Home » Video Pesca Sub » pescati in rete » Video: Storia di una Cernia Catturata, per Errore, e poi Liberata (10 kg)

Video: Storia di una Cernia Catturata, per Errore, e poi Liberata (10 kg)

| 28 maggio 2018

Questa clip di Nikolaos Kambanis (ex ct della nazionale greca nonchè dirigente CMAS) racconta una storia veramente incredibile:

“Stavo agguatando alla ricerca di un dentice, quando mi sono imbattuto in una cernia, che non sembrava troppo intimorita dalla mia presenza. Vedevo solo il muso di fronte a me, ho stimato il peso del pesce in circa 5/6 chili, così ho ridotto ancora un po’ la distanza e ho scoccato il tiro. Una volta a galla, quando ho visto il pesce intero, mi sono accorto che era il doppio, 9/10 chili di peso e mi avrebbe richiesto tempo per pulirlo e sezionarlo…Poco prima di porre fine alle sue sofferenze in superficie, ho notato che l’asta aveva bucato solo parte inferiore labbro e la membrana appena dietro le branchie, per il resto non aveva alcuna ferita letale. Ho subito pensato di liberarla, ma con la decompressione rapida che aveva subito, non bastava semplicemente sfilarla dall’asta. Così l’ho legata al piombo mobile e l’ho riportata a 29 metri di profondità, lasciandola il tempo necessario affinchè gli organi interni si riposizionassero correttamente. Dopo essermi assicurato che stava bene, ho tagliato la sagola ed è scodata via… In futuro non farà di nuovo lo stesso errore fatto con me, ne sono certo!”

“I was hunting for dentex when I came across a grouper, who did not seem to be afraid of humans. Thinking that he was 5-6 kilos of weight, I approached and shot him. When I saw tho whole fish, I relised that he was 9-10 kilos big and he would be a lot of trouble scaling and gutting… Right before killing the fish at the surface, I noticed that the shaft had only penetrated his lower lip and the thin part of the neck behind the gills, leaving it perfectly intact. I immediately thought of releasing him, but he had a boyancy problem because of the sudden decompression he had undergone. I attached him to my variable weight and recompressed him at 29 meters depth. After making sure he was alright, I cut the rope and he went… He will not make the same mistake again, I am certain!”

Tags: , , ,

Category: pescati in rete

I commenti sono chiusi.