Home » News » Pesca Illegale: Pensavano fosse Disperso invece era Dentro un Allevamento

Pesca Illegale: Pensavano fosse Disperso invece era Dentro un Allevamento

| 3 luglio 2018

Z.A., 33enne residente nella provincia di Napoli, è stato il protagonista di una vicenda surreale che è costata un grande spavento ai suoi amici, un ingente dispendio di uomini e di mezzi allertati per i soccorsi e un corposo verbale che sarebbe potuto essere perfino più sostanzioso.

Tutto ha inizio domenica nel golfo di Gaeta quando, una comitiva di amici su un gommone, intorno alle 18, chiama la sala centrale della Guardia Costiera segnalando che un loro compagno, che si era immerso per praticare pesca subacquea, è scomparso. Le ricerche partono immediatamente, due sono le unità che vengono inviate sul posto e viene pre-allertato un elicottero visto il tramonto imminente.

Dopo circa due ore di pattugliamento il pescatore viene ritrovato, per fortuna sano e salvo. Ma non era affatto disperso, aveva piuttosto pensato di fare una scappata all’interno del vicino impianto di mitilicoltura per prelevare un po’ di prelibati “muscoli” e magari alla ricerca di qualche grossa orata.  Passato lo spavento iniziale è arrivato il pesante verbale, 2000 euro, per pesca subacquea in zona vietata. Alla sanzione amministrativa si è aggiunta, come di consueto, il sequestro dell’attrezzature e del pescato (circa 4 kg).

Tags:

Category: News, News Pesca in Apnea

I commenti sono chiusi.