Home » News » News Pesca in Apnea » Pesca sub di frodo fermati a Favignana

Pesca sub di frodo fermati a Favignana

| 29 marzo 2014 | 45 Comments
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 2    Media Voto: 3.5/5]

Sembra che da qualche tempo l’Area Marina Protetta di Favignana sia tornata ad essere un luogo estremamente trafficato dai pescatori di frodo di tutte le risme, anche subacquei in apnea, e principalmente durante le ore notturne, al punto che da qualcuno è stata ironicamente ribattezzata la “discoteca”, tante solo le luci subacquee che si possono avvistare nelle ore di totale oscurità.

Favignana_isle

Veduta aerea dell’isola di Favignana (foto M.M.Minderhoud)

Già a febbraio 2013 erano stati i pescatori di frodo di ricci a suscitare le ire degli abitanti dell’isola, i quali avevano subissato di segnalazioni gli uffici dell’AMP e quelli di Carabinieri e Capitaneria di Porto di Trapani, rimarcando come le incursioni notturne fossero ormai diventate la norma e si protraessero indisturbate fino alle prime luci dell’alba. Neppure un anno è trascorso e l’isola sembra ancora non trovare pace dalla piaga dei bracconieri.

Secondo fonti attendibili, pare che la tranquillità dei pesca sub di frodo sia stata infranta qualche giorno fa con un’operazione delle autorità che avrebbe portato al fermo di tre pescatori subacquei di frodo palermitani, gli stessi che pochi giorni prima, stando ai rumors, si sarebbero fatti vanto di una pescata “miracolosa” durante una delle loro “nottate”. Al momento si attendono conferme ufficiali anche se le indiscrezioni che trapelano si fanno insistenti e riferiscono di due personaggi piuttosto conosciuti tanto in rete quanto nel circuito agonistico regionale e nazionale. Pare che uno dei due sia addirittura in ballo per la partecipazione al Campionato di Seconda Categoria di Siracusa, mentre la FIPSAS potrebbe già essersi attivata per andare a fondo alla faccenda e adottare i dovuti provvedimenti.

Pesca sub di frodo fermati a Favignana scritto da Davide Serra media voto 3.5/5 - 2 voti utenti

Tags: ,

Category: News, News Pesca in Apnea

Commenti (45)

Trackback URL

  1. Antonio scrive:

    Ovviamente fino a quando non ci sia una conferma i nomi non si possono pubblicare, ma è vero che uno dei fermati è della Guardia Costiera?

  2. peppe scrive:

    Non mi piace questo articolo. Troppi se e ma, forse e sembra.
    Gli articoli su un argomento serio come questo non devono basarsi su pettegolezzi. O le cose si sanno o meglio evitare articoli romanzati anche per rispetto di chi ci lavora.

  3. Davide Serra scrive:

    Peppe, qui di romanzato non c’è proprio nulla, il problema è solo che senza gli atti ufficiali i nomi non si possono fare, ma è tutt’altro che una storia inventata se è quello che vuoi dire.

    Anzi, diciamo che articoli come questo servono proprio a fare in modo che episodi come questo, non vengano fatti passare sotto silenzio o peggio completamente insabbiati come già successo in passato.

    Ma poi “rispetto per chi ci lavora” dove? Abbiamo forse scritto una sola parola in merito a quanto chiesto da Antonio?

    No, e forse un motivo ci sarà.

  4. Valerio scrive:

    La cosa che più fa riflettere è il fatto che la notizia non sia affatto trapelata sugli organi di informazione. Sarà perchè oltre a esserci volti noti della pescasub, uno di questi bracconieri è pure in servizio presso la guardia costiera???? Però non appena pigliano quattro disperati che fanno ricci per portare un pezzo di pane a casa, subito a fare proclami…
    Schefè!

  5. Beppe scrive:

    Quattro ricci sarebbero quattro “coppi” da centinaia di ricci l’uno con l’ausilio di autorespiratori, rastrellando la costa a tappeto tutti i giorni della settimana con profitto esentasse pari ad uno stipendio da operaio ma in poche ore di sollazzo??? Opinioni

  6. Roberto Martinez scrive:

    Purtroppo come sempre si constata che la gente vive di chiacchiere e rumors della porta accanto. Credo che esprimere pareri o giudicare un comportamento di cui ancora non si hanno le dovute certezze, e sopratutto, senza sapere quali siano stati realmente gli eventi che abbiano caratterizzato la vicenda sia alquanto fuori luogo e senza senso. Si parla e si scrive per “sentito dire” e non su fatti o prove evidenti, perchè avallate da voci ufficiali. Onestamente ho sentito anche io la storia, e ammesso che sia vero quel che si dice, non sono ne i primi e non saranno nemmeno gli ultimi, ma il fatto che i giornali non ne parlino penso che sia un indicazione per tutti anche perchè la stampa se ne frega di chi vi è coinvolto, anzi, gli scoop permettono di fare “cassa”. Come non ne hanno parlato che la settimana scorsa da un operazione congiunta ne sono stati beccati ben 13, di cui due proprio isolani, quelli che tanto manifestano per la tutela del proprio ambiente e poi sono i primi a fare quello che vogliono in una amp la cui istituzione sappiamo tutti che è solo per fini economici. Ora, se questa gente ha sbagliato è giusto che paghi, però signori miei, passiamoci tutti la mano sulla coscienza, quanto meno per avere almeno un dialogo coerente.

  7. Davide Serra scrive:

    E’ quantomeno curioso che una notizia nella quale non ci sono i nomi e mancano diverse informazioni che però i commenti sembrano dimostrare essere di dominio pubblico, abbia fatto scattare a tanti l’esigenza di sminuire l’evento riducendolo a semplici chiacchiere senza fondamento.

