> cosa bere durante la battuta? - Page 2 - Pesca in Apnea - AM FORUMS Jump to content

cosa bere durante la battuta?


Recommended Posts

ringrazio per i contributi interessanti reduce e ciappuzzo, speravo di avviare una discussione costruttiva e utile, evidentemente non è il caso. Dubbi risolti, grazie a chi ha contribuito in modo serio

 

........ se esiste una risposta poco seria è questa.

Link to post
Share on other sites

allora l'acqua da sola non è sufficiente perchè durante la pesca in apnea si perdono elettroliti come Sodio e Potassio attraverso le urine che vengono emesse in gran quantità per l'aumento di produzione degli ormoni natriuretici : ANP ( Atrial NatriureticPeptide), BNP (Brain Natriuretic Peptide), CNP (C Type Natriuretic Peptide). E' quindi necessario addizionare all'acqua degli integratori salini per fronteggiare la perdita di Sodio, Potassio, Cloro e Magnesio. Ricordo inoltre che per effetto del Diving Reflex c'è il"sequestro" dell'Acido Lattico nei tessuti muscolari periferici per tutta l'attività di pesca, Ac. Lattico che verrà poi liberato a partire da circa 1 ora dalla fine dell'attività in acqua; questa liberazione che si protrae per diverse ore sposta l'equilibrio dell'organismo verso l'acidosi che sarà molto più marcata se non si è provveduto al reintegro degli elettroliti e dei liquidi persi.

Link to post
Share on other sites

Professore io di solito l'integratore lo prendo prima delle immersioni,di solito prendo quello che trovo una bustina o una compressa prima di colazione,che di solito non faccio,sarà sufficiente?

Link to post
Share on other sites

allora l'acqua da sola non è sufficiente perchè durante la pesca in apnea si perdono elettroliti come Sodio e Potassio attraverso le urine che vengono emesse in gran quantità per l'aumento di produzione degli ormoni natriuretici : ANP ( Atrial NatriureticPeptide), BNP (Brain Natriuretic Peptide), CNP (C Type Natriuretic Peptide). E' quindi necessario addizionare all'acqua degli integratori salini per fronteggiare la perdita di Sodio, Potassio, Cloro e Magnesio. Ricordo inoltre che per effetto del Diving Reflex c'è il"sequestro" dell'Acido Lattico nei tessuti muscolari periferici per tutta l'attività di pesca, Ac. Lattico che verrà poi liberato a partire da circa 1 ora dalla fine dell'attività in acqua; questa liberazione che si protrae per diverse ore sposta l'equilibrio dell'organismo verso l'acidosi che sarà molto più marcata se non si è provveduto al reintegro degli elettroliti e dei liquidi persi.

 

Che tipo di integratori consiglia, Dottore? E in quali quantità? Polase Sport va bene?

Edited by g.doddis
Link to post
Share on other sites

 

quindi non sono l'unico col reflusso :(

emoprazolo la mattina,acqua durante,e birretta quando esco :cheers:

Emoprazolo = Antra, Omeprazen, Omolin, Nansen, Protec

Esomeprazolo (Emoprazolo levogiro) = Nexium

Lascia perdere la birretta che aumenta l'acidità gastrica e passa direttamente al the verde fatto in casa senza zucchero e mantenuto a temperatura ambiente. Può non piacerti ma disseta assai e ti protegge lo stomaco.

 

 

 

quindi non sono l'unico col reflusso :(

emoprazolo la mattina,acqua durante,e birretta quando esco :cheers:

Emoprazolo = Antra, Omeprazen, Omolin, Nansen, Protec

Esomeprazolo (Emoprazolo levogiro) = Nexium

Lascia perdere la birretta che aumenta l'acidità gastrica e passa direttamente al the verde fatto in casa senza zucchero e mantenuto a temperatura ambiente. Può non piacerti ma disseta assai e ti protegge lo stomaco.

ma secondo te perchè ce l'ho il reflusso!? :drunk:

Link to post
Share on other sites

Professore io di solito l'integratore lo prendo prima delle immersioni,di solito prendo quello che trovo una bustina o una compressa prima di colazione,che di solito non faccio,sarà sufficiente?

a me me pare na str... il Prof. magari mi smentirà ma credo che i sali vadano reintegrati solo dopo che sono stati persi altrimenti un eccesso potrebbe essere dannoso. Possono venire crampi e nei soggetti predisposti (il sottoscritto) l'eccesso salino può indurre le vertigini (mi sono venute proprio con il polase sport).

