Home » Altre discipline » Apnea » Apnea outdoor: a Ischia fioccano i record!

Apnea outdoor: a Ischia fioccano i record!

| 8 ottobre 2014 | 0 Comments
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 1    Media Voto: 5/5]

Si sono svolti ad Ischia, dal 2 al 5 di ottobre, l’edizione 2014 dei Campionati Italiani FIPSAS di Apnea Outdoor. Gli atleti si sono dati battaglia in quattro specialità, tre varianti dell’immersione in assetto costante (con monopinna, con pinne e senza attrezzi) e il jump blue. L’organizzazione è stata curata dai circoli Roil Petroli Sud Apnea e da ANS Diving e ha visto la presenza di numerosi primatisti delle varie specialità, che ha compensato la scarsa partecipazione agonistica.

podio jb

Il podio del Jump Blue donne (foto Facebook)

Giovedì 2 ottobre

Il primo giorno della manifestazione si è disputata la gara di jump blue, partecipazione molto contenuta, solo 8 gli atleti in gara, 5 uomini e due donne. Nella categoria elite maschile vittoria per Michele Tomasi con 172 metri percorsi, piazza d’onore per Michele Giurgola con 165 e ultimo gradino del podio per Vincenzo Ferri con 126. Nell’elite femminile si è imposta Ilaria Bonin, primatista europea e mondiale della specialità, con 153,20 metri. Appena un passo indietro si è fermata la campionessa romana Alessia Zecchini con 150, black out per l’ultima donna in gara Gabriella Serafino. Con i risultati di Francesco D’amico nella prima categoria e di Enrico Persico nella seconda, la Roil Petroli Sud Apnea strappa il titolo di Società Campione d’Italia di Jump Blue 2014.

Classifica Finale Campionato Italiano JUMP BLUE

Venerdì 3 ottobre

La gara di assetto costante senza attrezzi è stata anche la prima a regalare un nuovo primato mondiale. Michele Tomasi, già detentore dei due record mondiali di assetto costante, con e senza attrezzi in lago, stampa ben 71 metri nonostante le intenzioni di girare a “soli” 62, il non aver mai raggiunto la quota del record in allenamento e l’aver urtato un assistente in risalita senza tuttavia deconcentrarsi ma concludendo in maniera perfetta il protocollo di uscita. Michele conquista quindi il nuovo primato mondiale CMAS CNF. Alle sue spalle ancora Michele Giurgola, argento con 55 metri e bronzo per Enrico Persico con 30. Nel campionato femminile vittoria per Ilaria Bonin che, con 40 metri, sigla anche il nuovo record italiano di specialità.

Classifica Finale Campionato Italiano Assetto Costante Senza Attrezzi

Record zecchini

Il podio del CWT monopinna donne (foto Facebook)

podio cwt mono

Il podio del CWT monopinna uomini (foto Facebook)

Sabato 4 ottobre

Con ben 13 atleti iscritti alla partenza, la gara di assetto costante con attrezzi (monopinna) è stata senza dubbio quella che ha catalizzato il maggior interesse degli atleti. Lo dimostrano ulteriormente i due annunci di record fatti alla vigilia da Alessia Zecchini, che puntava agli 86 metri (2 in più del recente primato siglato a Cagliari), e da Michele Tomasi che puntava ai -95 del nuovo primato mondiale CMAS. La gara femminile ha visto ampiamente confermati i propositi della Zecchini che, nonostante qualche problema con il cavo in discesa è riuscita agevolmente a confermare la misura annunciata, in 3 minuti e 5 secondi, siglando così il terzo record mondiale in assetto costante con monopinna in soli due anni, e avvicinando “pericolosamente” il record maschile di specialità dei -94 di Davide Carrera. La gara maschile ha invece visto ridimensionare gli annunci sia di Giurgola (-92) che di Tomasi (-95) che, al netto della penalità per non aver raggiunto la profondità dichiarata, si invertono di posizione sul podio con rispettivamente 82 mt (86 realizzati) e 73 mt (81 realizzati). Gradino più basso del podio per Luigino Ceppi con 70 mt.

Classifica Finale Campionato Italiano Assetto Costante Monopinna (femminile)

Classifica Finale Campionato Italiano Assetto Costante Monopinna (maschile)

Podio cwt pinne2

Il podio del CWT pinne (foto Facebook)

Domenica 5 ottobre

Chiusura in grande stile con la gara di Assetto Costante con Attrezzi (Pinne), stavolta sono 10 gli atleti iscritti e sorprendentemente non c’è neanche una donna. Questa volta è Michele Giurgola ad annunciare una misura da primato, 83 metri, addirittura 11 in più del recentissimo primato da lui siglato nelle acque della Marina di Ugento a fine settembre. Purtroppo la gara regalerà un secondo posto amaro a Michele che con 80 metri (omologati a 77,50 per la penalità del mancato raggiungimento della quota annunciata) si vedrà sorpassare da un prudente Tomasi che invece strappa senza problemi il cartellino dei -81 annunciati, facendo così coppiola e portandosi a casa sia la medaglia d’oro che il nuovo Record Italiano in Assetto Costante con pinne. Chiude il podio del CWT pinne Stefano Correale con la misura di 57,50 mt. La Roil Petroli Sud Apnea bissa il successo del primo giorno vincendo anche il titolo di Società Campione d’Italia di Immersione in Apnea in Assetto Costante.

Classifica Finale Campionato Italiano Assetto Costante Pinne

Classifica Finale Campionato Italiano per Società Assetto Costante

 

Apnea outdoor: a Ischia fioccano i record! scritto da Davide Serra media voto 5/5 - 1 voti utenti

Tags:

Category: Apnea, Articoli

Leave a Reply