> La grande sòla verde - Page 6 - Pesca in Apnea - AM FORUMS Jump to content

La grande sòla verde


Recommended Posts

  • Replies 172
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Vabbè

 

facciamo che è tutto vero

 

ma non ho capito quali sono i contro della "economia verde" rispetto a quella basata sul petrolio: non servirà per ridurre la CO2 sensibilmente, ma di certo non la peggiorerà, per tacere di particolari e polveri sottili assortite.

 

Insomma, perchè tanto trolleggio astio? Perchè i politici "green" mentono per assecondare interessi economici? Mentre i Bush, i Trump, i Marchionne e gli emiri vari sono disinteressati paladini della verità che perseguono il bene comune?

 

Appunto.

 

Come se investire in energia alternativa, riciclabile, e sostenibile fosse una cosa negativa. Che uno pseudo pescatore in apnea faccia l'apologia dell'industria petrolifera fa tristezza.

 

Non so, forse Oloturia ci vuole far credere che le cellule fotovoltaiche costano piu' di un'automobile, che ci sono piu' cellule fotovoltaiche in Italia che auto circolanti, e che quindi "la grande industria verde" fattura di piu' di quella petrolifera.

http://vignette1.wikia.nocookie.net/nonciclopedia/images/f/f8/Tot%C3%B2_a_colori._Ma_mi_faccia_il_piacere!.gif/revision/latest?cb=20160528163451

 

Oltretutto, fin dal primo post, disinformazione a nastro. Quello che succede quando uno si ferma al titolone di un articolo di pura propaganda scritto solo per fare notizia senza guardare ai fatti, e senza curarsi dei contenuti. Infatti cio' che viene contestato (e in malafede) non sono ne' i dati ne' il contenuto del rapporto, ma il momento in cui il rapporto e' stato reso pubblico. Eppure lo stesso Bates in un'intervista non solo riconosce che la Terra si sta surriscaldando a causa delle emissioni di CO2 prodotte dall'attivita' umana, ma sostiene pure che nel famigerato rapporto sotto accusa non c'era "no data tampering, no data changing, nothing malicious".

 

Oltretutto si contesta il fatto che l'articolo con i dati del rapporto sia stato pubblicato il 26 Giugno 2015, un mese prima del summit di Parigi; si preferisce invece ignorare il fatto che l'articolo e' stato inviato alla rivista Science nel Dicembre 2014, sette mesi prima della sua pubblicazione, e quasi un anno prima del summit sul clima di Parigi.

 

Questo intero thread e' un insulto all'intelligenza e al senso comune. Anzi, non fa neppure molto onore ad AM.

Link to post
Share on other sites

 

Vabbè

 

facciamo che è tutto vero

 

ma non ho capito quali sono i contro della "economia verde" rispetto a quella basata sul petrolio: non servirà per ridurre la CO2 sensibilmente, ma di certo non la peggiorerà, per tacere di particolari e polveri sottili assortite.

 

Insomma, perchè tanto trolleggio astio? Perchè i politici "green" mentono per assecondare interessi economici? Mentre i Bush, i Trump, i Marchionne e gli emiri vari sono disinteressati paladini della verità che perseguono il bene comune?

 

Appunto.

 

Come se investire in energia alternativa, riciclabile, e sostenibile fosse una cosa negativa. Che uno pseudo pescatore in apnea faccia l'apologia dell'industria petrolifera fa tristezza.

 

Non so, forse Oloturia ci vuole far credere che le cellule fotovoltaiche costano piu' di un'automobile, che ci sono piu' cellule fotovoltaiche in Italia che auto circolanti, e che quindi "la grande industria verde" fattura di piu' di quella petrolifera.

http://vignette1.wikia.nocookie.net/nonciclopedia/images/f/f8/Tot%C3%B2_a_colori._Ma_mi_faccia_il_piacere!.gif/revision/latest?cb=20160528163451

 

Oltretutto, fin dal primo post, disinformazione a nastro. Quello che succede quando uno si ferma al titolone di un articolo di pura propaganda scritto solo per fare notizia senza guardare ai fatti, e senza curarsi dei contenuti. Infatti cio' che viene contestato (e in malafede) non sono ne' i dati ne' il contenuto del rapporto, ma il momento in cui il rapporto e' stato reso pubblico. Eppure lo stesso Bates in un'intervista non solo riconosce che la Terra si sta surriscaldando a causa delle emissioni di CO2 prodotte dall'attivita' umana, ma sostiene pure che nel famigerato rapporto sotto accusa non c'era "no data tampering, no data changing, nothing malicious".

