> effetti indesiderati - Page 2 - Pesca in Apnea - AM FORUMS Jump to content

effetti indesiderati


Recommended Posts

  • Replies 68
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Io sono seriamente preoccupato per la mia testa... :wacko:

Non sto scherzando.

Secondo me ne pagheremo qualche conseguenza.

Fare 100/150 uscite l'anno con anche decine di pescate fonde non possono non portare qualche scompenso, il cervello qualcosa paga.

Ovviamente non ho alcun dato certo...se non la mia diretta esperienza.

Il dubbio è se la causa di tutto è l'età che avanza o è proprio la pesca...

 

Bisogna distinguere il modo di pescare e di intendere la pesca.

La pescata settimanale è gioia e spensieratezza mentre quella quotidiana, spesso obbligata, può essere un calvario.

Andare a mare tutti i giorni, sempre e comunque, per noi esseri terrestri non può non creare degli scompensi fisici.

Non siamo fatti per stare tanti, troppi minuti, ogni giorno in assenza di ossigeno e con la pressione che schiaccia tutto e tutti.

Un tempo andavo a prescindere, non potevo fare diversamente, mentre oggi è solo un pò diverso....

Cercate di vivere la nostra passione, appunto, come tale.

 

Link to post
Share on other sites

Nei posti in altura come in molte zone del sudamerica, vivono costantemente con meno ossigeno di chi vive sul livello del mare. Non penso, ma non so, che i problemi possano derivare da quello. Magari artrite e reumatismi vari...quelli già me li sento addosso. :subh:

Edited by salsedine
Link to post
Share on other sites

è molto dannoso!...il dover uscire dall'acqua e ritornare goffi e schiacciati dal peso della gravità :D

è molto dannoso!..uscire dall'acqua e riprendere a incaz.. innervosirti nel caos cittadino :D

come vedi è molto pericoloso (non andare in acqua :P ) :bye:

Link to post
Share on other sites

L'adattamento fisiologico del nostro corpo all'altitudine è ben documentato e la chimica dell'emoglobina (con le sue modificazioni sia strutturali che di affinità di legame con l'O2) che ne sta dietro è alquanto complessa, ma non saprei gli effetti di una carenza reiterata di O2 dovuta all'apnea. Certo è che la composizione del nostro sangue cambia decisamente.......mah!

Link to post
Share on other sites
Io sono seriamente preoccupato per la mia testa... :wacko:

Non sto scherzando.

Secondo me ne pagheremo qualche conseguenza.

 

 

Ma dai Cono, non stai dicendo seriamente....

Ma, forse un po' "romanzato" ma credo ci sia un fondo di verità.

Molto interessante la riflessione di Piero.

Il problema è che andare a mere mi piace, tanto, e oggettivamente non riesco a starne troppo lontano.

Immagino che sia dovuto al fatto che sia passato dalla città al mare (relativamente) poco tempo fa.

 

 

Link to post
Share on other sites
il rischio principale vede come oggetto la moglie o la fidanzata :lol:

 

a parte gli scherzi credo che ci siano stati degli studi su come la prolungata e frequente carenza di ossigeno possa avere effetti soprattutto sulle cellule del sistema nervoso.

Ma in ogni caso credo sia difficilmente misurabile in modo scientifico

In oltre credo che l'apnea con il suo accumulo di anidride carbonica aumenti l'acidità (PH) del sangue, non so se anche questo può alla lunga avere effetti indesiderati

 

 

il sangue ha un complesso sistema tampone basato principalmente sullo ione carbonato che serve proprio a tamponare eventuali sbalzi di pH...

Link to post
Share on other sites
Io sono seriamente preoccupato per la mia testa... :wacko:

Non sto scherzando.

Secondo me ne pagheremo qualche conseguenza.

Fare 100/150 uscite l'anno con anche decine di pescate fonde non possono non portare qualche scompenso, il cervello qualcosa paga.

Ovviamente non ho alcun dato certo...se non la mia diretta esperienza.

Il dubbio è se la causa di tutto è l'età che avanza o è proprio la pesca...

 

Bisogna distinguere il modo di pescare e di intendere la pesca.

La pescata settimanale è gioia e spensieratezza mentre quella quotidiana, spesso obbligata, può essere un calvario.

Andare a mare tutti i giorni, sempre e comunque, per noi esseri terrestri non può non creare degli scompensi fisici.

Non siamo fatti per stare tanti, troppi minuti, ogni giorno in assenza di ossigeno e con la pressione che schiaccia tutto e tutti.

Un tempo andavo a prescindere, non potevo fare diversamente, mentre oggi è solo un pò diverso....

