> Ai Cacciatori di mare e di terra - Page 2 - Pesca in Apnea - AM FORUMS Jump to content

Ai Cacciatori di mare e di terra


Recommended Posts

Bello il discorso di Alessio, che condivido. Anche per me la PIA è una caccia sotto il pelo dell'acqua. Sensazioni, emozioni e stimoli sono pressocchè identici. Mi piacerebbe fare qualche considerazione che rimando tra un pò perchè ora non ho tempo.

 

In merito ad osservazioni sulla caccia che ho letto, vi faccio notare che: dire che un cacciatore inquina è leggermente ridicolo. E' uno dei (miserrimi e privi di senso) argomenti utilizzati dagli anticaccia (che, per inciso, dopo aver fatto fuori i cacciatori se la prenderanno con i pia, in alcuni casi hanno già cominciato). A parte che si mette insieme di tutto (cacciatori di anatidi, che come vi è stato fatto notare non usano da anni pallini in piombo), beccacciari e beccaccinari (che nelle annate migliori se sparano una trentacinque/quaranta colpi veri è grasso - io ho avuto annate con 5 colpi sparati in tutta la stagione, per fartuna 4 a segno) cinghialai e cacciatori di selezione (che sono la maggior parte dei cacciatori oramai, e sparano a canna rigata, con pallottole camiciate che hanno una dispersione di piombo assolutamente nulla) tordaioli (che comunque non inquinano più di un gommone di un pescatore in apnea) ecc.

Inoltre, scusate ma è senza senso la classifica di cosa è più difficile, e che con la pia non c'è paragone. Sembra di sentire qualcheduno di quei neofiti montati che se gli dici che (magari a febbraio) hai pescato a strusciapanza ti rispondono che loro pescano solo sotto i venti metri, perchè a strusciapanza è troppo facile, non c'è paragone (mi è capitato). A parte qualche caso che tutto è meno che caccia (vedi Aziende Turistico Venatorie) la caccia facile esiste solo per coloro che la giudicano dall'esterno senza averla mai provata. Ovviamente, con difficoltà di tipo diverso, rispetto alla pia, ma sempre difficoltà sono (fisiche, tecniche ecc.). Metterle in relazione è veramente insensato.

Sorry, ma quando sento queste contrapposizioni mi girano veramente i cosiddetti. Sarebbe ora di capire da che parte stanno, i nemici.

"Metterle in relazione è veramente insensato."

Appunto era quello che volevo dire magari mi sono espresso male...non è insensato ma non sono proprio paragonabili come attività venatorie!Troppo diverse per troppi fattori.

Ciao senza rancore e senza "giramento"

:)

 

Ciao, intanto scusami per il tono che ho usato, rileggendomi sono stato un pò brusco (ma andavo di corsa che stavo per entrare in riunione). Mi scuso dicendoti che è un tema a cui tengo molto, quello di un'unità di intenti tra tutti i "non mutanti". Ma non è il tema in discussione.

Invece ciò che intendevo io è proprio l'opposto di quello che sostieni: è insensato secondo me mettere in relazione (per classificarle) le difficoltà delle due attività. Ma solo le difficoltà (diversissime, ma forti in ambedue le specialità).

Ma per il resto (ed in questo concordo perfettamente con l'Alessio), sono due espressioni diverse di uno stesso "tutt'uno". Almeno per me, ovviamente.

Quando sono in montagna, cercando le beccacce, lascia stare i fucile o il cane (che è parte di me stesso, spesso a beccacce si parla di "cacciatore a sei zampe"): io ed il mio cane seguiamo l'istinto, l'esperienza, le sensazioni che arrivano dall'ambiente circostante; e, a differenza di ciò che accade nella vita "cittadina", l'unico che guida o dirige le nostre azioni è il Grande Vento del Nord. Nè più nè meno di quello che facevano i nostri progenitori millenni fa (con mezzi diversi). Sai cosè una montagna, nelle nostre zone? E' una roba che ci metti più di una settimana, a battertela (cacciandoci seriamente: se prendi e imbocchi sugli stradelli, in 2 ore sei in cima, ma quello non è andare a caccia). Come scegli dove andare, che zone battere, quali versanti cercare? E' vero, la conoscenza delle zone e dei posti conta eccome (ne più e ne meno che nella pia). Ma ti assicuro che non basta.

