Home » Articoli » Licenza Pesca in Mare: dopo quella Nazionale ci saranno quelle Regionali?

Licenza Pesca in Mare: dopo quella Nazionale ci saranno quelle Regionali?

Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 10    Media Voto: 4.3/5]

Di licenza di pesca in mare a pagamento si parla ormai da più di un anno e, per quanto in questo momento l’attenzione dei politici sia completamemte incentrata sull’approvazione a tappe forzate del collegato agricoltura alla legge di stabilità (che pure interessa la pesca per altre questioni) sappiamo bene che è solo questione di tempo. In fondo la licenza dovrebbe permettere di incassare finanze, si stima 15/20 milioni, per integrare il corposo programma di sovvenzioni e sgravi fiscali a vantaggio della filiera professionale che il governo in carica già messo in agenda per i prossimi anni. Al momento possiamo dire che giusto qualche giorno fa in Commissione Agricoltura alla Camera è ripreso l’esame del progetto di legge “Interventi per il settore ittico” che dovrebbe istituire il balzello per i pescasportivi, ed il relatore ha proposto la modifica della data “gennaio 2016”, ormai superata dagli eventi, in “gennaio 2017”.

pesca-sub-licenzaUna preoccupante novità si è però affacciata sul palcoscenico normativo circa due settimane fa, anche se ha avuto poca risonanza trattandosi di un provvedimento locale della regione Liguria. I più attenti ricorderanno che già in passato, altre giunte dello stivale avevano fatto dei tentativi di istituzione di permessi di pesca a pagamento, poi rimasti lettera morta (ad esempio Galan nel 2009 per il Veneto, ma anche la stessa giunta regionale Liguria nel 2013); questa volta la norma era stata infilata nel Piano triennale per la Pesca Marittima e l’Acquacoltura approvato all’unanimità a fine dicembre. Comprensibile il malumore dei pescatori ricreativi, i quali però sono riusciti a far valere le proprie ragioni portando la giunta Toti ad annunciare, per voce dell’Assessore Regionale all’Agricoltura e alla Pesca, Stefano Mai, lo stralcio dell’intero art. 5 sulla pesca sportiva e ricreativa.

Contestualmente a questo annuncio veniamo anche a conoscenza del fatto che per il governo regionale: “Non c’è alcuna intenzione da parte della Regione di introdurre nuovi balzelli a carico dei pescatori e neppure limitare l’uso di attrezzi tradizionali come le nasse e i palamiti, la pesca sportiva è una risorsa irrinunciabile per il nostro territorio sia in chiave turistica perché attrae centinaia di appassionati sia dal punto di vista dell’indotto viste le decine di attività a essa collegata. A breve verrà concordato il nuovo testo sulla pesca sportiva e ricreativa che terrà in considerazione le proposte delle associazioni e che successivamente sarà portato in commissione per l’approvazione”. Sta di fatto che prima delle legittime rimostranze della pesca dilettantistica le intenzioni sembravano ben altre!

Pericolo scampato quindi?! Forse per il momento, ma per il futuro non c’è da stare molto tranquilli. Questo piccolo “incidente” è semplicemente l’ennesima riprova che nei cassetti di tante regioni giacciono diversi di questi progetti, alcuni solo temporaneamente accantonati come quello sardo del 2014, altri che non hanno ancora visto la luce ma su cui le regioni, in cronica penuria di liquidità e perenne ricerca di entrate, hanno già messo al lavoro i propri tecnici.

Chi sperava di essere lasciato in pace a pescare dietro il pagamento di un modesto pizzo di Stato alla pesca professionale, dovrà probabilmente poi fare i conti con la propria regione di residenza e con tutte quelle in cui vorra continuare ad esercitare il suo hobby. Ci stanno preparando un futuro di balzelli nel più classico stile dell’italia medievale dei Comuni: “Chi siete? Cosa portate? Un fiorino!”

L’unica cosa che per il momento possiamo fare è solo far conoscere la nostra contrarietà all’istituzione di una Licenza Onerosa come fino ad ora concepita, aderendo alla petizione lanciata dalla FIPSAS e sostenuta da tutt ele altre associazioni delle pesca sportivo/ricreativa.

Clicca, FIRMA e SOSTIENI ogni iniziativa affinchè siano IMMEDIATAMENTE stralciati TUTTI i riferimenti alla pesca sportiva e ricreativa dal testo unificato!

NoTassa

Licenza Pesca in Mare: dopo quella Nazionale ci saranno quelle Regionali? scritto da Redazione Apnea Magazine media voto 4.3/5 - 10 voti utenti

Tags: , , ,

Category: Articoli, Normativa, Pesca in Apnea

Leave a Reply