> MENTONE - FRANCIA - Page 2 - Pesca in Apnea - AM FORUMS Jump to content

MENTONE - FRANCIA


Recommended Posts

 

La dan silver va bene?

Se contiene come ritengo una Rc si, ma e' cosa prudente leggersi che non ci siano esclusioni e postille varie. Nel dubbio fai verificare a Rubeo.

 

X Stefano:

Quando si finisce a citare l' assicurazione, l'argomento e' delicato, e' necessario esser precisi

 

La RC ce l'ha e posso assicurare anche un certo n. di allievi all'anno, però è saggio il tuo consiglio di verificare.

La devo rinnovare in questi giorni ed all'Eudi ne approfitto per chiedere lumi (da verificare comunque su quanto è scritto...).

Grazie. Ciao.

Link to post
Share on other sites

Ciao Pepu, avevo mandato una richiesta al DAN ma non mi avevano risposto esaurientemente... anch'io devo rinnovare la Basic Professional, se sai qualche cosa prima fammelo sapere .... ciao

Link to post
Share on other sites

 

 

 

La dan silver va bene?

Se contiene come ritengo una Rc si, ma e' cosa prudente leggersi che non ci siano esclusioni e postille varie. Nel dubbio fai verificare a Rubeo.

 

X Stefano:

Quando si finisce a citare l' assicurazione, l'argomento e' delicato, e' necessario esser precisi

 

La RC ce l'ha e posso assicurare anche un certo n. di allievi all'anno, però è saggio il tuo consiglio di verificare.

La devo rinnovare in questi giorni ed all'Eudi ne approfitto per chiedere lumi (da verificare comunque su quanto è scritto...).

Grazie. Ciao.

 

Il problema della DAN dovrebbe essere che assicurano tutta l'attività ricreativa e didattica della subacquea ma non l'attività sportiva.

La DAN NON nasce come assicurazione specifica per i pescatori in apnea.

Ora, come considerano la pesca in apnea? Attività sportiva o ricreativa? E' espressamente citata come attività subacquea la pesca in apnea? E poi, trattandosi di RC, non è che da qualche parte salta fuori che non contemplano gli attrezzi da pesca o peggio ancora assimilino in qualche modo i nostri coltelli ed arbalete ad armi?

 

Ribadisco che la persona più competente in materia sul forum è Rubeo, ma probabilmente anche lui avrà bisogno di leggersi tutti i contratti nei dettagli ad iniziare dalle mini postille.

 

Visto che anche Magoo non ha avuto riscontri esaurienti sia opportuno fare chiarezza, l'argomento è delicato.

Link to post
Share on other sites

Sarò BRE:

1) La tessera FIPSAS è riconosciuta in Francia per una questione di reciprocità con la federazione francese, il giorno in cui si accorgeranno che la polizza sottostante la tessera non copre più l'attività amatoriale (per mille motivi esposti anche da Mauro ma tant'è) creeranno problemi;

 

2) La polizza DAN in realtà la pesca la copre, il problema (come per qualsiasi polizza privatistica possiate fare) è che se vi fermano le autorità francesi vostro è l'onere di provare che la polizza è conforme allo standard richiesto dalla normativa francese, e se una persona "normale" (inteso nel senso che non faccia l'assicuratore di mestiere e non parli perfettamente francese) fosse in grado di farlo, io, mia moglie, mio figlio ci moriremmo di fame per mancanza di lavoro! :-P

 

3) La tessera FIPIA (con l'estensione alla copertura RC annessa) è polizza normalissima (molto paragonabile ad una RC del Capofamiglia, almeno nella prima stesura) solo che il buon Calvenzi (che ha sempre pescato in Francia) ha avuto l'intelligenza di farsi accettare (in via preventiva e spiegando i contenuti della polizza) la polizza tramite la federazione francese, facendo quello che dovrebbe fare un'associazione di categoria, pensare alle esigenze dei propri iscritti!

Per cui, fate la tessera FIPIA spendete sti 22 euro e pescate in PACE!! :-)

 

Perdonate il tono scansonato del post ma sto in ufficio già da un paio d'ore.... :-P

Link to post
Share on other sites

 

Sarò BRE:

1) La tessera FIPSAS è riconosciuta in Francia per una questione di reciprocità con la federazione francese, il giorno in cui si accorgeranno che la polizza sottostante la tessera non copre più l'attività amatoriale (per mille motivi esposti anche da Mauro ma tant'è) creeranno problemi;

 

2) La polizza DAN in realtà la pesca la copre, il problema (come per qualsiasi polizza privatistica possiate fare) è che se vi fermano le autorità francesi vostro è l'onere di provare che la polizza è conforme allo standard richiesto dalla normativa francese, e se una persona "normale" (inteso nel senso che non faccia l'assicuratore di mestiere e non parli perfettamente francese) fosse in grado di farlo, io, mia moglie, mio figlio ci moriremmo di fame per mancanza di lavoro! :-P

 

3) La tessera FIPIA (con l'estensione alla copertura RC annessa) è polizza normalissima (molto paragonabile ad una RC del Capofamiglia, almeno nella prima stesura) solo che il buon Calvenzi (che ha sempre pescato in Francia) ha avuto l'intelligenza di farsi accettare (in via preventiva e spiegando i contenuti della polizza) la polizza tramite la federazione francese, facendo quello che dovrebbe fare un'associazione di categoria, pensare alle esigenze dei propri iscritti!