Il punto però è un altro: non è un problema tecnico, carniere con un pochino di esperienza e di tecnica lo fai quasi sempre, o almeno abbastanza spesso (sia in apnea che a caccia). Magari non al livello dei migliori, ma lo fai.

Difficile spiegarlo. Proviamoci così: ti sei mai chiesto cosa ti spinge, realmente, ad alzarti dal letto caldo per andare a metterti una muta, magari nel gelo, e buttarti in un mare torbidissimo da quale esci, distrutto, dopo qualche ora a mani vuote? E magari, mentre la sera sciacqui l'attrezzatura, fai progetti per la prossima volta che ti alzerai all'alba per buttarti nel gelo? Ecco: ti giuro che, per me, per la caccia è la stessa identica cosa.

E' un errore, chiamarla "Pesca" in apnea. Credimi. E' una delle forme di "Caccia" più belle che si possano effettuare (come le beccacce e la caccia di selezione, che faccio regolarmente. Ma anche tutte le altre).

Sono due facce della stessa medaglia. Una medaglia che, per me, si chiama Uomo.

No problem figurati..sono appena tornato da Amsterdam quindi sai come è soo molto easy!:D

Concordo sulla passione che ti porta a fare diversi sacrifici.

Concordo con la difficoltà di entrambe le discipline e con il contatto con la natura che entrambe hanno...

Volevo solo dire che sono due attività completamente diverse e posso essere messe a paragone solo se parliamo di passione, immersione nella natura, istinto primordiale di cacciare...per il resto, come sforzo , tecnica, e possibilità credo che non possano essere paragonate. Ma con questo non voglio dire quale delle due sia meglio o peggio...dico solo che non è fattibile un paragone...

Quindi in sostanza mi sa che la pensiamo uguale!:)

Link to post
Share on other sites
  • Replies 34
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

oh non ci ho capito una mazza ma per me Alessio sei sempre il numero uno :thumbup:

perchè sei cacciatore anche in acqua e non perdi tempo a fare bolle col culetto ma vai trovi il sarago e ci spari in tà fazza :rifle: :rifle:

non ti fai seghe mentali del tipo è il pesce che si è suicidato ma consapevole del fatto che l'hai ammazzato rischi anche piu' del dovuto per la tua preda

in poche parole un'uomo :king:

Link to post
Share on other sites
Bello il discorso e il paragone...in entrambi i casi la bravura fa la differenza..ma parere personale l'impatto ambientale e il modus operandi della caccia rispetto alla pesca in apnea non è paragonabile per ovvi motivi (inquinamento come dice qualcuno, prelievo, difficoltà fisiche e mentali).

 

Qui si sta parlando di caccia non di tiro al piccione

Link to post
Share on other sites
Bello il discorso e il paragone...in entrambi i casi la bravura fa la differenza..ma parere personale l'impatto ambientale e il modus operandi della caccia rispetto alla pesca in apnea non è paragonabile per ovvi motivi (inquinamento come dice qualcuno, prelievo, difficoltà fisiche e mentali).

 

Qui si sta parlando di caccia non di tiro al piccione

Esatto. La caccia col cane alla beccaccia (e ad onor del vero anche quella alla coturnice, quando era ancora possibile cacciarla), poi, è indubbiamente quella che più di tutte si allontana dalla descrizione sopra data. Gli ovvi motivi prima menzionati non sono poi così ovvi, in quanto:

  • nelle stagioni più proficue, non ricordo di aver sparato più di dieci colpi in totale (anzi, sicuramente molto di meno; mediamente direi non più di 5 a stagione) andando a beccacce.
  • portando a casa 5 beccacce a stagione si può già dire di aver avuto un grande successo;
  • la beccaccia tipicamente si caccia in territori impervi (ancora peggio la coturnice), e richiede lunghe camminate nei boschi, tra i rovi, spesso in zone acquitrinose, lontano da strade o sentieri e con dislivelli importanti, capaci di fiacare nelle membra e nell'animo.
Insomma, chi pensa che la caccia alla regina del bosco sia una pratica facile, antisportiva o irrispettosa per l'ambiente, si sbaglia di grosso. A dispetto di quanto molti possano pensare, si possono trovare molti parallelismi tra questa tipologia di caccia e la pesca in apnea; la "filosofia" venatoria, poi, come già rimarcato da Alessio, è veramente assai simile.
Link to post
Share on other sites
Bello il discorso e il paragone...in entrambi i casi la bravura fa la differenza..ma parere personale l'impatto ambientale e il modus operandi della caccia rispetto alla pesca in apnea non è paragonabile per ovvi motivi (inquinamento come dice qualcuno, prelievo, difficoltà fisiche e mentali).

