> smaltimento armi chimiche...spero sia una bufala,non ci posso credere - Pesca in Apnea - AM FORUMS Jump to content

smaltimento armi chimiche...spero sia una bufala,non ci posso credere


Recommended Posts

Che mondo marcio. Ci preoccupiamo degli smaltimenti attuati dalle mafie, e poi i primi a distruggere l'ecosistema sono proprio i governi.

Si vive nel mondo delle favole credendo che l'immensità del mare possa risolvere tutti i problemi.

 

Non nascondo il desiderio di un cataclisma universale che cancelli tutto e tutti, come un reset, per far rinascere questa terra. Poveri noi, chissà quanto

veleno mangiamo e quando ne mangeremo ancora. Che Dio ci protegga.

Link to post
Share on other sites

Ma davvero date retta a tutte le fregnacce che scrivono i giornali? :laughing: Gli americani hanno gli occhi di tutto il mondo e non si faranno scappare neppure una goccia dei residui di lavorazione dei gas chimici.

Volete sapere il rischio vero qual'è?

Il trasbordo da nave a nave a Gioia Tauro. La cosa demenziale è che non è una operazione strettamente necessaria perchè la nave americana avrebbe potuto caricare tutta quella schifezza ditettamente nei porti siriani senza alcun trasbordo.

Non è stato possibile perchè nei porti è ormeggiata la flotta russa del Mediterraneo e Putin non vuole navi USA dentro i suoi porti.

Tanto per precisare chi è il cornuto e perchè c'ha le corna.. :lol:

Link to post
Share on other sites

Ma davvero date retta a tutte le fregnacce che scrivono i giornali? :laughing: Gli americani hanno gli occhi di tutto il mondo e non si faranno scappare neppure una goccia dei residui di lavorazione dei gas chimici.

Volete sapere il rischio vero qual'è?

Il trasbordo da nave a nave a Gioia Tauro. La cosa demenziale è che non è una operazione strettamente necessaria perchè la nave americana avrebbe potuto caricare tutta quella schifezza ditettamente nei porti siriani senza alcun trasbordo.

Non è stato possibile perchè nei porti è ormeggiata la flotta russa del Mediterraneo e Putin non vuole navi USA dentro i suoi porti.

Tanto per precisare chi è il cornuto e perchè c'ha le corna.. :lol:

 

 

Purtroppo ci sono molti casi in cui gli americani avevano gli occhi del mondo addosso e altro che goccia scappata .....

Link to post
Share on other sites

Ma nel porto di Bari non giace tuttore un cargo Alleato affondato da un bombardiere tedesco e carico di iprite?

Una storia veramente brutta e tutta vera. L'iprite era contenuta in proiettili di obice che furono proiettati in tutto il porto e causarono migliaia di morti. Nonostante la spaventosa disfatta alleata (17 navi affondate in un colpo solo cioè la più spaventosa perdita di naviglio subita in un solo combattimento. Solo Pearl Harbour fù peggio) e la distruzione di mezza Bari, gli alleati riuscirono nel capolavoro di propaganda di nascondere l'entità del danno all'opinione pubblica mondiale. Poi qui da noi l'omissione della realtà da parte dei media è diventata una regola di regime ma questo discorso ci porta oltre la finalità del forum. Troppo oltre. Ti basti sapere che non ce ne è traccia alcuna nei testi scolastici :o ..del kakiland :excl:

Link to post
Share on other sites

incredibile. c'è una bomba chimica ed ecologica in mezzo ad una città e nessuno sa nulla, scorie tossiche interrate abusivamente e di cui lo stato sa tutto ma tace perchè non ha i soldi per bonificare la zona e intanto consente l'urbanizzazione..che schifo.

L'America ha le sue colpe, ha fatto esplodere delle atomiche nel suo territorio negli anni che furono, ma non credo che nemmeno la cia arrivi al nostro livello, prima o poi quando là scoprono qualcosa almeno qualcuno in galera ci finisce, qua gli fanno gli onori e intitolano strade..

Link to post
Share on other sites

Per approfondire (..anzi..sprofondare :devil: )

200 casi accertati di intossicazione grave tra gli utenti del mare accertati in 50 anni nel Basso Adriatico. Leggere prego:

ICRAM

Su internet sono state anche postate valanghe di troiate su questo argomento scandaloso e la disinformazione è ancora attivissima (ma solo qui nel kakiland e guarda caso proprio nella regione Puglia governata proprio dagli ecologisti :devil: )

Per cui io consiglio in particolare i siti anglosassoni.

 

http://ahoy.tk-jk.net/macslog/SlaughteratBariSouthernIt.html

 

http://forum.warthunder.com/index.php?/topic/84113-armi-chimiche-usate-in-italia-uss-john-harvey/

 

http://digilander.libero.it/historiamilitaria3/bari1943.htm

 

http://www.wrecksite.eu/wreck.aspx?154634

Link to post
Share on other sites

Già... <_ per volte i pescatori sono stati colpiti da ustioni iprite e in alcuni casi hanno riportato danni permanenti tra cui il cancro.>

L'iprite io la conosco bene perchè se esisto lo devo al gas.

Mio nonno materno, cavaliere di Vittorio Veneto classe 1897, venne gasato in combattimento sul fronte dell'Isonzo nel 1917 e venne spedito in convalescenza presso il Sanatorio Militare di Gaggio Montano dove conobbe mia nonna giovanissima crocerossina volontaria.

Così il nonno scampò la ritirata di Caporetto per tornare a combattere sul Piave dove si guadagnò la sua medaglia.

Però nel 1917 il gas gli causò un subdolo linfoma ghiandolare sotto forma di nodulo sotto l'ascella sinistra che nel 1935 gli venne asportato al Rizzoli di Bologna.

Per 30 anni sembrò che il tumore fosse scomparso ma il gas con i suoi effetti postumi finalmente lo uccise nel 1967 cioè ben 50 anni esatti dopo averlo colpito al fronte.

Chi conosce la bestia la evita e la combatte...

Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...