Home » Pesca in Apnea » Agonismo » Assoluto 2014, malumori e musi lunghi

Assoluto 2014, malumori e musi lunghi

| 15 Settembre 2014 | 0 Comments

Sabato scorso è iniziata ufficialmente la preparazione dei campi gara del prossimo Campionato Assoluto di Pesca in Apnea 2014 che si disputerà il 19 e 20 settembre prossimi nelle acque di Porto Corallo – Costa Rei in Sardegna; le indiscrezioni della vigilia che volevano i campi delle interminabili distese di posidonia con pochissima roccia, per giunta molto fonda, sembrano trovare le prime conferme. Malumori e musi lunghi si sono fatti strada già al secondo giorno, soprattutto riguardo il campo gara sud in cui molti lamentano di non aver visto una sola zona di roccia entro i 30 metri.

sarago2rid

Ampie distese di posidonia caratterizzano i campi gara dell’Assoluto 2014 (foto D.Serra)

Diversa, anche se non certo rosea, la situazione per il campo nord che sembra offrire maggiori possibilità anche se le zone valide sono comunque ristrette ed è quindi prevedibile che si formeranno diversi assembramenti di atleti nel tentativo di accaparrarrsi i pochi pesci fino a qui avvistati e segnati.

Rispetto alle passate edizioni c’è da registrare la positiva revisione della distanta dalla costa, ridotta da 500 a 200 metri nonostante l’ordinanza balneare in Sardegna resti in vigore fino al 31 di Ottobre. Cancellata dall’organizzazione la riunione preliminare di venerdì, ma vista l’aria di sciopero che tira, c’è da immaginare che una qualche riunione straordinaria sarà d’obbligo per tranquillizzare gli atleti o magari per decidere di recuparare il campo gara di riserva che dovrebbe prestarsi molto meglio alla competizione con fondali ricchi di granito e a quote molto più accessibili.

Grande assente fino ad oggi lo strafavorito atleta di casa Bruno De Silvestri che non è stato visto preparare nè sabato nè domenica.

 

 

Tags:

Category: Agonismo, News, News Pesca in Apnea