 

Qui si sta parlando di caccia non di tiro al piccione

Esatto. La caccia col cane alla beccaccia (e ad onor del vero anche quella alla coturnice, quando era ancora possibile cacciarla), poi, è indubbiamente quella che più di tutte si allontana dalla descrizione sopra data. Gli ovvi motivi prima menzionati non sono poi così ovvi, in quanto:

  • nelle stagioni più proficue, non ricordo di aver sparato più di dieci colpi in totale (anzi, sicuramente molto di meno; mediamente direi non più di 5 a stagione) andando a beccacce.
  • portando a casa 5 beccacce a stagione si può già dire di aver avuto un grande successo;
  • la beccaccia tipicamente si caccia in territori impervi (ancora peggio la coturnice), e richiede lunghe camminate nei boschi, tra i rovi, spesso in zone acquitrinose, lontano da strade o sentieri e con dislivelli importanti, capaci di fiacare nelle membra e nell'animo.
Insomma, chi pensa che la caccia alla regina del bosco sia una pratica facile, antisportiva o irrispettosa per l'ambiente, si sbaglia di grosso. A dispetto di quanto molti possano pensare, si possono trovare molti parallelismi tra questa tipologia di caccia e la pesca in apnea; la "filosofia" venatoria, poi, come già rimarcato da Alessio, è veramente assai simile.

Io non andrò a Caccia, ma vado per boschi a settimane alterne facendo anche 24h ore di fila dormendo solo due ore (è uno sport alternativo che ho intrapreso da un anno circa) e ti assicuro che si mi rompo le ossa e le gambe, che mi stanca fisicamente e mentalmente...ma posso fermarmi e fumarmi una sigaretta o fare una pausa quando voglio e mi stanco molto di piu quando sono in acqua da 6 ore.

Sarà un parere mio ma resto dell'idea che sono due sport non paragonabili se non per l'arte venatoria.

Link to post
Share on other sites
e sapiamo che l'uccisione del tiranno è stata sempre una pratica, non solo ammessa ma addirittura incorraggiata dalla Chiesa di un tempo.

. . . ah si? Strano!

Forse intendevi dire "da alcuni uomini di chiesa"; se leggo in esodo 20.13 Dio comanda di non uccidere, Gesù più avanti dirà: «Avete inteso che fu detto agli antichi: "Non uccidere; chi avrà ucciso sarà sottoposto a giudizio". Ma io vi dico: Chiunque si adira con il proprio fratello, sarà sottoposto a giudizio» (Mt 5,21-22).

 

Non certo per spirito di polemica, nè per la voglia di andare fuori tema, ma per amore di verità devo confermarti che l'ammissibilità del tirannicidio è stata proclamata da S. Tommaso d'Aquino, il più grande teologo di tutti i tempi, il cui metodo interpretativo (Tomismo) è stato adottato dalla Chiesa dal Medioevo e mai disconnosciuto. Al limite potevi contestarmi il fatto che il tiranno per poter essere ucciso, doveva essere anche usurpatore, ma non mi sembrava certo questo il senso del tuo intervento. Ti invito comunque se vuoi continuare il confronto a farlo in forma privata. Cordiali saluti.

Link to post
Share on other sites
Io non andrò a Caccia, ma vado per boschi a settimane alterne facendo anche 24h ore di fila dormendo solo due ore (è uno sport alternativo che ho intrapreso da un anno circa) e ti assicuro che si mi rompo le ossa e le gambe, che mi stanca fisicamente e mentalmente...ma posso fermarmi e fumarmi una sigaretta o fare una pausa quando voglio e mi stanco molto di piu quando sono in acqua da 6 ore.

Sarà un parere mio ma resto dell'idea che sono due sport non paragonabili se non per l'arte venatoria.

Rimane un tuo parere, che non condivido ma rispetto.

Le due forme venatorie avvengono in due elementi diversi, con armi ed attrezzature diverse, e per forza di cose ci sono delle differenze di fondo, questo è logico e comprensibile. Sigarette a parte, anche in acqua, volendo, ci si può fermare per fare una pausa. Come si può anche andare in acqua solo per farsi una nuotata, senza maschera, pinne e fucile. Ma non è questo il punto.

