> Gli accessori di Giovanni Clemente - Forum Attrezzature - AM FORUMS Jump to content

Gli accessori di Giovanni Clemente


Recommended Posts

Contro gli affettatori del venerdì uso questa boa più visibile (foto).

Vi allego anche le foto di una tavoletta che serve per caricare gli oleo senza fatica , ingombrante ma molto utile . La tavoletta va piombata per renderla semi neutra al galleggiamento .

USO: Inserire la sicura al grilletto ,appoggiare la tavoletta sulle gambe all'altezza dell'inguine in posizione inginocchiata dopo aver infilato l'asta insagolata , poi si passa la testata del fucile facendo passare il supporto sporgente-asta-sagola da une delle tacche laterali del buco , si gira e si blocca sul bordo circolare del buco , si arma l'asta potendola agevolmente raggiungere con la mano o al massimo con una piccola prolunga . Il fucile bloccato sulla tavoletta permette di esercitare tutta la forza che si vuole per spingere l'asta senza sforzo e in sicurezza .

Riporre la tavoletta nella new boa-canottino-portafucili . Il canottino scivola agevolmente alla stessa stregua della boa gonfiabile se non ci si appende sotto roba che contrasta la navigabilità . In zone di pirati razzolatori di passaggio I fucili nel canottino possono essere asicurati con catenella e lucchettino legati agli scalmi di plastica dei remi .

La vita vale molto di più dello scetticismo , provare per rendersi conto delle situazioni di utilità degli accessori che vi ho presentato .

 

Ciao e..in c.lo alla balena

 

 

"Ti preghiamo di non postare immagini di fucili subacquei carchi fuori dall'acqua, ricodandoti che è vietato dalla legge"

lo staff tecnico

post-18808-1254644924_thumb.jpg

post-18808-1254645013_thumb.jpg

post-18808-1254645031_thumb.jpg

post-18808-1254645127_thumb.jpg

post-18808-1254645184_thumb.jpg

post-18808-1254645316_thumb.jpg

Edited by Leonardo
Link to post
Share on other sites
  • Replies 40
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

In pratica tutto lo sforzo di caricamento finisce per gravare sul "dente" di fissaggio/ritenzione della sagola??

 

Posto che non credo sia fatto per reggere a lungo simili carichi, sulla testata tipo medisten vecchio che mostri può anche andare, ma già su quella degli oleo canna 11 tipo spark e cyrano dubito proprio che possa funzionare.

 

Mi chiedo, visto che gli oleo corti e medi si caricano senza fatica alcuna e che quelli lunghi sono prerogativa di pescatori molto esperti che non hanno alcuna difficoltà di caricamento (visto che la forza bruta serve a poco ed è molto più importante la tecnica) serve realmente?!

 

:bye:

 

Link to post
Share on other sites

A dire il vero non commento la soluzone perchè in realtà non c'ho capito granchè!

Aiutami In pratica la tavoletta posta all'altezza dell'inguine fa posizionare il vivo di volata più o meno all'altezza degli addomiali?

Edited by Leonardo
Link to post
Share on other sites

non vedo l'utilità di tale catafalco, ingombrante, ed anche poco sicuro. pretendi che il mirino (che peraltro è arrotondato) e la diametralmente opposta di vincolo della sagola (anch'essa arrotondata ed in materiale plastico)

 

inoltre durante il caricamento ci si troverebbe ad esercitare dapprima una trazione e poi giunti nel momento di massimo sforzo una compressione con il vivo di volata che si troverebbe ad essere all'altezza dell'addome, così come pure l'asta: posizione corretta per farsi male.

 

mettici un bel 110 caricato a 35 atm e vediamo se è così easy

Link to post
Share on other sites

Adesso che ho visto come funziona posso esprimere la mia opinione con chiarezza e senza dubbi.

Gentile Giovanni (consentimi di darti del tu, visto che pare tu scriva in amicizia), tu ci mostri i tuoi accessori e spero che tu lo faccia al solo scopo di elargire gratuitamente consigli agli altri iscritti.

