> "Se scendi più fondo... - Page 4 - Pesca in Apnea - AM FORUMS Jump to content

"Se scendi più fondo...


Recommended Posts

  • Replies 191
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Posted Images

....omissis...Per farti un esempio relativo alle zone che mi capita di frequentare in estate (le isole, per capirci) ti posso citare il caso di un cernione "vecchio", di 30 e passa chili, straconosiuto da tutti gli abituè di quella zona perchè nonostante abbia la tana (inespugnabile) a più di 30m, caccia risalendo una franata fino a farsi vedere anche a 12-15m, ma fino ad ora ha sempre fregato tutti.

Ciò nonostante, date le abitudini, è più facile che muoia in poca acqua che in profondità, il che smentisce il "teorema di cui sopra".

 

:boxed: ..ma se il cernione è ancora vivo nonostante l'indiscutibile aumento del rischio di fare brutti incontri nelle sue incursioni a bassa profondità significa che il rischio vero il cernione lo evita già in tana poichè a tuo dire è "inespugnabile". :whistling:

Quindi per le altre cernie la pesca in tana è certamente più letale rispetto alla pesca in poca acqua. :bag:

Il cernione quindi conferma la vera regola generale: la cernia veterana la freghi solo in tana. Ma se la tana è inespugnabile e la giovane cernia ha tempo sufficiente per imparare a scansare gli agguati tesi in acque basse allora la veterana diventerà invincibile e molto molto grossa e anziana. Del resto si sà che la cernia è un pesce mediamente più intelligente.di molte altre specie e la tua veterana conferma la sua intelligenza di vecchia combattente.

 

P.S. ..anche la mia bestia nera è la ricciola e finchè ho pescato con qualunque mezzo a me possibile la ricciola mi ha sempre fregato. Poichè ho smesso di pescare, morirò senza aver mai pescato la mia ricciola. :frustry:

Link to post
Share on other sites
Guest Gianfranco Ciavarella

Gianfrà.....quando mi porti a pescare i dentici in 10 metri d'acqua? :subh:

Scherzi a parte, quoto il tuo ultimo post:)

 

Cosa ti porto a fare visto che sei bravo a prenderli più fondo?????? :ajo::alucard::rifle:

Link to post
Share on other sites

Gianfrà.....quando mi porti a pescare i dentici in 10 metri d'acqua? :subh:

Scherzi a parte, quoto il tuo ultimo post:)

 

Cosa ti porto a fare visto che sei bravo a prenderli più fondo?????? :ajo::alucard::rifle:

 

Nono ma quando mai, io ho parlato di avvistamenti importanti...mica di catture fonde:) E poi io sono un tipo pigro e mi piace pescare in poc'acqua:)

Link to post
Share on other sites

Il punto è che il mare è grande ed i pesci si prendono dove sono. Certo è che se pretendo di pescare le cernie sul lungomare di Genova sarà durissima. Eppure in passato di cernione ve ne erano tantissime posso assicurartelo.

 

 

Gianfranco non so se lo hai notato anche tu,ma io da un paio di anni a questa parte ho visto una forte ripresa di cernie.

Sopratutto nella parte di levante della liguria...le quote in cui le incontro sono sui 15m alcune anche in acque più basse.

Speriamo che continui cosi!!!

Link to post
Share on other sites

....omissis...Per farti un esempio relativo alle zone che mi capita di frequentare in estate (le isole, per capirci) ti posso citare il caso di un cernione "vecchio", di 30 e passa chili, straconosiuto da tutti gli abituè di quella zona perchè nonostante abbia la tana (inespugnabile) a più di 30m, caccia risalendo una franata fino a farsi vedere anche a 12-15m, ma fino ad ora ha sempre fregato tutti.

Ciò nonostante, date le abitudini, è più facile che muoia in poca acqua che in profondità, il che smentisce il "teorema di cui sopra".