Link to post
Share on other sites

mi sembra che quello che ho scritto sia estremamente chiaro:con le urine si perdono sodio, cloro, potassio e magnesio nel corso di tutta la pescata e pertanto il reintegro deve essere contemporaneo.

I crampi vengono per deficit di potassio nelle fibre muscolari.

Le vertigini non hanno alcun nesso con l'assunzione di soluzioni saline ma sono la conseguenza di stimolazione labirintica da motivi diversi:

  1. compensazione forzata;
  2. blocco inverso (vertigini alternobariche);
  3. barotrauma dell'orecchio medio;
  4. ipercapnia;
  5. eccesso di acido lattico post immersione.

per quanto riguarda il tipo di integratori vanno bene quelli contenenti gli elettroliti che ho menzionato.

Il reflusso gastro-esofageo può essere la conseguenza di una ernia iatale o semplicemente legato all'ingestione di acqua di mare durante l'attività di pesca; il mio consiglio è di fare una visita specialistica per avere certezza che non si tratti di ernia iatale.

Link to post
Share on other sites

... ma secondo te perchè ce l'ho il reflusso!? :drunk:

Lo chiedi proprio a me perchè il guaio ce l'ho pure io? :laughing:

.. o al dott. Malipieri che di mestiere lo cura? :D

Il guaio lo fà il cardias che altro non è che il coperchio dello stomaco,

Un coperchio che evidentemente a noi 3 (io, tu e Reduce) non chiude bene per niente per motivi che possono essere diversi.

Qualcosa ha deformato o slabbrato il cardias (..gli acidi dello stomaco sono corrosivi!) oppure funziona male l'sofago (Acalasia) per altri motivi che il buon Dott. Malipieri conosce ma io no.

Invece conosco un tipo (un autista ministeriale) il cui esofago gli si è letteralmente lacerato partendo dal cardia fino alla gola e ora è ancora vivo per miracolo dopo essere stato letteralmente squartato e ricucito in sala operatoria.

Motivo per cui propenderei per non sottovalutare il problema B)

Link to post
Share on other sites

 

... ma secondo te perchè ce l'ho il reflusso!? :drunk:

Lo chiedi proprio a me perchè il guaio ce l'ho pure io? :laughing:

.. o al dott. Malipieri che di mestiere lo cura? :D

Il guaio lo fà il cardias che altro non è che il coperchio dello stomaco,

Un coperchio che evidentemente a noi 3 (io, tu e Reduce) non chiude bene per niente per motivi che possono essere diversi.

Qualcosa ha deformato o slabbrato il cardias (..gli acidi dello stomaco sono corrosivi!) oppure funziona male l'sofago (Acalasia) per altri motivi che il buon Dott. Malipieri conosce ma io no.

Invece conosco un tipo (un autista ministeriale) il cui esofago gli si è letteralmente lacerato partendo dal cardia fino alla gola e ora è ancora vivo per miracolo dopo essere stato letteralmente squartato e ricucito in sala operatoria.

Motivo per cui propenderei per non sottovalutare il problema B)

 

L'ernia iatale è comune, pare che il 40% degli italiani se la porti dietro e non c'è un motivo particolare per cui venga perché colpisce tanto gli obesi come i magri. Addirittura viene considerato fattore di rischio per l'ernia iatale avere addominali forti, perché spingono lo stomaco verso l'alto.

 

Quello che vorrei chiedere al Dott. Malpieri è la compatibilità di integratori salini come il Polase (non di certo il Gatorade che ha più le caratteristiche di una bevanda commerciale) con l'aumento di acidità, visto che a mio avviso l'assunzioni di sali aumenta l'acidità a prescindere e non solo l'acqua di mare.

E' peggio qualche sale in meno o dell'acidità in più? Ho letto di chi prende degli inibitori di pompa protonica ( qualsiasi PPI è sempre un farmaco) prima della pescata, non si va un poco oltre se si inizia a prender sali durante per reintegrare non aver crampi e poi dover prender PPI per compensare l'acido?

Non sarebbe meglio invece lavorare su ciò che si fa prima di andare a pescare, ad esempio allenandosi quel che basta in modo di non aver i crampi, visto che la pesca subacquea è uno sport a bassa intensità che non richiede chissà quale preparazione atletica?

Edited by Mauro Sanvito
Link to post
Share on other sites

Bella domanda a cui mi associo.