Per questo accessorio, ti devo esternare le mie perplessità (come avrai appreso faccio parte dello Staff Tecnico di ApneaMagazine)

Non voglio discutere la sua utilità o meno, che in questo caso è secondaria, ma ad una cosa ci tengo in modo particolare:

Alla sicurezza nel maneggio dei fucili subacquei.

Nel filmato, descrivendo il tuo accessorio, asserisci che esso è utile per caricare un fucile ad aria compressa con minore sforzo e in SICUREZZA, ma permettimi di dirti che evidentemente hai le idee al quanto confuse circa la sicurezza con armi in genere e in questo caso con gli strumenti atti alla cattura.

Tra le norme di sicurezza generali per l'impiego delle armi (in questo caso non parliamo di armi, ma i nostri strumenti di cattura ad esse si possono assimilare per quanto concerne norme di sicurezza comportamentali) ve n'è una che dice di non anteporre parti del nostro corpo al vivo di volata anche se non sulla diretta traiettoria.

Questo non a caso, ma perché in caso di partenza involontaria del colpo (in questo caso del dardo) non possiamo prevedere ne il momento, ne la traiettoria.

Nel filmato si vede chiaramente che il vivo di volata viene a trovarsi al disotto della testa, gola, spalle e buona parte del torace, ed alla fine anche la punta della freccia si troverà in una posizione arretrata rispetto a parte del corpo, soprattutto nel momento di massimo sforzo, quando per fare agganciare il dente ci troveremmo pericolosamente rannicchiati sul carichino.

Infatti da non sottovalutare con il vivo di volata troppo basso lo sforzo per concludere l'azione di caricamento aumenta quando la punta dell'asta arriva sotto la linea degli occhi.

In seconda analisi, la tavoletta divisa in due pezzi é vincolata da cerniere e fermi che possono risultare esili o assicurate al legno in modo solo apparentemente saldo. Se cede uno dei vincoli il fucile schizza indietro a grande velocità.

Tu potrai dire che lo hai largamente testato noi continueremo a prendere le dovute distanze dalle tue affermazioni, ogni qual volta riterremo che la sicurezza dei lettori verrà esposta ad un ipotetico ma non impossibile rischio

Ti esorto quindi ad esporre con più attenzione le tue iniziative.

In questo caso sei libero di continuare ad usare il tuo accessorio, ma non consigliarlo come strumento sicuro.

Valuterò con gli altri componenti l'eventuale soppressione del thread.

Cordialmente

Leonardo Sampogna

 

Link to post
Share on other sites

Gianni, grazie per i tuoi consigli, sicuramente prima o poi torneranno utili.

 

Secondo me si sta sollevando un polverone inutile sulla sicurezza o non sicurezza di questo aiutino.

L’importante e’ saperlo maneggiare e fare attenzione a come si usa.

Tra l’altro il sistema classico per caricare un oleo lungo (aiutandosi con un piede) non e’ che sia proprio sicuro…ne ho vista di gente che proprio nel momento di aggancio ha l’arpione puntato in faccia.

 

Forse vedendo il video di Gianni seduto su una sedia si ha un’idea un po’ sbagliata del funzionamento, in acqua dovrebbe essere molto piu’ sicuro.

 

Link to post
Share on other sites

ottima inventiva ma, per me, accessorio ingombrante, pericoloso e inutile.. il fucile nel video si carica, indipendentemente dalle atm in un attimo cos' come si caricano in un attimo quelli molto + lunghi, è questione di tecnica...e, poi, a secco e seduti è un conto in acqua immagino l'effetto "pallina" quando ci si ranniccha in quel modo..

 

Link to post
Share on other sites
Tra l’altro il sistema classico per caricare un oleo lungo (aiutandosi con un piede) non e’ che sia proprio sicuro…ne ho vista di gente che proprio nel momento di aggancio ha l’arpione puntato in faccia.

