> Riflessione sui parchi e vita marina - Pesca in Apnea - AM FORUMS Jump to content

Riflessione sui parchi e vita marina


Recommended Posts

l'anno scorso mi sono fatto un giro "panoramico" in apnea in alcuni punti del parco .. dal presepe all'isuela al promontorio.. e sono rimasto stupefatto da qnt pesce sia stato presente.. fa davv piacere vedere che il nostro mare se protetto adeguatamente ..può rifiorire di vita :-)

anche se mi sentivo come un 15enne in uno spogliatoio di un collegio femminile...

Link to post
Share on other sites

l'anno scorso mi sono fatto un giro "panoramico" in apnea in alcuni punti del parco .. dal presepe all'isuela al promontorio.. e sono rimasto stupefatto da qnt pesce sia stato presente.. fa davv piacere vedere che il nostro mare se protetto adeguatamente ..può rifiorire di vita :-)

anche se mi sentivo come un 15enne in uno spogliatoio di un collegio femminile...

 

Sul monte di Portofino il pesce c'è sempre stato e ci sarà sempre. La conformazione rocciosa e il fondale che arriva in fretta a batimetriche elevate

aiuta i pesci. Ed è una colossale balla il fatto che il pesce sia tornato per la riserva. Perchè le riserve non le fanno in altri punti?

Semplice, perchè le fanno dove le vogliono i bombolari!!! :vomito: :vomito: :vomito:

Link to post
Share on other sites

Mah,non sono del tutto convinto per non dire daccordo,Stefano non so se vedi ancora R.prister ,so che anche lui veniva a pescare a portofino,si, certo,il pesce c'è era ma non come adesso che in 8 metri d'acqua rimani a bocca aperta,l'anno scorso ho fatto un bagno con la maschera a paraggi Stefano,un finto aspetto,nemmeno dopo trenta secondi avevo una decina di orate e una riccioletta intorno a me e sto parlando della zona C :) un altro fattore che mi fa pensare è questo,dai diciamolo,sotto costa dovunque il pesce è quasi sparito ma basta andare sul grotto o sul panettone di pie... che penso conosci benissimo a 25 m e oltre che eccoli i dentici,secondo me il pesce è stato schiacciato giù non so se da noi o da qualcun altro,a portofino stessa storia il pesce c'è sempre stato ma ora è a galla,se ti va una bella domenica vai a s.fruttoso,appena fuori dalla caletta e rimani a bocca aperta. ;)

 

La mia teoria è questa: entro i dieci metri ci pescano tutti ,cosi hanno spinto il pesce dove ci vanno in pochi,ecco perchè sotto i venti ci peschi ancora,però parlando del mare non sono mai sicuro di quello che dico,è solo una teoria.

:bye:

Edited by kamran
Link to post
Share on other sites

Kamran sono d'accordo con il tuo pensiero... penso altresì che i dentici che troviamo nelle zone limitrofe ai confini del

parco fuoriescano per una qstn di territorialità intesa come ricerca di spazio all'esterno di un tratto di mare ormai saturo di qst specie.

Link to post
Share on other sites

Io sono pescasub e bombolaro ho 55 anni e di mare ne ho visto parecchio. Mi sono immerso a Portofino, prima e dopo la creazione della riserva, e devo dire che la situazione è cambiata di parecchio. Mi ricordo che anni fa, al mio esordio sul forum, postai un 3d che si intitolava " IL MARE DI UNA VOLTA ", proprio dopo delle immersioni fatte nel parco. Ricevetti anche degli insulti perché mi posi, e posi a tutti la domanda se non era proprio la pressione del pescatore in apnea ad allontanare il pesce dalle zone " libere ". Non intendo ricaderci, una mia opinione ce l'ho, e convinta anche. :bye:

