> TRAGEDIA AL GIGLIO NAVE DA CROCIERA... - Page 5 - Pesca in Apnea - AM FORUMS Jump to content

TRAGEDIA AL GIGLIO NAVE DA CROCIERA...


Recommended Posts

Io una volta andai al Giglio con il gommone sul carrello e il comandante del porto me lo fece portare sulla statale in attesa di poterlo scaricare a mare in base a orari assurdi (il giorno dopo) perchè rappresentava un pericolo lasciarlo sul molo.

Sullo stesso molo ove c'era già un carrello con relativo gommone evidentemente di qualcuno "autorizzato", di cui non seppe spiegarmmi la presenza.

 

Poi non ci si accorge di una nave di 300 mt che ti passa a pochi metri dalla finestra dell'ufficio....

 

Cose strane succedono... distorzioni ottiche e valutazioni molto particolari dei pericoli.

 

Sulle leggi non mi pronuncio, mi basta il buon senso e l'etica che per me sono mancate!

 

Ma se era una pratica consolidata qualcuno dovrà pur ripondere del mancato controllo.... o no?

Link to post
Share on other sites
  • Replies 234
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Posted Images

c'è er picozza a unomattina che spiega come l'unico modo per evitare il passaggio sotto costa di queste navi sia...udite udite..." l'istituzione di un'area marina protetta" detta comunquemente AMP, una sigla che giustifica i più acculti incubi di ogni pescasub

io qualche gg al picozza vorrei parlarci a quattrocchi per sapere che c@**o ha in quella testa

Link to post
Share on other sites

Fuori dall'ultimo scoglio affiorante delle Scole a circa 100 metri in direzione sud c'è una rimonta a circa 12-13 mt. di profondità che poi cade sulla sabbia verso terra a 25-28 e nel blu dalla parte opposta.

O forse è meglio dire C'ERA!!!

 

Lo Scoglio di Marò!

Link to post
Share on other sites

Io ci andrei cauto sui giudizi .

E' ovvio che il comandante ha fatto una gran min@@@iata passando la' dove manco un materassino gonfiabile passerebbe ... pero' ... non diamo ascolto ai giornalisti , datemi retta , che di cazzate ne sparano.

Pur quanto sprovveduto possa essere il comandate , per dargli un mano un'affare del genere non deve essere certamente uno scemo qualunque .

Inoltre ,sempre secondo me , evacuare 4200 persone in un'ora e mezza al buoi e al freddo con la nave inclinata di 80 gradi non mi sembra un pessimo risultato .

Poi avra' centrato uno scoglio , ma almeno tornando indietro a "sedendosi" sulla costa ha evitato conseguenze ben peggiori . Se fosse colata a picco in mezzo al mare altro che 16 dispersi...

Link to post
Share on other sites

c'è er picozza a unomattina che spiega come l'unico modo per evitare il passaggio sotto costa di queste navi sia...udite udite..." l'istituzione di un'area marina protetta" detta comunquemente AMP, una sigla che giustifica i più acculti incubi di ogni pescasub

io qualche gg al picozza vorrei parlarci a quattrocchi per sapere che c@**o ha in quella testa

ah ah ah.. :boxed: ..ma la AMP li già c'è ed è,ahinoi, è in suo potere ma il picozzoide deve essere l'unico che ancora non lo sà :1eye: ...meno male che er picozza ancora esiste e ci delizia con le sue dotte cretinate e ci allieta nel pieno della disgrazia con il suo formidabile cabaret :banging:

Link to post
Share on other sites

Io ci andrei cauto sui giudizi .

E' ovvio che il comandante ha fatto una gran min@@@iata passando la' dove manco un materassino gonfiabile passerebbe ... pero' ... non diamo ascolto ai giornalisti , datemi retta , che di cazzate ne sparano.

Pur quanto sprovveduto possa essere il comandate , per dargli un mano un'affare del genere non deve essere certamente uno scemo qualunque .

Inoltre ,sempre secondo me , evacuare 4200 persone in un'ora e mezza al buoi e al freddo con la nave inclinata di 80 gradi non mi sembra un pessimo risultato .

Poi avra' centrato uno scoglio , ma almeno tornando indietro a "sedendosi" sulla costa ha evitato conseguenze ben peggiori . Se fosse colata a picco in mezzo al mare altro che 16 dispersi...

Ieri hanno mostrato lo scoglio che ha troncato nell'impatto, è andato proprio sopra l'isolotto delle Scole.

 

Ha fatto una manovra rischiosa e sicuramente lo sapeva, dubito che però potesse ignorare la presenza di tutti quegli ostacoli segnati da sempre sulle carte nautiche.

 

Lo sgombero della nave poi non è certo opera sua visto che ha abbandonato l'ha abbandonata con una delle primissime scialuppe calate e si è rifiutato più volte di risalire a bordo per coordinare i soccorsi; il tutto purtroppo confermato dalla CP e da uno dei suoi più alti esponenti il com. Cosimo Nicastro.