Questa è la dimostrazione che gli oleo lunghi e super carichi non sono roba per sprovveduti, infatti chi si ritrova nelle condizioni che descrivi solo come tale può essere definito.

 

Detto questo ognuno esprime i suoi giudizi, al di là dell'utilità io continuo a pensare che scaricare lo sforzo di caricamento su strutture che non sono fatte per quello scopo sia potenzialmente pericoloso.

 

:bye:

Link to post
Share on other sites
Guest Forchetta
Gianni, grazie per i tuoi consigli, sicuramente prima o poi torneranno utili.

 

Secondo me si sta sollevando un polverone inutile sulla sicurezza o non sicurezza di questo aiutino.

L’importante e’ saperlo maneggiare e fare attenzione a come si usa.

Tra l’altro il sistema classico per caricare un oleo lungo (aiutandosi con un piede) non e’ che sia proprio sicuro…ne ho vista di gente che proprio nel momento di aggancio ha l’arpione puntato in faccia.

 

Forse vedendo il video di Gianni seduto su una sedia si ha un’idea un po’ sbagliata del funzionamento, in acqua dovrebbe essere molto piu’ sicuro.

 

 

ciao a tutti ,giovanni nel suo video , vuol far vedere che lui ha trovato un modo diverso per caricare il fucile , leonardo e dentex giustamente fanno notare la pericolosita di questo attrezzo che sicuramente non verra mai preso in considerazione dai piu esperti , ma la loro preoccupazione va alle nuove leve , hai ragazzi che potrebbero cercare di imitare giovanni , pultroppo un fucile è un arma a tutti l effetti , io ne so qualcosa :huh:

l affare in effetti è molto complicato e anche poco affidabile se non si comprende esattamente com è costruito , ma va riconosciuta la buona fede di giovanni nel cercare di rendersi utile alla comunita di noi tutti , e avvolte il nostro inventivo non è il piu sicuro per l altri cerchiamo tutti di stare un po piu attenti a cosa proproniamo, pensando anche che non tutti hanno la stessa manualita

Link to post
Share on other sites
Gianni, grazie per i tuoi consigli, sicuramente prima o poi torneranno utili.

 

Secondo me si sta sollevando un polverone inutile sulla sicurezza o non sicurezza di questo aiutino.

L’importante e’ saperlo maneggiare e fare attenzione a come si usa.

Tra l’altro il sistema classico per caricare un oleo lungo (aiutandosi con un piede) non e’ che sia proprio sicuro…ne ho vista di gente che proprio nel momento di aggancio ha l’arpione puntato in faccia.

 

Forse vedendo il video di Gianni seduto su una sedia si ha un’idea un po’ sbagliata del funzionamento, in acqua dovrebbe essere molto piu’ sicuro.

Forse sarò eccessivo ma sicuramente se qualcuno si fa male non deve ringraziare me,

L'intervento di Dentex e mio vuole far notare dei particolari che forse sono sfuggiti al realizzatore.

Non dico che caricare il fucile sul piede sia sicuro, ma non è certo prudente fidarsi di un accorgimento approssimativo che comunque non risolve il problema di sottoporre la punta al disotto della faccia.

Se mentre carichi il fucile sul piede più facile che, in caso di stanchezza, ti scappi il calcio dal piede pittosto che il carichino dalla mano. In tal caso il fucile scappa indietro e la punt resta ferma.

Se tu blocchi la testata molto bassa tra le gambe, in caso di stachezza, non cedendo dal lato dell'impugnatura potrebbe scapparti il carichino da mano con nefaste conseguenze.

Io ho un mio sistema per l'oleo, ma ancora molto macchinoso, e per tanto non reputo opportuno la sua divulgazione, però sono certo che se mi scappa l'asta non mi colpisce.

Con il sistema illustrato in queste pagine si può affermare lo stesso?

Non mi pare.

 

Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...