> Trecce e Sagole Dyneema - Forum Attrezzature - AM FORUMS Jump to content

Trecce e Sagole Dyneema


Recommended Posts

Ciao,mi sono abiutato ad usare un monofilo da 140mm che in teoria dovrebbe anche reggere 80kg. punto primo col monofilo praticamente nuovo mi è successo due volte che si spezzasse (lontano dagli sleeve) sotto la trazione di un paio di strattoni del mio braccio nel tentativo di disincagliare l'asta in tana dopo che aveva trafitto il pesce!

ora non ritengo possiblie che io in acqua col monofilo nuovo di una pescata,senza punti d'appoggio, possa aver generato una trazione superiore agli 80kg dichiarati dalla casa! un mio amico poi (senza mulinello quindi già più plausibile) ha visto portarsi via l'asta da una leccia dicendo che aveva rotto il monofilo come se fosse un capello alla prima trazione( di certo estremamente violenta non si pretende quindi di non perdere un pesce in questo modo)

l'altro punto riguarda invece la tanto discussa idrodinamicità!

è ovvio che tutti noi capiamo che il monofilo è liscio a differenza della sagola che è ruvida che sicuramente dovrà esercitare un attrito con l'acqua inferiore non mi sembra che nessuno abbia realmente capito di quanto!ma se invece di usare un monofilo 140mm uso una treccia dynema da 100mm (che tiene teoricamente anche ben 40kg di peso in più) siamo sicuri che il rapporto tra liscio più spesso e ruvido ma più sottile rimanga sempre abbondantemente svantaggioso per il dyneema??anche se così fosse di sicuro reggerebbe meglio l'attrito con gli scogli magari senza regalare al pesce della vita 30-35 euro d'asta buona!

altro punto che non mi sembra sia mai stato considerato e a parer mio molto determinante.

il monofilo a seconda dei tipi possiede + o - un effetto "memoria" non so voi ma io se libero le passate che ho sul mio arba posso distintamente riscontrare delle nette e plastiche pieghe in corrispondenza della testata e dello sganciasagola;

credete che esse non incidano assolutamente in maniera idrodinamica al momento in cui seguono l'asta sparata creando un effetto "paracadute", magari minimo penserete voi ma allora non lo è altrettanto la "ruvidezza" del dyneema?

il dynema al momento dello sparo segue a parer mio ,correggetemi se dico fandonie, in maniera più rettilinea quidi più idrodinamicamente il percorso dell'asta senza oltretutto contare la sezione minore che possiamo utilizzare e senza la cappia rigida che forma il monofilo serrato con l'apposito sleeve!

Grazie per ogni vostro intervento sia pro che contro e se me ce volete mandà..ricordate che è natale!! B)

Link to post
Share on other sites

Il dyneema o altri filati si dice non vanno bene se il pesce finisce in sagola. Il nylon scivola nelle carni, la sagola fa attrito aumentando la possibilità di perderlo.

Se lo sleeve è stretto "a modo" non si rompe nulla, se troppo "pinzato" può danneggiare il monofilo stesso senza che ce ne accorgiamo. Basta anche solo un tiro a vuoto per romperlo a volte.

Per questo conviene usare gli sleeves delle dimensioni giuste per il monofilo che usiamo, dare una leggera stretta e una scaldata con accendino.

Per velocità dell'asta ecc. sono variazioni infinitesimali, se i pesci sono a tiro li si prende.

Link to post
Share on other sites
Il dyneema o altri filati si dice non vanno bene se il pesce finisce in sagola. Il nylon scivola nelle carni, la sagola fa attrito aumentando la possibilità di perderlo.

Se lo sleeve è stretto "a modo" non si rompe nulla, se troppo "pinzato" può danneggiare il monofilo stesso senza che ce ne accorgiamo. Basta anche solo un tiro a vuoto per romperlo a volte.

Per questo conviene usare gli sleeves delle dimensioni giuste per il monofilo che usiamo, dare una leggera stretta e una scaldata con accendino.

Per velocità dell'asta ecc. sono variazioni infinitesimali, se i pesci sono a tiro li si prende.

 

Concordo con te per questo ho fatto tutta sta pippa mentale per far capire quante se ne fanno semplicemente come presupposto!

comunque ribadisco che sia a me che ad altri lo stesso tipo di monofilo non si è tagliato assolutamente in prossimità degli sleeve che stringo con apposita pinza sempre con molta cura, per la scaldata con l'accendino intendi sullo sleeve stesso o sulla parte terminale di monofiilo in eccesso?

ciao grazie e approfitto per fare gli auguri a te e tutti i pescasubbi!

