> clabar's Content - AM FORUMS Jump to content

clabar

Members
  • Content Count

    33
  • Joined

  • Last visited

Posts posted by clabar

  1. Salve a tutti. Ho da poco acquistato il computer in oggetto e chiedo soprattutto a chi ce l'ha se puo' spiegarmi due cose:

    1) la prima volta che sono andato in mare pensavo che partisse la modalita' FREE Dive al contatto con l'acqua e invece niente...???

    2) a secco ho tenuto premuto il pulsante Mode per circa 2/3 secondi ed e' apparsa la modalita' FREE, ma e' partito il tempo e non si ferma piu'...come si fa a ritornare, a secco, alla modalita' orologio?

    Grazie a tutti.

     

    Ma non ce l'ha proprio nessuno questo orologio?

  2. Salve a tutti. Ho da poco acquistato il computer in oggetto e chiedo soprattutto a chi ce l'ha se puo' spiegarmi due cose:

    1) la prima volta che sono andato in mare pensavo che partisse la modalita' FREE Dive al contatto con l'acqua e invece niente...???

    2) a secco ho tenuto premuto il pulsante Mode per circa 2/3 secondi ed e' apparsa la modalita' FREE, ma e' partito il tempo e non si ferma piu'...come si fa a ritornare, a secco, alla modalita' orologio?

    Grazie a tutti.

     

  3. Stesso problema dopo 1 ora. Penso di aver risolto con lavaggi con soluzione fisiologica (uno al mattino e uno alla sera in tutte e due le narici) utilizzando una siringa senz'ago. Poi alcool borico al 3% nell'orecchio che non compensa (caso mai ci fosse qualche impurita'). Se per caso usi spray per liberare il naso che agiscono da vasocostrittori butta via tutto perche' ti liberano il naso ma ti formano un muro di muco.

  4. Comunque il "domani mattina" era oggi e ho deciso a malincuore di non andare a pescare. Forse qualche anno fa' sarei partito (magari solo per guardare il mare) ma il tempo passa e credo di aver fatto una scelta piu' di saggezza che di passione. Dire con certezza assoluta che a Baratti con il libeccio si pesca non mi azzardo a condividerlo; magari bene o male si riesce a entrare in acqua, ma poi il piacere di pescare forse viene meno.

  5. So' che sulla compensazione sono state gia' scritte e descritte "enciclopedie", ma vorrei comunque esporre il mio fastidioso caso.

    A ottobre del 2012 ho fatto la mia ultima uscita di pesca e anche in quell'occasione stesso problema, dopo 1 ora un muro nell'orecchio sx e senza poter piu' pescare (considerate la levataccia, circa 200 km di auto e dopo 1 ora di acqua tutto finito....). Bene, ieri dopo mesi di acqua caffe' latte sono riuscito ad andare in acqua e , incredibile, dopo 8 mesi stesso problema, 1 ora e "muro" nell'orecchio sx.

    Potete darmi indicazioni sul potenziale problema e su come potervi porre rimedio.

  6. Grazie ragazzi dei suggerimenti. Non avendo un mezzo nautico e' evidente che per quanto mi riguarda questa soluzione mi e' impraticabile. Collegarla al pallone o plancetta non e' il massimo, ma mi sembra l'unico rimedio. Non saprei se sia regolare scrivere il numero di iscrizione con pennarello sulla boa e credo che in occasione di una qualsiasi novita' e' probabile che i controlli verranno eseguiti (e che ci stanno a fare senno' quelli che lo devono fare...........................) almeno all'inizio, poi boh! :):bye:

  7. Mi sono chiesto ma dove lo tengo il tagliando relativo al censimento per un eventuale controllo?

    Pensate ai "cannisti" o a chi possiede un mezzo nautico, nessun problema, da qualche parte lo si mette. Ma chi come me parte da terra? Sotto la muta credo che durerebbe molto poco; inserito sulla boa o plancetta che sia sarebbe comunque a rischio perche' a volte con mare mosso o con corrente forte i palloni se ne vanno (e succede). Quindi per me e' un bel problema. Voi come farete? E' logico che se lo si lascia in auto o comunque fuori dall'acqua in caso di controlli in mare dovremmo interrompere la pescata.

  8. Vorrei acquistare delle pinne per indossare calzari da 5mm. E'ovvio l'utilizzo nei mesi piu' freddi. Attualmente pesco con calzari da 3,5mm e pinne Tuna Omer grigie misura 46/48 e mi trovo benissimo (sono "datate" ma indistruttibili). Ho provato a mettermi con queste pinne i calzari da 5 mm, ma e' una sofferenza, una costrizione insopportabile. C'e' qualcuno che ha avuto la stessa esigenza e ha risolto?

