Home » News » News Pesca in Apnea » Ultimi preliminari prima del Campionato Assoluto

Ultimi preliminari prima del Campionato Assoluto

| 13 settembre 2007 | 0 Comments
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

foto Completate le operazioni preliminari per il Campionato Assoluto in programma domani e dopodomani nelle acque siciliane di Cinisi (PA).

Dopo la presentazione del Giudice di Gara Armando Burlando e dei due Direttori di Gara, Roberto Borra e Antonio Aruta, il Presidente regionale FIPSAS Franco Orlando ha brevemente illustrato la manifestazione e dato la parola, per un breve saluto, al Prof. Alberto Azzali responsabile nazionale del Settore Attività Subacquee della Federazione.

Tra i presenti anche Marco Bardi, di recente nominato Direttore Sportivo federale, al quale è stato dato mandato di gestire i rapporti con gli agonisti e che durante le operazioni di iscrizione ha già iniziato a raccogliere le proposte e i suggerimenti degli atleti presenti.

Particolarmente toccante è stato l’intervento di Maurizio Ramacciotti, campione italiano in carica, che visibilmente emozionato ha voluto ricordare Guido Castorina, prematuramente scomparso lo scorso anno, cui sarà dedicato un minuto di raccoglimento domattina prima della partenza della competizione.

Con Vincenzo Solli, nostro commentatore tecnico per questo campionato, abbiamo provato a fare un resoconto di queste giornate di preparazione e una previsione sullo svolgimento della gara.

Settembre si presenta sempre come uno dei mesi più belli per la pesca in apnea, lo confermano i diversi avvistamenti di cernie sui campi di gara e sono convinto che, malgrado le lamentele e i giochi di pretattica, alla fine le catture saranno numerose perché la zona sa essere generosa.

I quaranta partecipanti inoltre sono tutti atleti dotati di grande esperienza e fortissime motivazioni che garantiranno una buona risuscita complessiva della manifestazione.

Per quanto riguarda i campi di gara che vedranno cimentarsi gli atleti, possiamo dire che il primo campo sembra essere il più ricco di pesce in quanto più vicino alle zone di roccia che fungono da polmone della zona; il secondo campo, caratterizzato da una maggiore presenza di posidonia e grotto, ha messo in maggiori difficoltà gli atleti.

Malgrado questa diversità e i pareri contrastanti dei concorrenti, ritengo che i carnieri delle due giornate saranno equivalenti perché nelle quattro ore ci si inventa la soluzione e si riesce ad interpretare la gara.

Qualche sorpresa e cattura prestigiosa potrebbe inoltre arrivare da quei concorrenti che hanno preparato e sono in grado di pescare a quote decisamente impegnative, anche oltre i 30 metri.

I carnieri saranno costituiti da saraghi, corvine, piccole ricciole e qualche tordo; questi ultimi in particolare, completamente assenti durante le perlustrazioni effettuate in preparazione, potrebbero farsi vedere perché incuriositi dall’azione di pesca continuata, e magari infruttuosa, tipica delle situazioni di gara andando a costituire, grazie anche al coefficiente di specie, un elemento importante per un buon piazzamento in classifica.

Infine, malgrado la presenza di due concorrenti locali come Mancia e Riolo, dati come nettamente favoriti alla vigilia, non credo che vedremo un marcamento asfissiante, inizialmente previsto; infatti con due pesci segnati e catturati in gara e due trovati razzolando nel corso della competizione si può confidare in una probabile permanenza in prima categoria.

Tags: , , ,

Category: News, News Pesca in Apnea

Leave a Reply