Ciò che accomuna e contraddistingue il bravo pescatore in apnea ed il bravo beccacciaro (in questo caso con l'aggiunta anche del cane) è lo spirito di "sacrificio" che trova movente nell'istinto venatorio.

Edited by g.doddis
Link to post
Share on other sites
Ciò che accomuna e contraddistingue il bravo pescatore in apnea ed il bravo beccacciaro (in questo caso con l'aggiunta anche del cane) è lo spirito si "sacrificio" che trova movente nell'istinto venatorio.

Ecco questo lo condivido in pieno!;)

Link to post
Share on other sites
Supponiamo che i cacciatori in Italia siano 8000 (per difetto) ed ognuno spari in un anno 100 cartucce; in ogni cartuccia 30 grammi di piombo velenosissimo ( se non bastasse già quello prodotto dalla combustione dei motori a scoppio ) . . . totale: 8000 x 100 x 30 = 24'000'000 = quasi due tonnellate e mezza.

Molto meglio la PIA ogni volta che sparo il proiettile lo riutilizzo :D:D:D

A voler essere pignoli, un pescatore si porta in giro diversi kg di piombo come zavorra che, in una stagione, tiene a bagno per diverse decine di ore facendo si che rilascino sostanze inquinanti...

 

:bye:

Link to post
Share on other sites
Supponiamo che i cacciatori in Italia siano 8000 (per difetto) ed ognuno spari in un anno 100 cartucce; in ogni cartuccia 30 grammi di piombo velenosissimo ( se non bastasse già quello prodotto dalla combustione dei motori a scoppio ) . . . totale: 8000 x 100 x 30 = 24'000'000 = quasi due tonnellate e mezza.

Molto meglio la PIA ogni volta che sparo il proiettile lo riutilizzo :D:D:D

A voler essere pignoli, un pescatore si porta in giro diversi kg di piombo come zavorra che, in una stagione, tiene a bagno per diverse decine di ore facendo si che rilascino sostanze inquinanti...

 

:bye:

Inoltre, sempre a violer essere pignoli (ti ho risposto prima dando qualche specifica in più), l'italia ha una superficie di più di 300.000 km quadrati. Considerando che si potrà andare a caccia per circa un terzo (è una stima per difetto), due tonnellate e mezzo di piombo (che come ti dicevo non è comunque una stima ragionevole) in 100.000 Km quadrati corrisponde a circa 0,024 grammi di piombo per metro quadro. Non ho sottomano le emissioni di piombo di una singola macchina (anche euro 5), ma non ci credo nemmeno se lo vedo che disperde nell'aria 2 centesimi di grammo di piombo in un anno.

Ragazzi, le baggianate dei verdastri, lasciamole ai verdastri.

:bye:

Link to post
Share on other sites
Ragazzi, le baggianate dei verdastri, lasciamole ai verdastri.

:bye:

Assolutamente, era solo per far capire che ogni qualvolta si finisce a parlare di "migliorismo", ognuno trova giustificazioni (per quello che fa) o obiezioni(a ciò che non fa) a volontà...

 

:bye:

 

PS Che poi, che tutto il piombo sparato rimanga sul terreno...va bene avere una pessima mira, ma così è troppo! E senza contare le 100 cartucce di media che trovo un dato di molte volte superiore alla realtà.

Link to post
Share on other sites
E senza contare le 100 cartucce di media che trovo un dato di molte volte superiore alla realtà.

Anch'io trovo superiore . . . anzi, inferiore alla realtà cinque cartucce l'anno a fronte di una licenza, più spese varie con annessi e connessi che suppergiù ammonta a 800 € a stagione . . . daccordo la passione, ma rispettiamo l'intelligenza di tutti.

Link to post
Share on other sites
E senza contare le 100 cartucce di media che trovo un dato di molte volte superiore alla realtà.

Anch'io trovo superiore . . . anzi, inferiore alla realtà cinque cartucce l'anno a fronte di una licenza, più spese varie con annessi e connessi che suppergiù ammonta a 800 € a stagione . . . daccordo la passione, ma rispettiamo l'intelligenza di tutti.

...??? :unsure::huh:

Scusa, spiegati meglio...

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...