 

Oltretutto si contesta il fatto che l'articolo con i dati del rapporto sia stato pubblicato il 26 Giugno 2015, un mese prima del summit di Parigi; si preferisce invece ignorare il fatto che l'articolo e' stato inviato alla rivista Science nel Dicembre 2014, sette mesi prima della sua pubblicazione, e quasi un anno prima del summit sul clima di Parigi.

 

Questo intero thread e' un insulto all'intelligenza e al senso comune. Anzi, non fa neppure molto onore ad AM.

 

Senti un pò,, visto che ti sei maldestramente schierato ', ora dammi tu il link a questa famigerata intervista a Bates e sopratutto fammi vedere da dove arriva. Stà a te l'onere della prova. e così che si usa e si chiama dialettica. Discende dall' onere pagato prima prima che deriva l'onore guadagnato poi,

Io le pezze d'appoggio alle mie tesi per lo meno le ho tirate fuori ed erano autorevoli e provenienti da "Science" e non di "Arkansas Pugnettes", le tue invece dove stanno?

E così che si fà, si caccianio fuori i tuoi documenti e non le cazzate a proposito di insulti, di onore e di intelligenze tutte presunte e mai sciorinate.

Da te al momento giungono solo chiacchiere ma neanche uno straccio di distintivo, direbbe Al Capone.

E lascia stare AM che ci ospita senza nulla a pretendere e in questa storia non c'entra una fava.

Link to post
Share on other sites

 

Vabbè

 

facciamo che è tutto vero

 

ma non ho capito quali sono i contro della "economia verde" rispetto a quella basata sul petrolio: non servirà per ridurre la CO2 sensibilmente, ma di certo non la peggiorerà, per tacere di particolari e polveri sottili assortite.

 

Insomma, perchè tanto trolleggio astio? Perchè i politici "green" mentono per assecondare interessi economici? Mentre i Bush, i Trump, i Marchionne e gli emiri vari sono disinteressati paladini della verità che perseguono il bene comune?

 

Appunto.

 

Come se investire in energia alternativa, riciclabile, e sostenibile fosse una cosa negativa. Che uno pseudo pescatore in apnea faccia l'apologia dell'industria petrolifera fa tristezza.

 

Non so, forse Oloturia ci vuole far credere che le cellule fotovoltaiche costano piu' di un'automobile, che ci sono piu' cellule fotovoltaiche in Italia che auto circolanti, e che quindi "la grande industria verde" fattura di piu' di quella petrolifera.

http://vignette1.wikia.nocookie.net/nonciclopedia/images/f/f8/Tot%C3%B2_a_colori._Ma_mi_faccia_il_piacere!.gif/revision/latest?cb=20160528163451

 

Oltretutto, fin dal primo post, disinformazione a nastro. Quello che succede quando uno si ferma al titolone di un articolo di pura propaganda scritto solo per fare notizia senza guardare ai fatti, e senza curarsi dei contenuti. Infatti cio' che viene contestato (e in malafede) non sono ne' i dati ne' il contenuto del rapporto, ma il momento in cui il rapporto e' stato reso pubblico. Eppure lo stesso Bates in un'intervista non solo riconosce che la Terra si sta surriscaldando a causa delle emissioni di CO2 prodotte dall'attivita' umana, ma sostiene pure che nel famigerato rapporto sotto accusa non c'era "no data tampering, no data changing, nothing malicious".

 

Oltretutto si contesta il fatto che l'articolo con i dati del rapporto sia stato pubblicato il 26 Giugno 2015, un mese prima del summit di Parigi; si preferisce invece ignorare il fatto che l'articolo e' stato inviato alla rivista Science nel Dicembre 2014, sette mesi prima della sua pubblicazione, e quasi un anno prima del summit sul clima di Parigi.

 

Questo intero thread e' un insulto all'intelligenza e al senso comune. Anzi, non fa neppure molto onore ad AM.

