> ROLLER E ROLLER DERIVATI - Page 42 - Forum Attrezzature - AM FORUMS Jump to content

Recommended Posts

un saluto a tutto il forum e soprattutto tantissimi complimenti per il vostro ingegno e dedizione.indipendentemente dal fatto che i fucili su cui avete lavorato inizino un giorno ad avere una piu' ampia diffusione siete davvero molto bravi a trovare( ogni volta che vi leggo)soluzioni ai problemi che vi trovate davanti.mi sono cimentato nella costruzione di un rollerino da 80 che mi sta dando molte soddisfazioni ed ora sto provandoa costruire(sottolineo provando)un vela perche' mi avete davvero incuriosito e nel frattempo con tutti i vostri test,costruzioni e considerazioni condivise state aiutando tutti a capirne di piu'.ps capisco benissimo il motivo per cui roller e derivati possano costare molto,c'e' un lavoro lunghissimo di ricerca dell'allestimento e del settaggio perfetti.ancora tantissimi complimenti!!

Link to post
Share on other sites
  • Replies 974
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Venerdì assieme a Francesco,mio fabbro di fiducia ,abbiamo costruito il cavalletto di appoggio per il bersaglio di multistrato( su suo consiglio lo manderò a zincare ).Ho anche acquistato quattro pezzi di multistrato da 2cm di pioppo (tutti ricavati da uno stesso foglio )da inserire tramite una scanalatura sul cavalletto così da essere intercambiabile e inserito su uno di questi il piombo da muratore.IL mare calmo sino a venerdì,ha deciso per sabato e domenica di farci (a me e a Mario) rimandare le prove programmate.....dovremo aspettare.

 

:thumbup:

Link to post
Share on other sites

Ciao Stefano ,sabato abbiamo fatto i test con Oreste ,Volcan 3 da 16,3 a 350 , vela prima generazione , 2 da 17,5 e uno da 15,5 fattore 330 senza nessun gommino aggiuntivo ..............dovrebbe essere un pelo più veloce il volcan , dico dovrebbe per che dal video la differenza sembrerebbe minima , se hai voglia di lavorare ti spedisco i filamti

Link to post
Share on other sites

Itio, hai dimenticato le aste...entrambe da 8mm, la mia 130, auto-costruita con speroni e mono-aletta impiombata con

mono-filo di nylon da 1,6mm.

Insomma settato da caccia-grossa.

Se il volcan risultasse più veloce (e la sensazione è quella avendo sparato con entrambi) nulla toglie che il vela-stilo di Itio

è un fucile splendido che mi piacerebbe avere, elegante e con un ottimo brandeggio.

Intervengo però per parlare di un'altra caratteristica di questi fucili: la precisione.

Imbarazzante... colpire sistematicamente un bersaglio di 8cm di diametro a 5m dalla punta del fucile (mirando da pesca)

insagolando sempre un coperchio di plastica durissima è qualcosa di speciale. Precisione dovuta allo scarso rinculo.

Spesso si confrontano oleo, doppi elastici o altro ma solo se si VEDONO sparare questi fucili si capisce....

Ho scritto in grassetto la parola vedono appositamente perchè è vero il contrario: le aste non si vedono.

Aspettiamo i dati, mi incuriosiscono perchè questa volta il volcan era caricato al massimo pur non avendo esasperato

il coeff. di allungamento per facilitare il caricamento.

 

Oreste

Link to post
Share on other sites

forse non ho capito a quale scopo sono stati fatti i test,ma se non era possibile testare tipi di fucili diversi della stessa lunghezza e con asta dello stesso spessore(e stessa lunghezza),almeno montare stessi tipi stessa partita di elastici e soprattutto con lo stesso fattore di allungamento.

