> Paco's Content - AM FORUMS Jump to content

Paco

Members
  • Content Count

    36
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Paco

  1. Carissimo dott.Malpieri,voglio anch'io ringraziarLa per l'interessamento che ha dimostrato nei confronti di Riccardo però, non me ne voglia se ho voluto evidenziare quanto si sia reso disponibile Renato Mancuso il quale,contrariamente a quanto Lei asserisce,fino a martedi', girorno in cui io e Nicola Riolo,alle ore 14 c.a abbiamo salutato Riccardo durante la seduta di OTI assieme all'amico Renato il quale sarebbe partito come dice lei per Ustica,ma l'indomani e non lunedi',sicchè mi perdonerà la precisazione ma in errore non sono io ma Lei.Cordialmente
  2. Questa sera,voglio rivolgere un mio sincero ed affettuoso grazie ad un caro amico che forse ,come suo costume abituale,resterà sconosciuto a tanti ma il cui contributo e la cui disponibilità professionale e umana sono certo non saranno sfuggiti a chi è stato piu' vicino a Riccardo in questi giorni difficili.Mi riferisco a Renato Mancuso,tecnico iperbarico dell'Ospedale Civico di Palermo,che da molti anni ormai ,rappresenta un punto di forza di quel reparto è una garanzia per tutti i sub della ns/ zona.Grazie ancora Renato .
  3. Riccardo ,anche in questa circostanza,stà dmostrando di essere un grande.Presto,molto presto dimenticherà questo brutto incidente.Evviva ragazzi,oggi è un gran giorno.Un abbraccio a tutti.Eugenio
  4. Oggi l'orizzonte è apparso meno scuro di ieri e qualche brutto nuvolone ha lasciato il posto a timidi ma bellissimi raggi di sole. Forza prof, avanti cosi'!Eugenio.
  5. Dai Riccardo,non hai mai mollato in vita tua e non lo farai adesso,ci contiamo e siamo tutti con te.Forza metticcela tutta. Con tanto affetto ,Eugenio.
  6. Cressi,Cressi 1000 volte Cressi!Ciao
  7. Ho le mustang da un anno e mi trovo benissimo,sono fantastiche.Recentemente mi sono visto con Riccardo Molteni presso il mio lab. sub. e mi accennava alle nuove VGR che ha recentemente ricevuto e mi diceva di essere rimasto impressionato dal notevole miglioramento riscontrato.Quindi vai tranquillo,conosco da tanti anni Riccardo e sò che di pinne e non solo se ne intende!ciao
  8. Che la regolazione effettuata in azienda non necessiti di ulteriori aggiustamenti è una affermazione che non credo di potere condividere!Condivido invece totalmente le considerazioni "critiche"sull'attrezzo specifico fornito di serie.Si poteva realizzare meglio!
  9. Concordo con quanti hanno già espresso le loro perplessità.Ne abbiamo provato uno con Nicola Riolo ma è stato subito "bocciato".Troppo macchinoso!
  10. La soluzione che avevi ipotizzato ovvero il"tondino d'acciaio" sagomato al quale collegare poi il monofilo è eccellente e personalmente la uso su tutti i miei fucili ormai da anni.Se hai buona manualità allora ci riuscirai. Recupera da una ogiva, di quelle normalissime ,il tondino d'acciaio oppure lo compri .Ad una estremità,realizza un piccolo "occhiello" al quale alla fine collegherai il monofilo.A 5 cm. dall'occhiello piega a 90 ° il tondino assicurandoti che a piega fatta l'occhiello poi risulti perpendicolare all'asta ovv.affiancato.A questo punto introduci il tondino nel foro dell'asta
  11. Ciao Frali61,credo di poterti aiutare appena ripassa in Lab.Riccardo.Ho avuto per le mani questo "climax" è giallo e recentemente ho allestito proprio l'Urukai di Molteni con quel multifibra per un comune amico che andava in oceano a caccia di "pescioni".Effettivamente si tratta di un prodotto eccezzionale con un carico di rottura incredibile ed una resistenza all'usura che mi ha sbigottito.Ti farò saper ciao.
  12. D'accordo con squalo bianco e davideloba,se compro quel fucile e sò già che lo acquistero "nudo" perchè è cosi che viene venduto so che devo "settarlo" da me.Se poi non sono capace allora mi rivolgerò al mio neg. di fiducia che,se competente,mi darà le indicazioni necessarie.Se poi non riesco a venirne a capo allora ragazzi probabilmente quello non era il fucile adatto a me e meglio avrei fatto a comprarne uno venduto completo di tutto cosi niente incasinamenti non vi pare?
  13. Ottimo fucile,me ne hanno mandato uno tempo addietro e si è comportato bene.E' fatto con buoni materiali e curato in ogni particolare,l'unica pecca che ho rilevato e segnalto stà nello sganciasagola che fuoriesce molto poco e lascia sfuggire il monofilo frequentemente.Mi è stato assicurato comunque che hanno già risolto.Ciao.