    Proprio perchè non sono i primi e non saranno gli ultimi, proprio perchè ne beccano ogni settimana, è strano che proprio il fermo di questi tre abbia scatenanto questo dispiegamento di energie.

    Quando ci è capitato di parlare di pescatori NON subacquei non ricordo di aver mai sentito qualcuno dire che fossero chiacchiere da bar.

    Certi tentativi di sgonfiare il caso lo stanno solo ingigantendo a dismisura, non mi pare una strategia sensata per chi vuole far tacere tutto nel più breve tempo possibile.

  8. piero scrive:

    di sicuro sono d’accordo con chi si lamenta per la pesca dei ricci e il resto, solo che dobbiamo costatare un fatto certo .voi ben pensanti è persone ( per bene )fate la fila per comprare i ricci e il resto .non parlate prendete le targhe e denunziate se siete palluti . ma la maggior parte parla è schappa poi in rete ciarla .i soliti palermitani vigliachi e fifoni .io vivo in montagna,quando sparano ai poveri conigli (fuori il periodo )chiamo la polizia seguo i malfattori e mi assumo le mie rensponsabilità

  9. Valerio scrive:

    Chiacchere e rumors??? ahahah, il tuo cercare così disinvoltamente la situazione è emblematico dei tempi che corrono, le solite cose da “amici degli amici” nella migliore ipotesi, da sodali con le medesime abitudini più verosimilmente.

  10. Antonio scrive:

    Ma secondo voi domenica c.m. che ci sarà la selettiva a Trapani e loro dovrebbero partecipare sarebbe una cosa corretta?
    i presidenti di società non dovrebbero prendere provvedimenti dopo averli ascoltati?
    Cosa succede in tal senso quali sono le misure che si dovrebbero adottare?

  11. Giordano scrive:

    Ma quali chiacchiere e rumors che lo abbiamo sempre saputo dove prendeva i pesci il grande pescatore dei miei stivali!!!

    Ne ha preso in giro di gente mostrando quanto era bravo, e quanti a sbavare credendo chissà cosa…

    E’ una chiacchiera anche la volta che hanno pizzicato il compare da solo e questo per cavarsela, ha rinfacciato ai solerti militi che se fosse stato con mister X nessuno gli diceva nulla?! Anche questa balla è?

    Ma piantatela, le mele marce si isolano, qui invece ci sono sempre i soliti a cercare di coprire tutto, e mi fanno ancora più schifo se possibile.

  12. Roberto Martinez scrive:

    Giordano brutta cosa l”invidia è? è evidente a tutti che attribuisci i tuoi risultati da fallito ai successi degli altri. Non so a chi ti riferisci dei tre e non mi interessa ma il tuo modo di esprimerti è così da ignorante e di basso profilo che limiterebbe la conversazione pure all’ultimo degli ebeti. Adesso io vorrei sapere, tu eri con loro, sai con precisione come sono andati i fatti?? Se sei sicuro di come sono andati i fatti, dii anche i nomi e cognomi e assumiti le tue responsabilità. Oltre questo, visto che fai tanto il gradasso qui sul forum dove è facile nascondersi, fallo alla presenza del cosiddetto mister x, il quale a torto o ragione, sono più che sicuro che non perderebbe tempo a staccarti la testa in un secondo, proprio perché gli sbruffoni e falliti come te non vanno educati ma abbattuti. Oltre questo, immagino ti faccia comodo che non partecipano alla gara, sai bene che non vinceresti neppure gareggiando da solo. Quelle che ci sono in giro sono solo voci, nulla di ufficiale e comunque sia,nessuno ha titolo di parlare. Se devono pagare o meno ci penseranno le autorità preposte.

  13. Beppe scrive:

    Concordo pienamente con Roberto, sarebbe opportuno che ognuno si limitasse a commentare sulla base di elementi concreti e si occupasse più dei propri limiti di cattura e atletici, vorrei ricordare che le competizioni comunque non vengono effettuate ne in AMP ne tantomeno in ore notturne, per tanto lasciamo ad ognuno i successi e sopratutto gli insuccessi di taluni altri.

  14. Davide Serra scrive:

    Guarda Antonio,
    non credo che sarebbe corretto escluderli dalle selettive senza un pronunciamento della corte federale. Abbiamo già avuto il triste precedente di Franco Villani che per nulla ha perso l’occasione di disputare un Assoluto, questo precedente spero abbia insegnato qualcosa.

    Vorrei invece invitare tutti a moderare i toni, vi state scaldando decisamente troppo da una parte e dall’altra, passare dalle opinioni alle minacce non depone a favore di nessuno.

