Home » Normativa pesca sub » Approfondimenti leggi pesca sportiva » FIPIA e Apnea Magazine: una proposta di legge per la pesca sub

FIPIA e Apnea Magazine: una proposta di legge per la pesca sub


In occasione dell’edizione 2015 dell’Eudi Show, FIPIA e Apnea Magazine hanno presentato al pubblico di appassionati una proposta condivisa per una revisione delle normative che disciplinano l’esercizio della pesca subacquea in apnea.

Il presidente FIPIA Fulvio Calvenzi e Giorgio Volpe, editore di Apnea Magazine, hanno preso le mosse da un’accurata ricostruzione della mancata evoluzione delle leggi che governano la pesca sub nel corso degli ultimi 11 anni, per poi illustrare una proposta di regolamentazione condivisa dalle due realtà.

Calvenzi e Volpe hanno messo in evidenza le inadempienze della politica, che, a dispetto dell’obbligo imposto dalla legge ormai dal lontano 2004, ad oggi non è riuscita a produrre un nuovo regolamento per la pesca sportiva e amatoriale e a pensionare il logoro DPR 1639/68. Mentre ancora oggi si attende una revisione di questo corpo normativo, ormai totalmente inadeguato, spesso iniquo e generalmente incapace di assicurare un equo contemperamento degli interessi delle diverse tipologie di utenti del mare costiero quali bagnanti, diportisti e subacquei, i nostri politici non trovano niente di meglio da fare che adoperarsi per l’istituzione di una licenza di pesca in mare a pagamento e l’assegnazione di una parte rilevante dei proventi alla pesca professionale. Anche a livello regionale si registra il tentativo di anticipare la mossa a livello nazionale con iniziative che, in caso di successo, finirebbero per creare tanti piccoli feudi, ciascuno con le proprie regole e soprattutto il proprio balzello.

Alla pesca subacquea sportiva e amatoriale servono norme chiare, eque e capaci di garantire la sicurezza delle immersioni in apnea. L’analisi delle storture e degli inconvenienti applicativi dell’ultimo mezzo secolo ha permesso l’elaborazione di una regolamentazione ispirata a questi semplici quanto irrinunciabili principi, che – si spera – possano essere accolti almeno in parte nel nuovo regolamento che il Ministero delle Politiche Agricole ha ricevuto mandato di confezionare.

Vi proponiamo la video sintesi dell’intervento, realizzata da FIPIA.

Tags: , ,

Category: Approfondimenti, News Normative

Leave a Reply