 

:boxed: ..ma se il cernione è ancora vivo nonostante l'indiscutibile aumento del rischio di fare brutti incontri nelle sue incursioni a bassa profondità significa che il rischio vero il cernione lo evita già in tana poichè a tuo dire è "inespugnabile". :whistling:

Quindi per le altre cernie la pesca in tana è certamente più letale rispetto alla pesca in poca acqua. :bag:

Il cernione quindi conferma la vera regola generale: la cernia veterana la freghi solo in tana. Ma se la tana è inespugnabile e la giovane cernia ha tempo sufficiente per imparare a scansare gli agguati tesi in acque basse allora la veterana diventerà invincibile e molto molto grossa e anziana. Del resto si sà che la cernia è un pesce mediamente più intelligente.di molte altre specie e la tua veterana conferma la sua intelligenza di vecchia combattente.

 

P.S. ..anche la mia bestia nera è la ricciola e finchè ho pescato con qualunque mezzo a me possibile la ricciola mi ha sempre fregato. Poichè ho smesso di pescare, morirò senza aver mai pescato la mia ricciola. :frustry:

 

:1eye:

ma se il cernione è ancora vivo nonostante l'indiscutibile aumento del rischio di fare brutti incontri nelle sue incursioni a bassa profondità significa che il rischio vero il cernione lo evita già in tana poichè a tuo dire è "inespugnabile". :whistling:

Quindi per le altre cernie la pesca in tana è certamente più letale rispetto alla pesca in poca acqua. :bag:

Il cernione quindi conferma la vera regola generale: la cernia veterana la freghi solo in tana.

Esistono tane anche in acqua bassa...

La cernia caccia spesso fuori dalla tana principale (quella inespugnabile), ma tenendosi all'ombra di altre tane, "capanni di caccia" che invece spesso sono espugnabilissimi.

Se la tana mastra è inespugnabile, gioco forza che conviene prendere in considerazione quelle di caccia che stanno molto più su.

Tra l'altro capita pure che questi pesci muoiano per mano di chi meno te lo aspetti, magari di un pescatore non espertissimo ma che ha il culo di trovare la cernia in poca profondità e nel momento di maggiore vulnerabilità, ossia in fase digestiva.

Quando sto pesce mangia troppo, infatti, entra in uno stato simile al sonno, abbassa le difese e capita di riuscire ad avvicinarlo parecchio anche fuori tana, mentre è impegnato a digerire, disteso sulla sabbia o su uno scoglio, immobile.

Capita

Edited by siccia
Link to post
Share on other sites

@Senex...non ti fidi dei rugbysti :D troppi muscoli

cmq questa estate ho avuto il piacere di parlare col pelo nazionale in gallura

...quando non prendo niente ho una tana che fà cernie...(50m)

...ho preso un dentice 10kg a 33m e l'ho dovuto aspettare...

quindi tutto è relativo alla persona

per me 50m sono l'abisso senza ritorno

non oso pensare cosa voglia dire aspettare parecchio a 33m

io ho ribattuto sapendo del tonno del Bellani (mio eroe) per far rosicare un poco pure lui :D

cmq il tema è la sicurezza e non dare il cattivo esempio a chi legge

sempre però bisogna essere sportivi e riconoscere che non ci sono formule infallibili per vincere, altrimenti al totocalcio sarebbe una passeggiata fare soldi

si possono limitare i rischi giocando sul sicuro, mare calmo acqua bassa

ma anche così ci può sempre stare l'inconveniente

giocarsela con passione, mare mosso e denti stretti

all'ultimo sangue col palamita over size

il bello resta il gioco alla fine ma se diventa un lavoro perde il suo fascino diciamocelo pure

la pescasub è uno sport estremo con una componente di battaglia pure ed un poco assomiglia al Rugby :D

 

 

 

Link to post
Share on other sites

io da un paio di anni a questa parte ho visto una forte ripresa di cernie.

Sopratutto nella parte di levante della liguria...le quote in cui le incontro sono sui 15m alcune anche in acque più basse.

Speriamo che continui cosi!!!

 

Anche perché in buona parte Levante ligure pescaie (Moneglia verso Deiva, Framura, Bonassola verso Levanto) la zona rocciosa finisce massimo a 17,5 metri, dopodiché inizia il ghiaione. Quindi le cernie, se vogliono stabilirsi da quelle parti, devono stare al di sopra di quella batimetrica. Questo per dire che il teorema Siccia, o meglio, il teorema che Siccia vuole contestare (+fondi=più pesce) in ogni caso non potrà avere un valore generale (ammesso che ne abbia uno). Cioè si deve tener conto del fondale di quella zona per capire dove cercare il pesce.