 

ma falla finita e lèvati

Edited by Rijkaardt
Link to post
Share on other sites

Comunque vada a finire però io non volevo accendere un flame ideologico del tutto inutile. Volevo far sapere agli appassionati del mare che ci sono altre spiegazioni per interpretare quello che succede e che qui nessuno nega che succeda (..l' AGW)

Quello che mi dà più fastidio non sono le opinioni contrarie alle mie o gli attacchi personali tipo quella inverosimile, inaudita e ridanciana dell' "autotrolling" (..io trollerei il mio stesso thread.. quasi una specie di "autoriciclaggio" :banging: ) quanto la mancanza pressochè totale di tesi contrarie alle mie e sopratutto la mancata presentazione di fatti ( cioè pezze d'appoggio quali links pdfs immagini o altro) contrari a quelli che io ho portato. (..la NASA!)

Invece del contraddittorio c'è l'autodafè e la censura dell'inquisizione con annesso rogo mediatico per l'eretico on line.

Questa ggggente c'ha proprio il medioevo nel quore, sono talebani.

Link to post
Share on other sites
È degno di Kafka che violino la libertà di stampa proprio coloro che più la invocano e se ne dichiarano paladini.

 

Questa frase è così lapidaria che finirà che me la farò tatuare sul petto.

Il 4° 5° e 6° potere dei media ci stanno portando dritti dritti dentro al regno oscuro del Dr. Goebbels e come conseguenza la ricerca della verità troppo spesso costa assai cara a chi la persegue e così ogni giorno c'è un nuovo Giordano Bruno (..non Bruno Giordano :lol: ) che và al rogo.

Eresia, ribellione e insurrezione sono manifestazioni della tanto bistrattata "libertà di pensiero" che è l'unica vera libertà a cui possiamo aspirare.

Link to post
Share on other sites

E adesso vediamo pure chi sono i 300 firmatari della "petizione Lindzen" a Trump, tanto per insistere sul fatto che porto fatti e non chiacchiere o opinioni

 

https://wattsupwiththat.com/2017/02/25/richard-lindzen-petition-to-president-trump-withdraw-from-the-un-convention-on-climate-change/


Saggio di Eric Worrall del 25 febbraio 2017

Il Prof.Richard Lindzen ha inviato una petizione al presidente Trump con cui chiede al Presidente di ritirare gli Stati Uniti dalla Convenzione delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici.

lindzen.jpg?w=300&h=269

La petizione contiene i nomi di circa 300 eminenti scienziati e altri soggetti qualificati, tra fisici, ingegneri, ex astronauti, meteorologi, specialisti di immunologia, biologi marini, chimici, statistici, medici, specialisti meteo militari, geologi, commercialisti, un ex direttore della NASA , economisti, specialisti del suolo, i matematici, idrologi, scienziati ambientali, specialisti di modellazione al computer, e molti altri .

È un lungo elenco in pdf scaricabile da qui.

 

Ci sono in mezzo ai firmatari perfino 2 luminari italiani e qualche vera pop-star della scienza come Freeman Dyson, il famoso fisico che ha teorizzato la "Sfera di Dyson".

Insomma credo che la famosa lettera diretta a Roosevelt da parte di Einstein da cui partì il Progetto Manhattan fosse controfirmata da molti meno scienziati rispetto a questa petizione e sappiamo tutti che poi la bomba quelli poi la fecero davvero.

Speriamo che il presidente Trump agisca rapidamente su richiesta del Dr. Lindzen.

Se qualcuno che si conosce reclama che il dibattito sul clima è finito, che gli si mostri una copia della petizione del Dr. Lindzen.

Link to post
Share on other sites

L'ho letta, e secondo me

 

http://criticalmastra.corriere.it/files/2014/08/cagata-pazzesca-fantozzi.jpg

 

"Restricting access to fossil fuels has very negative effects upon the wellbeing of people around the world.It condemnsover 4 billion people in still underdeveloped countries to continued poverty."

 

Queste sarebbero le motivazioni? Come se i petrolieri e i carbonari fossero tutti trotzkysti :D

 

 

Caso mai è vero il contrario: un pannello solare o una turbina possono garantire alle abitazioni rurali o nelle zone non sviluppate energia come niente altro!

 

"carbon dioxide is not a pollutant. To the contrary, there is clear evidence that increased atmospheric carbon dioxide is environmentally helpful to food crops and other plants that nourish all life. It is plant food, not poison."