 

A detta di chi per mare ci và seriamente certe manovre NON si fanno e basta, diversamente si rischia e non solo la propria pelle. Se poi questi signori devono anche essere considerati degli esperti, non oso pensare di cosa siano capaci i novizi.

 

:bye:

Link to post
Share on other sites

si io mi riferivo a certe notizie che stento veramente a crederci , del tipo "il comandante ha chiesto a una motovedetta della finanza di rimorchiare la nave in porto"

 

cioe' , vabbe' ...

 

In realta' c'e' anche un altro ufficiale che dice che il comandante ,quando calata l'ultima scialuppa , era ancora sul ponte numero 3 .

Link to post
Share on other sites

si io mi riferivo a certe notizie che stento veramente a crederci , del tipo "il comandante ha chiesto a una motovedetta della finanza di rimorchiare la nave in porto"

Quello è vero anche se a questo punto non mi stupirei più di nulla; basta vedere la rotta che avrebbe seguito dopo l'impatto (questa si ancora da verificare) per farsi venire la pelle d'oca.

In realta' c'e' anche un altro ufficiale che dice che il comandante ,quando calata l'ultima scialuppa , era ancora sul ponte numero 3 .

L'ho sentito anche io, ma credo che le dichiarazioni degli ufficili della CP che hanno tentato più volte di convincerlo a risalire a bordo siano più veritiere, se non altro perchè confermate dal comando generale e non mediate dai giornalisti che fanno sempre a gara a chi la spara più grossa.

 

:bye:

Link to post
Share on other sites

La c@zz@ta più grossa comunque è che dalle testimonianze risulta che hanno dato l'allarme ai passeggeri un'ora e mezza dopo!!!!

Se facevano salire subito nei punti di raccolta tutti i passeggeri (ed in un'ora e mezzo ce li portavano sicuramente tutti), secondo me le vittime sarebbero state molte meno, anche nessuna vista l'esigua distanza dalla costa. Praticamente si son salvati tutti quelli che erano fuori, qualche acciacco dovuto a scivolamenti e cadute varie, ma la buccia l'hanno riportata a casa.

Non ce l'hanno fatta invece quelli rimasti intrappolati dopo che la nave si è inclinata, ovvero ben oltre 1 ora e mezza dall'impatto con gli scogli.

Almeno così la raccontano i notiziari e la cosa è veramente inconcepibile.

Ho sentito anche che sto comandante dirigeva le operazioni comodamente dal molo del porto del Giglio, quando ancora c'era una marea di gente a bordo, e il Comandante della CP gli diceva "deve rilsalire!!!" ma lui nisba...

Cosa gli fai a uno così???

 

Purtroppo il numero delle vittime è destinato inevitabilmente a salire e sto tizio ce le ha tutte sulla coscienza

Link to post
Share on other sites

Beh, fondali profondi nell'immediato sottocosta e strumentazione all'avanguardia, NON devono autorizzare ad avvicinare un gigante del genere a 20mt dalla costa, è inammissibile. E vedendo le immagini dall'alto, dico che è stata una fortuna prendere lo scoglio, altrimenti la prua puntava dritta nel porto, ampliando il disastro.

 

 

Infatti la mia considerazione era differente:

Ti sembra normale che è diventata una consuetudiene far passare navi di quel tipo,per far "salutare l'isola"?!?

Nessuno gli è venuto in mente di diffidare all'occostaggio cosi ravvicinato alla costa di tali navi(gia avvenuto in precedenza)..mah..poi si parla di sicurezza in mare

 

Avevo capito e ti do ragione. Anche la mia era una considerazione e non una domanda per te. Ho solo citato la tua frase che mi ha fatto venire a mente la cosa. Scusami di nuovo.

Link to post
Share on other sites

Solo due considerazioni.

La prima è che ci potrebbe anche stare il "saluto all'isola" ma che bisogno c'è di farlo ad un tiro di sputo dalla costa? per far vedere quanto sono figo a portare una bestia di quelle nell'acquetta? Non sei figo.... sei IMBECILLE!

 

La seconda è che se la nave fosse passata dieci metri (o forse anche meno) più a largo non sarebbe successo nulla sia nel senso che, ovviamente, non ci sarebbe stato il naufragio ma nessuno si sarebbe posto il problema di un comportamento che, da quanto sta venendo fuori, è la normalità.

 

Mi chiedo infine come mai, con la strumentazione elettronica che abbiamo disponibile al giorno d'oggi, una nave così non abbia un sistema di ecoscandaglio in grado di segnalare la profondità a 360° e per almeno un centinaio di metri tutto intorno.

Link to post
Share on other sites

Pare fosse una consuetudine passare a poca distanza dal porto e far suonare le trombe per salutare l'isola, le immagini riprese in agosto parlano chiaro.

Quella nave mostruosa che passa a poche centinaia di metri dal porto e da fiato alle trombe.