Link to post
Share on other sites

Io sono pescasub e bombolaro ho 55 anni e di mare ne ho visto parecchio. Mi sono immerso a Portofino, prima e dopo la creazione della riserva, e devo dire che la situazione è cambiata di parecchio. Mi ricordo che anni fa, al mio esordio sul forum, postai un 3d che si intitolava " IL MARE DI UNA VOLTA ", proprio dopo delle immersioni fatte nel parco. Ricevetti anche degli insulti perché mi posi, e posi a tutti la domanda se non era proprio la pressione del pescatore in apnea ad allontanare il pesce dalle zone " libere ". Non intendo ricaderci, una mia opinione ce l'ho, e convinta anche. :bye:

 

Vero però vorrei sottolineare una cosa fondamentale,con questo non è che sono molto daccordo per come vengono gestiti i parchi qui da noi,in un certo senso ha ragione anche marcomix,e non posso nemmeno dare la colpa anche se ritengo che sia la causa a chi pesca in superfice,la vera colpa è di chi gestisce tutto questo che non vede altro se non i soldi ,non credo sarebbe stato molto difficile creare zone protette a rotazione come viene fatta da anni in Francia,ma ovviamente questo va a dare fastidio a qualcuno.

Edited by kamran
Link to post
Share on other sites

Dopo aver discusso con alcuni amici riguardo alla vita marina e ripopolamento dei parchi ,si è deciso di condividerlo con tutti proponendolo nel forum generale ,il punto è quali sono i veri motivi e intanto se è vero o semplicemente si tratta di zone da sempre pescose,passo la parola a voi. :)

Link to post
Share on other sites

io visito spesso l'amp capo ferrato,pesce in effetti ce n'è a scoppio:in buona parte con i segni dalla fiocina a cui sono sfuggiti,però continuano ad arrivare scodinzolando e aspettandosi il boccone :)

Link to post
Share on other sites

la scorsa estate sono stato all'elba,pur non essendoci un amp c'è la zona intorno lo scoglietto dove è vietata la pesca sub,inutile negarlo,li il pesce c'era,non mi risulta che sia vietata altra pesca,perchè c'erano barche a traina

 

Ora il mare non si impoverisce di pesce per il pescato dei pescasub,ma una zona dove è continuamente battuta,è inevitabile che il pesce venga disturbato e cerca posti piu tranquilli,in un mare pieno di pesce,non si avrebbero zone deserte,proprio perchè a causa della territorialita' i piu' forti caccerebbero i pesci in sovraffollamento,verso le zone meno tranquille,ma per sfortuna nostra il nostro mare benchè ricco di pesce,non è che ne sia stracolmo,percio' i pesci sono poco competitivi sul territorio essendo liberi di spostarsi dove meglio credono senza che altri,della stessa spece li caccino via,questa potrebbe essere una delle cause di zone completamente vuote di pesce ed altre dove ce ne un'alta concentrazione

 

Colgo l'occasione per un altro esempio pratico,quando andavo al fiume a pesca di trote spesso c'erano zone dove iniziava una riserva,il pesce si concentrava tutto il quel tratto di fiume,perchè semplicemente piu a valle era continuamente disturbato,lasciando quel tratto di acqua quasi vuoto,ovviamente un soprafollamento di quel tratto,causava una continua competizione dei tratti migliori del fiume,ed era inevitabile che il posto non bastasse per tutti i pesci presenti,che si disponevano appena fuori la riserva,nel tratto di fiume libero,è facile comprendere che se anche il resto del fiume fosse stato popolato in quantita' da altro pesce,che l'intero tratto sarebbe stato popolato e che non ci poteva essere spazi vuoti,perchè tutti i pesci dovevano necessariamente disporsi lungo l'intero percorso d'acqua

Link to post
Share on other sites

l'esempio che riportavo io,è solo un tratto di fiume dove semplicemente non si pesca,nemmeno a pagamento,il pesce si dispone come se sapesse esattaemnte il confine delle zona consentita,a quella non consentita

