> Luciano Cottu sui problemi dell'agonismo - Page 3 - Pesca in Apnea - AM FORUMS Jump to content

Luciano Cottu sui problemi dell'agonismo


Recommended Posts

Guest RickCT75

infatti :thumbup:

Ma poi, Massimo: una volta, se non mi ricordo male, tu avevi stilato dei punteggi pesce per delle classifiche ipotetiche di gara come le volevi tu.... Ricordo forse anche il topic... Ed erano punteggi differenziati per specie.. dove ovviamente un sarago o un dentice valevano ben più di un cefalo. Anzi, mi ricordo che parlavi (con altri)anche di assi piglia tutto (cernia), tipo bonus per dentice oltre il chilo o qcs di simile... Sbaglio? Metto il link...

 

http://www.apneamagazine.com/ibf/index.php?showtopic=82815&hl=sport-qualità&st=135

Edited by RickCT75
Link to post
Share on other sites
  • Replies 69
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

L'ingordigia dell'uomo è qualcosa di spaventoso! Allora, vogliamo che la PIA sia uno sport condiviso e apprezzato da tutti come una volta o vogliamo farci passare per assasini?? Non capico perchè io per legge posso prendere max 5 kg di pesce al giorno e invece in gara può essere tutto valido.

Se non si da un limite in gara di catture a testa per specie con bonus che premiano l'abilità e la tecnica si passa da sportivi a sterminatori.La cattura della cernia in gara dovrebbe essere non vietata ma limitata..Ad esempio a 2 esemplari a testa..Invece si è passati da un estremo all'altro per colpa dell'incoscenza generale di un prelievo sconsiderato!

Faccio notare che la maggior parte dei pescatori in apnea che non condividono l'etica delle gare lo fanno per il discorso del prelievo insostenibile e insensato che avviene. La differenza rispetto a prima è che una volta non c'era divisione tra chi approvava le gare o no perchè tanto non c'era il problema della mancanza di pesce o di pensare che si facevano stagi..Tutti i PIA guardavano con ammirazione i carnieri dei campioni e addirittura le televisioni nazionali se ne occupavano! Perchè adesso non è così?? Secondo me solo perchè l'agonismo non è riuscito a stare al passo con i tempi nelle regole e nel trovare canali di condivisione per la gente! Le gare non devono essere una guerra organizzata contro le risorse del mare ma un momento di confronto tra pescatori bravi che premi le doti tecniche e la versatilità!

Link to post
Share on other sites
Guest RickCT75

Ulderigo: Sulla cernia (reintrodotta) ci troviamo d'accordo...

Ma sul resto del discorso... Soprattutto il raffronto "legge 5kg vs Pescato gara illimitato" non lo capisco: Sarebbe come se le gare di corsa premiassero non chi corre di più (e taglia il traguardo prima) ma chi corre con più stile... etc etc etc. E lo stile bravura/difficoltà di cattura sono difficilmente quantificabili in una gara di PIA.. Inoltre: hai mai visto una gara di Velocità con il limite di velocità???

L'unica cosa che possiamo fare (per me, ma so già che c'è chi non è d'accordo con me) sono i bonus per orata/dentice/spigola/barra/serra etc (variabili) e limitare la cernia a 1 esemplare a giornata di minimo 3 chili.... Le stragi non le abbiamo fatte noi PIA (non mi stancherò mai di dirlo)... Andatele a dire ai pescherecci e agli inquinanti ste balle.... Tutti i posti desertificati di pesce che ho visto in vita mia non erano mai quelli frequantati da molti PIA, ma quelli flagellati da reti, palamiti e strascichi (e bracconieri bombolari, che pescano fino a 75 metri) !!!

Gente che pesca IN APNEA dai zero ai 40 metri massimo non è in grado, neppure se fosse tutta bravissima e se volesse, di far estinguere una specie. Neppure se si creasse un corpo di bracconieri capaci apneisti nemici giurati dalla cernia che vanno in massa per ucciderle tutte per 5 anni ci riuscirebbero... Le cernie rimaste riparerebero oltre i 35-40m e poi, una volta riprodottesi, le più giovani (e non solo) tornerebbero a cacciare risalendo sopra i 30 o sopra il termoclino. E dopo 3 anni dalla fine delle missioni dei bracconieri sarebbe di nuovo pieno di cernie anche a 12 metri..... Negare questo OGGI è più grave di quanto è stato grave negare nel 17° secolo le teorie eliocentriche a Galileo Galilei.

