Home » Pesca in Apnea » Agonismo » XI MEMORIAL MASSIMILIANO SAVRON: Claut pigliatutto

XI MEMORIAL MASSIMILIANO SAVRON: Claut pigliatutto

| 30 maggio 2009 | 0 Comments
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]


Il bel carniere del vincitore

Come ogni ultima selettiva di stagione, anche questa volta la tensione era palpabile. A parte Stefano Claut già qualificato in base ai precedenti risultati, la lotta per strappare gli ultimi due biglietti per Cecina 2009 stava per incominciare. Cernuta, Caiffa, Luce e Mastromauro, tutti con pochi punti di differenza erano consapevoli di giocarsi il tutto per tutto in quest’ultima gara.

Alle 8.00 la sirena del giudice Zuanelli dà il via alla competizione e Cernuta, alfiere del circolo Ghisleri, parte di gran lena in direzione Grignano: la sua tattica sarà un misto di pesca in tana, nel sottocosta, per poi successivamente spostarsi nei vivai alla ricerca di qualche cefalo o salpa.
In terra, grazie alle sue doti di razzolatore, riesce a catturare un grongo in peso, due tordi e due corvine, mentre nei vivai arricchisce il carniere con ben 3 cefali. Una gara sicuramente non all’attacco ma con l’obiettivo di un piazzamento entro i primi sei, quello che basta all’atleta dopo i due ori nelle gare precedenti.

Intanto ‘mina vagante’ Venier, del circolo Adria Gorizia, pescando per tutta la gara a velo, pezzo dopo pezzo racimola un carniere davvero notevole: sette cefali, una salpa e un pizzuto. Questo atleta, poco costante, ci ha già abituato in passato a questi exploit.
Caiffa invece, sempre del circolo Adria, prosegue a passo spedito verso Sistiana; pescherà a velo racimolando pero’ solo tre cefali e commettendo alcuni errori fatali.

Mastromauro della Nautica Grignano si concentra invece invece nei pressi della partenza.
Con una bella gara, condotta perlopiù a velo, riesce a racimolare ben otto prede tra spigole e cefali di medie dimensioni; anche lui sembra ben sperare per un buon piazzamento finale.

Poco distante Valente del Ghisleri in gran spolvero, grande esperto in questo tipo di pesca, con una strategia uguale riesce ad inanellare ben otto pesci tra salpe, cefali, spigole e un quanto mai insolito sarago maggiore in peso; alcuni pesci però appaiono al limite.

Stefano Claut del team Omer, scarico della tensione per la qualifica e non avendo niente da perdere, decide di disputare una gara tutta all’attacco partendo a gran velocità verso la fine del campo gara in direzione Sistiana. Pescherà per gran parte della gara indisturbato collezionando ben otto cefali, un occhiata, pescando a velo per la prima parte di gara, e arricchendo il carniere nel finale. Infatti pescando con ripetuti aspetti sul fondo, catturerà due saraghi pizzuti, di cui uno di ben sette etti, e una spigola di medie dimensioni.
Avvisterà anche una bella spigola del peso stimato di cinque chili non riuscendo pero’ a portarla a tiro.

Anche l’inossidabile Guido Bisulli non riuscirà a portare a tiro uno stupendo esemplare di spigola. Non gli sono scapperanno invece i quattro cefali e il bel pizzuto che penzolano dal suo cavetto dimostrando che spesso l’esperienza vale più dell’età.

Il cavetto di Andrea Cernuta

Alle tredici la sirena comunica la fine alle ostilità: in generale è stata una gara ricca di pesce. Ben venti partecipanti porteranno prede valide, tra queste ricordiamo la bella spigola di Pagliaro, i tre cefali e la salpa di Luce, che però non gli basteranno per risalire la classifica, e la spigola catturata da Stefano Svara della Nautica Grignano, una new entry del circuito locale in compagnia di Dafne Maltese, unica partecipante del gentil sesso presente alla gara.

