> 2 lucci per giovedì grasso - Pesca in Apnea - AM FORUMS Jump to content

2 lucci per giovedì grasso


Recommended Posts

rieccomi dopo 3 settimane di riposo forzato...

in tutta sincerità pensavo che dopo la rottura del timpano del 26 gennaio scorso,

avrei dovuto sospendere per qualche mese, ma venerdì scorso lo specialista mi ha dato il via libera

 

così oggi ne ho approfittato per fare un giretto in un hot spot tanto caro all'amico Antonino :whistling:

premesso che era la prima volta che provavo il nuovo rollerone hf110 per il mare

 

al primo tiro di collaudo ho padellato un luccio il cui tiro era di una facilità estrema :banging:

 

per il resto ho portato a casa 2 lucci, ma il tiro sul 3° pesce è da vedere...

 

se gradite qui c'è il video

 

http://www.youtube.com/watch?v=UI3llurstgU

 

:bye:

Link to post
Share on other sites

Grazie per i complimenti ragazzi!

 

Comunque sono decisamente convinto che la pesca in caduta, se pur fatta a batimetriche piuttosto importanti, è meno pericolosa della pesca all'aspetto fatta magari a 15 mt, ma dove spesso la presenza di una preda,, che viene e non viene, ti fa perdere la cognizione del tempo. La pesca in caduta, è più una questione di testa che di fisico o preparazione atletica dove l'azione di pesca talvolta si conclude nel giro di un minuto e qualche secondo.

 

Per igru:

solo nel'ultimo tuffo ero a 26 mt, i lucci si erano abbassati per la mia presenza

in quello precedente infatti ero a 23 mt e i pesci erano alti perchè in caccia di sarde (agoni)

proprio il secondo luccio ne aveva una in gola...

 

Ciao

Edited by giordy64
Link to post
Share on other sites

Grazie per i complimenti ragazzi!

 

Comunque sono decisamente convinto che la pesca in caduta, se pur fatta a batimetriche piuttosto importanti, è meno pericolosa della pesca all'aspetto fatta magari a 15 mt, ma dove spesso la presenza di una preda,, che viene e non viene, ti fa perdere la cognizione del tempo. La pesca in caduta, è più una questione di testa che di fisico o preparazione atletica dove l'azione di pesca talvolta si conclude nel giro di un minuto e qualche secondo.

 

Per igru:

solo nel'ultimo tuffo ero a 26 mt, i lucci si erano abbassati per la mia presenza

in quello precedente infatti ero a 23 mt e i pesci erano alti perchè in caccia di sarde (agoni)

proprio il secondo luccio ne aveva una in gola...

 

Ciao

Resta sempre il fatto che stiamo parlando di quote di altissimo valore sportivo se consideriamo le condizioni climatiche in cui ti trovi.

Certo vedo che dedicare un'uscita per fare solo cinque tuffi e poter tirare per ben tre volte a pesci di buona mole, mi fa fare alcune riflessioni:

 

1 occorre un equipaggiamento coibente di qualità assoluta

 

2 doti personali di ambientamento alla profondità eccezionali, io in estate con acqua a 20° C. mi spingo al lago fino a -23 soltanto dopo aver rotto l'apnea e attivato il blood - shift dopo cinque o sei tuffi a quote progressivamente maggiori

 

3 conoscere le " città dei lucci" per andare a colpo sicuro

 

Guardo con ammirazione i tuoi video Giordano come se fossero una puntata di Superquark dato che trattasi di documentari veri e propri sul comportamento dei lucci.

Spero di poter applicare qualcosa di queste nozioni alle mie uscite in stagioni più temperate.

 

Complimenti davvero!

Link to post
Share on other sites

Grazie per i complimenti ragazzi!

