> colla bicomponente per muta che chiede pietà - Forum Attrezzature - AM FORUMS Jump to content

colla bicomponente per muta che chiede pietà


Recommended Posts

Buongiorno forum,

 

ho necessità di sistemare la mia muta per benino, è ridotta maluccio ma le voglio far fare almeno un altro anno. Ho provato a incollare i tagli ( sotto ascelle e cappuccio, e zona caviglie per i pantaloni), con la normale collaprene in tubetti, ma gli incollaggi non tengono. Non sono piccoli tagli, ma belli lunghi. Volevo prendere una colla bicomponente con attivatore, ne ho sentito parlare bene, e dovrebbe poi essere simile a quella che usano i mutai per incollare. Spenderei sui 20 euro, ma il risultato è garantito? Qualcuno ha usato questi prodotti? Suggerite una marca- modello in particolare? Io ho trovato Adeprene forte da usare con attivatore. Suggerite l'utilizzo di uno sgrassatore da applicare sulle superfici da incollare? Una volta applicato il collante sui lembi, quanto tempo bisogna aspettare prima di congiungerli?

 

 

http://img837.imageshack.us/img837/7986/rv57.jpg

 

 

 

Grazie per chi volesse contribuire alla discussione,

 

Giovanni

Link to post
Share on other sites

io preferisco la neovulk prodotta dalla frabo,e' bicomponente e molto piu' fluida della adamprene che tende a seccarsi dopo aperta.Ad ogni modo gli icollaggi vanno fatti con cura.prima cosa una giornata molto secca....con una bella tramontana.poi sgrassare bene o meglio se sono lacerazioni,tagliare con forbici le parti piu' lacerate facendo un taglio piu' pulito asportando un minimo di neoprene.Pulire con trielina o anche alcol.La colla una volta attivata dura circa 15 20 minuti.Usa le dosi consigliate,meglio meno attivatore che troppo.Vanno messe due mani sottilissime...per quello e' importante che la colla sia fluida,e' piu' facile da stendere con un pennellino.tra le due mani puoifar passare 30minuti.dopo la seconda mano devi aspettare che la colla non sia piu' appiccicosa.per controllare non toccare le parti aunire,ma meglio sui bordi al di fuori del taglio.poi unisci con cura facendo pressione,vedrai che se la colla e' asciutta fara' una bella presa.poi lascia asciugare anche due giorni.Per piccoli lavori ho usato la neovulk anche senza aggingere attivatore,il lavoro mi e' sembrato perfetto.buon lavoro.

Link to post
Share on other sites

grazie ernesterina e Luca S per il contributo, mi sono un pò informato in questi giorni, in passato ho avuto la colla Cressi che ho terminato, mi ricordo di essermi trovato bene, ma sempre su piccoli tagli.. Sulla colla per gommoni ho letto che tiene di più, in quanto bicomponente, specie su lacerazioni importanti.

Mi sa che mi prendo un kit per riparazioni mute, composto da solvente, colla e attivatore. La giacca che devo sistemare è la mia prima giacca, risale al 2008, ci sono un pò affezionato e mi veste a meraviglia, la volevo sistemare e portarla ormai all'osso.

Edited by megghio83
Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

Io mi sono cimentato nella realizzazione di una muta. Ho usato sia la Mastek dell'immagine sopra, sia l'adeprene. Entrambe bicomponente.

La prima, per me, incolla meglio ma è più difficile da usare (se sbagli l'allineamento dell'incollaggio non separi più,devi lacerare il neoprene) e il barattolo secca piuttosto in fretta, l'adeprene è più semplice e forse tiene un filo in meno.

Non ho mai provato la neovulk.

Sul metodo per incollare è tutto giusto quello che ti hanno scritto, se posti una foto del taglio ti dico come farei io.

Link to post
Share on other sites

ieri è arrivata la colla da neos sub e approfittando del pomeriggio libero e rinunciato a una pescata causa maestrale forte, mi sono cimentato nelle riparazioni. Ho preso la Mastek da 125 ml con relativo attivatore. La colla è tipo quella che usano i calzolai, colore marroncino chiaro. Ho versato una modesta quantità in un bicchierino di plastica, nel frattempo ho steso giacca e pantaloni sul piano di lavoro. Mi giro e vedo il bicchierino contorto e che si sta sciogliendo come se sotto ci fosse il fuoco. Cominciamo bene! Che potenza sta colla! Rimedio versando la colla in una boccettina di vetro. Verso ad occhio tre quattro gocce di attivatore e miscelo il tutto. Alla fine dopo un'oretta il lavori di riparazione è finito, gli incollaggi sono molto tenaci, certo rimane da testare il tutto in acqua, sperando che non si riaprano, ma l'impressione è ottima. Rispetto al classico tubetto di neoprene ho riscontrato una maggiore difficoltà nell'uso ( la colla si asciuga rapidamente, la prox volta metto meno attivatore), ma l'incollaggio è veramente forte. Inoltre asciuga subito una volta stesa sui lembi da incollare. Per adesso sento di consigliarla!

Link to post
Share on other sites
  • 11 months later...
  • 3 years later...

Io mi sono cimentato nella realizzazione di una muta. Ho usato sia la Mastek dell'immagine sopra, sia l'adeprene. Entrambe bicomponente.

La prima, per me, incolla meglio ma è più difficile da usare (se sbagli l'allineamento dell'incollaggio non separi più,devi lacerare il neoprene) e il barattolo secca piuttosto in fretta, l'adeprene è più semplice e forse tiene un filo in meno.

Non ho mai provato la neovulk.

Sul metodo per incollare è tutto giusto quello che ti hanno scritto, se posti una foto del taglio ti dico come farei io.

 

Ciao a tutti, tempo fa ho usato la stessa colla con ottimi risultati, purtroppo l'attivatore si è essiccato, sapete dove si può prendere solo quello ( o un prodotto con le stesse funzioni) o se in alternativa ( come previsto per alcuni materiali), si può usare sulla muta il mastice senza attivatore ?

 

Grazie

Link to post
Share on other sites

Ciao Sarago, la colla che usano i mutai vai usata con attivatore sennò i risultati si vedono dopo poco, la riparazione si apre o si slabbra.

Puoi usare tranquillamente le varie colle per neoprene in tubetto, abbi l'accortezza di pulire bene con trielina lasci che asciughi, poi passi un velo di colla neoprenica da entrambe le parti, attendi un pochino che sia evaporato il solvente, lo senti quando appoggiandoci un dito non attacca più, allora procedi con l'unione dei lembi da incollare.

Se la riparazione invece deve essere fatta su uno strappo non regolare procedi come sopra fino al passaggio del velo di colla da entrambi i lati, ma in questo caso aspetti che siano asciugati totalmente, poi rimetti un velo di colla sopra quella messa aspetti che il diluente evapori e dopo riunisci i lembi.

Come colle non faccio nomi ma le più conosciute vanno tutte bene

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...