Cercate di vivere la nostra passione, appunto, come tale.

Concordo pienamente con cio che dice Piero ed emotivamente capisco le altre risposte che sono state più "leggere",io ho una grande passione ma mi sono accorto che quando la pesca sub prende più spazio di quello consueto ne godo di meno.Avrei l'aspirazione a pescare fino a quando avrò i capelli bianchi e anche oltre ma per quanto mi riguarda se andassi a mare 150/170 volte l'anno (ne vado una cinquantina) arriverei presto alla nausea e saturazione.Ho paura che la pesca diventi una dipendenza e badate non sono un pescatore "olistico" mi piace da morire portare pesce a casa , ma vorrei fosse gioia ,solo gioia.Ultima considerazione,penso che pescare 150/170 volte l'anno per svariati anni sia attività usurante specialmente se questa usura si somma ad uno stile di vita già faticoso.gli effetti non sono percepibili subito . Ciao e sempre grazie per le risposte.

Link to post
Share on other sites
Io sono seriamente preoccupato per la mia testa... :wacko:

Non sto scherzando.

Secondo me ne pagheremo qualche conseguenza.

Fare 100/150 uscite l'anno con anche decine di pescate fonde non possono non portare qualche scompenso, il cervello qualcosa paga.

Ovviamente non ho alcun dato certo...se non la mia diretta esperienza.

Il dubbio è se la causa di tutto è l'età che avanza o è proprio la pesca...

 

Bisogna distinguere il modo di pescare e di intendere la pesca.

La pescata settimanale è gioia e spensieratezza mentre quella quotidiana, spesso obbligata, può essere un calvario.

Andare a mare tutti i giorni, sempre e comunque, per noi esseri terrestri non può non creare degli scompensi fisici.

Non siamo fatti per stare tanti, troppi minuti, ogni giorno in assenza di ossigeno e con la pressione che schiaccia tutto e tutti.

Un tempo andavo a prescindere, non potevo fare diversamente, mentre oggi è solo un pò diverso....

Cercate di vivere la nostra passione, appunto, come tale.

Concordo pienamente con cio che dice Piero ed emotivamente capisco le altre risposte che sono state più "leggere",io ho una grande passione ma mi sono accorto che quando la pesca sub prende più spazio di quello consueto ne godo di meno.Avrei l'aspirazione a pescare fino a quando avrò i capelli bianchi e anche oltre ma per quanto mi riguarda se andassi a mare 150/170 volte l'anno (ne vado una cinquantina) arriverei presto alla nausea e saturazione.Ho paura che la pesca diventi una dipendenza e badate non sono un pescatore "olistico" mi piace da morire portare pesce a casa , ma vorrei fosse gioia ,solo gioia.Ultima considerazione,penso che pescare 150/170 volte l'anno per svariati anni sia attività usurante specialmente se questa usura si somma ad uno stile di vita già faticoso.gli effetti non sono percepibili subito . Ciao e sempre grazie per le risposte.

 

Clinicamente non ho riscontri, ma so per certo che lo sport, qualunque esso sia, se applicato agonisticamente comporta patologie e l'ho riscontrato anche su me stesso. Di certo non succede se viene praticato come hobby anche se in modo continuativo. Penso comunque che sia più logorante lavorare ogni giorno 8 ore al tornio..... <_<

 

Link to post
Share on other sites

Sono piu' i benefici, sopratutto se il cavetto e' color argento :P:D

 

p.s. ::::: Io non so' se sara' la pesca o l' alzheimer ma qualche piccolo sintomo con la memoria inizia a farsi sentire :::: :lol::D:P e ho solo 25 anni :P

 

 

 

 

Link to post
Share on other sites

Credo che si possano anche tirare le somme di questa discussione...

La pescasub, se vissuta come hobby e passione, con una frequenza bi o trisettimanale, rientra ne piu' ne meno in quello che tutti i medici consigliano per stare in buona salute e cioe' come un po di attivita' sportiva.

Vi ricordo che la carenza di ossigneno ci viene segnalata dal nostro corpo con perdita di concenrazione, mal di testa.. fino alla sincope.

Non credo che molti di voi abbiano mai pescato tanto da sentirsi male ... quando non ci si diverte piu' (e questo per me e' il mio campanello d'allarme) si esce.

Link to post
Share on other sites
Non credo che molti di voi abbiano mai pescato tanto da sentirsi male ... quando non ci si diverte piu' (e questo per me e' il mio campanello d'allarme) si esce.

 

Non ne sarei così sicuro... :o

 

Ribadisco, sicuramente un tornitore dopo 8 ore di lavoro sta peggio :lol: :lol: :lol:

 

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...