Successivamente la combriccola si trasferisce sul molo della ‘sacchetta’ dove si svolgono le operazioni di pesatura.
Caiffa sembra aver sbagliato la gara e questo fa ben sperare Andrea Cernuta. Mastromauro alla fine si piazza al terzo posto e questo gli dà ancora più fiducia.

La vittoria va a Claut, della Nautica Grignano, nonostante gli vengano scartati un occhiata, per 5 grammi, e 2 cefali. Subito dietro Andrea Venier dell’Adria Gorizia con tutte le prede valide e quarto lo sfortunato Valente che si vede scartare alcune prede per pochi grammi.

Ritornando a Cernuta, già da due anni primo degli esclusi, dopo attimi di tensione, grazie al suo bel carniere di tre cefali, una corvina, un tordo e un grongo validi si assesta al quinto posto: per lui si materializza finalmente l’agognata qualificazione.
L’atleta è visibilmente scosso ed ‘accaldato’ per la felicità; ci penserà l’amico Claut a rinfrescarlo, festeggiandolo con un lancio inaspettato in acqua e con un lungo applauso generale per l’obbiettivo raggiunto.
Mastromauro invece resterà fuori per pochi punti.

Successivamente nella sede del circolo Ghisleri gli atleti possono rifocillarsi grazie all’aiuto dei soci volenterosi che si sono prodigati per la preparazione del pranzo; a seguire il triste momento in cui il presidente Bortolin ricorda il giovane Massimiliano Savron purtroppo scomparso in una battuta di pesca e a cui è intitolata la gara.

Le premiazioni, nelle quali spiccano i premi messi in palio dagli amici sponsor tra cui Sepadiver, Bignami e Idrasub, concludono la manifestazione.
Per la classifica di società si piazza al primo posto il Ghisleri, seguito dalla Nautica Grignano, dall’Adria Gorizia e dalla società Tergeste.
Per la semifinale si qualificano Stefano Claut (1°,1°,2°,2°), Andrea Cernuta (1°,1°,5°,10°) e Andrea Caiffa (2°,3°,4°,9°) che andranno quindi a raggiungere gli amici Degrassi e Bisulli, retrocessi dagli assoluti, alla semifinale centro-nord di Cecina (Livorno), con la speranza che l’agonismo triestino, ritornato ai vertici, possa esser presente ai prossimi assoluti previsti in settembre in Sicilia.

I tre qualificati alla Semifinale Centro/Nord

Classifica:

CLASS.:
1° Stefano Claut – Nautica Grignano- 9 – 7846
2° Andrea Venier – Adria Gorizia – 9 – 7368
3° Roberto Mastromauro- Nautica Grignano- 8 – 6804
4° Riccardo Valente- Ghisleri- 6 – 5955
5° Andrea Cernuta – ‘ – 5+1 – 5164
6° Guido Bisulli – ‘ – 5- 4923
7° Vincenzo Luce – Tergeste- 3 3134
8° Maurizio Fradel – Ghisleri- 2+3 – 3106
9° Andrea Caiffa – Adria Gorizia- 3- – 2764
10° Marino Flora – Ghisleri- 2+3- 2727
11° Gabriel Bon- ‘- 2- 2269
12° Roberto Pagliaro- ‘- 2- 2065
13° Marco Finoia – ‘- 2- 2039
14° Marco Kaliger – ‘ – 2- 1901
15° Luigi Luce – Tergeste- 2- 1764
16° Stefano Svara – Nautica Grignano- 1- 1764
17° Giovanni Bartoli- Ghisleri- 1 – 1208
18° Maurizio Gallinaro- Tergeste- 1- 1069
19° Stefano Stulle – Tergeste- 1- 1045
20° Paolo Casella – Adria Gorizia – 1 – 907
21° Sasha Colautti – Ghisleri- /- n.c.
22° Dafne Maltese – Nautica Grignano- /- n.c.

Tags: , , , , , ,

Category: Agonismo, Articoli, Pesca in Apnea

Leave a Reply