> [STUDIO PER LA PREVENZIONE INCIDENTI PESCASUB] - Page 2 - Pesca in Apnea - AM FORUMS Jump to content

[STUDIO PER LA PREVENZIONE INCIDENTI PESCASUB]


Recommended Posts

Ciao Davide, esprimo un mio modestissimo parere.

La tua è un' iniziativa lodevole ma credo che la prevenzione si faccia insegnando e apprendendo nei corsi, come evitare di trovarsi in situazioni a rischio,

Questa è senza dubbi la prima e più importante forma di prevenzione; Pienamente daccordo!

 

e non sapere cosa e come è successo.

Su questo la penso diversamente, sapere cosa e come è successo è fondamentale in qualsiasi studio di prevenzione incidenti,

di qualsiasi sport o attività si parli, non solo nella pescaSub... e questo è un dato di fatto, non un mio parere personale.

 

Questa è solo cronaca

mmm... no, questa è statistica.

 

che crea oltretutto una paura ingiustificata in chi si avvicina a questo fantastico sport.

Ecco, ti ringrazio per lo spunto perchè su questo vorrei spendere qualche parola perchè credo che sia uno dei nostri limiti da pescaSub.

Ho notato che la "paura ingiustificata" ci sia proprio nel parlarne di questo argomento,

quasi come se parlare di prevenzione incidenti portasse sfiga.

 

Stiamo parlando di amici e conoscenti che hanno perso la propria vita spesso solo per aver valutato male i tempi di apnea o a

causa della distrazione portata dall'azione di pesca o per inesperienza.

 

Quello che personalmente ritengo assurdo è che nel 2010 ci sia uno sport fantastico come l'apnea (pesca o non pesca) che

dia per scontato che se calcoli male i tempi di apnea o hai un imprevisto o una distrazione, la tua vita venga messa PESANTEMENTE a rischio.

 

E lo ripeto (anche se molti pescasub sono scaramantici a parlarne) trovarsi a 10 - 20 metri sottacqua con un imprevisto non può essere una condizione

che mette a rischio la nostra vita. Ci stà rischiare di farsi male, ci stà anche rischiare dei malori, ma la vita no ragazzi!!

 

Allora il mio ragionamento è un po come quello che avviene nella prevenzione automobilistica.

 

Come dire, non serve fare statistiche sugli incidenti, l'importante è fare dei buoni corsi di scuola guida.

Io invece dico che per fortuna qualcuno ha studiato gli incidenti eccome, e grazie a questo studio sono nate:

- Le cinture di sicurezza

- Gli aribag

- L'ABS

- I limiti di velocità

- ecc.. ecc...

Infiniti congegni, sistemi, a volte anche solo regole di condotta, che salvano MOLTE vite.

 

E'ovvio che gli incidenti automobilistici continuano ad esserci, ma vuoi mettere la diminuzione di morti che crea aver studiato sistemi salvavita?

 

Allora dove sono gli airbag/cinture/abs dei pescasub?

Nulla, nulla di nulla, fatti un bel corso di pescaSub e poi prega che non ti capiti mai nulla sott'acqua sennò addio; Non è accettabile.

Nessuno dice che l'airbag deve sostituire il corso di scuola guida, ma dire che sia inutile..

 

e non funziona nemmeno dire: "basta pescare in coppia con un compagno fidato"

Sai cosa dicono i sondaggi fatti su questo e altri forum che ho raccolto?

- Chi pesca con un compagno dedicato al soccorso che ti segue continuamento con lo sguardo dalla superficie 8.05 %

- Chi pesca con un compagno nei paraggi 20.13 %

- Chi pesca da solo 71.81 %

 

Ti sembrano dati poco utili al fine della prevenzione?

Con dati alla mano l'unico modo di pescare in sicurezza riguarda l'8% dei pescasub.