Edited by zefiro
Link to post
Share on other sites

@Senex...non ti fidi dei rugbysti :D troppi muscoli

cmq questa estate ho avuto il piacere di parlare col pelo nazionale in gallura

...quando non prendo niente ho una tana che fà cernie...(50m)

...ho preso un dentice 10kg a 33m e l'ho dovuto aspettare...

quindi tutto è relativo alla persona

per me 50m sono l'abisso senza ritorno

non oso pensare cosa voglia dire aspettare parecchio a 33m

io ho ribattuto sapendo del tonno del Bellani (mio eroe) per far rosicare un poco pure lui :D

cmq il tema è la sicurezza e non dare il cattivo esempio a chi legge

sempre però bisogna essere sportivi e riconoscere che non ci sono formule infallibili per vincere, altrimenti al totocalcio sarebbe una passeggiata fare soldi

si possono limitare i rischi giocando sul sicuro, mare calmo acqua bassa

ma anche così ci può sempre stare l'inconveniente

giocarsela con passione, mare mosso e denti stretti

all'ultimo sangue col palamita over size

il bello resta il gioco alla fine ma se diventa un lavoro perde il suo fascino diciamocelo pure

la pescasub è uno sport estremo con una componente di battaglia pure ed un poco assomiglia al Rugby :D

 

MMMhhh hai fatto due esempi che hanno poco a che vedere con la mia visione del mare, soprattutto il primo.

Il pelo nazionale... per me è la gnocca.

 

Io non vendo nulla e cerco di non entrare nei circuiti dei venditori, per quanto mi riesca...

 

Io ho visto il mare di 40 anni fa e non c'erano venditori.

 

Qualche anno fa riflettei sulla possibilità di cimentarmi nell'insegnamento dell'apnea e della psub, ma dopo attenta riflessione decisi di non farlo, perchè per me era troppo rischioso insegnare a qualche principiante a scendere sotto il pelo dell'acqua che poi magari si sarebbe fatto male sul serio... non mi andava di rischiare e di insegnare, seppure con tutti i margini di sicurezza possibili, ad andare sott'acqua. E' uno sport con un tasso di rischio troppo alto!

 

Comunque pescare a più di trenta metri non è fare una discesa e prendere un pesce dopo un'aspetto.

Non ti fidare e stai attento.

Averlo fatto una volta (o poche volte) ti da una falsa sicurezza che potrebbe alla lunga esporti a forti rischi.

E' come la macchina, più km fai più hai probabilità di avere un incidente.

Occhio! Soprattutto lascia perdere quelli che vogliono insegnarti a farlo, dicendoti che lo puoi fare in sicurezza...

Sai per esempio che effetti può avere la profondità sul tuo corpo durante un'intera giornata di pesca?

Link to post
Share on other sites

si Senex sono autodidatta ma da anni mi interesso all'argomento

mi ricordo il primo raduno AM e io alle prime armi parlando con Zefiro dicevo" bah! io mi trovo bene sui 20m" e lui mi guardava strano

ora a distanza di anni ho capito che ci sono un sacco di rischi però i primi tuffi che facevo con muta mezza manica fluorescente da surfista, pinne paperino e apollo 75 erano 15 16 18 m con zavorra mobile

poi conobbi AM e riscontrai che alcune senzazioni avevano un perchè, appassionandomi

c'è chi vende metri e qui a Busto c'è tutta la banda al completo

ma metri in apnea, sul cavo, con istruttori, assistenza e tutto quel che serve in caso di incidente

si dice che a Genoni se gli dai in mano un legnetto non scenderebbe 2m

la caccia è un'altra cosa ma anche qui sento parlare gente che trova rilassante e pacifico tirare un'asta in fronte a una cernia...lo trovano rilassante...

la componente battaglia della pia non è poca cosa, non innesca il metabolismo ma innesca qualcosa di pericoloso nel cervello che ci porta a rischiare più del dovuto

"alla guerra" diceva il Bellani al penultimo campionato mi pare in brasile o li vicino

mi incazzaio non poco io che in guerra ci son stato ma poi ho capito che veramente aveva ragione, la guerra alla fine è dentro ogni uomo e aprire certe porte la scatena

Link to post
Share on other sites

Tra l'altro considerato che la maggior parte dei pescatori subacquei che ne sono capaci, si dedica alla pesca "profonda" per pochissimi mesi all'anno, verrebbe pure da pensare che secondo il "teorema" di cui sopra i bei pesci si prendono soprattutto in quel periodo, mentre invece non è vero perchè ogni stagione ha le sue prede tipiche e sta solo al pescatore "prenderle serie".