 

CMQ: La bellezza/pregio dei carnieri ha la sua importanza, ragazzi... Vedere carnieri tutti o quasi di cefali, tordi salpe, murene e qualche sarago non è bello.. Anche se spesso è difficile prendere tordi mentre può capitare il dentice facile (anticipo già chi sicuramente me lo dirà) sappiamo tutti che un pescatore che prende prevalentemente tordi, salpe e cafali (e solo incidentalmente e raramente specie più pregiate) non è un forte pescatore. Le ore e le manche e la gare sono infatti tante e se uno 3 anni di gare vinte le ha vinte tutte coi cefali ufficialmente sarà un vincitore ma per me non è un campione, e infatti poi ai mondiali farà schifo.....

Edited by RickCT75
Link to post
Share on other sites

Cottu rimarrà solo un grande Agonista. Poi che scriva pure tutto quello che vuole come possono fare in molti ed anche meglio di lui.

Ex...

Però, posto che Cottu è stato un campione di quella che lui stesso ha definito "l'antipesca", sarebbe interessante sapere se considera i propri trascorsi agonistici qualcosa di cui andare fiero o... di cui vergognarsi profondamente...

Qualsiasi considerazione possa fare in merito non sarà mai più credibile i miei occhi. Rimane un grande( più buon che grande) Ex Agonista.

Edited by Simone Belloni Pasquinelli
Link to post
Share on other sites

Io invece sono d'accordo con Ulderigo: se un pescatore in apnea non può prendere più di 5 kg di pesce al giorno,

perchè chi fa a gara per dimostrare di essere il più bravo pescatore in apnea deve fare cose che i pia non possono fare?

Non ha senso. Secondo me per rivalutare le gare bisognerebbe far sì che i regolamenti siano più restrittivi delle leggi che regolano la pia. Secondo me non è difficile valutare chi ha fatto la pescata migliore tra uno che ha 5kg di tordi

e uno che ha preso una bella orata, due saraghi e una corvina...

Certo, bisognerebbe trovare un metro oggettivo per giudicare, e le botte di culo potrebbero capitare comunque, ma secondo me le gare sarebbero sicuramente molto più interessanti.

Edited by DanieleC
Link to post
Share on other sites

si dico solo che il troppo stroppia

le salpe si possono eliminare come i muggini

così solo pesci nobili e veramente uscirebbero solo i migliori

poi magari il colpazzo, la schiappa trova l'oratona e prende tutto

quel che intendevo cmq è che i protagonisti sono gli atleti e son contento che si è capito il concetto espresso

thanhs ;-)

Link to post
Share on other sites

ops...non avevo letto che c'era un'altra pagina

certo Rickt e che ti devo dire...solo gli stolti non cambiano mai idea

:-P poi era per dare un pó di agonismo al forum

cmq non ha avuto seguito ed è finito nel dimenticatoio

Link to post
Share on other sites
Guest RickCT75

Eh eh eh... questa è vecchia! Solo gli stolti... o solo i coerenti?

Non è che sono grammetti... son cose grosse.... Cambiare così idea in manco 1 anno.... Tra 2 anni cosa ti trovo? Ari Crishna in Tibet???!!!!

Cmq le cose che finiscono nel dimenticatoio (e poi un pò scioccamente riprese come se ogni volta fosse la prima volta che se ne parla) mi pare siano non poche qua dentro... Bisogna tenerlo presente...

Cmq no problem ^_^

P.S.: Occhio! Io sono peggio di Terminator...... non mi scappa niente..... :robot:

 

:laughing::bye:

Edited by RickCT75
Link to post
Share on other sites

L'ingordigia dell'uomo è qualcosa di spaventoso! Allora, vogliamo che la PIA sia uno sport condiviso e apprezzato da tutti come una volta o vogliamo farci passare per assasini?? Non capico perchè io per legge posso prendere max 5 kg di pesce al giorno e invece in gara può essere tutto valido.

Se non si da un limite in gara di catture a testa per specie con bonus che premiano l'abilità e la tecnica si passa da sportivi a sterminatori.La cattura della cernia in gara dovrebbe essere non vietata ma limitata..Ad esempio a 2 esemplari a testa..Invece si è passati da un estremo all'altro per colpa dell'incoscenza generale di un prelievo sconsiderato!