     

    ciao io sinceramente usavo le classike cressi le gara!! ma visto il problema invernale, e il bisogno di canbiare pinne ho' scelto tramite il consiglio di silvano top sub che saluto di acquistare le waau braun della c4 con scarpetta regolabile con il filo di caucciu'!! e vedrai ke userai i calzari che piu' ti si addicono.senza dover soffrire il freddo !! anche perche se troppo stretti ferma la circolazione e di conseguenza patisci di piu'.spero di esserti stato utile ..fammi sapere ciao

     

    ------Risolto-------

    mi sono recato in un negozio sub zona Pisa con i miei calazari da 5mm e mi hanno fatto provare piu' tipi di pinne. Ebbene

    le Mares Razor misura 47/48 mi sono calzate perfettamente. Il negozio e' Massysub, sempre gentili e disponibili. Ciao e

    grazie per la tua indicazione sulle C4.

  9. Vorrei acquistare delle pinne per indossare calzari da 5mm. E'ovvio l'utilizzo nei mesi piu' freddi. Attualmente pesco con calzari da 3,5mm e pinne Tuna Omer grigie misura 46/48 e mi trovo benissimo (sono "datate" ma indistruttibili). Ho provato a mettermi con queste pinne i calzari da 5 mm, ma e' una sofferenza, una costrizione insopportabile. C'e' qualcuno che ha avuto la stessa esigenza e ha risolto?

  10. Con grande stupore ho rilevato una netta crepatura sul castello del mio

    fucile; la rottura non e' causa di torsione o contusione. Eta' 3 anni, buone

    pescate, sempre riposto con cura maniacale. E' capitato forse a qualcuno?

    Ho provato a rimuovere il castello dal fusto, ma sembra cementato. Ho la

    sensazione che dovro' passare ad un altro 90. I consigli che chiunque potra'

    darmi mi saranno sicuramente utili.

  11. Ciao, mi interessa il "75"; il prezzo di 70 eur mi va bene. Abito in Toscana,

    provincia di Pisa. Se ti va bene facciamo a meta' delle spese di spedizione,

    se intendi spedirlo (non so' dove abiti). Se vuoi contattarmi in privato il

    mio indirizzo e' "claudio_baroncini@infinito.it.

    Terricciola (PI) domenica 12/09/04, Clabar 40 years old, luoghi di pesca

    preferiti Secche di Vada, zona Baratti/Lo Stellino, rigorosamente da terra.

  12. Ciao Alessandro, sono Claudio di Terricciola (PI) socio GAS; pesca da terra:

    1) zona Palombaggia (spiaggia famosissima), devi trovare un area

    parcheggio per camper a Cala d'Asciaghiu (mi sembra scritto cosi'), parcheggi la macchina sulla strada, 5 minuti a piedi, spiaggia,prendi a

    destra e vedrai una punta che si protende in mare; oltre la punta mantenendo la sx il fondale e' ottimo.

    2) loc. Pianottoli/Caldarello; devi arrivare con la macchina fino sul mare; per

    trovare la zona dovrai avvicinarti ad una torretta che e' la caratteristica del posto; si tratta di una zona con acqua bassa.

    Sono posti bellissimi anche per chi ti aspetta fuori. Ciao e buone vacanze.

    Fammi sapere come e' andata.

  13. Grazie a Mamiz e Leonardo per le cortesi risposte; nei "link" di Leonardo ho

    probabilmente trovato la soluzone: l'acqua nel fusto c'e' e ci rimarra' fino a

    che un bel giorno fara' la sua comparsa la prima goccia di acqua salata che

    faticosamente e con merito si sara' scavata il proprio tunnel nell'alluminio,

    e allora sara' quello il momento per asciugare il fusto..............

    Clabar, Toscana, classe 1964; luogo di pesca preferito Lo Stellino/Baratti,

    sempre rigorosamente da terra.

  14. Possiedo un Omer Alluminum 90 1,75 mm e da qualche tempo sento che

    nel fusto c'e' dell'acqua; ho pensato di togliere le spine della testata e della pistola, ma non ho ottenuto quello che volevo, cioe' di separare le parti dal fusto; c'e' forse qualche vite nascosta? ho forzato un po' le parti, ma niente. Chiedo a qualcuno che avesse gia' effettuato uno smontaggio

    dello stesso fucile di aiutarmi nell'impresa. Grazie e saluti a tutto il forum. :bye:

×
×
  • Create New...