> Il "posto buono" - Page 3 - Pesca in Apnea - AM FORUMS Jump to content

Il "posto buono"


Recommended Posts

In realtà è come in molti qui hanno scritto: ci vuole molta pazienza e perseveranza.

Io ancora oggi scopro tane sconosciute in zone che frequento assiduamente da tanti anni e in max 15 mt d'acqua.

Un po' perche' le tane cambiano coem cambia il fondale per via di correnti e mareggiate, ho avuto tane per tanti anni buone poi distrutte dalle mareggiate, una addirittura da una chiatta che ci si ormeggiò sopra spostando un masso enorme.

Però con pazienza se ne scoprono sempre di nuove. Come fare? beh bisogna dedicare del tempo. se voglio scoprire tane vere eproprie devo pensare di pescare solo in tana con meticolosità... se voglio scoprire zone per fare l'aspetto o l'agguato devo fare solo quello e cercare di capire se quel pesce che ho preso era un puro caso o se la situazione è ripetibile. Devo tener conto delle condizioni del mare e della stagione e del tempo.

Avevo una bellissima tana di corvine (liguria) che per anni conoscevano in pochi... poi hanno cominciato a frequentarla in tanti ma io ho scoperto un piccolo passaggio che porta alla tana mastra. parliamo di 12 mt di prof... ancora oggi quel passaggio credo di conoscerlo solo io perchè sia in gara sia in pescata normale mi è capitato di arrivarci sopra dopo che ci avevano pescato forti atleti locali e le corvine erano sempre li nel buco mastro....

Mi piace scoprire tane e zonette fino a un max di 20mt in liguria sono le profondità abituali soprattutto per chi come me pesca prevalentemente senza barca.

Però bisogna tener conto che le zonette e le tane mutano nel tempo... nel bene e nel male ovviamente...

Link to post
Share on other sites
  • Replies 60
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Posted Images

Ho imparato da un po di tempo a cercare il posto buono semplicemente dove gli altri non possono o non vogliono arrivare!!!

La stragrande maggioranza della gente " almeno dalle mie parti" va a pescare nei posti piu' vicini e possibilmente piu' facilmente raggiungibili con la macchina per cambiarsi ed entrare.

Sono posti che per anni e anni hanno garantito grandi carnieri ma che oggi purtroppo risultano iper sfruttati basti pensare che in certi punti il Sabato e la Domenica pare di stare in una piazza per il numero dei palloni a mollo in certi punti.

 

In questi posti ci vanno tutti i pescatori della mia citta e di un paio di paesi vicini.

Di qui l'esigenza di cambiare strategia!!!

Si cercano tutti quei punti " anche brutti da vedere quando osservi da terra " che siano abbastanza isolati dai maggiori centri abitati.

La pigrizia la poca voglia di rischarsi la pescata e magari anche i pochi soldi per la benzina fanno desistere la maggioranza di questi personaggi dal cercare posti nuovi.

Quindi spesso e volentieri capita di entrare in posti nuovi dove c'e' abbastanza pesce e sopratutto dove risulta poco disturbato.

E me ne accorgo subito da come vengono all'aspetto.

Ho un amico che e' un grande agguatista e aspettista che ha fatto pescate sensazionali in posti con fondali piatti senza tane e con molta alga.

Dentici di 10kg in 5 metri d'acqua e spigoloni sparati con il petto che striscia in terra.

 

I posti noi li preserviamo in un modo molto semplice!!!

Cercando altri posti nuovi cosi' che a un posto dedichiamo una sola pescata o al massimo altre due perche' nel frattempo abbiamo altri 10 o 15 posti che abbiamo scovato da controllare.

Costa sicuramente a livello di benzina pero' le soddisfazioni non mancano di certo.

 

Spiare o fregare i posti agli altri o peggio ancora chiedere dritte su questo o quell'altro posto mi da solo fastidio.

Non e' roba per me.

 

Debbo dire che in passato ho sbagliato qualche volta ad insistere troppo nei soliti posti perche' poi mi sono accorto che il pesce era sempre piu' spaventato e diffidente.

 

C'e' da dire anche che cmq la maggioranza dei pescatori che entrano da terra spesso e volentieri sono dei neofiti o degli incapaci che svolgono solo il ruolo di disturbatori della zona percio' il pesce c'e' sicuramente ma e' troppo spaventato.

Link to post
Share on other sites

Da noi il problema è l'acqua quasi sempre torbida.

Le poche giornate di acqua bella bisognerebbe dedicarle alla ricerca mentre invece, spesso, si preferisce scorrere a vista il fondale per ore e ore pescando comunque dei gran bei pesci.

Il problema è che quando l'acqua è torbida, non potendo pescare a scorrere, si dovrebbe andare a segnale sulle buche o sulle zone e allora solo chi ne ha in buon numero prende il pesce.

Nel mio caso preferisco sempre andare su zone ben conosciute ottimizzando così i tempi per fare in modo da dedicare alla ricerca le ultime ore della giornata.

In sostanza prima mi assicuro il carniere, che comunque non è mai scontato, e poi penso alla ricerca.

Riguardo la ricerca vera e propria, specie delle tane buone ho scoperto che, raramente, la tana, la trovo abitata dalla prima volta.

Mi spiego.

Mi capita di trovare zone e tane che pur deserte, in quel momento, mi fanno presagire che in realtà possono essere buone e che perciò vanno ricontrollate in momenti diversi.

In sostanza, credo, che la tana buona vada sentita prima ancora che vista abitata.

