> brutta sinusite - Sicurezza & Medicina - AM FORUMS Jump to content

brutta sinusite


Recommended Posts

Salve a tutti, vorrei sapere se possibile la vostra opinione.

Premesso che pesco da molti anni, estate e inverno, e che ho avuto questi problemi solo nel 1995, da circa un mese e mezzo sono afflitto da una brutta sinusite che mi ha impedito di svolgere la mia solita attività di pesca.

Dopo l'ultima pescata dei primi di ottobre sono arrivati i primi sintomi di dolore intenso alla fronte e agli zigomi.

 

Ho iniziato prima con il mio medico curante che mi ha prescritto aereosol con Clenil+fluimucil+atem e dopo un pò, visti i pochi risultati, mi ha prescritto 6 giorni di augmentin.

Alla fine del ciclo antibiotico stavo esattamente come prima.

 

Allora mi sono rivolto ad un otorino dell'ospedale che non vedendo grandi quantità di muco nelle fosse raggiungibili con lo strumento di cui non ricordo il nome (quello che insericono nelle narici con la luce etc...) e dopo avergli detto che svolgevo attività subacquee, mi ha prescritto un altro antibiotico, Levoxcin 500, aereosol con rinowash fluimucil+yabro+forbest, fluimucil 600 capsule, tc cranio e seni e una vista neurologica.

 

A questo punto, non convinto, ho preferito andare da un otorino a pagamento, conosciuto perchè svolge le visite mediche del nostro club subacqueo da molti anni.

Naturalmente anche lui mi ha detto che senza una tac era difficile valutare la situazione.

Così ho fatto la tac, di cui vi allego un immagine, e dopo aver verificato lo stato di riempimento dei seni mi ha prescritto Ciproxin 500 due volte al giorno, fumenti con bicarbonato e aereosol con fluimucil antibiotico il tutto preceduto da due spruzzi di biorinil.

La terapia di sei giorni si è ripetuta tre volte alla fine ho ottenuto dei risultati ma ora che sto un pò meglio accuso comunque dei dolorini a volte a sinistra e altre a destra sui seni frontali.

Ho continuato imperterrito a fare i fumenti e lavaggini ripetuti con acqua di sirmione, ma non ne posso più vorrei tornare ai miei giorni di pesca invernale alla spigola.

Ho paura che per risolvere completamente sia costretto ad un intervento o comunque vista l'eta non proprio più da giovanotto (49) che mi venga detto di fare meno pescate.

Vi prego di darmi qualche consiglio

Saluti Antonio

tac.jpg

Link to post
Share on other sites

ciao, indubbiamente la terapia del primo medico otorino era più efficace, se non altro perché il levoxacin è di nuova generazione rispetto al ciproxin e anche le terapie di contorno migliori.

Comunque ritengo che tu possa guarire senza problemi. La questione si pone per la ripresa dell'attività subacquea.

Ti premetto che il problema delle sinusiti è che se non curate bene recidivano e possono diventare croniche.

Spesso la scomparsa dei sintomi non conferma che tu sia completamente guarito.

Se ti immergi con un residuo di malattia rischi di infiammare nuovamente la mucosa.

Inoltre se ti immergi con ancora la presenza di muco potresti avere dei baro-traumi dei seni nasali che potrebbero allungare il periodo di guarigione.

Devi avere la conferma di essere completamente guarito prima di andare nuovamente al mare.

Ti consiglio poi di monitorare la situazione.

Devi continuare a fare dei lavaggi e avere un periodo di riposo dalle immersioni.

 

Spesso la causa delle sinusiti dipende da un abbassamento delle difese immunitarie, anche dovuto allo stress.

 

Se puoi continua un'attività sportiva aerobica, corsa leggera o passeggiata a passo veloce, almeno un'ora al giorno.

 

In bocca al lupo

 

Alfiere

 

 

Link to post
Share on other sites

carissimo Alfiere di norma ci si presenta qualificandosi come competente del settore (medico,infermiere) e poi si danno consigli.