Link to post
Share on other sites

Lo scopo è quello di far capire che un vela settato bene senza gommino aggiuntivo ,se la può giocare con un volcan , con qualche metro di velocità in meno ma con tanta fatica in meno nel caricamento . Caricare un vela a 350 sicuramente è più veloce ,ma sicuramente non vuole dire che resta preciso ,fermo restando che a caricarlo ci vogliono delle belle braccia . In questi giorni provo settaggi diversi gomme più sottili tirate di più , invece che 3 coppie , ne monto 4 coppie . Tutto il sistema dovrebbe girare diversamente , senza contare il caricamento che dovrebbe risultare molto facilitato .

 

E poi vuoi mettere il divertimento ..........il mio ne ha più del tuo ,e viceversa ............

Link to post
Share on other sites

Ciao Stefano ,sabato abbiamo fatto i test con Oreste ,Volcan 3 da 16,3 a 350 , vela prima generazione , 2 da 17,5 e uno da 15,5 fattore 330 senza nessun gommino aggiuntivo ..............dovrebbe essere un pelo più veloce il volcan , dico dovrebbe per che dal video la differenza sembrerebbe minima , se hai voglia di lavorare ti spedisco i filamti

 

Se mi mandate i video, vediamo che numeri danno !!! :thumbup:

Link to post
Share on other sites

Una piccola riflessione OT.

Mi collego sempre meno al PC in questo periodo e tante cose del web ormai mi sfuggono

 

Sono capitato su un sito, dopo una ricerca su google, dove si parlava dell'ennesimo confronto roller vs doppio elastico.

Non cito il sito, nè il contenuto dello stesso, nè il doppio elastico in questione per non aprire l'ennesima, sterile, polemica .

 

La riflessione che vorrei fare è, però, semplice e piena di amarezza.

Ma è mai possibile che in Italia sia così difficile riconoscere la ragione altrui ?

Non dico dare ragione assoluta, ma riconoscere quella parte di ragione che, in un normale contraddittorio non sta solo da un lato?

E' così difficile prendere atto delle attuali evidenze (frutto dell'impegno e lavoro altrui), rifugiandosi invece sempre e costantemente nel proprio orto ?

 

Capisco che dietro ci siano sempre interessi disparati, ma da un sano e sereno confronto avremmo solo da guadagnarci. TUTTI.

 

E poi... un gesto di onestà intellettuale (non dico sempre, ma una volta ogni tanto ).... questa povera Italia ( a cui personalmente voglio un gran bene ) se lo meriterebbe !

 

Mah ...guardiamo al futuro ... che il presente è già abbastanza triste !

 

Fatemi però urlare una cosa: Viva l' ITALIA ... la nostra grande Italia !!! Viva il suo splendido ed antico mare !!!

Edited by Stefano Soriano
Link to post
Share on other sites

Per ragioni di lavoro mi sono trovato recentemente a dover affrontare una sorta di confronto culturale e...devo ammettere

è stata una cosa abbastanza deprimente.

Anche a fronte di una ragione evidente (riconosciuta postuma dai più) mi sono trovato in minoranza e quindi in torto

solo per l'appeal degli interlocutori e il loro numero.

In Italia la valenza non è determinata dalla conoscenza anche di carattere scientifico ma dal ruolo o di potere

o da titolarità accademiche. Del resto anche in passato la vertenza tra i Copernicani e i Tolemaici ha fatto storia.

Ho imparato che non conta la bontà delle idee ma la gestione politica delle stesse.

Del resto il mondo accademico italiano, che è avulso dal contesto internazionale, è assolutamente auto-referenziante

proprio perchè tra gli stessi accademici riconoscere il successo di qualcun'altro è come farsi venire l'orticaria.

Per cui un accademico italiano si auto-celebra e riporta i propri lavori con una terminologia tale che vuole certificare la propria capacità

e anzichè preoccuparsi di essere comprensibile diviene quanto meno ermetica e talvolta assurda.

Per questa ragione Stefano difficilmente troverai l'onestà intellettuale di cui parlavi.