  14. Ciao,in merito alla alle due versioni del monoscocca,posso dirvi che Riccardo Molteni,mio caro amico e concittadino,che sovente usa servirsi del mio laboratorio,usa sia il monoscocca che il mr. carbon ,il quale però ha certamente qualcosa in piu'sia per un migliore brandeggio che per un rinculo veramente sorprendentemente ridotto.Anch'io ormai,constatate personalmente (ho un mr.carbon 104)queste caratteristiche lo uso sempre e con grande piacere,inoltre,altra caratteristica peculiare di questo fucile per me determinante è la possibilità di adattare perfettamente dimensioni e angolo delli'impug
  15. Tutte le considerazioni che ho letto sono valide e condivisibili ma il 130 ha un suo validissimo perchè.Ci sono zone in cui sia le cernie che i dentici sono parecchio diffidenti e, personalmente ,in questi posti con acqua pulita utilizzo un 140 cm. Ma posso garantirvi che il buon Nicola Riolo ,in condizioni simili, trova addirittura piu' valido un 150 con doppie gomme e vi assicuro di essere stato testimone di catture che mai si sarebbero potute fare con un fucile piu' corto .Certo si tratta di arbalete che vanno in mare poche volte l'anno ma pescarci vi assicuro che è un gran divertimanto!Cia
  16. Se il fucile fosse venduto con asta ed elastici e non avesse un assetto ottimale,allora si potrebbe concordare con chi sostiene che un fucile deve uscire dalla casa già "assettato", ma nel caso in discussione il fucile viene fornito "nudo"o quasi ed allora mettiamoci calmi,ci scegliaomo l'asta(6;6,25; etc.) gli elastici(16;18;etc) il filo nel mulinello insomma,l'assetto cambierà tantissimo e quando sarà ok avremo imparato come si ottiene un buon risultato.Ciao a tutti.
  17. Ciao gdoddis,come ha già detto qualcuno,si tratta certamente di manualità che non hai ancora cmq,usa una mola elettrica possibilmente veloce inoltre,meglio del chiodo, funziona un tondino d'acciaio anche lungo 10 cm che prima di introdurre nel foro avrai "insaponato" per facilitare l'operazione,poi posizionati lateralmente alla mola e non frontalmente e non esercitare una pressione eccessiva ma molto "soft" ,naturalmente ruotando continuamente l'elastico.Mettiti gli occhiali protettivi sempre!Bye.
  18. Ciao marcsamp,innanzi tutto dovresti dire di quale misura di mr.carbon stiamo parlando non credi?Sicchè fammi sapere e con molto piacere ti darò la mano che chiedi.A presto.
  19. Ricomprati la "shot" a quel prezzo non avrei esitazioni e poi nel mio lab. ho un discreto numero di "moon light" annegate !
  20. In pratica ,come suggerivo,l'uso del nastro vedo che è condiviso da parecchi quindi non preoccuparti,segui quanto abbiamo detto,taglia e non preoccuparti nè di impermeabilizzare ne di altro .ciao
  21. Ciao "Gigigliola",10 e lode al suggerimento di "Sergio"è quello che funzionerà certamente perchè è quello che faccio da tanti anni visto che gestisco un centro assistenza sub da 40 anni!Anche se non hai il cacciaspine ,trova almeno un todino di acciaio che abbia lo stesso diametro o poco meno e la spina uscirà.
  22. Per il taglio del tubo in carbon. valgono le stesse cose che ho detto per il tubo in alluminio ,ma ti consiglio di usare un seghetto con denti molto piccoli e,poi,di tagliare girando continuamente il tubo cioè tagliando poco per volta tutta la circonferenza.Cosi' facendo, ridurrai al minimo i rischi di "delaminazione"che sono da mettere nel conto.Accortezza quindi!
  23. Ciao "Angolo 20",quasi tutti i suggerimenti che ti hanno dato sono condivisibili, voglio soltanto darti un suggerimento per ciò che riguarda il taglio del tubo.Allo scopo di effettuare il taglio il piu' perpendicolarmente possibile,una volta stabilito dove dovrai tagliare,in quel punto,dagli un giro di nastro adesivo colorato e poi col seghetto taglia seguendo il bordo del nastro che coincide col punto segnato.Cosi' facendo ti accorgerai di avere fatto un lavoro pulito ed il taglio sarà assai vicino alla perfetta perpendicolare,evitandoti un lungo lavoro di "aggiustaggio".Buon lavoro.
  24. Perfetto,allora devi soltanto ricaricarlo avendo cura di non essere troppo violento con le pompate ,poichè può accadere che vada fuori sede l'OR della valvola ed a quel punto dovresti necessariamente smontarla e ripararla.Giustissimo il suggerimanto di non scaricarlo completamente la prossima volta .Ciao
  25. pienamente d'accordo per il 75.Ottimo sia il comanche che il geronimo.Ciao
×
×
  • Create New...