Per cui, fate la tessera FIPIA spendete sti 22 euro e pescate in PACE!! :-)

 

Perdonate il tono scansonato del post ma sto in ufficio già da un paio d'ore.... :-P

Grazie Walter

 

sul punto 1 non mi soffermerei al problema della reciprocità chiarita con un documento tra federazioni risalente alla vecchia poliza Unipol. A suo tempo la Unipol aveva stipulato una poliza che soddisfaceva i requisiti francesi, ma poi con la nuova poliza Chartis tali requisiti non solo snon sono stati soddisfatti, ma sono perfino stati aboliti su precisa volontà di Fipsas stessa sulla propria circolare normativa.

Volontariamente e per risparmiare, e fatto gravissimo non è stato prodotto nessun documento ufficiale con la Francia del decadimento di tale poliza (o almeno di tale documento di notifica del decadimento nessuno ne è a conoscenza).

 

Sarebbe una cosa gravissima se le autorità francesi non fossero a conoscenza dell'assenza di assicurazione per i pescatori tesserati Fipsas italiani all'estero mentre in precedenza era stato comunicato il contrario (e fatto riconoscere con la reciprocità), ed è molto probabile che sia esattamente così.

Inoltre gravissima è di certo la situazione del pescatore in apnea italiano all'estero tesserato Fipsas che è in una condizione di illegalità.

La disgraziata e non augurabile 1° volta che capiterà un incidente di pesca verso 3° persona in Francia, il pescatore italiano tesserato Fipsas si troverà in guai molto seri, sia con le autorità giudiziarie francesi sia con i risarcimenti da dover pagare.

 

Visto che volenti o nolenti la Fipsas in qualsiasi caso formalmente ci rappresenta (è a tutti gli effetti una istituzione) posso dire che da Italiani c'è da vergognarsi?

Io ho vergogna a pensare che le autorità francesi mi considerano valido un documento decaduto.

Ho vergogna io da cittadino italiano per loro.

Link to post
Share on other sites

Mauro ma sei sicuro che quella in vigore per il 2014 sia ancora la polizza AIG ex Chartis?? Che io ricordi la procedura prevedeva che la convenzione scadesse a dicembre 2013 ergo dovrebbero aver rifatto la gara di appalto o comunque la procedura di evidenza pubblica quale che sia la formulazione....

O magari sono in proroga bilaterale....

Link to post
Share on other sites

 

Mauro ma sei sicuro che quella in vigore per il 2014 sia ancora la polizza AIG ex Chartis?? Che io ricordi la procedura prevedeva che la convenzione scadesse a dicembre 2013 ergo dovrebbero aver rifatto la gara di appalto o comunque la procedura di evidenza pubblica quale che sia la formulazione....

O magari sono in proroga bilaterale....

Io guardo quello che c'è scritto sul portale Fipsas oggi.

http://portale.fipsas.it/FIPSAS/Federazione/Assicurazioni/tabid/395/language/it-IT/Default.aspx

 

Dice che la poliza Chartis è per il 2012/2013, non c'è nuova comunicazione.

Immagino che sia in proroga bilaterale, se non fosse, la Fipsas non potrebbe operare, niente gare, niente attività, niente corsi, nulla di nulla.

Ma visto che opera, ci sarà una proroga operativa in attesa del rinnovo della poliza

Link to post
Share on other sites

 

Mauro ma sei sicuro che quella in vigore per il 2014 sia ancora la polizza AIG ex Chartis?? Che io ricordi la procedura prevedeva che la convenzione scadesse a dicembre 2013 ergo dovrebbero aver rifatto la gara di appalto o comunque la procedura di evidenza pubblica quale che sia la formulazione....

O magari sono in proroga bilaterale....

Io guardo quello che c'è scritto sul portale Fipsas oggi.

http://portale.fipsas.it/FIPSAS/Federazione/Assicurazioni/tabid/395/language/it-IT/Default.aspx

 

Dice che la poliza Chartis è per il 2012/2013, non c'è nuova comunicazione.

Immagino che sia in proroga bilaterale, se non fosse, la Fipsas non potrebbe operare, niente gare, niente attività, niente corsi, nulla di nulla.

Ma visto che opera, ci sarà una proroga operativa in attesa del rinnovo della poliza

 

Speriamo....

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...