 

La vertenza tra roller e doppi è appunto un chiaro esempio ma ti garantisco che è cosi per tutto.

E mi è capitato poco giorni fa in una gara di tiro-sub, dove il mio intendimento è stato scientemente travisato

ed io che in altri campi (molto più importanti) sono considerato una sorta di luminare e ricopro ruoli decisivi sono diventato

un "furbetto del quartierino" o peggio solo perchè propongo idee che per qualcuno sono destabilizzanti del sistema attuale.

Ma non voglio proseguire oltre...in questo caso la risposta la darà il campo!

 

Habanero,

non c'è nulla da capire è solo una sorta di gara a chi lo ha più grosso! O chi ha settato meglio la propria arma...vince solo

chi raggiunge la v/media in 5m più alta. Per ora direi che Basskiller è il primo (a proposito dov'è finito?)

 

Carissimo Itio, il mio volcan non è poi cosi difficile da caricare ed essendo un fucile dedicato a prede di mole conta poco

la difficoltà del caricamento ( ma ti ripeto si carica come un tripla gomma, anzi meglio perchè ha tacche intermedie).

Quello che la fa apparire difficile è il salto tra la fase vela e la trazione diretta ma esiste solo per una coppia di gomme.

Per le altre due coppie il caricamento è normale.

 

Comunque alla faccia delle ipocrisie italiche sposo (in senso metaforico) Stefano e anch'io mi unisco al W l'ITALIA!.

 

Oreste

Link to post
Share on other sites

salve a tutti,vorrei fare una domanda visto che siete gli sviluppatori ufficiali di questi sistemi:sto finendo di mettere a punto ilmio tentativo di vela in legno.ho avuto alcune perplessita' su come fissare i due capi del sagolino al fusto del fucile.alla fine ho deciso di fare un foro passante poco prima delle puleggie dall'alto verso il basso,in modo da poterci passare il sagolino e bloccarlo sopra il fusto con un nodo.ho fatto una sciocchezza?se imparo a mettere le foto ne posto una.se chiunque mi da un parere mi farebbe un super favore

Link to post
Share on other sites

Caro Oreste,del mondo accademico non me ne parlare ....ne so anch'io qualcosa....ma non è facile cambiarlo.Ma secondo me,noi lavorando assieme e scambiandoci idee e risultati e contribuendo con gli interventi di ciascuno a migliorare sempre di più le nostre "creature"ci potremo prendere almeno la soddisfazione di smentirli ogni volta che apriranno la bocca.Queste persone ,di noi testardi GEPPETTI, non hanno capito che più ci stuzzicano e più lavoreremo per raggiungere i nostri obbiettivie, una volta raggiunti,ce ne metteremo altri ancora....e così via.Se pensano di scoraggiarci si sbagliano di grosso.

Link to post
Share on other sites

Caro Oreste,del mondo accademico non me ne parlare ....ne so anch'io qualcosa....ma non è facile cambiarlo.Ma secondo me,noi lavorando assieme e scambiandoci idee e risultati e contribuendo con gli interventi di ciascuno a migliorare sempre di più le nostre "creature"ci potremo prendere almeno la soddisfazione di smentirli ogni volta che apriranno la bocca.Queste persone ,di noi testardi GEPPETTI, non hanno capito che più ci stuzzicano e più lavoreremo per raggiungere i nostri obbiettivie, una volta raggiunti,ce ne metteremo altri ancora....e così via.Se pensano di scoraggiarci si sbagliano di grosso.

 

Concordo in pieno, specie nel fatto che le critiche sterili sono, invece, fonte di stimolo a fare sempre meglio e di più ( almeno per me è così).

 

Sono sicuro, inoltre, che ne vedremo ancora delle belle e spero almeno che i col passare del tempo il confronto tra sostenitori di tesi diverse sia sempre più sereno, basato sui contenuti e non sulla cieca partigianeria :D

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...