Link to post
Share on other sites
Il dyneema o altri filati si dice non vanno bene se il pesce finisce in sagola. Il nylon scivola nelle carni, la sagola fa attrito aumentando la possibilità di perderlo.

Se lo sleeve è stretto "a modo" non si rompe nulla, se troppo "pinzato" può danneggiare il monofilo stesso senza che ce ne accorgiamo. Basta anche solo un tiro a vuoto per romperlo a volte.

Per questo conviene usare gli sleeves delle dimensioni giuste per il monofilo che usiamo, dare una leggera stretta e una scaldata con accendino.

Per velocità dell'asta ecc. sono variazioni infinitesimali, se i pesci sono a tiro li si prende.

 

Concordo con te per questo ho fatto tutta sta pippa mentale per far capire quante se ne fanno semplicemente come presupposto!

comunque ribadisco che sia a me che ad altri lo stesso tipo di monofilo non si è tagliato assolutamente in prossimità degli sleeve che stringo con apposita pinza sempre con molta cura, per la scaldata con l'accendino intendi sullo sleeve stesso o sulla parte terminale di monofiilo in eccesso?

ciao grazie e approfitto per fare gli auguri a te e tutti i pescasubbi!

 

sul monofilo in eccesso. Mah..strano comunque, non vorrei fosse già intaccato e logorato, mai successo..

Per evitare che il pesce si tagli troppo col sagolino basta lasciare andare il fucile che funge da boa-ammortizzatore..piu' pippe che altro hai ragione, e anche abitudine. nel video agguato a spigole e cefali Dapiran usa il sagolino e non perde un pesce..

Auguri anche a Te, grazie

Link to post
Share on other sites
Guest pacificogio

per anni ho usato monofili dello spessore 150 della mustag con carichi di rottura 315 libre mai avuti problemi di sorta ....

da qualche tempo incuriosito dai cordini trecciati e cerati tipo omer o antolas sono molto validi per via proprio della ceratura con diametri del tipo 130mm per 220 kg di carico di rottura oppure 100 mm con 150 kg.....

al dire il vero quelli delle aziende sopra citate costano un botto ...... ma c'è chi li commercializza a meno perchè non sono prodotti comprati all'estero ma vengono fatti in italia ..... capisci a me .....

Link to post
Share on other sites
per anni ho usato monofili dello spessore 150 della mustag con carichi di rottura 315 libre mai avuti problemi di sorta ....

da qualche tempo incuriosito dai cordini trecciati e cerati tipo omer o antolas sono molto validi per via proprio della ceratura con diametri del tipo 130mm per 220 kg di carico di rottura oppure 100 mm con 150 kg.....

al dire il vero quelli delle aziende sopra citate costano un botto ...... ma c'è chi li commercializza a meno perchè non sono prodotti comprati all'estero ma vengono fatti in italia ..... capisci a me .....

 

OH vedi allora che qualcuno intelligente ce sta(infatti si vede in video di Fabrizio della Totem,Dapiran ecc)e infatti tutto il discorso è stato preso molto al largo! è che ho trovato su un sito relativamente famoso, trecce dyneema puro rivestito resina 1mm carico rottura 120kg(stica..) prezzo molto molto conveniente (e non il comunque robustissimo dynema con fodero poliestere, che mi ha dato Fabrizioche ringrazio, che uso per le ogive e che non mi si è mai tranciato sulle pinnette ma lo cambio dopo qualche mese per sicurezza che sono cmq da 2mm.)

 

Link to post
Share on other sites

L’ impiombatura con monofilo, se ben fatta , con le asole dell'asta pulite con una treccia in acciaio e la crimpatura fatta a regola d'arte con pinza idonea, non si rompe, solo quando è in forte tensione e tocca qualcosa di tagliente si trancia come il burro.

Una volta ho cercato di estrarre un'asta da una tana tirando con il gommone (Tutti gli altri tentativi erano stati vani), risultato mi si è spaccato il mulinello. Comunque il monofilo va sempre sostituito ogni due-tre pescate e va sempre controllato altezza del foro dell'asta.

Il Dyneema è il futuro, la qualità meccanica non ha rivali con innumerevoli vantaggi rispetto al monofilo.