Faccio notare che la maggior parte dei pescatori in apnea che non condividono l'etica delle gare lo fanno per il discorso del prelievo insostenibile e insensato che avviene. La differenza rispetto a prima è che una volta non c'era divisione tra chi approvava le gare o no perchè tanto non c'era il problema della mancanza di pesce o di pensare che si facevano stagi..Tutti i PIA guardavano con ammirazione i carnieri dei campioni e addirittura le televisioni nazionali se ne occupavano! Perchè adesso non è così?? Secondo me solo perchè l'agonismo non è riuscito a stare al passo con i tempi nelle regole e nel trovare canali di condivisione per la gente! Le gare non devono essere una guerra organizzata contro le risorse del mare ma un momento di confronto tra pescatori bravi che premi le doti tecniche e la versatilità!

Bah... secondo me chi ci vede come assassini oggi, sono le stesse persone che ci vedevano come assassini ieri: non siamo mai stati apprezzati da tutti ma... le gare di una volta sicuramente piacevano a più gente rispetto a quanto avviene oggi.

Poi non ho capito bene il discorso di chi non tollera il prelievo delle gare perchè lo ritiene insostenibile...

Di che gare si parla? di quelle di una volta? di quelle di oggi? boh...

E poi su che base si stabilisce la sostenibilità di un prelievo?

I mezzi di cui si avvalgono gli atleti nelle competizioni, sono identici a quelli di tutti gli altri pescatori subacquei, cioè fionde e apnea: quanto di più ecosostenibile ci possa essere tra le varie metodiche di prelievo ittico.

Tolgono tanto pesce?

Evidentemente ciò accade perchè, a differenza di quanto qualcuno crede, il pesce in certi posti c'è ancora...

Non è che se "io" non vedo pesce in un certo posto, significa necessariamente che questo sia morto: devo considerare la possibilità di essere "scarsino".

Signori le belle pescate si fanno dove il pesce c'è, quindi se una gara coi regolamenti di una volta, producesse tanti bei carnieri, vorrebbe dire che il tratto di mare in cui s'è svolta gode di ottima salute...

Questo però non possiamo più stabilirlo perchè quelle gare ci sono state tolte... per la gioia di chi le ritiene insostenibili...

Mi si potrebbe obiettare che la sostenibilità del prelievo sportivo è garantita dalle leggi e quindi dal famigerato limite dei 5 kg, per cui se in gara quel limite non esiste, ciò significa che trattasi di prelievi insostenibili...

Ma... chi scrive sta roba a mare ci va?

La legge deve regolare un prelievo sportivo che non è limitato ad una singola pescata di 5 ore (come potrebbe essere una singola gara), ma che potenzialmente può protrarsi ininterrottamente per 365 giorni l'anno!

Sostenere che dei pescatori possano arrecare danni all'ambiente in sole 5 ore di competizione, significa sostenere che le stesse persone + tanti altri bravissimi pescatori che non fanno garem possano fare danni ben peggiori nelle pescate ordinarie, perchè potrebbero prelevare 5 kg di pesce o magari una grossa cernia ciascuno, al giorno, tutto l'anno, in uno stesso specchio di mare...: ma è possibile mai? ma vi rendete conto che questa è fantascienza e che i mezzi di cui ci si avvale per praticare la pesca subacquea in apnea non possono avere effetti tanto devastanti?

Mettiamo fuori legge i pescatori subacquei più forti? o facciamo prima a rendere fuori legge la pesca subacquea in apnea direttamente?

Sul prelievo operato in gara, alcuni anni fa, fu compiuta una ricerca che se non ricordo male finì anche in mano al wwf e da cui emerse che nei campionati italiani, il prelievo medio per atleta era di molto inferiore ai 5kg legali... per la cronaca...

E quando mai poi le leggi ordinarie valgono anche nello sport?

In formula 1 ci si attiene ai limiti di velocità dell'autostrada? se un pugile mette ko l'avversario, poi questo lo dovrebbe querelare? dai su...

E' incredibile, poi, come modifiche ai regolamenti gara che di fatto danno ragione agli "antigara", perchè altro non rappresentano che un' ammissione di colpa (L'ANTIPESCA), abbiano trovato sostegno e addirittura impulso proprio in chi su quella "colpa" ha costruito la propria immagine sportiva...

Le picconate maggiori sono sempre state quelle sferrate dai personaggi che venivano ritenuti tra i più rappresentativi della categoria.