Mi viene da chiedere ma chi deve controllare "cosucce" del genere cosa controlla?

 

Io credo che di negligenze ce ne siano diverse!

 

Se io entro in porto col mio gommoncino in planata mi si inculan0 (giustamente!)... perchè non hanno mai fatto caso a quel gigante che passava così vicino e suonava le trombe?

 

Fossero intervenuti prima avrebbero potuto porre fine a quella che pare fosse diventata una consuetudine e che ha ucciso tante persone.

 

Non si tratta di negligenza ma di autentica idiozia ereditaria & consuetudinaria tenuta in vita a fine di lucro e che giammai e ripeto mai le autorità (in)competenti non hanno mai voluto sanzionare:

 

Trattasi dell' usanza in auge nella Regia Marina Borbonica nota come "INCHINO"...

 

La nave passa radente i porti di transito con tutte le luci accese e il gran pavese armato e emette tre suoni prolungati e distinti:

1- il primo perchè il Comandante saluta la sua mamma

2- il secondo perchè il Comandante saluta la Madonna

3- il terzo perchè il Comandante saluta i mammasantissima reggenti del luogo

 

Siccome tutti i capitani di lungo bordo dediti alla marineria turistica sono "sorrentini" intendendo che provengono tutti nessuno escluso dalla costiera amalfitana partendo da Vico Equense a Nord per arrivare fino a Furore e non oltre a Sud e siccome tutti i suddetti si pensano di praticare la più evoluta marineria del mondo e invece praticano una marineria arcaica e ferma alle usanze dei tempi del Re Bomba, ecco che si spiega come un comandante facilone & pressapochista sia in grado di causare un disastro in acque da gommonautica amatoriale. Sul fatto che sia stato pure vigliacco sorvolerei per carità di Patria.

Ma al Ministero della Marina Mercantile in quel dell ' EUR a Roma.... cosa si fà tutto il santo giorno oltre a tagliarsi le unghie e guardare film porno?

 

Infatti, se il comandante non avrebbe (condizionale d'obbligo poichè ancora non è certa al 100% la cosa) vililmente abbandonato la nave prima dell'evacuazione dell'ultimo passeggero, la colpa di tutto ciò sarebbe ricaduta anche a chi permetteva queste deviazione programmate, a quanto pare.

Avrebbero iniziato a tremare le dirigenze d'ufficio, visto che non può considerarsi un fatto senza precedenti e quindi di pura decisione del comandante.

E non dimentichiamo, inoltre, che quest'ultimo nel meschino tentativo di nascondere il fattaccio, ha avvisato i soccorsi con un'ora di ritardo...e questa è una certezza.

 

Spero vivamente che paghino dal primo all'ultimo i responsabili di questo disastro aggravato dai futilissimi e spacconi motivi.

Link to post
Share on other sites

Io ci andrei cauto sui giudizi .

E' ovvio che il comandante ha fatto una gran min@@@iata passando la' dove manco un materassino gonfiabile passerebbe ... pero' ... non diamo ascolto ai giornalisti , datemi retta , che di cazzate ne sparano.

Pur quanto sprovveduto possa essere il comandate , per dargli un mano un'affare del genere non deve essere certamente uno scemo qualunque .

Inoltre ,sempre secondo me , evacuare 4200 persone in un'ora e mezza al buoi e al freddo con la nave inclinata di 80 gradi non mi sembra un pessimo risultato .

Poi avra' centrato uno scoglio , ma almeno tornando indietro a "sedendosi" sulla costa ha evitato conseguenze ben peggiori . Se fosse colata a picco in mezzo al mare altro che 16 dispersi...

 

Veramente fatti certi, confermati dalle autorità del luogo, dicono che i soccorsi son stati avvistati con un notevole ritardo, nel tentativo di sminuire e/o nascondere la cosa...Forse a quest'ora si contavano solo i danni economici ed ambientali!

Una bufala, invece, è il fatto che il comandante abbia avvicinato di proposito la nave alla costa dopo l'urto per migliorare l'evacuazione! Ma mi faccia il piacere, diceva un grande! suvvia, si vede benissimo dalle riprese aeree che l'unico ostacolo era SOLO quello scoglio che ha letteralmente frenato la nave, altrimenti, come dicevo ieri, la nave sarebbe finita altrove con conseguenze ben più gravi.

Certo la colpa non è solo sua, ma è lui che le ha combinate più grosse di tutti gli altri.

Link to post
Share on other sites

Condoglianze per le vittime e per i fondali...plauso ai soccorritori di tutte le sigle ma, opinione personale, tragedia annunciata per coloro che sapevano di questa "consuetudine" e non hanno fatto il loro dovere, cioè diffidare il ripetersi di queste inutili e pericolose manovre.

Il mea culpa lo devono recitare in tanti.

Speriamo riescano a tirare fuori il carburante (oleoso denso). Se non affonda del tutto ci vorrà almeno un anno per smontarla e rimuoverla..

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...