 

in mare accade uguale,il pesce percepisce una zona come piu sicura rispetto ad un altra,e decide di fermarsi li

alla fine è lo stesso ragionamento che fanno per la tana,se catturi delle crvine in tana e dimezzi il branco quella diventera' una tana bruciata,se invece le catturi fuori la tana,loro al suo interno si sentono sicure

Una zona troppo battuta e come una tana invasa,una zona amp è una tana sicura dave il pesce sa di non essere disturbato almeno da un tipo di predatore,cioè l'uomo

Link to post
Share on other sites

Ma, che vi sia un cambiamento nell'atteggiamento del pesce sottoposto a forte pressione venatoria è innegabile ma che vi sia un depauperamento dello stock ittico è tutto da dimostrare.

A riprova, mi spiegate perchè, appena chiusa una determinata area compaiono saragoni di 2kg corvine maxi e via dicendo? Sono pesci adulti che non possono aver compiuto quel ciclo di crescita nel breve tempo in cui ricompaiono...

Link to post
Share on other sites

Ma, che vi sia un cambiamento nell'atteggiamento del pesce sottoposto a forte pressione venatoria è innegabile ma che vi sia un depauperamento dello stock ittico è tutto da dimostrare.

A riprova, mi spiegate perchè, appena chiusa una determinata area compaiono saragoni di 2kg corvine maxi e via dicendo? Sono pesci adulti che non possono aver compiuto quel ciclo di crescita nel breve tempo in cui ricompaiono...

 

quei pesci sono gia' presenti sul posto sono solo infrattati,e sanno quando uscire allo scoperto,di notte,fino all'alba e subito prima del tramonto,o durante una mareggiata

Questo spiega come mai con le reti vengono catturati bei pesci,e a pinne non se ne vedono affatto,e se si vedono è perchè si sa dove cercarli

Percio' nella amp ci sono i stessi pesci che in altre zone,sono solo piu visibili,che vuol dire sul libero e a profondita' inferiori

Edited by step_78
Link to post
Share on other sites

Sull'argomento c'è abbastanza bibliografia. Tutto sta nel distinguere tra un aumento effettivo della biomassa o una maggiore confidenza dei pesci presenti con l'uomo immerso. Di sicuro il pescatore subacqueo impatta sull'atteggiamento dei pesci nei nostri confronti. Ci tengono ben lontani, giustamente. Ma la funzionalità delle AMP dovrebbe, nel disegno dei sostenitori, essere anche quella di polmone di ripopolamento per le zone adiacenti e questo, ahiloro, non è affatto dimostrato. Anzi ci sono importanti segnali avversi. Le zone a riserva integrale "funzionano" quelle intorno, generalmente, no. Attenzione mi riferisco a dati della pesca professionale e quindi abbastanza certi. Questa tendenza non è presenze in quelle AMP in cui si vietano i sistemi di pesca più impattanti sia professionali che sportivi e soprattutto si opera un controllo efficiente.

Quindi pesca professionale e poi alcuni tipi di pesca sportiva e misure antibracconaggio.

Se si valuta l'impatto dei diversi tipi di pesca sportiva si scopre che la traina e le sue varianti da fermo (il VJ) impattano decisamente di più della pesca in apnea. Catture che nemmeno nei nostri sogni più "erotici" riusciamo ad immaginare. Come non possiamo confrontarci con un banale palamito.

Comunque anche la PIA ha le sue responsabilità. Purtroppo nel nostro ambiente i bracconieri sono ancora moltissimi, proprio a Portofino se non ricordo male ne fu preso uno piuttosto famoso, questa pratica unita alla monetizzazione dei carnieri, anche questa estremamente diffusa, è capace di alterare di modificare la distribuzione del pesce nella colonna d'acqua e alterarne i comportamenti in breve tempo. Insomma è vero che non siamo noi i responsabili della sparizione del pesce ma non siamo totalmente innocenti.

Maurizio

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...