Se si spara ad una grossa preda si ha la certezza che non cederà mai, nemmeno contro gli scogli o lamiere varie, ma in caso di necessità con un coltello affilato si taglia bene. Dura moltissimo, anche anni senza perdere le sue caratteristiche e non si "intacca" e quindi non bisogna sostituirlo di frequente.

 

Può essere usato con diametri sottilissimi, io nel mulinello ho un 0.90 che ha un carico di rottura “reale” di un monofilo da 2.00 mm.

 

Attualmente è anche possibile trovarlo ad un prezzo veramente conveniente dato che viene prodotto da numerose ditte in Italia.

Edited by frali61
Link to post
Share on other sites

se usate un monofilo lasciato seccare al sole per mesi risciaquandolo poco e niente,è normale che si rompa alla prima trazione,che poi avvenga nella crimpatura o in un nodo o altrove è un caso,occhio che non vi si polverizzi il fusto del fucile in mano caricando o non parta la testata se trattate così l'attrezzatura!

Link to post
Share on other sites
se usate un monofilo lasciato seccare al sole per mesi risciaquandolo poco e niente,è normale che si rompa alla prima trazione,che poi avvenga nella crimpatura o in un nodo o altrove è un caso,occhio che non vi si polverizzi il fusto del fucile in mano caricando o non parta la testata se trattate così l'attrezzatura!

 

caro mio! ho una cura maniacale per tutta l'attrezzatura, passo notti insonni(aimè) a cambiare sagole ai mulinelli alle ogive ho sempre pacchi di monofilo e sleeve a casa,sciaquo sempre tutta l'attrezzatura ogni volta che rientro dalla pescata al sole non ci lascio proprio niente quindi se non sai fammi proprio la cortesia è!

Link to post
Share on other sites
se usate un monofilo lasciato seccare al sole per mesi risciaquandolo poco e niente,è normale che si rompa alla prima trazione,che poi avvenga nella crimpatura o in un nodo o altrove è un caso,occhio che non vi si polverizzi il fusto del fucile in mano caricando o non parta la testata se trattate così l'attrezzatura!

 

caro mio! ho una cura maniacale per tutta l'attrezzatura, passo notti insonni(aimè) a cambiare sagole ai mulinelli alle ogive ho sempre pacchi di monofilo e sleeve a casa,sciaquo sempre tutta l'attrezzatura ogni volta che rientro dalla pescata al sole non ci lascio proprio niente quindi se non sai fammi proprio la cortesia è!

figurati,ma se ti si spezza un nylon minimo da 1,5mm con carico di rottura di 80kg può essere solo perchè è marcio :rolleyes:

sempre se non sei superman ovviamente :laughing:

comunque se il problema non dipende da come tratti l'atrezzatura che usi dipende da quella che NON usi:da quanto tempo ce li hai quei pacchi di monofilo?

li hai testati prima di usarli a pesca?voglio dire,hai provato a legare un capo a qualcosa di fisso e esercitare delle trazioni simili a quelle che hanno provocato la rottura?

fai delle prove,se poi è come penso io e devi cambiarlo comunque,tieni conto che i monofili in commercio oggi sono molto più"morbidi"rispetto a quelli che si usavano qualche anno fà,non dico che ci puoi fare i nodi come alla sagola di dynema,che comunque si trova a buon prezzo tipo 30-40€ una bobina da 100m

:bye:

Link to post
Share on other sites
se usate un monofilo lasciato seccare al sole per mesi risciaquandolo poco e niente,è normale che si rompa alla prima trazione,che poi avvenga nella crimpatura o in un nodo o altrove è un caso,occhio che non vi si polverizzi il fusto del fucile in mano caricando o non parta la testata se trattate così l'attrezzatura!

