Home » News » Gare Pesca Sub, Assoluto 2021: Stravince De Mola, 2° Puretti, 3° Dessì. Fanito Campionessa Femminile, 2a Cara, 3a Ferrari

Gare Pesca Sub, Assoluto 2021: Stravince De Mola, 2° Puretti, 3° Dessì. Fanito Campionessa Femminile, 2a Cara, 3a Ferrari

| 19 Giugno 2021

La seconda e decisiva giornata del Campionato Italiano di Pesca in Apnea 2021, ha permesso a Giacomo De Mola di conquistare il suo primo titolo nazionale. A differenza dell’edizione 2019, in cui si era visto superare al fotofinish, questa volta ha nettamente dominato anche la seconda frazione di gara, portando la peso una cernia bianca di oltre 11 kg (che sarà anche la preda più grande del campionato), una cernia dorata, due capponi (di cui uno di oltre 1 chilo e 300 grammi), 3 mostelle e una grossa corvina da 1 kg e 850 grammi.


A Luigi Puretti, che si è dovuto accontentare dell’argento, non sono stati sufficienti una bella cernia bianca di quasi 8 kg, una cernia dorata poco oltre i 3, un magnifico dentice di 4,5 kg e un’orata, nè per tentare la rincorsa e neppure per riuscire a ridurre il ritardo in classifica generale.

L’unico vero scossone di giornata, con conseguente rimaneggiameto della classifica finale, è stato dovuto alla bella pescata di Fabio Dessì che è riuscito a sopravanzare Alfonso Cubiciotto (che si è visto scartare una cernia dorata per pochi grammi) portandosi a casa la medaglia di bronzo.


Completano la pattuglia degli atleti che rimangono nella massima serie: Nicola Strambelli (5°), Federico Giudice (6°), Angelo Ascione (7°), Roberto Poggioli (8°), Giuseppe Bonomo (9°), Federico Panariello (10°), Andrea Fazzolari (11°), Giuseppe Gentilino (12°), Sebastiano Rosalba (13°), Stefano Claut (14°) e Christian Corrias (15°). A Rocco Cuccaro (16°, campione italiano nel 2017) spetta il poco invidiabile primato di primo dei retrocessi al campionato di qualificazione, cui segue Concetto Felice (17°) che, pur non avendo nessun pesce scartato oggi, non è riuscito a raddrizzare l’opaca prestazione di ieri.

Il campionato femminile è stato vinto da Maria Fanito, che ha portato alla bilancia un grongo appena in peso (ndr. 2 kg), piazza d’onore per Cinzia Cara che con un grosso sarago maggiore è riuscita a recuperare diverse posizioni dal cappotto di ieri, mentre la medaglia di bronzo è stata conquistata da Alice Ferrari che, nonostante il cavetto vuoto di oggi, è riuscita a non scivolare troppo in classifica, grazie ai grossi tordi di ieri.

Classifica Finale Maschile (CLICCA)

Quello di quest’anno è stato senza dubbio un campionato difficile, incerto fino all’ultimo a causa delle disposizioni anti-covid, gravato da un cambio di organizzazione in corsa, ma si può dire pienamente riuscito. Certo è innegabile che senza le cernie valide, i carnieri avrebbero fatto un’impressione ben diversa e sarebbero stati tra i più magri degli ultimi anni. Peraltro la re-introduzione delle cernie (eccetto quella bruna) ha dimostrato come si tratti di prede estremamente tecniche, in grado di far emergere le capacità senza tuttavia condizionare il risultato con la singola cattura. Speriamo che tutto questo rappresenti un primo passo verso una rivalutazione, orami non più rinviabile, dell’agonismo.

Tags: , ,

Category: News, News Pesca in Apnea

I commenti sono chiusi.