  15. Filippo scrive:

    Leggo ma con poco stupore.
    E’ ormai risaputo che la “discoteca” di Favignana, offre non poche possibilità di pescate di frode, in tutte le sue tecniche.
    Ricci con bombole, notturne a pesce, strascico a terra e ciancioli maledettamente in pochi metri d’acqua.
    Le organizzazioni, di questo si tratta, di questi pseudo pescatori compreso i “professionisti”, non capisco come ancora oggi possano tranquillamente ed in AMP passare inosservati al cospetto delle autorità.
    Quello di cui mi lamento, è che ormai il pronunciare – sono disoccupato ……. ho famiglia da sfamare ……. mi faccia il verbale perché tanto non lo pago, è il lasciapassare per continuare la pesca ad oltranza.
    Indubbiamente, non è neanche il buon cuore delle autorità a lasciar correre, ma qualcosa sotto si trama.
    Vedi questa storia.
    Storia di cui a Palermo, anzi in tutta la Sicilia, è diventata pubblica, di cui si conoscono nomi cognomi e tutti i dettagli.
    Storia che spunta nel forum come “si sa ma non si hanno conferme”.
    Azz, ma se sono stati fermati in AMP, se è vero che c’è uno di loro appartenente alle stesse autorità, uno di loro che è recidivo, che fanno parte della FIPSAS come agonisti a livelli Italiani, perché non è uscito nei quotidiani come simbolo della trasparenza ed onestà ?
    Se sono stati fermati, devono avere avuto sequestrata l’attrezzatura e ricevuto un verbale da paura.
    Questo è il mio stupore !!!!!!!!!!!!!!
    Penso che è chiaro il fatto che io non giudico i 3 pescasub fermati, non ci sono prove e non mi espongo, ma che cazzo andiamo cercando ancora ?
    Trasparenza – onestà – etica – sportività – ambientalismo – sicurezza in mare – AUTORITA’ ?????
    Da parte mia la FIPSAS, in questo caso specifico, ci sta mettendo la faccia.
    Spero che almeno in questo caso sia all’altezza di venirne a capo e divulgare tutta la verità, nel bene e nel male.
    Spero che la FIPSAS sia in grado di fare il primo passo per dimostrare cosa è capace di fare e non entrare anche lei nei meandri del forse e del mah !?
    Leggo che si cominciano a formare le “correnti” di chi è a favore e di chi no.
    Mi sembra uno dei tanti casi politici di poca trasparenza, dove alla fine chi controlla è il controllato e tutti siedono nella poltrona sino alla pensione d’oro !

    Filippo

  16. Filippo scrive:

    Roberto da quello che scrivi, si evince che conosci le persone e se conosci queste persone, sai quanto sono al di fuori di questa storia.
    Il tuo accanimento nei confronti di Giordano che non conosco, sembra una difesa nei loro confronti o del mister x in particolare, ma se è un sassolino a livello personale, non è il luogo adatto.
    Come hai ben detto – Se devono pagare o meno ci penseranno le autorità preposte – spero presto che venga a galla.
    Ma se così fosse, Giordano, fallito per come dici, ha molta più dignità di chi froda per soldi in veste di autorità e di benestante !
    Le voci di corridoio scritte da Giordano, io le ho sentite pure ed in esatta forma.
    Non ho mai avuto le conferme perché non pesco con/come loro e mai mi sono permesso di scriverle, ma se ci sono, da qualche particolare anomalo saranno uscite fuori.
    Qua il problema è come scrive chiaramente il buon Davide Serra:

    il problema è solo che senza gli atti ufficiali i nomi non si possono fare, ma è tutt’altro che una storia inventata se è quello che si vuole pensare.
    Anzi, diciamo che articoli come questo servono proprio a fare in modo che episodi come questo, non vengano fatti passare sotto silenzio o peggio completamente insabbiati come già successo in passato.

    Resto comunque curioso di vedere se parteciperanno alla gara, con quale spirito e con quale sguardo.
    Roberto, il mondo è piccolo e certe cose si possono nascondere solo agli estranei.
    Tra di noi, non credo proprio.

    Ciao Filippo

  17. nicola scrive:

    continuate a parlare di fipsas!!!, ma la cosa piu’opportuna sarebbe una azzione disciblinare da parte della capitaneria di porto nei confronti del militare (CACCIATO A PEDATE NEL SEDERE!!), visto che sono loro che dovrebbero dare l’esempio,e noi paghiamo tante tasse per mantenerli ,anzi vi dico di piu’ 10 giorni fa ho assistito al fermo da parte della capitaneria di porto di trapani di persone intende a tagliare dei ricci nella centralissima litoranea, la cosa che mi ha fatto piu’ rabbia che lo stesso che stava scrivendo il verbale un piccoletto in forza presso lo stesso comando, che questa estate vidi raccogliere dei ricci presso punta sottile di favignana , sicuramente per uso famigliare ma cambia poco..

  18. Antonio scrive:

    A mio avviso Davide Serra i fatti che hanno riguardato Villani sono ben diversi dalle ipotesi dei ragazzi beccati a Favignana di notte, solo in quanto a mancanza di notizie ufficiali potrebbero gareggiare, ma se i presidenti di società ascoltassero i propri tesserati e ammettessero l’illecito allora gli stessi presidenti dovrebbero sospendergli il tesseramento. Ovviamente la fipsas solo dopo un processo potrebbe eventualmente applicare loro la sanzione disciplinare.

    Roberto Martinez sempre in considerazione di chiacchiere, ma un fondo di verità ci sarà, e se è così di certo è che sono stati beccati di notte in AMP, ben diverso dall’essere sanzionati per avere a bordo oltre il peso consentito e cioè 5kg.

    Nel primo caso penso che stiamo parlando di bracconaggio nel secondo solo di un illecito che comunque viene fatto di giorno e in zone dove la pesca è possibile farla.

    Io spero che si tratti di una bufala, ma se così non fosse chi ne piangerebbe è sempre il pescatore sportivo.

    Saluti

  19. Davide Serra scrive:

    Ma certo Antonio, concordo pienamente che i fatti di Vigo sono ben diversi, era solo per rimarcare che Franco è stato escluso da un assoluto in mancanza di un pronunciamento certo visto che c’era un ricorso pendente e niente vietava di farlo gareggiare sub judice come sarebbe stato auspicabile.

    Vedremo come andrà a finire, le voci che circolano parlano già di un’assurda e chiaramente fittizia assunzione di completa responsabilità da parte di uno solo dei tre.

    Pare sia una prassi diffusa in questi casi (e ovviamente tollerata dalle forze dell’ordine) per limitare l’entità del verbale e le eventuali conseguenze penali.