Edited by siccia
Link to post
Share on other sites

ok Rick terminetor

Siccia piglia tutto

i migliori son quelli che poi rompono le balle maggiormente

come quel noto che predica di non sparare ai pesci perchè lui ha sentito il cuore della cernia battere, Maiorca credo

chissa se lo sentono pure i miglioni di italiani nel petto di pollo impanato a tavola...

vivere e morire fá parte del ciclo naturale delle cose, ma oggi il ciclo naturale deve essere sempre traviato da ideologie frocesche tipo l'unioni gay e altra robaccia

eppure l'uccidere fà parte di noi, io da piccolo ammazzavo lucertole per divertimento e la mia coscienza non se ne è mai preoccupata...certo ho poi iniziato a fare i conti con la morte e realizzare che pure io potevo smettere di esistere e morire

credo che il passo successivo sia stato accettare la cosa :-(

tanti stolti oggi non accettano questo fatto ed evitano il confronto con la bella signora declinando ad altri il compito di preparargli le bistecche...magari pensano che nascano attaccate alle piante da frutta, bisogna dire che il consumo di carne ha raggiunto livelli altissimi però

 

ecco che si trova sempre la soluzione a tutti i mali, non è uccidere ma il come

lealmente con coraggio, selezionando e preservando l'ambiente naturale, lasciando gli animali liberi senza castrarli

se solo un'animalista mi venisse a rimproverare qualcosa gli sputerei in faccia, perchè li abbiamo lasciati fare troppo e fanno danni

a un certo punto non ci si può proprio tirarsi indietro e far finta di non vedere...mi capitò di trovare un camion di galline al quale gli si erano aperte alcune gabbie, galline cadute in strada che non avevano la forza neanche di camminare, nate e vissute in quella gabbietta per diventare petti di pollo

chissà se Maiorca sente questi petti di pollo?...

Edited by Tango
Link to post
Share on other sites
Guest RickCT75

Beh, non so gli altri, ma io diversamente da altri non cambio più idea, (nel senso che dai 35 anni in poi, oramai sono cresciuto e quel che ho scelto l'ho scelto come giusto)...

Poi... io vorrei semplicemente che la PIA continuasse ad esistere, magari con qualche piccolo "aggiornamento", ma non cambiamenti così abissali e deleteri...

per me i rompiballe sono quelli che invece vogliono sovvertire continuamente le regole del mondo...

Quei genitori che vedo separarsi, cornificarsi e fregarsene dei loro figli (e farlo davanti a loro) e poi rimproverano alla scuola di non saperli educare quando i loro figli non fanno nulla, rubano, picchiano e fanno i bulli e fanculizzano anche prof (e genitori) quando poi sono stati invece loro a non educarli quando dovevano farlo; quegli eco-verdi che credono che il mondo sia da salvare mangiando pesce pescato dai pescherecci comodamente a tavola (o petti di pollo) e punendo chi invece spara un colpo alla volta a un pesce in un modo e in condizioni limitatissime con una fionda come si faceva e si è sempre fatto senza sbilanciare neanche un grammo della natura per 100.000 anni.... Tutto è così, ormai questi deviati sono sempre di più: Il facilonismo-consumismo e questa ottica di voler cambiare tutto (alcuni in mala fede) per allontanarci da quel che giustamente da sempre siamo e dobbiamo essere e fare, e allontanarci dalla natura, sono i veri nemici della natura e della nostra etica e dell'umanità stessa... Un mondo senza onore, senza coraggio e senza parola, dove niente vale niente e non esiste ideale da seguire sempre, (quando va bene e quando va male) ma solo vento variabile, menzogne e pura ricerca della convenienza... Ma vedo che questa cosa, questa "ondata di merda", non si può fermare: troppi sono quelli che la cavalcano: quelli che la vogliono; gli ingenui che si son fatti fare il lavaggio del cervello e la accettano; quelli che hanno paura di esser controcorrente; quelli che in privato ne parlano malissimo ma poi di fronte a tutti tacciono come i topi per timore di perdere lavoro o consensi... Soprattutto nelle grandi Metropoli... In questo io la penso come te Massimo .... Ma io vorrei semplicemente lasciare le cose come erano quando gli uomini potevano ancora definirsi UOMINI...e non mi faccio fregare.

Continuando così, Tra 30 anni prevedo che tutte le "Merde" saranno considerate "povere vittime della società" (e nessuno rimprovererà loro più nulla nè li punirà) e tutte le oneste vittime delle merde saranno solo quei pochissimi (deficienti?) che lavorano onestamente pagando per tutti e avversati da tutto e da tutti, sempre che ancora ce ne saranno.... Questo è quel che vuole chi ha una paura fottuta della morte...