Il 71% deve pregare il signore chenon gli accada nulla

Mentre il 20 percento è quello più a rischio di tutti perchè convinto che avere un compagno nei paraggi sia sufficente per pescare in sicurezza e quindi tiene il livello di guardia più basso che non quando è da solo. Invece i casi di incidente in presenza di pescasub nei paraggi danno purtroppo quasi sempre esito fatale.

So che non fa piacere leggere queste cose ma o se ne parla senza tanti tabù o non ne usciamo da questa situazione, non è con il silenzio che

si risolvono i problemi.

 

Le cause precise degli incidenti devono essere fatte da medici altrimenti le statistiche restano solo chiacchiere senza fondamento.

Magari!! Ad avercelo un team di analisti medico/scentifici dedicati per la PESCASUB!!!! Ad oggi nessuno studio scentifico/medico SERIO si occupa di PESCASUB perchè siamo e saremo sempre una realtà molto piccola (di nicchia) nel suo insieme e uno studio serio in materia (e non generalizzato per il nuoto in apnea dove le cause di incidenti sono ovviamente altre) ha un suo COSTO non banale che non verrebbe ammortizzato in nessun modo.

 

Non posso garantire che la rilevazione inventata da noi pescasub, porterà sicuramente a dei risultati o invenzioni utili (anche se ne sono convinto),

ma almeno posso dire di averci provato.

 

Comunque ritengo positivo già il solo fatto diparlarne nei forum come questo.

Davide.

Link to post
Share on other sites
Ciao Davide, esprimo un mio modestissimo parere.

La tua è un' iniziativa lodevole ma credo che la prevenzione si faccia insegnando e apprendendo nei corsi, come evitare di trovarsi in situazioni a rischio,

Questa è senza dubbi la prima e più importante forma di prevenzione; Pienamente daccordo!

 

e non sapere cosa e come è successo.

Su questo la penso diversamente, sapere cosa e come è successo è fondamentale in qualsiasi studio di prevenzione incidenti,

di qualsiasi sport o attività si parli, non solo nella pescaSub... e questo è un dato di fatto, non un mio parere personale.

 

Questa è solo cronaca

mmm... no, questa è statistica.

 

che crea oltretutto una paura ingiustificata in chi si avvicina a questo fantastico sport.

Ecco, ti ringrazio per lo spunto perchè su questo vorrei spendere qualche parola perchè credo che sia uno dei nostri limiti da pescaSub.

Ho notato che la "paura ingiustificata" ci sia proprio nel parlarne di questo argomento,

quasi come se parlare di prevenzione incidenti portasse sfiga.

 

Stiamo parlando di amici e conoscenti che hanno perso la propria vita spesso solo per aver valutato male i tempi di apnea o a

causa della distrazione portata dall'azione di pesca o per inesperienza.

 

Quello che personalmente ritengo assurdo è che nel 2010 ci sia uno sport fantastico come l'apnea (pesca o non pesca) che

dia per scontato che se calcoli male i tempi di apnea o hai un imprevisto o una distrazione, la tua vita venga messa PESANTEMENTE a rischio.

 

E lo ripeto (anche se molti pescasub sono scaramantici a parlarne) trovarsi a 10 - 20 metri sottacqua con un imprevisto non può essere una condizione

che mette a rischio la nostra vita. Ci stà rischiare di farsi male, ci stà anche rischiare dei malori, ma la vita no ragazzi!!

 

Allora il mio ragionamento è un po come quello che avviene nella prevenzione automobilistica.

 

Come dire, non serve fare statistiche sugli incidenti, l'importante è fare dei buoni corsi di scuola guida.

Io invece dico che per fortuna qualcuno ha studiato gli incidenti eccome, e grazie a questo studio sono nate:

- Le cinture di sicurezza

- Gli aribag

- L'ABS

- I limiti di velocità

- ecc.. ecc...

Infiniti congegni, sistemi, a volte anche solo regole di condotta, che salvano MOLTE vite.