  20. Roberto Martinez scrive:

    Filippo, ti rappresento che è lo stesso ente gestore della stessa AMP ad autorizzare la pesca professionale ( anche in zona “B”) con tecniche di cianciolo reti da posta palangaro etc…..e credo che anche l’ultimo degli ignoranti sa che non sono tecniche selettive, a differenza della pesca in apnea che comunque ha un impatto estremamente trascurabile (fatta di giorno notte etc)che però di fatto viene vietata. Detto questo,e considerata la situazione di crisi in cui il nostro stato ci ha portato, è inevitabile che la gente si dia da fare per “campare” la famiglia o per camparsi visto che comunque che tu sia metalmeccanico o ingegnere, in questa terra non hai futuro, perché si sa, qui non cresce ne erba e manco lavoro. Adesso ti faccio un esempio: Il pregiudicato, che ha sbagliato e che esce di galera dopo 15 anni e non ha nulla, ha pagato il suo conto per l’errore commesso, adesso vuole fare tutto in regola e però tutti gli chiudono le porte in faccia, ma questo deve pur campare no? se va di notte o di giorno a prendere 4 pesci schifiati per venderli e campare, ammesso che viola la legge, ma alla fine, non penso che tolga niente a nessuno….a prescindere che il pescato provenga da amp o meno.
    Oppure si preferisce un aumento esponenziale della criminalita’ dove devi aver paura pure di dormire a casa tua, perché da un momento all’altro possono entrarti dentro a rubare tutto con conseguenze che non voglio nemmeno immaginare. Nell’ambiente ci conosciamo tutti, anche perché siamo cosi pochi che la famosa FIPSAS che tu hai menzionato a pure intenzione di escluderci come attivita’ federale, proprio perché con i PIA, non cè giro economico e quindi, di interesse a pubblicizzare uno sport che in Italia sta praticamente morendo, se non è già morto. Io, come tutti in questo forum, conosco le tre persone oggetto di attenzione in questo momento, ma per quel che mi riguarda, a prescindere se hanno pescato o meno, rimangono comunque tre persone che non hanno leso gli interessi di nessuno, non hanno toccato nessuno, hanno presumibilmente fatto un azione di cui è ancora comunque tutto da dimostrare e se non ci sono articoli di giornale un motivo ci sara’. Quello che è sicuro che comunque si stanno rendendo conto di chi sono gli amici e chi invece ci gode di una situazione che alla fine nemmeno li tocca. Gente che si spaccia per amici, e poi sono i primi a violare la legge, addirittura uno è pure un atleta di Prima categoria, lo stesso atleta che pur essendo benestante e non avendone motivo, qualche giorno fa’, si vantava di una super pescata che aveva fatto ( due cernioni e circa 10 kg di pesce bianco) insieme al suo barcaiolo, dicendo che è dovuto andare via perché aveva il gommone pieno e non aveva dove vendere tutto questo pescato, infatti allo stesso, proprio per il suo comportamento ( che prescinde dal suo valore di pescatore) tempo addietro gli hanno rigato completamente tutta la macchina e nonostante sappiamo tutti di che persona stiamo parlando, gli ho comunque espresso la mia solidarieta’ perché azioni del genere sono solo di vigliacchi e gente vile. Lui, adesso, vedo su altre fonti e per voci che mi sono arrivate,che inveisce contro questi tre, forse uno in particolare, senza ottenere nulla, ma confermando alla fine l’essenza della sua persona, non solo davanti agli occhi di chi non gli ha fatto nulla, perché proprio non ha nulla che spartire, ma anche di fronte a chi prima aveva qualche dubbio e invece ora ha solo certezze.
    Non si sa nulla e non cè nulla, perché non cè stato nessun verbale ne di sanzione ne di sequestro a quel che so. Quel che vedo però è che la gente non ci pensa due volte a dargli addosso, come se ne avessero titolo, a prescindere da tutto. Di sicuro comunque non spetta a nessuno qui sul forum, giudicare l’operato dei tre o delle autorita’ interessate, non ve ne sono ne le conoscenze e soprattutto le competenze. Oltre questo vorrei capire il nesso fra pescare per i fatti propri e competizioni di pesca in apnea. I risultati agonistici sono un’altra cosa dal comportamento nella vita privata. E non dirmi che quelli che scrivono qui sono tutti stinchi di santo, perché sappiamo bene che la maggior parte dei subacquei pesca più di quello che è previsto e addirittura vende il pescato, ma si sa, tutti fanno così, io non sto a puntare il dito nei confronti di nessuno, neppure di quella persona che fa strage di astici in una nota localita’ ( ma lo sa che è penale??) eppure mi faccio i fatti miei perché comunque non è compito mio e non mi toglie nulla.
    Filippo il mondo è piccolo, ma credo che fino a quando non vengono lesi i propri interessi sia quantomeno opportuno farsi i fatti propri ed evitare di esprimersi di fatti, cose o persone di cui non si ha la certezza assoluta, e comunque anche in quel caso, cè chi è preposto a prendere i dovuti provvedimenti, il resto delle chiacchiere provenienti da alcuni pozzi di scienze sono assolutamente fuori luogo e sono palese frutto di invidia e complessi di inferiorita’ perché altro motivo non vedo.
    Vedi il Giordano in questione, che ammesso e non concesso quello che dice, comunque non ha Titolo di esprimersi in quei termini, ed è palese che deriva tutto da un personale stato di frustrazione di non riuscire a prendere un pesce o addirittura a vincere una gara, nemmeno dovesse gareggiare contro Mazzarri.