 

Cominciamo con la terapia data che presenta un farmaco assolutamente inadatto per chi fa attività subacquea ed è il Biorinil che contiene un farmaco vasocostrittore che agisce sull'attività cardiaca aumentando la frequenza cardiaca e le pressione arteriosa; altra lacuna è non averti fatto fare un tampone nasale con antibiogramma per valutare quale sia l'antibiotico migliore da usare senza andare per tentativi (ciproxin e altri).

Ho visionato la TAC presenti accumuli di muco a livello dei seni frontali e dell'etmoide. Aspetto il risultato del tampone nasale per impostare una terapia adatta al caso.

Link to post
Share on other sites

Salve Dottore, effettivamente anch'io pensavo che un tampone sarebbe stato utile visto che tanti antibiotici di fatto non hanno prodotto tanti risultati o comunque molto lentamente, ma nessuno me lo ha richiesto. Tuttavia, essendo attualmente in una fase di miglioramento in cui sono passati i dolori e sono rimasti un pò di muchi, vorrei chiederle se ritiene necessario effettuare il tampone o se aspettare che le cose si normalizzino da sole.

La ringrazio anticipatamente per la consulenza che ci offre e le invio i miei saluti.

Antonio Lenzini

Link to post
Share on other sites

carissimo Alfiere di norma ci si presenta qualificandosi come competente del settore (medico,infermiere) e poi si danno consigli.

 

Cominciamo con la terapia data che presenta un farmaco assolutamente inadatto per chi fa attività subacquea ed è il Biorinil che contiene un farmaco vasocostrittore che agisce sull'attività cardiaca aumentando la frequenza cardiaca e le pressione arteriosa; altra lacuna è non averti fatto fare un tampone nasale con antibiogramma per valutare quale sia l'antibiotico migliore da usare senza andare per tentativi (ciproxin e altri).

Ho visionato la TAC presenti accumuli di muco a livello dei seni frontali e dell'etmoide. Aspetto il risultato del tampone nasale per impostare una terapia adatta al caso.

Gentile Prof Malpieri, purtroppo non mi sono presentato e chiedo scusa se in questo senso ho mancato. Io non posseggo nessun titolo accademico. Ho solo studiato da solo la medicina come autodidatta e credo di sapere qualcosa, anche per dare qualche consiglio solo in termini molto generali, senza presunzione , e senza voler correre il rischio di esercizio abusivo della professione medica.

Nel caso in oggetto, non ho preso in considerazione il tampone proprio perché ritengo che dopo una terapia antibiotica di quel genere sia molto difficile avere dei riscontri che siano significativi.

Link to post
Share on other sites

Salve a tutti,

Premesso che l'unico parere valido ed autorevole è quello del Prof. Malpieri, vorrei solo raccontarvi di una mia recente esperienza personale con la sinusite, che di tanto in tanto mi tormenta (...anche adesso).

La volta scorsa che mi ammalai di sinusite, circa 2 mesi fa, il medico curante prima ed uno specialista otorinolaringoiatra poi, senza far alcun tampone, mi prescrissero due cure antibiotiche diverse (Clavulin prima, Levoxacin dopo) più aerosol Clenil+Fluibron 2 volte al dì per 10 giorni continuativi, ottenendo alla fine della cura nessun miglioramento apprezzabile delle mie condizioni di salute. Alla fine del secondo ciclo di cura, dopo più di 20 giorni di sinusite persistente, per caso mi ritrovai in un'erboristeria in Slovenia dove scorsi, sullo scaffale, un parafarmaco a base di estratto di ciclamino chiamato NASODREN di cui avevo già sentito parlare su questo forum ma che non sono mai riuscito a reperire in Italia (per qualche strano motivo questo prodotto non viene più commercializzato nel nostro Paese). Visto l'insuccesso delle cure con farmaci tradizionali, e visto che non avevo nulla da perdere essendo anche un prodotto naturale, decisi di provarlo, così ne acquistai una confezione. Ebbene, sarà anche stata una coincidenza, ma già dopo secondo giorno di utilizzo stavo decisamente meglio. Al quinto giorno ero completamente guarito (ero anche tornato in acqua, riuscendo a compensare orecchie e seni paranasali senza alcun problema), ma completai comunque i 7 giorni di cura suggeriti dal bugiardino e dall'assistente in erboristeria.

