> Analisi Tecniche Compensazione - Sicurezza & Medicina - AM FORUMS Jump to content

Analisi Tecniche Compensazione


Recommended Posts

Salve

Posto per la prima volta in questa sezione perchè dopo varie letture inerenti alle 3 fondamentali tecniche di compenzazione mi è sorto un dubbio.

 

Io faccio pesca in apnea da circa 11 anni (ora ne ho 23)e sono stato quasi sempre autodidatta a parte mio zio che mi ha insegnato le tecniche basilari di capovolta e discesa.trascurando sempre il fattore "compensazione" di cui mi ha dato solo degli accenni.

Non voglio pensane memmeno a quante cavolate ho provato per ovviare alla pressione...e molta gente anche addentrata in materia(negozi di pesca ecc)sotto mia richiesta mi hanno consigliato i tappi... :angry: ..solo ora che ho un quadro più dettagliato e completo posso comprendere i rischi che ho corso!

Adesso solo comprendo e consiglio a tutti i principianti di frequentare sempre persone competenti(veramente competenti) in apnea...perchè a me per fortuna è andata bene ma ad altri potrebbe andare molto male!!

 

Arrivo al dunque..

 

Ho letto dettagliatamente le 3 fondamentali tecniche di compensazione che sarebbero molto sinteticamente:

 

VALSALVA:prevede che il subacqueo chiuda le narici con le dita e soffi contro la resistenza dovuta alla chiusura del naso

 

FRENZEL:prevede che il subacqueo chiuda il naso con le dita e poi sollevi la lingua in alto e indietro in modo da sospingere l'aria contenuta nella bocca verso le tube di Eustachio

 

TOYNBEE:movimento di deglutizione a bocca e naso chiusi

 

Dopo essermi ben documentato ho dedotto che non effettuo una delle 3 tecniche di compensazione ma credo di farne due contemporaneamente.

In pratica tappo il naso soffio e deglutisco (VALSALVA e TOYNBEE) e diciamo che così riesco a compensare senza problemi.

Il fatto che reputo positivo è che non c'è bisogno di creare una forte pressione per forzare e far entrare aria verso le tube di E in quanto la declutizione apre spontaneamente il passaggio per l'aria.

Queste sono le mie spiegazioni che potrebbero essere sbagliate ed è proprio per questo che mi affido a persone di esperienza come voi.

 

saluti

 

Francesco

 

Link to post
Share on other sites

Ma onestamente non mi pare che tu abbia fatto qualcosa di sbagliato compensando.

Piutosto mi sembra che hai avuto soltanto un po di confusione su come effetuare la tecnica di compensazione.

 

L'unica cosa che hai fatto e' stata quella di fare due operazioni per compensare quando invece ne basta solo una!!

Ma non credo che questo tuo modo di fare ti possa aver creato qualche problema.

 

Io personalmente tendo ad adottare due modi per compensare!!

Una e' la compensazione spontanea!!

Nel senso che non ho bisogno di portare le dita al naso e la compensazione avviene automaticamente mentre scendo.

 

L'altra tecnica e' quella di Valsalva che spesse volte uso quando mi capitano le giornate in cui ho le vie un po intasate da muco e catarro che non consentono una corretta compensazione spontanea.

 

Cmq stai tranquillo!!

Non hai fatto niente di sbagliato.

Magari dalla prossima volta al posto di metterti anche a deglutire esegui la compensazione utilizzando solo la tecnica di Valsalva.

 

 

Link to post
Share on other sites

la tecnica che utilizzi è la Marcante - Odaglia che si effettua appunto stringendo le narici e deglutendo (o poggiando la lingua sul palato e deglutendo a narici serrate); non c'è nulla di sbagliato in ciò che fai; certamente potresti affinare la tua tecnica senza utilizare le mani in quanto, con un buon allenamento, è sufficiente poggiare la lingua sul palato e deglutire per effettuare la compensazione a mani libere.

Prova e vedrai quant'è semplice.

Link to post
Share on other sites
la tecnica che utilizzi è la Marcante - Odaglia che si effettua appunto stringendo le narici e deglutendo (o poggiando la lingua sul palato e deglutendo a narici serrate); non c'è nulla di sbagliato in ciò che fai; certamente potresti affinare la tua tecnica senza utilizare le mani in quanto, con un buon allenamento, è sufficiente poggiare la lingua sul palato e deglutire per effettuare la compensazione a mani libere.

Prova e vedrai quant'è semplice.

Quoto (e come non potrei !!!) con un pò di pratica si riesce a compensare col Marcante-Odaglia senza stringere il naso e.......è tutto un'altro andar per mare!! ;)

Link to post
Share on other sites
  • 10 years later...

Ciao a tutti,

Riesumo questo topic in quanto la mia domanda è inerente all'argomento.

Io per compensare durante la discesa deglutisco, senza tappare il naso e quindi mantenendo le mani libere. Il problema consiste nel fatto che nel momento in cui deglutisco ho la sensazione che l'acqua penetri più in profondità nella cavità dell'orecchio, e questa sensazione mi resta attiva anche una volta uscito dall'acqua e per svariate ore(a volte sino a 48 ore).

Sbaglio io a fare qualcosa??

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...