che la configurazione con gomma da 14 ed una da 16 la trovo veramente buona. L'ho provata l'anno scorso quando desideravo uno spunto in più rispetto a quanto offerto dal doppio 14 che già montavo. Dopo una prova disastrosa con un singolo circolare da 19 tirato al 340%, un amico mi ha suggerito di provare l'accoppiamento in questione e mi ci sono trovato una favola. Continuerò così e terrò presente la tua dritta sul differenziare leggermente i due allungamenti. Ciao e ancora grazie
  17. Ciao a tutti. Sono quasi sicuro che qualche informazione in merito a quanto sto per chiedere c'è già nel forum. Quindi chiedo scusa in anticipo se l'argomento può sembrare ritrito, ma ho necessità di risposte dirette e mirate. La batteria della mia XTC 200 mi dura in media 15 - 17 tuffi. Ovviamente accendo nell'attimo in cui eseguo la capovolta e spengo subito dopo lo stacco dal fondo. Durata media di una ripresa, 2 minuti - 2 minuti e mezzo. Sono certo non sia normale. Qualcuno ha avuto problemi simili in merito ? Mi viene il dubbio che, come si fa coi cellulari nuovi, il primo ciclo di caric
  18. Indeciso fino all'ultimo, anche ieri la voglia di andare a mare ha prevalso su tutti gli altri impegni e sui dubbi dovuti alla tramontana ed al fatto che di pesce praticamente non se ne vede ! L'acqua continua ad essere torbida, ma andando verso il largo la situazione migliora leggermente e resta velata. Purtroppo questo avvio di stagione è caratterizzato da una sconfortante assenza di pesce e giusto martedì scorso sono rientrato completamente a mani vuote, indossando il primo cappotto del 2014, senza contare le uscite in cui mi sono dovuto accontentare di un cefalotto. Ieri sembrava il copion
  19. Fidati, ultimamente questo è un problema che appartiene anche a me. Mi si è appiccicato come una zecca e non riesco più a scrollarmelo da dosso !!! Diciamo che questo avvio di stagione non è stato proprio contraddistinto da un gran numero di avvistamenti e devo ritenermi fortunato quando in 3 - 4 ore di pesca riesco a sparare 3 volte. Comunque grazie della spiegazione. Capisco che tu sia "di parte" ed apprezzo molto l'imparzialità con cui hai voluto illuminarmi. In ogni caso gli elastici li ho già presi e sono sicuro che si tratterà di un buon acquisto. Magari aspetterò ancora un po' prima d
  20. Ciao a tutti. Mi chiedevo se qualcuno conosce gli elastici in oggetto. Personalmente non ne avevo mai sentito parlare e, di fatti, mi è stato detto che sono di nuova produzione. Andrebbero inquadrati tra le gomme progressive, ma di più in merito non so. Sto pensando di realizzare due circolari da 14 e 16 mm, con ogive in dyneema, tirati al 310% - 320 %, da installare sul mio Merou 100, ma mi piacerebbe sapere se si tratta di gomme che possono temere la temperatura ancora un po' bassa dell'acqua. Attendo suggerimenti e dritte. Ciao e grazie in anticipo.
  21. In realtà vado "sott'acqua" ( come si usa dire dalle mie parti ) da piccolo, quando ancora rubavo le forchette a mia madre e le legavo alla bell'e meglio ad uno spezzone di asta per le scope per ricavarne le prime rudimentali fiocine. Per molto tempo, intorno ai 13 anni, ho abbandonato il mondo sommerso per dedicarmi alla pesca con le lenze dalla barca ( non senza qualche bella soddisfazione ). Poi nel 2009 ho frequentato il corso di Apnea Academy e da allora mi sono nuovamente votato anima e corpo alla Pesca in Apnea, comprando il mio primo arbalete. Da poco, invece, sono entrato nel club dei
  22. Ottima idea, hai ragione. Temo solo che praticando un foro, per quanto piccolo, l'asta possa rompersi completamente perchè già presenta segni di cedimento in altri punti. Ma tanto, come scrivevo, ho intenzione di sostituirla ed adottare una soluzione che avvantaggi la visibilità. Grazie mille del suggerimento, comunque. Lo terrò sicuramente presente e, magari, a lavoro fatto ripubblico qualche foto. A presto
×
×
  • Create New...