Forse il sottoscritto è un caso anomalo, ma se proprio dovessi stabilire il periodo migliore per prendere dei bei pesci, direi da maggio ai primi di luglio, periodo in cui, almeno nelle zone che frequento io, la varietà di pesce è massima nonchè concentrata entro i 15-20m d'acqua per via del taglio...

Dalla fine di luglio a tutto ottobre (poco più di 3 mesi, ossia poco più di 1/4 di anno) spesso cerco i pesci più giù, ma ammetto che lo faccio 1) perchè mi piace farlo (e le "bastonate" che mi capita di prendere da chi pesca più su mi fanno capire che spesso lo faccio a prescindere dal pesce) e 2) per una certa pigrizia che mi prende nei periodi di acqua torbida (ed in quei mesi, da queste parti l'acqua è quasi sempre torbida, soprattutto da una decina di anni a questa parte).

Ma quando l'acqua è pulita, a costo di non prendere niente, a me piace esplorare zone nuove a prescindere dalla profondità...e fino ad ora non me ne sono pentito...

Edited by siccia
Link to post
Share on other sites

io da un paio di anni a questa parte ho visto una forte ripresa di cernie.

Sopratutto nella parte di levante della liguria...le quote in cui le incontro sono sui 15m alcune anche in acque più basse.

Speriamo che continui cosi!!!

 

Anche perché in buona parte Levante ligure pescaie (Moneglia verso Deiva, Framura, Bonassola verso Levanto) la zona rocciosa finisce massimo a 17,5 metri, dopodiché inizia il ghiaione. Quindi le cernie, se vogliono stabilirsi da quelle parti, devono stare al di sopra di quella batimetrica. Questo per dire che il teorema Siccia, o meglio, il teorema che Siccia vuole contestare (+fondi=più pesce) in ogni caso non potrà avere un valore generale (ammesso che ne abbia uno). Cioè si deve tener conto del fondale di quella zona per capire dove cercare il pesce.

 

Non conosco il levante ligure ma conosco altre zone in cui si dice, spesso impropriamente, che il fondale roccioso finisce basso.

Da noi per esempio, salvo zone particolari, la roccia termina poco dopo i 20 metri ma sappiamo tutti che sulle interminabili distese di fango ci sono isole di grotto isolate che arrivano ben oltre i 60 metri.

Io credo che le cernie, quelle grosse, vivono ancora in buon numero e indisturbate in queste aree ristrette facendo solo delle veloccissime apparizioni sui fondali più bassi.

Nei fondali in cui peschiamo noi invece ci sono le cerniotte che, secondo me, vengono letteralmente scacciate dalle grosse dalle zone più a largo perchè essendo più ristrette non offrono cibo a sufficienza per tutte.

Link to post
Share on other sites

Se scendi piu' fondo........rischi di piu'..... questa e' l'unica certezza.....oltretutto non e' sempre detto che piu' fondo vai piu' pesci trovi..

Straquoto Sapazza , però è anche vero che se scendi di più hai più possibilità di incontrare pesci di mole , non è una regola matematica, dipende dal pesce che insidi , ma è una regola generale.

 

 

Sandro

Link to post
Share on other sites

Se scendi piu' fondo........rischi di piu'..... questa e' l'unica certezza.....oltretutto non e' sempre detto che piu' fondo vai piu' pesci trovi..

Straquoto Sapazza , però è anche vero che se scendi di più hai più possibilità di incontrare pesci di mole , non è una regola matematica, dipende dal pesce che insidi , ma è una regola generale.

 

 

Sandro

ad esempio che pesci di mole?

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...