Ora, a causa dei primi freddi stagionali e a seguito di un brutto raffreddore (influenza?) finito poi in bronchite, sono nuovamente ricaduto nella sinusite. Stavolta, anche su consiglio del medico curante, non ho preso antibiotici ma solo un ciclo di aerosol Clenil+Fluibron 2 volte al dì per 5 giorni. Da 4 giorni ho cominciato a prendere, di mia iniziativa, il Nasodren e anche stavolta, come la volta precedente, la sinusite sta sensibilmente regredendo, da cui deduco che la prima guarigione non sia stata del tuttto casuale e spontanea. Se tutto va bene, spero di ritornare in acqua già il fine settimana prossimo.

Considerazioni personali: Nasodren è un prodotto che aiuta solo ad espellere il muco accumulatosi all'interno dei seni; nel caso sia in corso un'infezione batterica o virale sicuramente il Nasodren da solo non basterà a risolvere il problema.

Prof. Malpieri, lei forse già conosce questo prodotto? Cosa ne pensa?

 

Con tanta stima e ammirazione, grazie

Gaetano Doddis

Edited by g.doddis
Link to post
Share on other sites

Salve a tutti,

Premesso che l'unico parere valido ed autorevole è quello del Prof. Malpieri, vorrei solo raccontarvi di una mia recente esperienza personale con la sinusite, che di tanto in tanto mi tormenta (...anche adesso).

La volta scorsa che mi ammalai di sinusite, circa 2 mesi fa, il medico curante prima ed uno specialista otorinolaringoiatra poi, senza far alcun tampone, mi prescrissero due cure antibiotiche diverse (Clavulin prima, Levoxacin dopo) più aerosol Clenil+Fluibron 2 volte al dì per 10 giorni continuativi, ottenendo alla fine della cura nessun miglioramento apprezzabile delle mie condizioni di salute. Alla fine del secondo ciclo di cura, dopo più di 20 giorni di sinusite persistente, per caso mi ritrovai in un'erboristeria in Slovenia dove scorsi, sullo scaffale, un parafarmaco a base di estratto di ciclamino chiamato NASODREN di cui avevo già sentito parlare su questo forum ma che non sono mai riuscito a reperire in Italia (per qualche strano motivo questo prodotto non viene più commercializzato nel nostro Paese). Visto l'insuccesso delle cure con farmaci tradizionali, e visto che non avevo nulla da perdere essendo anche un prodotto naturale, decisi di provarlo, così ne acquistai una confezione. Ebbene, sarà anche stata una coincidenza, ma già dopo secondo giorno di utilizzo stavo decisamente meglio. Al quinto giorno ero completamente guarito (ero anche tornato in acqua, riuscendo a compensare orecchie e seni paranasali senza alcun problema), ma completai comunque i 7 giorni di cura suggeriti dal bugiardino e dall'assistente in erboristeria.

Ora, a causa dei primi freddi stagionali e a seguito di un brutto raffreddore (influenza?) finito poi in bronchite, sono nuovamente ricaduto nella sinusite. Stavolta, anche su consiglio del medico curante, non ho preso antibiotici ma solo un ciclo di aerosol Clenil+Fluibron 2 volte al dì per 5 giorni. Da 4 giorni ho cominciato a prendere, di mia iniziativa, il Nasodren e anche stavolta, come la volta precedente, la sinusite sta sensibilmente regredendo, da cui deduco che la prima guarigione non sia stata del tuttto casuale e spontanea. Se tutto va bene, spero di ritornare in acqua già il fine settimana prossimo.

Considerazioni personali: Nasodren è un prodotto che aiuta solo ad espellere il muco accumulatosi all'interno dei seni; nel caso sia in corso un'infezione batterica o virale sicuramente il Nasodren da solo non basterà a risolvere il problema.

Prof. Malpieri, lei forse già conosce questo prodotto? Cosa ne pensa?

 

Con tanta stima e ammirazione, grazie

Gaetano Doddis

Perdona l'intrusione .. se vuoi lo trovi su Ebay .

 

Ciao Sergio

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...