 

Comunque sono decisamente convinto che la pesca in caduta, se pur fatta a batimetriche piuttosto importanti, è meno pericolosa della pesca all'aspetto fatta magari a 15 mt, ma dove spesso la presenza di una preda,, che viene e non viene, ti fa perdere la cognizione del tempo. La pesca in caduta, è più una questione di testa che di fisico o preparazione atletica dove l'azione di pesca talvolta si conclude nel giro di un minuto e qualche secondo.

 

Per igru:

solo nel'ultimo tuffo ero a 26 mt, i lucci si erano abbassati per la mia presenza

in quello precedente infatti ero a 23 mt e i pesci erano alti perchè in caccia di sarde (agoni)

proprio il secondo luccio ne aveva una in gola...

 

Ciao

 

Ah, beh, l'ultimo tuffo sarà stato a 26m, ma se gli altri erano SOLO a 23... :eek:

 

Per quanto riguarda il pericolo dell'aspetto rispetto alla caduta, il tuo ragionamento vale solo per il mare:

al lago la maggior parte delle volte, solo il vedere un pesce implica il fatto che questo sia già a tiro... :P

 

Complimenti ancora!!!

Link to post
Share on other sites

Grazie per i complimenti ragazzi!

 

Comunque sono decisamente convinto che la pesca in caduta, se pur fatta a batimetriche piuttosto importanti, è meno pericolosa della pesca all'aspetto fatta magari a 15 mt, ma dove spesso la presenza di una preda,, che viene e non viene, ti fa perdere la cognizione del tempo. La pesca in caduta, è più una questione di testa che di fisico o preparazione atletica dove l'azione di pesca talvolta si conclude nel giro di un minuto e qualche secondo.

 

Per igru:

solo nel'ultimo tuffo ero a 26 mt, i lucci si erano abbassati per la mia presenza

in quello precedente infatti ero a 23 mt e i pesci erano alti perchè in caccia di sarde (agoni)

proprio il secondo luccio ne aveva una in gola...

 

Ciao

Resta sempre il fatto che stiamo parlando di quote di altissimo valore sportivo se consideriamo le condizioni climatiche in cui ti trovi.

Certo vedo che dedicare un'uscita per fare solo cinque tuffi e poter tirare per ben tre volte a pesci di buona mole, mi fa fare alcune riflessioni:

 

1 occorre un equipaggiamento coibente di qualità assoluta

 

2 doti personali di ambientamento alla profondità eccezionali, io in estate con acqua a 20° C. mi spingo al lago fino a -23 soltanto dopo aver rotto l'apnea e attivato il blood - shift dopo cinque o sei tuffi a quote progressivamente maggiori

 

3 conoscere le " città dei lucci" per andare a colpo sicuro

 

Guardo con ammirazione i tuoi video Giordano come se fossero una puntata di Superquark dato che trattasi di documentari veri e propri sul comportamento dei lucci.

Spero di poter applicare qualcosa di queste nozioni alle mie uscite in stagioni più temperate.

 

Complimenti davvero!

 

Ciao,

intanto grazie per gli apprezzamenti.

per il resto ti rassicuro dicentoci che io stesso non pratico le medesime quote in estate e principalmente per la scarsa visibilità. Poi in inverno si fanno pochi tuffi ben preparati...

Ritengo che la pesca invernale al lago sia un po' come correre i 100 mt, non puoi permetterti troppe ripetute. Sicuramente ho facilità ad abituare il corpo subito alla profondità; proprio il 31/12 ho fatto dei tuffi a freddo a profondità davvero importanti e con catture (vedi video lucci del 31.12.11)

Per il freddo invece risolvo il problema utilizzando, giá da 2 anni, una giacca da 7 ed un sottomuta in spaccato liscio da 2 mm. L'importante è non prendere freddo prima, quindi si parte da casa già vestiti.

Quanto alle zone di pesca sono più o meno le stesse che frequentiamo in estate su batimetriche differenti.

Concludo dicendo che se non avessi avuto la costante assistenza di una persona fortemente preparata, nel mio caso Antonino, certi risultati faticherebbero ad arrivare.

 

Ciao

 

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...