    Nicola: Anche tu, intanto impara a scrivere, vedi che “azzione” si scrive con una “z”, lasciando stare gli altri errori!!detto questo,visto che fai tanto il paladino della giustizia perché non segnalavi il malfattore criminale assassino e distruttore dell’ambiente che raccoglieva i ricci a favignana, alla locale autorita’?? Perché da quel che scrivi nasce fisiologico pensare che anche ti trovavi da quelle parti, non mi dire, giusto giusto per farti il bagno!!Le azioni di un militare fuori dall’orario di servizio dipendono solo ed esclusivamente da se stesso, il fatto che sia ancora in servizio è segnale che comunque evidentemente non ci siano stati i presupposti per procedere. Ma poi perché tutto questo astio?? Da quel che so’, il famoso mister x ha aiutato un sacco di gente beccata in mare in situazioni assolutamente non in regola, eppure tutti ne sono usciti illesi e questo alla fine è il ringraziamento. Alla fine il mondo è piccolo e le cose si sanno caro Nicola.

    Antonio: la vita privata è una cosa, lo sport agonistico nazionale è un’altra. Dei fatti di Villani, così come quelli di Del Bene, o di qualche altro, ne io, ne tu, ne nessun altro, se non le autorita’, hanno titolo di esprimersi e parlare. Se i tre avessero commesso una grave infrazione durante una gara dove venivano lesi gli interessi di tutti, allora la sospensione o qualunque provvedimento ci poteva stare. In questo caso, il tutto riguarda esclusivamente la vita privata, per cui i presidenti delle varie societa’ non hanno nulla da dichiarare, ne nessun illecito da contestare . E’ se proprio lo vuoi sapere, anche prendere più di 5kg di pesce di giorno è riconosciuto come bracconaggio. Infatti per la legge hanno lo stesso profilo sanzionatorio, ovvero, è tutto amministrativo. E che preferiamo sentire quel che più ci conviene, e mettere le persone in croce, proprio per aver un capo espiatorio, che possa assolvere da vittima sacrificale per i malefatti di tutti.
    Alla fine, da queste discussioni purtroppo ne usciamo tutti da perdenti, perchè adesso siamo tutti contro tutti, amici contro amici, e le conseguenze non tarderanno ad arrivare.

  21. Antonio scrive:

    mmmmm Roberto Martinezmi sembri troppo interessato e troppo di parte, non è che saresti tu per caso il fantomatico pseudo pescatore sotto mentite spoglie?

  22. Roberto Martinez scrive:

    Antonio, guarda, non ho mica scritto che sono innocenti. Ho scritto pane pane vino vino quello che si sente in giro, senza difendere ne incolpare nessuno ma dicendo la verità di quale sia la realtà di questo nostro sport. Poi pensa quello che vuoi, ma sopratutto passati la mano sulla coscienza e vedi se non hai sbagliato anche tu almeno una volta nella vita.

  23. Filippo scrive:

    Roberto, a denti stretti accetto per come ho accettato sino ad oggi quanto da te scritto in merito alla situazione – chiamiamola crisi !
    Di questo però ne piange le conseguenze il nostro mare.
    Il pesce ha cambiato radicalmente quote, abitat e stile di vita, proprio per questi comportamenti.
    Comportamenti che includono, l’uso di acquascooter, trainetta, notturne e quant’altro di simile.
    Concordo sul fatto che almeno la pescasub è selettiva se eticamente effettuata e che la professionale con ciancioli, strascico e posta sia assolutamente distruttiva e devastante.
    Nessun paragone è ammissibile !!
    Peccato però che è sempre a discapito dei nostri figli e del futuro del mare.
    Pertanto, volendo andare contro le regole e trovare un “giustificativo” al pescatore di frodo, ci sta tutto.
    La cosa però che mi lascia di malumore, non è il fatto che voglio accanirmi contro qualcuno, ma cazzzo ………… hanno un posto di lavoro di tutto rispetto, sono in grado di fare carnieri per la loro bravura a quote impegnative, viaggiano a livelli agonistici non indifferenti e che fanno ??
    Vanno per soldi in notturna !!!!!
    Vengono fermati e le autorità si girano la faccia !?
    Questo non l’accetto, non perché erano questi 3 se veramente colpevoli, ma perché se non rientrano nello stato che citi di povertà, di bisogno o di sussistenza, è finito proprio tutto.
    Se passa questo …… non so più cosa pensare.

    Lungi da me il pensiero di invidia o superiorità verso pescasub eccelsi, non me ne fotte nulla.
    Come pure un astice l’ho preso l’altro giorno in una tana dell’amico che andava in quella località e mi sono fatto una pasta da dio.
    A lui però, l’hanno verbalizzato di malo modo dentro il porto dell’isola !
    E l’altro che disprezza ?
    Pensi che le cernie le mangia o le offre in beneficenza ?
    Non mi permetto neanche io di criticare loro, ma tutto ha un limite e ci vorrebbe un arbitro serio.

    Menzionavo la FIPSAS, perché …… effettivamente ho sbagliato.
    Altra associazione poco rappresentata da noi sub, ma comunque inconcludente su tutti i punti.
    In fondo, oggi Berlusca è andato al colle, figuriamoci se loro non possono partecipare alle gare !!
    Filippo