 

Ps. Quella di Teminator ovviamente era una battuta amichevole... Chiamandomi Miletto, da ragazzini, mi chiamavano "Termiletto" per il mio carattere... un po'...."marziale". :angelnot::bye:

Edited by RickCT75
Link to post
Share on other sites

ok Rick terminetor

Siccia piglia tutto

i migliori son quelli che poi rompono le balle maggiormente

come quel noto che predica di non sparare ai pesci perchè lui ha sentito il cuore della cernia battere, Maiorca credo

chissa se lo sentono pure i miglioni di italiani nel petto di pollo impanato a tavola...

vivere e morire fá parte del ciclo naturale delle cose, ma oggi il ciclo naturale deve essere sempre traviato da ideologie frocesche tipo l'unioni gay e altra robaccia

eppure l'uccidere fà parte di noi, io da piccolo ammazzavo lucertole per divertimento e la mia coscienza non se ne è mai preoccupata...certo ho poi iniziato a fare i conti con la morte e realizzare che pure io potevo smettere di esistere e morire

credo che il passo successivo sia stato accettare la cosa :-(

tanti stolti oggi non accettano questo fatto ed evitano il confronto con la bella signora declinando ad altri il compito di preparargli le bistecche...magari pensano che nascano attaccate alle piante da frutta, bisogna dire che il consumo di carne ha raggiunto livelli altissimi però

 

ecco che si trova sempre la soluzione a tutti i mali, non è uccidere ma il come

lealmente con coraggio, selezionando e preservando l'ambiente naturale, lasciando gli animali liberi senza castrarli

se solo un'animalista mi venisse a rimproverare qualcosa gli sputerei in faccia, perchè li abbiamo lasciati fare troppo e fanno danni

a un certo punto non ci si può proprio tirarsi indietro e far finta di non vedere...mi capitò di trovare un camion di galline al quale gli si erano aperte alcune gabbie, galline cadute in strada che non avevano la forza neanche di camminare, nate e vissute in quella gabbietta per diventare petti di pollo

chissà se Maiorca sente questi petti di pollo?...

 

Vorrei precisare due cose: prima di tutto non sono le "ideologie frocesche" che traviano il ciclo naturale: una volta le unioni gay non erano considerate diversamente da quelle eterosessuali (giustamente, a mio parere), è con l'avvento del cristianesimo che si è iniziato a condannare l'omosessualità.

Poi volevo dire che l'uccidere fa parte di tutti gli animali, ma l'uomo è l'unico fra essi che uccide per divertimento.

Chiaramente nella pesca in apnea non si parla di uccidere per divertimento, quindi la questione è diversa.

Per il resto sono più o meno d'accordo!

Link to post
Share on other sites

Daniel i miei interventi vanno presi per intero, stavo parlando del ciclo naturale delle cose o forse pensi che accoppiarsi tra persone dello stesso sesso possa far nascere la vita...

:D sai le api i fiori... :devil: sorry non ho resistito

poi gli animali imparano a cacciare giocando e penso che si divertano anche a farlo, altri sono vegetariani ma imparano a lottare per il territorio sempre giocando da cuccioli

se vuoi dire che un leone non si diverta a uccidere la sua preda...non só...penso che cmq stare a guardare la savana da mattina a sera sia abbastanza noioso e un diversivo non guasti

l'uomo è di un'ingordigia strepitosa questo si

Link to post
Share on other sites

Ovviamente non si può sapere se un leone si diverta uccidendo la sua preda, quello che intendevo io è che se il pescatore in apnea uccide un pesce, ovviamente si sente appagato, e il pescare lo diverte, e ciò è una cosa giusta e naturale.

Il mio intervento era riferito all'esempio dell'uccidere lucertole; non era assolutamente una critica, era solo una considerazione.

Link to post
Share on other sites
Guest RickCT75

Eheheeh! Ragazzi, non so voi, ma se io non potessi più uccidere pesci, probabilmente mi finirebbe con l'uccidere cristiani*...

A proposito, cominciando a prepararmi per la malaugurata ipotesi che (o se) la PIA sarà vietata... E visto che come etica vuole non si uccide solo per divertimento... Qualcono ha qualche ricetta da consigliarmi?

Mi hanno detto che i "New age" spurgati in secchio e poi fatti al sale siano mangiabili; se no i "radical chic (frocetti o meno, io non sono sessista)" mi han detto che vanno bene panati e fritti... Non consiglio invece gli eco-vegetariani perchè, come le salpe, sono pieni di merda... (così come i pesci, ovviamente, ognuno è ciò che mangia...)... Ma sarebbe da provare anche Luciano "Cottu al vapore"...

Se poi non sanno proprio buoni li possiamo sempre convertire in mangime e darli ai porci, o alle galline, o ai pesci allevati off-shore... Cenere alla cenere, polvere alla polvere...

:laughing::laughing:

 

* Cristiani: modo di dire catanese per "persone in genere" e non di quella religione.

Edited by RickCT75
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...