Non avete idea quanti bei posti ho trovato nel corso degli anni che in un primo momento erano disabitati.

Link to post
Share on other sites

Lo stesso signore aveva prima scoperto un posto ad uno dei miei amici scovandolo in mezzo al mare con la ricerca del telefonino che il fesso aveva lasciato acceso e individuabile.

Insomma il mare è anche goliardia!

 

Com'è sta storia?

Ti si può scovare col tel acceso?

 

Il punto preciso?

 

Dicce dicce.... <_<

Intanto io inizio a spegnerlo il cell. da domani! :)

Link to post
Share on other sites
Guest Gianfranco Ciavarella

:whistling: Si può si può, basta scaricarsi un programmino e se lasci la opzione nel cellulare che individua il tuo posto è possibile che altri ti individuino.

State attenti basta non dimenticare l'opzione di Localizzazione inserita.

:thumbup:

Link to post
Share on other sites

:whistling: Si può si può, basta scaricarsi un programmino e se lasci la opzione nel cellulare che individua il tuo posto è possibile che altri ti individuino.

State attenti basta non dimenticare l'opzione di Localizzazione inserita.

:thumbup:

 

Mi sono informato... m'hanno detto, ma ci vuole la password che, immagino, possa avere solo il propietario... di più nin sò.

Link to post
Share on other sites
Guest Gianfranco Ciavarella

Tengo orecchie ed occhi aperti... è l'istinto della sopravvivenza!

Intendiamoci, se devesse mai capitare che uno di voi mi becca su una posta a cui tengo e ne copia le mire di certo ne resto male ma saprei prenderla bene, fa parte del "gioco". Se invece, uno di voi lo trovassi in acqua con un mio compagno di pesca in una mia posta confessata "all'amico" avrei perso in un colpo solo posto e ..... amico! Senza ulteriori discussioni.

Mi piace condividere ma devo essere io a decidere come e con chi.

Trovare posti nuovi e buoni è prerogativa di chi ha tanto tempo o va molto in mare. Pensare di perdere molto tempo in ricerca quando si è in vacanza, magari per dieci giorni soli si corre il rischio di tornare a casa depressi.

Link to post
Share on other sites

Gianfranco, i miei posti veramente segreti, li mantengo segreti (tranne che con 3 tre amici), ma sinceramente quelli veramente seri si difendono da soli... anche se molti mi dicono che la media dei pescatori si stà specializzando nella pesca fonda, io ancora devo vedere (o cogliere sul fatto) qualcuno che riesca a essere operativo a quelle quote... tranne pochi casi che conosco e dai quali mi guardo bene.

 

Non so, mi sbaglierò... ma mi sembra che sia così, anche se essendo abbastanza "fuori dai giri che contano" non ho una visione aggiornata e reale probabilmente.

Dimmi tu se sbaglio, ma chi è realmente operativo dai 30 ai 40? !!!

Dalle mie parti pochi.

Link to post
Share on other sites

La cosa veramente pericolosa sono, almeno sui miei posti, i bracconieri con le bombole che quei posti li possono veramente ripulire.

 

E se dai telefonini accesi ci si può difendere, dai cannocchiali a miglia di distanza un pò meno...

 

Link to post
Share on other sites
Guest Gianfranco Ciavarella

E' un discorso, quello della profondità, che non mi piace trattare in pubblico ma di persone che operano a quelle quote ne conosco, poche ma ne conosco. In piena estate sono quote a cui mi sono purtroppo abituato. La mia pescata media va dai 27/8 mt ai 34/5 metri con rari casi di pesca entro ed oltre questi limiti.

Link to post
Share on other sites

Ho capito, anche io prima non ne parlavo mai.

Poi ho cambiato idea, non me ne frega nulla di essere preso per un hazzaro e non credo che qualcuno si possa far male per quello che racconto.

Se qualcuno si fa male è solo sua responsabilità.

 

Comunque...

Diciamo che un 5% dei pescatori ci pesca regolarmente (di questi ovviamente la maggior parte possono essere considerati o sono professionisti).

 

Comunque i miei posti magici sono oltre i 30 e non di 1 metro.

E qui chiudo, okkey...
:)
Link to post
Share on other sites

E' un discorso, quello della profondità, che non mi piace trattare in pubblico ma di persone che operano a quelle quote ne conosco, poche ma ne conosco. In piena estate sono quote a cui mi sono purtroppo abituato. La mia pescata media va dai 27/8 mt ai 34/5 metri con rari casi di pesca entro ed oltre questi limiti.

 

Che vuol dire che la tua pescata media va dai 27/28 ai 34/35 se poi dici che in rari casi peschi entro queste quote?

Dopo aggiungi che le superi pure.

Comunque a parte questo credo che oggi, siano veramente in pochi quelli che, veramente, possono e riescono a pescare per ore a quelle quote....

Poi un conto è fare qualche tuffo a segnale con movimenti quasi esclusivamente in verticale e un altro è pescare cercando il pesce a quelle quote.

In passato ho pescato qualche volta con un ragazzo che aveva delle capacità apneistiche mostruose che gli permettevano di fare quei 10/15 tuffi al giorno anche bel oltre i 35 metri e infatti in Corsica, là dove conosceva ogni sasso, faceva carnieri di dentici favolosi.

Un giorno venne da me e si scontrò con il torbido dei "soli" 20 metri e delle continue planate rasenti il fondo in cerca di qualche pesciotto.

Dopo due ore di questa pesca stava in gommone esausto.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...