 

E'ovvio che gli incidenti automobilistici continuano ad esserci, ma vuoi mettere la diminuzione di morti che crea aver studiato sistemi salvavita?

 

Allora dove sono gli airbag/cinture/abs dei pescasub?

Nulla, nulla di nulla, fatti un bel corso di pescaSub e poi prega che non ti capiti mai nulla sott'acqua sennò addio; Non è accettabile.

Nessuno dice che l'airbag deve sostituire il corso di scuola guida, ma dire che sia inutile..

 

e non funziona nemmeno dire: "basta pescare in coppia con un compagno fidato"

Sai cosa dicono i sondaggi fatti su questo e altri forum che ho raccolto?

- Chi pesca con un compagno dedicato al soccorso che ti segue continuamento con lo sguardo dalla superficie 8.05 %

- Chi pesca con un compagno nei paraggi 20.13 %

- Chi pesca da solo 71.81 %

 

Ti sembrano dati poco utili al fine della prevenzione?

Con dati alla mano l'unico modo di pescare in sicurezza riguarda l'8% dei pescasub.

Il 71% deve pregare il signore chenon gli accada nulla

Mentre il 20 percento è quello più a rischio di tutti perchè convinto che avere un compagno nei paraggi sia sufficente per pescare in sicurezza e quindi tiene il livello di guardia più basso che non quando è da solo. Invece i casi di incidente in presenza di pescasub nei paraggi danno purtroppo quasi sempre esito fatale.

So che non fa piacere leggere queste cose ma o se ne parla senza tanti tabù o non ne usciamo da questa situazione, non è con il silenzio che

si risolvono i problemi.

 

Le cause precise degli incidenti devono essere fatte da medici altrimenti le statistiche restano solo chiacchiere senza fondamento.

Magari!! Ad avercelo un team di analisti medico/scentifici dedicati per la PESCASUB!!!! Ad oggi nessuno studio scentifico/medico SERIO si occupa di PESCASUB perchè siamo e saremo sempre una realtà molto piccola (di nicchia) nel suo insieme e uno studio serio in materia (e non generalizzato per il nuoto in apnea dove le cause di incidenti sono ovviamente altre) ha un suo COSTO non banale che non verrebbe ammortizzato in nessun modo.

 

Non posso garantire che la rilevazione inventata da noi pescasub, porterà sicuramente a dei risultati o invenzioni utili (anche se ne sono convinto),

ma almeno posso dire di averci provato.

 

Comunque ritengo positivo già il solo fatto diparlarne nei forum come questo.

Davide.

Lo spezzatino che hai fatto sul mio intervento, si presta a infinite e personali interpretazioni ma non a quello che intendo io per statisitiche.

Permettimi di dire che ci sono illustrissimi professori, ( uno è il nostro amico Malpieri ) che studiano le cause degli incidenti subacquei e le mettono a disposizione di tutti, in convegni e riviste varie e che non lasciano dubbi sui pericoli legati alla pratica dell'apnea e come prevenirli. :bye::bye:

Link to post
Share on other sites
Permettimi di dire che ci sono illustrissimi professori, ( uno è il nostro amico Malpieri ) che studiano le cause degli incidenti subacquei e le mettono a disposizione di tutti, in convegni e riviste varie e che non lasciano dubbi sui pericoli legati alla pratica dell'apnea e come prevenirli. :bye::bye:

Ci tengo a precisare che non mi passa nemmeno per l'anticamera del cervello paragonare questa rilevazione fatta da semplici praticanti della disciplina con i progetti seguiti dal professor Malpieri, sarebbe un insulto alla sua esperienza e professionalità.

Non sono ne un medico ne un professore, e l'obbiettivo della rilevazione era molto ma molto più modesto di quel che si pensi e soprattutto non trattava la materia dal punto di vista medico.

Da quel che mi pare di capire c'è chi ha fatto già di ben meglio e questo non può che farmi piacere ed essere un bene per tutti noi.

Davide.

 

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...