  24. salvatore rizzica scrive:

    salve, io ne so piu’ di voi….avendo un amico trapanese nella guardia costiera… i 3 beccati stanno bene economicamente, hanno lavoro e tutto, i 42kg di pesce pescato, hanno fatto molto rumore, anche perche’ andando a fare un calcolo sono parenti di 1000 euro…se non di piu’. I tre sono stati fermati da g.d.f. e carab. ma dopo che erano seguiti da diversi giorni….dopo che “altre pescate miracolose” erano andate a buon fine, si sono salvati con il minimo di multa rispetto a quello che gli spettava,la legge dice 500 euro di multa ogni kg di pesce pescato in amp, comunque sorvoliamo…… so che tutto il pescato… e’ stato dato in dono alle forze dell’ordine per un po’ di clemenza….penso che la cosa piu’ giusta sia quella che la verita’ venga a galla e ognuno paghi le conseguenze,e si prenda le proprie responsabilita’, sia in termini sportivi agonistici che a livello lavorativo…. se oggi giorno ancora non e’ uscito nulla sul giornale, e’ che centri proprio il fatto che uno dei ragazzi beccati sia della guardia costiera…ed essa perderebbe veramente la faccia!!! comunque il pescatore sportivo e’ un bracconiere di natura, o almeno la STRA-maggioranza e’ cosi’. sia di notte, che limite max di pescato, che in riserva…. passiamoci la mano sulla coscienza… che un paio di minchiate le abbiamo fatte, TUTTI. ps poi di rosiconi in questo sport c’e’ ne a buttare!!! AMEN buon mare a tutti.

  25. Giorgio Volpe scrive:

    Ciao Salvatore,

    il pescatore sportivo è un cittadino che fa mille altre cose nella propria vita sociale. Delle due l’una: o la passione per la pesca trasforma i cittadini in delinquenti e contravventori abituali, o forse le leggi che disciplinano la materia sono frammentate, nebulose, difficilmente conoscibili, inique e illogiche, tutti fattori che generano illegalità anche inconsapevole. Conoscendo un po’ l’apparato normativo, propenderei per la seconda ipotesi.

  26. Davide Serra scrive:

    Posto che non credo affatto che le porcherie le debbano aver fatte tutti, anche se fosse, non possono pesare tutte allo stesso modo sul piatto della bilancia.

    Voler paragonare chi sfora i 5 kg a chi pesca di notte e/o in riserva, finisce solo per apparire come una difesa d’ufficio del bracconaggio che credo dovremmo e potremmo risparmiarci.

  27. Antonio scrive:

    A quanto pare uno dei tre, da voci di amici palermitani oggi si è presentato alla penultima selettiva di Trapani senza alcuna vergogna e molto probabilmente si è qualificato per i campionati di seconda a Siracusa.
    Ancora una volta l’ennesima vittoria per lo sport per la fipsas. Ma la legge è uguale per tutti? credo proprio di no

  28. Filippo scrive:

    ……… non vi preoccupate, tutto a posto.
    Qualche altro giorno e finisce tutto nel dimenticatoio.

    Appena si sistema il mare, tutti in discoteca e al campionato sarà premiato dalla FIPSAS.

    Le forze dell’ordine, possono tirare un sospiro di sollievo ……………

  29. Roberto Martinez scrive:

    Caro “Salvatore Rizzica” perché scrivi sotto mentite spoglie e non dici chiaramente chi sei e che sei odiato da tutto il mondo della subacquea siciliana, proprio per la persona che sei e per quello che hai fatto a tutti, oltre che, scrivendo in questo modo continui ad evidenziarlo, e se onestamente ero dispiaciuto per quello che ti era successo a Trapani,adesso penso che hanno fatto anche bene, perché è proprio per colpa delle persone come te ( per fortuna poche) che l’ambiente subacqueo si è guastato. Tu che parli di correttezza, sei stato quello che si è fatto sponsorizzare perché ormai atleta di “Prima Categoria” e poi ti andavi vendendo le cose che lo sponsor ti mandava, bella serietà. Detto questo…ma a te di quello che fa la gente nella sua vita privata, ma che ca..o ti importa?? Qui ognuno scrive come se fossero stati toccati i propri interessi e confondono la vita privata con lo sport quando invece non è cosi. Oltre questo, la Cp, o la Gdf o i Cc non credo si pongono il problema a licenziare un proprio uomo per salvare l’immagine di onorabilissimi corpi quali sono. Evidentemente se non l’hanno fatto è perché proprio non cè motivo di farlo, oltre questo, se eventualmente ci fosse stata una sanzione, dovresti sapere che si va’ sull’amministrativo il che significa che è esattamente come prendere un autovelox per strada, dove è previsto o scritto difensivo o pagamento di sanzione e questo lo sa anche l’ultimo degli ignoranti. Certo che se fossero stati presi 42 kg di pesce si sarebbe saputo abbondantemente, anche perché “numeri” del genere, non si sentono dai tempi di Scarpati quando andò per la prima volta a Favignana circa 30 anni fa. E comunque sia, 1 kg o 1000 kg NON CAMBIA NULLA! Guarda che i giornali con queste cose ci campano e gli scoop fanno gola a tutti, se non è uscito nulla è perché non cè nulla da svelare. Fai una cosa, vattene a pescare, perché in questo riconosco che sei in gamba, ma ricorda che, prima di essere un campione in acqua, lo devi essere fuori, ma con i tuoi soliti atteggiamenti di assoluto basso profilo non credo vi riuscirai mai.

  30. Roberto Martinez scrive:

    Davide Serra, non importa di come si vuole pesare l’azione, ma la legge e la regolamentazione delle attività.
    Pescare in riserva o prendere più di 5 kg di pesce hanno per la legge lo stesso profilo di illecito. Poi ognuno interpreti come vuole, ma credo che qui, sia opportuno scrivere per termini di legge e non per modi di interpretare cose che sono perfettamente regolamentate.