Si leggono cose strabilianti e presumibilmente esagerate riguardanti i presunti benefici di una dieta alcalina e la cosa c'entrerebbe con la pratica della PIA come il cacio cala presumibilmente sempre bene sui maccheroni.

Cosa bere durante la PIA è solo una parte di tutta la dieta mirata alla pratica sportiva "a testa in giù".

A rigor di logica l'alcalinizzazione del sangue dovrebbe contrastare l'accumulo di acido lattico e allontanare il rischio dei crampi ma io non conosco i processi di retroazione organica e i tempi con cui avvengono, ragion per cui non è detto che l'assunzione di bevande saline comporti un aumento automatico e immediato dell'acidità gastrica.

Potrei ipotizzare anche che alcalinizzare lo stomaco con i sali possa causare una simultanea acidificazione del sangue per qualche reazione automatica a me sconosciuta.

Se ciò fosse vero per evitare il riflusso gastrico assumendo alcali si potrebbe aumentare sia il rischio di crampi che l'insorgenza della stanchezza.

Link to post
Share on other sites

Per esperienza passata, la volta che ho provato su consiglio altrui a prender integratori salini mentre ero a pesca, l'effetto negativo sullo stomaco l'ho sentito subito. Negativo

Normalmente invece nelle pause bevo acqua, se devo fare una uscita impegnativa la bottiglia da 1,5 lt è appesa al pallone. Effetti solo positivi.

Posso anche dire che personalmente non ho grosse difficoltà ad entrare in acqua a stomaco pieno, ma questo credo che sia soggettivo e legato anche al fatto che ero abituato ad andare a nuotare di pinnato dopo cena. Il corpo si abitua a tutto. A stomaco pieno 0 crampi, forse perché si è belli pieni di sali.

Link to post
Share on other sites

"Potrei ipotizzare anche che alcalinizzare lo stomaco con i sali possa causare una simultanea acidificazione del sangue per qualche reazione automatica a me sconosciuta."

 

mi sembra molto improbabile che l'assunzione di sali (quindi basi organiche) possa acidificare il sangue. Nell'organismo esiste un rapporto che si chiama equilibrio acido-base e che mantiene il pH (concentrazione degli ioni Idrogeno) del sangue e dell'organismo entro limiti ben precisi tra 7.35 e 7,45; se il valore diminuisce siamo in acidosi se aumenta siamo in alcalosi. L'immersione in apnea sposta il pH del sangue verso quella che noi medici chiamiamo acidosi mista (respiratoria e metabolica) perchè c'è una elevata produzione di ioni Idrogeno (dall'acido lattico, dall'ipercapnia e dall'ipossia) c'è inoltre perdita di elettroliti come già detto (Sodio, Potassio,Cloro e magnesio) che vanno ad alterare quello che si chiama equilibrio idro-elettrolitico se poi aggiungiamo la perdita di liquidi legata all'aumento di produzione degli ormoni natriuretici (pisciarella del subacqueo) il quadro è completo e dimostra,come da studi e ricerche fatti a livello internazionale, che l'integrazione con i sali evita la comparsa di disturbi di tipo acidosico che potrebbero dare origine alla sincope da apnea. Gli inibitori della pompa protonica (omeprazolo, pantoprazolo e similari) non antagonizzano l'effetto degli integratori salini perchè agiscono sui recettori anti H2 bloccando il rilascio di acido cloridrico a livello dello stomaco.

Link to post
Share on other sites
  • 4 weeks later...

Massimo,

volevo chiedere il tuo parere sull'utilizzo estemporaneo durante la pescata di maltodestrine e sali minerali, quelli formulati per le attività prolungate (endurance), tipo il ciclismo.

Personalmente, li uso da anni ma solo durante le gare di pesca (anche di tiro sub) o in condizioni di pesca dove prevedo un dispendio energetico superiore alla media.

Infatti, quando pesco per conto mio è sempre una cosa molto rilassante dove sia i tempi di recupero che gli spostamenti sono gestiti in modo "vacanziero" (infatti non piglio mai una mazza... :whistling:).

Normalmente, facendo tesoro dei tuoi consigli da sempre, bevo acqua molto e regolarmente ben prima di percepire la sete.

Con l'utilizzo delle maltodestrine ho notato che il rendimento atletico ne trae vantaggio, senza, ho notato che l'affaticamento si nota di più dopo le prime due ore e mezza/tre.

E' opportuno continuare o secondo te è inutile e bastano i sali minerali come ha già ampiamente illustrato?

Grazie. Un abbraccio. Peppe.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...