 

caro mio! ho una cura maniacale per tutta l'attrezzatura, passo notti insonni(aimè) a cambiare sagole ai mulinelli alle ogive ho sempre pacchi di monofilo e sleeve a casa,sciaquo sempre tutta l'attrezzatura ogni volta che rientro dalla pescata al sole non ci lascio proprio niente quindi se non sai fammi proprio la cortesia è!

figurati,ma se ti si spezza un nylon minimo da 1,5mm con carico di rottura di 80kg può essere solo perchè è marcio :rolleyes:

sempre se non sei superman ovviamente :laughing:

comunque se il problema non dipende da come tratti l'atrezzatura che usi dipende da quella che NON usi:da quanto tempo ce li hai quei pacchi di monofilo?

li hai testati prima di usarli a pesca?voglio dire,hai provato a legare un capo a qualcosa di fisso e esercitare delle trazioni simili a quelle che hanno provocato la rottura?

fai delle prove,se poi è come penso io e devi cambiarlo comunque,tieni conto che i monofili in commercio oggi sono molto più"morbidi"rispetto a quelli che si usavano qualche anno fà,non dico che ci puoi fare i nodi come alla sagola di dynema,che comunque si trova a buon prezzo tipo 30-40€ una bobina da 100m

:bye:

 

il fatto è che nel mio caso il monofilo in questione aveva sulle spalle 3-4 pescate giacchè avevo il fucile nuovo. il monofilo che uso (cressi) e che mi sembra comunque molto più resistente degli altri alle abrasioni (e solo una volta personalmente ha ceduto quindi tutto può essere) i pacchi che ho li compro nuovi in negozio e li tengo a casa in un cassetto imballati per non più di qualche settimana non è che scade come il latte credo no? comunque tra poco mi arriverà a casa un bella bobina di treccia dyneema da 1mm carico 120kg con cui farò legature elastici, sagola delle aste e dei mulinelli (senza nodi di giunzione anche se alcuni consigliano una girella da traina tra mulinello e asta)

Link to post
Share on other sites

Onestamente sono sempre combattuto su cosa usare , poi uso sempre il nylon .

Prima usavo il nylon ( sempre usato 140 160 ) non con gli sleves ma l' asola , non si rompe mai, antiestetica al massimo, qualche problema per la grossezza del nodo che usciva con i fucili con testata , mentre con la testata aperta non crea problemi.

Poi sono passato agli sleeves , che li uso ancora , ma non e' che sono innamorato, non pizzicherai mai il nylon sotto , ma puo' succedere, c'e' chi fa il classico nodino, a me non piace .

Ho provato ad usare il dynema , tra l' altro lo monto nel mulinello, quello da 180 kg . cerato , di una marca conosciuta , ma secondo me , e' troppo morbido,sembra strano ma e nell' asta e' un po' un rompimento di palle, e alla fine riuso sempre il nylon , ultimamente quello nero e sleeves .

 

Stavo anche cercando di affinare la mira in modo di fulminare i pesci sempre , cosi' non avevo bisogno di nulla , ma ancora non sono arrivato alla perfezione !! :whistling:

Link to post
Share on other sites
Onestamente sono sempre combattuto su cosa usare , poi uso sempre il nylon .

Prima usavo il nylon ( sempre usato 140 160 ) non con gli sleves ma l' asola , non si rompe mai, antiestetica al massimo, qualche problema per la grossezza del nodo che usciva con i fucili con testata , mentre con la testata aperta non crea problemi.

Poi sono passato agli sleeves , che li uso ancora , ma non e' che sono innamorato, non pizzicherai mai il nylon sotto , ma puo' succedere, c'e' chi fa il classico nodino, a me non piace .

Ho provato ad usare il dynema , tra l' altro lo monto nel mulinello, quello da 180 kg . cerato , di una marca conosciuta , ma secondo me , e' troppo morbido,sembra strano ma e nell' asta e' un po' un rompimento di palle, e alla fine riuso sempre il nylon , ultimamente quello nero e sleeves .

 

Stavo anche cercando di affinare la mira in modo di fulminare i pesci sempre , cosi' non avevo bisogno di nulla , ma ancora non sono arrivato alla perfezione !! :whistling:

 

bravo :fish: non avresti neanche bisogno dell'aletta! aahaah idrodinamica a bestia!

Link to post
Share on other sites

Sempre usato del comune monofilo di naylon del 140.Mai avuto problemi.Ma va cambiato spesso molto spesso.Ho persino sparato a un tonnone che poi ho perso,ma non per rottura.Ti faccio presente,che io sul filo uso solo dei nodi e niente più.Per il resto della tua domanda,non saprei cosa dire,vista la poca differenza fra daynema o tutto il resto che tu ci voglia mettere.Penso che in mediterraneo pochi pesci possano rompere,se combattuti con un giusto monofilo e un mulinello buono e ben tarato.

Ti faccio i miei migliori auguri per un 2010,proprio come lo vuoi tu. :thumbup:

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...