 

Questo si che è un argomento :D

images.jpg

Insomma, la lettera che citi è sotto ogni evidenza un atto politico in chiaro stile Idiocracy-Trumpiano che non porta assolutamente nessun argomento. (Ri)Guardatevi il film Idiocracy che è tristemente profetico ;)

Edited by zavorra
Link to post
Share on other sites

L'ho letta, e secondo me

 

http://criticalmastra.corriere.it/files/2014/08/cagata-pazzesca-fantozzi.jpg

 

"Restricting access to fossil fuels has very negative effects upon the wellbeing of people around the world.It condemnsover 4 billion people in still underdeveloped countries to continued poverty."

 

Queste sarebbero le motivazioni? Come se i petrolieri e i carbonari fossero tutti trotzkysti :D

 

 

Caso mai è vero il contrario: un pannello solare o una turbina possono garantire alle abitazioni rurali o nelle zone non sviluppate energia come niente altro!

 

"carbon dioxide is not a pollutant. To the contrary, there is clear evidence that increased atmospheric carbon dioxide is environmentally helpful to food crops and other plants that nourish all life. It is plant food, not poison."

 

Questo si che è un argomento :D

 

attachicon.gifimages.jpg

 

Insomma, la lettera che citi è sotto ogni evidenza un atto politico in chiaro stile Idiocracy-Trumpiano che non porta assolutamente nessun argomento. (Ri)Guardatevi il film Idiocracy che è tristemente profetico ;)

E' un dato di fatto che milioni di persone cucinano bruciando merda secca.

Secondo Repubblica (..che in quanto a cagate non è seconda a nessun) pure gli italiani cominciano a comprare merda da bruciare anzichè pannelli fotovoltaici

Questa si che è una cagata pazzesca.

E tu che gli vorresti dare al posto della merda secca? I pannelli fotovoltaici? :vomito:

Ma se non riusciamo noi pseudo-ricchi a rimediare i soldi per comprarli figurati dove trova i soldi un paria del Bangladesh!

Per questo serve una moratoria, per dare il tempo a 4 miliardi di bruciatori di merda secca di arrivare a potersi comprare un'alternativa credibile ed ecosostenibile.

E poi la gente che lavora tutto il giorno cucina di notte e di notte con i pannelli fotovoltaici ci si tirano le pippe.

:sbadiglio: Idiocracyuna sega.

Edited by OLOTURIA
Link to post
Share on other sites

20561163.jpg

 

La sineddoche (pronunciato sinèddoche, dal greco «συνεκδοχή» attraverso il latino «synecdŏche», in italiano «ricevere insieme»)[1] è un procedimento linguistico-espressivo (secondo la linguistica moderna) o una figura retorica (secondo la retorica classicistica). Essa consiste nella sostituzione di un termine con un altro che ha con il primo una relazione di carattere quantitativo (la parte per il tutto o viceversa, il singolare per il plurale o viceversa – se si basa sulla quantità delle cose oggetto della sineddoche; il genere per la specie o viceversa, dunque la somiglianza – se invece si basa sulla qualità delle cose oggetto della sineddoche).

(Wikipedia, ça va sans dire...)

 

Però nel tuo caso parlare di merda secca per difendere quello che il documento citato chiama esplicitamente "fossil fuels" è più una paraculata che una sineddoche :D :D :D

Sempre che tu non pensi seriamente che il succo del discorso sia impedire ai contadini di accendere il fuoco con la :cacca::cacca::cacca:.

 

Oppure si sta parlando di trasporti, centrali elettriche e riscaldamento di intere città a carbone/petrolio/gas?

Edited by zavorra
Link to post
Share on other sites

Lascia perdere che non fà per te.

Paraculate e/o sineddoche che siano è un dato di fatto inconfutabile che i peones di tutto il mondo ora cucinano con la merda secca.

Il fatto che pure gli italiani cominciano a usare la merda secca invece di installare pannelli solari significa solo che le regole dell'economia non possono essere sovvertite o stravolte: vince sempre la tecnologia meno costosa e più semplice se non cambi tutto il quadro di riferimento.

Dimmi piuttosto come fai a sostituire il carbone negli altoforni cinesi visto che l'acciaio è fatto con il carbone e senza carbone non fai l'acciaio e quelli ora vogliono l'acciaio, tanto acciaio.

Anche per fare la "cura del ferro" tanto osannata per la ricetta verde ci vuole l'acciaio, tanto acciaio forse tanto quanto per fare automobili.

Fare i treni di carta come gli aeroplanini non è una soluzione, servono colpi d'ala non colpi di coda.

Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...