  31. Roberto Martinez scrive:

    Antonio, visto che hai qualche problema con uno dei tre in particolare, perché non dici chi sei, almeno cosi puoi chiariti con lui di presenza come da persone civili ed evitare di nasconderti come fanno tutti i grandi uomini santi che ci sono nel nostro ambiente che prima tirano la pietra e poi nascondono la mano. Da quello che scrivi evinco che eri alla gara di trapani, potevi approfittarne, e invece ti sei nascosto come fanno tutti i vigliacchi e omertosi. Se i risultati agonistici sono stati raggiunti con assoluta onesta’ e davanti gli occhi di tutti, la vergonga è solo la tua che continui a richiedere un provvedimento nei confronti di una persona specifica, facendo leva su altre motivazioni, che non sono di determinazione da parte di nessuno qui dentro, ma fatte solo per escludere un atleta con cui non hai la benché minima possibilita’ di competere.

  32. Davide Serra scrive:

    Ma questo non è affatto vero! Lo sforamento dei 5 kg è un illecito amministrativo, la pesca in AMP, e per di più in notturna, è un illecito per il quale scatta d’ufficio la denuncia penale. Poi può essere un altro discorso coma la contestazione viene eventualmente derubricata in fase processuale, ma se il fatto fosse acclarato non ce la si cava di certo con una semplice ammenda.

  33. Roberto Martinez scrive:

    Davide Serra, puoi documentarti tu stesso. Che sfori i 5 kg o peschi in amp la legge lo riconosce sempre come bracconaggio. Il penale nella amp avviene solo in zona “A” nelle altre zone la normativa prevede che la sanzione per la “PescaSubacquea” e amministrativa, mi pare 516 euro o forse il doppio, e segnalazione all’autorita’ giudiziaria il che non significa niente. Cosa diversa per la pesca professionale che è penale in tutti i livelli di amp, ma per la pesca sportiva RIPETO, il penale è solo ed esclusivamente per la zona “A”.

  34. Salvatore Natoli scrive:

    Roberto Martinez o forse R.S.la tua troppa sicurezza ti sta portando ancora una volta a sbagliare, non sono io Filippo,Antonio,Rizzica ecc.ecc.non sono io l’autore dell’articolo su A.M.ne il fomentatore ti sarei grato se non menzionassi più fatti che mi riguardano personalmente come quello della macchina.
    Salvatore Natoli

  35. Antonio scrive:

    Quindi per R. S.alias Martinez alare il gommone all’imbrunire per recarsi a pescare di notte in amp e da equiparare a chi di giorno fa 10 kg in zone dove la pesca è consentita,tanto la sanzione è la stessa. Mi dispiace che in questa discussione vengano prese persone che non c’entrano nulla e se questo è un altro modo di giustificarsi è veramente indecoroso. Ammettete le vostre colpe e metteteci un punto che ci fate più figura, chi ha commesso il fatto siete stati voi e non altri. Renditi conto che ciò che è successo è inevitabilmente oggetto di discussione e ognuno ha il diritto di commentare a proprio piacere.

  36. Roberto Martinez scrive:

    Salvo Natoli, ma come mai ti sei sentito preso in considerazione, non è mica stato fatto il tuo nome!! Detto questo, non scambiare le persone, sai bene chi sono e se scrivo lo faccio solo perché quello che hai fatto e continui a fare è veramente disgustoso, nonostante io non c’entro nulla. Mi dispiace, quello che si semina si raccoglie, sei stato bravo a chiamarmi per raccontarmi tutto ed a chiamare anche chi si sarebbe dovuto occuparsi della situazione intimando di procedere nei confronti di azioni di cui non vi è nessun dato di fatto ma solo voci. Oltre questo, avendo ricevuto solo picche da tutti i lati, non contento, sei voluto andare a fondo, e tutti ci chiediamo il perché, considerato che di fatti ufficiali non ve ne sono. Non ti nascondere dietro ad un dito, assumiti le tue responsabilita’ perché come vedi tutto viene a galla.

  37. Roberto Martinez scrive:

    Antonio anche tu, qui non si sta giustificando ne difendendo nessuno, siamo tutti maggiorenni e responsabili delle proprie azioni. Si evidenzia solo come persone che tanto stinco di santo non sono, si riempiono la bocca di cose di cui non sanno nemmeno di cosa si stia parlando. Il profilo per legge è lo stesso ed è quello che conta. Commentare a proprio piacere senza nessun dubbio, ma almeno si faccia su fatti riportati da fonti ufficiali e non da voci, approfittandone per insultare la gente perché si è dietro ad un pc e si ha il “potere” di farlo. Da li nasce fisiologico pensare che è tutto fatto per invidia, oltre questo, se volete qualsiasi chiarimento in merito potete contattare la persona da voi oggetto di interesse e di sicuro sapra’ togliervi qualsiasi dubbio.

  38. Davide Serra scrive:

    Roberto, siccome la normativa la conosciamo entrambi, sai bene che la denuncia penale si può evitare, a prescindere dalla zonazione, solo grazie ad un cavillo e non è affatto automatico come sostieni tu.

    Possiamo stare qui a discutere fino a domattina su quanto sia corretto dal punto di vista normativo derubricare un reato considerato penale dalla legge quadro, a illecito amministrativo per mezzo della semplice menzione dello stesso all’interno del regolamento della AMP.

    Se c’è una trasmissione degli atti all’autorità giudiziaria è proprio perchè sarà questa a valutare l’esistenza o meno di profili di rilevanza penale.

    Detto questo continuo a trovare profondamente sbagliato mettere sullo stesso piano tutti gli illeciti amministrativi, come pure quelli penali, altrimenti di questo passo si potrebbe sostenere che la pesca di frodo in zona A e l’omicidio siano equiparabili perchè entrambi penali.

    Concordo invece con te che, arrivati a questo punto, una dichiarazione degli organi ufficiali sia doverosa anche perchè sono state fatte delle insinuazioni gravi e pesanti sulla gestione di questa faccenda che non credo facciano onore a alle forze dell’ordine.

