> Omega 3, i benefici dipendono da come si cucina il pesce - Il mare in Tavola - AM FORUMS Jump to content

Omega 3, i benefici dipendono da come si cucina il pesce


Recommended Posts

ALIMENTAZIONE

6/3/2009

 

Omega 3, i benefici dipendono da come si cucina il pesce

 

 

 

 

Maggiori benefici sono legati alla tipologia del pesce e alla sua modalità di cottura. Lo studio.

 

 

I livelli circolanti di acidi grassi omega-3 a catena lunga possono aumentare significativamente se nella dieta si privilegia il pesce non fritto, ci segnalano gli esperti del Centro Studi dell’Alimentazione (NFI, Nutrition Foundation of Italy).

Gli omega 3 sono acidi grassi essenziali indispensabili per la salute dell’organismo e, in particolare, per la protezione del cuore e del sistema circolatorio. Poiché il corpo non è in grado di sintetizzarli da sé è necessario assumerli per mezzo di una dieta adeguata.

“Due porzioni di pesce alla settimana, preparato mediante tecniche di cottura adeguate, possono aumentare i livelli circolanti di acidi grassi omega-3 a lunga catena circolanti, mantenendoli costanti e a concentrazioni elevate”, spiegano gli specialisti dell’NFI, “ È quanto emerge da uno studio multicentrico, il “Multiethnic Study of Atherosclerosis” (MESA) condotto negli Stati Uniti su un campione di 900 soggetti, uomini e donne di età compresa tra i 45 e gli 84 anni e di diverse etnie (bianca, cinese-americana, nera ed ispanica). Lo studio ha esaminato tutte le possibili correlazioni esistenti tra l’assunzione di diversi tipi di pesce, le modalità di cottura ed i livelli di EPA (acido eicosapentaenoico) e DHA (acido docosaesaenoico) effettivamente presenti nell’organismo”*.

 

I risultati delle ricerche confermano che le concentrazioni nel sangue di questi composti aumentano in modo rilevante se si consuma pesce con lisca o al trancio non fritto. La stessa cosa però non avviene se si consumano molluschi o crostacei: questo perché hanno un modesto contenuto di omega-3. In più l’eventuale frittura altera il profilo dei lipidi del pesce stesso, forse a causa dell’assorbimento degli acidi grassi contenuti nell’olio.

Pesce azzurro (come sgombro e merluzzo) o al trancio (come salmone, spada e tonno) o altri come la trota sono indicati per garantire all’organismo il giusto apporto di omega-3.

Le tipologie di cottura più indicate, perché il pesce possa mantenere inalterate le sue proprietà benefiche, sono sicuramente al forno, in umido o alla griglia concludono gli esperti dell’NFI.

*Fonte: Chung H, Nettleton JA, Lemaitre RN, Barr RG, Tsai MY, Tracy RP, Siscovick DS. - J Nutr. 2008 Dec;138(12):2422-7.

 

Per maggiori informazioni: NFI – Nutrition Foundation of Italy - NFI - Centro studi dell'alimentazione - viale Tunisia 38 - 20124 Milano - info@nutrition-foundation.it - http://www.nutrition-foundation.it/

 

 

 

Link to post
Share on other sites
Bellissimo thread.....Mi servivano giusto giusto delle info sulla deperibilità dell'omega3.....

 

Allora per farti cambiare avatar leggiti anche questo

 

:lol::lol::lol::lol::lol:

 

http://www.benessere.com/dietetica/arg00/d...intestinali.htm

Link to post
Share on other sites
Bellissimo thread.....Mi servivano giusto giusto delle info sulla deperibilità dell'omega3.....

 

Allora per farti cambiare avatar leggiti anche questo

 

:lol::lol::lol::lol::lol:

 

http://www.benessere.com/dietetica/arg00/d...intestinali.htm

Huahuahuahuahuahuahuahauhuaha :laughing:

Link to post
Share on other sites
ALIMENTAZIONE

6/3/2009

 

Omega 3, i benefici dipendono da come si cucina il pesce

 

 

 

 

Maggiori benefici sono legati alla tipologia del pesce e alla sua modalità di cottura. Lo studio.

 

 

I livelli circolanti di acidi grassi omega-3 a catena lunga possono aumentare significativamente se nella dieta si privilegia il pesce non fritto, ci segnalano gli esperti del Centro Studi dell’Alimentazione (NFI, Nutrition Foundation of Italy).

Gli omega 3 sono acidi grassi essenziali indispensabili per la salute dell’organismo e, in particolare, per la protezione del cuore e del sistema circolatorio. Poiché il corpo non è in grado di sintetizzarli da sé è necessario assumerli per mezzo di una dieta adeguata.

“Due porzioni di pesce alla settimana, preparato mediante tecniche di cottura adeguate, possono aumentare i livelli circolanti di acidi grassi omega-3 a lunga catena circolanti, mantenendoli costanti e a concentrazioni elevate”, spiegano gli specialisti dell’NFI, “ È quanto emerge da uno studio multicentrico, il “Multiethnic Study of Atherosclerosis” (MESA) condotto negli Stati Uniti su un campione di 900 soggetti, uomini e donne di età compresa tra i 45 e gli 84 anni e di diverse etnie (bianca, cinese-americana, nera ed ispanica). Lo studio ha esaminato tutte le possibili correlazioni esistenti tra l’assunzione di diversi tipi di pesce, le modalità di cottura ed i livelli di EPA (acido eicosapentaenoico) e DHA (acido docosaesaenoico) effettivamente presenti nell’organismo”*.

 

I risultati delle ricerche confermano che le concentrazioni nel sangue di questi composti aumentano in modo rilevante se si consuma pesce con lisca o al trancio non fritto. La stessa cosa però non avviene se si consumano molluschi o crostacei: questo perché hanno un modesto contenuto di omega-3. In più l’eventuale frittura altera il profilo dei lipidi del pesce stesso, forse a causa dell’assorbimento degli acidi grassi contenuti nell’olio.

Pesce azzurro (come sgombro e merluzzo) o al trancio (come salmone, spada e tonno) o altri come la trota sono indicati per garantire all’organismo il giusto apporto di omega-3.

Le tipologie di cottura più indicate, perché il pesce possa mantenere inalterate le sue proprietà benefiche, sono sicuramente al forno, in umido o alla griglia concludono gli esperti dell’NFI.

*Fonte: Chung H, Nettleton JA, Lemaitre RN, Barr RG, Tsai MY, Tracy RP, Siscovick DS. - J Nutr. 2008 Dec;138(12):2422-7.

 

Per maggiori informazioni: NFI – Nutrition Foundation of Italy - NFI - Centro studi dell'alimentazione - viale Tunisia 38 - 20124 Milano - info@nutrition-foundation.it - http://www.nutrition-foundation.it/

E facciamo anche questo sacrificio... :(

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...