  39. Roberto Martinez scrive:

    Davide serra la legge quadro che tu hai menzionato vieta anche la navigazione e l’ancoraggio all’interno della amp, ponendole come attività da punire con procedura penale, il che è assurdo e inapplicabile ( zona a esclusa). La normativa delle Egadi ed in particolare il disciplinare della amp se vai a vedere regolamenta la pia in modo specifico e prevedendo solo una sanzione amministrativa per la zona c. Per la legge un omicidio o pesca in zona “A” hanno sotto un profilo normativo la procedura penale ma è chiaro che non possono avere lo stesso profilo punitivo. Su una cosa sono d’accordo avere notizie dalle autorità coinvolte ma, esistendo una cosa che si chiama privacy, non credo che questo avverrà mai, anche perché e un diritto che deve essere rispettato da parte di tutti.

  40. salvatore rizzica scrive:

    roberto martinez, io non ti conosco assolutamente, almeno sotto questo nome, che sia vero o falso, ma puoi stare tranquillo che io non sono la persona che tu hai descritto nei commenti,o che hai confuso con un grande pescatore di nome salvatore natoli, che anche se non conosco di persona,ne ho sentito parlare bene, per la sua bravura, comunque tralasciando questo io sono salvatore rizzica, un palermitano e pescatore della domenica, non sono agonista ma tutto sommato me la cavo, faccio mangiare almeno una volta a settimana del pesce ai miei figli…. non capisco tutto questo astio nei miei confronti… per caso ho detto delle cose false???oppure sono “sbirro” perche ‘ ho parlato e fatto sapere alla gente le cose come realmente sono andate??!! sinceramente un po’ di persone si sono seccate per la gara di trapani,e’ stato sbagliato che gareggiasse, o almeno potevano aspetto qualche mese prima di farlo… chi gestisce le gare in sicilia, detto alla PALERMITANA l’ha scafazzata! ha mancato di rispetto a tutti i partecipanti “onesti” che pagano per confrontarsi e passare una giornata di amicizia con persone che hanno la stessa passione, qui le regole non sono state rispettate!comunque mi dispiace che sei poco informato, ma il tuo amico, che e’ giusto che non mi permetta di scrivere il suo nome, ha perso ufficialmente il lavoro, purtroppo quando ci si vanta di molto a parlare con persone che non conosci, ci si puo’ incappare in simili situazioni….ne dico un’altra, e’ stata la stessa g.c. a fare tutta l’operazione, perche stanca dei suoi ripetutissimi atteggiamenti che non rendevano merito alla divisa che lui portava, questo ti deve far molto capire, potrei prolungarmi molto di piu’ ma non e’ giusto nei suoi confronti e nei confronti delle persone per cui ci lavoravo. saluti. toto’

  41. sarago pizzuto scrive:

    Vergogna caro [iniziali editate dalla moderazione] non hai alcun rispetto del mare del tuo lavoro dei tuoi colleghi dei tuoi amici e di chi fa questo SPORT con amore. La sfacciatagine e la superbia spero che non ti bastino per uscirne fuori e poi come al solito rincorri qualche capoccione per farti aiutare………….congedati che e’ meglio, le mele marce fanno puzza e disonorano la divisa indossata dai militari della G.C., spero che il tuo Comando Generale ne venga presto a conoscienza perche’ sono tanti anni che prendi per i fondelli tutti oltre al fatto che dovresti camminare col capo chinato Tu che non hai rispetto di nessuno sia a lavoro che in mare cosa pretendi?? Comprenzione zero! questa volta ti sta bene e secondo me e’ sempre poco!
    V E R G O G N A T I ! ! SEI IL DISONORE IN PERSONA.
    IL GOVERNO DOVREBBE PUNIRTI ANCHE PER TUTTI I SOLDI CHE TI PORTI A CASA NON DICHIARATI!! VERGOGNATI! A lavoro vai solo per scaldare la sedia senza produrre nulla!! VERGOGNATI!

  42. Salvo battaglia scrive:

    Sarago pizzuto, tu come tutti gli altri non hai le palle e ti rivesti di omerta’, non dicendo chi sei. La persona che presupppongo tu stia menzionando io la conosco abbastanza bene, è una persona umile, che ha raggiunto determinati livelli solo con i sacrifici e ne tu e ne nessun altro ha il diritto di esprimersi in questo modo. Visto che dell’ambiente puoi contattarlo direttamente e di sicuro saprà come chiariti le idee.

  43. Filippo scrive:

    …………….. mentre la FIPSAS potrebbe già essersi attivata per andare a fondo alla faccenda e adottare i dovuti provvedimenti.

    Davide Serra, se così è finita la discoteca di Favignana, potevi anche evitare di staccare i biglietti !

    Filippo

  44. Davide Serra scrive:

    Filippo, i vertici regionali se ne sono lavati le mani asserendo che in mancanza di una condanna penale (che in ogni caso non ci sarebbe stata) non potaveno procedere in alcun modo.

    Per cui siamo al paradosso in cui un pezzo della federazione è (forse giustamente) garantista ai massimi livelli, mentre un altro, quello che è riuscito a far squalificare Villani bruciandogli un assoluto per delle CHIACCHIERE, dimostra di essere decisamente più forcaiolo.

    Ovviamente nulla di personale, ci mancherebbe, ma “due pesi e due misure” non è una politica esente da critiche, e mi pare il minimo.

  45. STEFANO scrive:

    A me tutta questa storia fa venire una nausea tremenda, meno male che non vivo piu´ in Italia da tempo, il mio povero paese e´ veramente ridotto malissimo

Leave a Reply