Home » Articoli » Trofeo Syrako Sub: vincono Argentino e Albano

Trofeo Syrako Sub: vincono Argentino e Albano

| 25 aprile 2012 | 0 Comments
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Siamo ormai giunti alla fine della stagione per quanto riguarda le selettive del tiro al bersaglio subacqueo valide per la qualificazione ai Campionati Italiani di Lignano, previsti per Giugno. Il secondo e ultimo appuntamento siciliano era fissato per giorno 22 Aprile alla piscina “La Cavalera” di Augusta per il la prima edizione del Trofeo Syrako Sub.

I due ospiti, Battilomo e Oggioni, con Argentino e Albano


Nonostante dunque, in termini di praticanti e di entusiasmo, questo sport da qualche stagione non vive il suo momento più felice in Sicilia, una ventata d’aria fresca giunge da questa giovane società che si è già messa in evidenza nell’organizzazione di splendide selettive riguardanti la pesca in apnea e che con questa prima esperienza si affaccia anche al tiro al bersaglio subacqueo, sia attraverso la partecipazione di propri atleti sia dal punto di vista organizzativo.

La giornata inizia nella splendida cornice di un primo mattino già tiepido e soleggiato; l’appuntamento fissato per le 8.00 in vasca per le procedure di iscrizione, e le presentazioni di due graditissimi ospiti provenienti rispettivamente da Torino e Milano: Claudio Battilomo e Stefano Oggioni, giunti fino in Sicilia per onorare la stagione in corso e per provare l’esperienza di una trasferta in questa terra, per entrambi infatti si trattava di un esordio in una vasca sicula.

Cinqugrana, Argentino e Melluzzo: il podio del Tiro Libero


Archiviata la fase strettamente burocratica, iniziano le procedure di vestizione e preparazione delle attrezzature, ma tutto con tempi lunghi e rilassati dato il non elevato numero di partecipanti, il che contribuisce a creare un’atmosfera amichevole tra i partecipanti.
Poi è la volta delle prove libere effettuate in due turni da 15 minuti ciascuno per permettere soprattutto agli atleti in trasferta di prendere familiarità con l’acqua e la luce dell’impianto che come di consueto si dimostra eccellente per la pratica del tiro al bersaglio, tanto da impressionare positivamente anche i nuovi.

Terminate le prove si passa al briefing con il direttore di gara che sottolinea l’importanza della sportività e del divertimento e poi dà il via alla gara vera e propria che inizia con la prima manche di tiro libero.
A sopresa al termine della prima manche è in vantaggio Marco Albano (CSA Ortigia) con il punteggio di 1.960, seguono staccati di circa 80 punti Giuseppe Spirio (ASD Culturale Ocean Augusta) e Adriano Argentino (Culturale Ocean Augusta) e altri atleti di poco staccati.

Il CSA Ortigia, con Albano e Cinquegrana, vince la staffetta


La seconda manche vede il crollo di Albano, che compromette le possibilità di podio, mentre registra l’ottima prestazione di Norberto Cinquegrana (CSA Ortigia) che con un secondo parziale da 2.000 punti scala la classifica ma solo fino al secondo posto, perché la prima piazza và al regolare Argentino che con una seconda manche simile alla prima chiude con il punteggio totale di 3.770 punti aggiudicandosi la seconda vittoria stagionale con un margine di 50 punti su Cinquegrana, segue più staccato Roberto Melluzzo (ASD Culturale Ocean Augusta) che si piazza sul terzo gradino del podio.

Conclusosi il tiro libero con la lettura dei bersagli e l’affissione delle classifiche, si passa alla specialità della staffetta che vede in acqua a contendersi la vittoria tre squadre, con la partecipazione fuori classifica di altre due squadre miste. La vittoria in questo caso và alla squadre del CSA Ortigia, composta da Cinquegrana e Albano, che con una gara regolare sia come tiri che come tempo chiude con il punteggio di 2.229 punti staccando di 100 punti circa il team 1 dell’Ocean composto da Argentino, Melluzzo e Alessi, completa il podio la seconda squadra dell’Ocean.

In ultimo, come di consueto, è la volta del biathlon, specialità che agli atleti siciliani regala sempre forti emozioni e grandi soddisfazioni, e che quest’oggi è ancora più attesa, per la presenza in acqua dell’attuale Campione Italiano in carica della disciplina Stefano Oggioni (Ami Sub Milano) giunto fin qui per cercare una soddisfazione fuori casa.

Sul podio del Biathlon Albano davanti ad Oggioni, Campione italiano in carica, e Gibilisco


Ed in effetti la soddisfazione per Oggioni giunge al termine di una manche regolare e ben gestita, chiusa con 5 centri in 92.9 secondi che gli valgono il secondo posto; la vittoria va invece a Marco Albano che senza forzare chiude con 5 aste in 81.2 secondi. Sul terzo gradino del podio si piazza Daniele Gibilisco (ASD Culturale Ocean Augusta) con un’ottima prestazione, di soli 4 decimi infatti più lenta di quella di Oggioni. Un podio composto quindi da tutti atleti con i 5 centri a cui segue anche il sempre regolare Enzo Lo Piano dell’Pianeta Olga Sub Catania anch’esso con 5 centri in 110,4 secondi, portando quindi a quattro gli atleti che hanno ottenuto l’en plein di centri, cosa non frequente nelle gare di biathlon.

A conclusione della splendida giornata, vissuta nel pieno spirito sportivo ma in amicizia, le premiazioni, arricchite dai bei premi forniti alla società organizzatrice, l’ASD Syrako Sub, dalla SaxSub di Santo Campolo e dalla blasonata Giman Sub di Ivan Manca che si sono dimostrate generose nell’prendere parte alla manifestazione.

Enzo Lo Piano impegnato nella prova di tiro libero

Tags: , , , , , , , ,

Category: Altre discipline, Articoli, Tiro al Bersaglio Subacqueo

Leave a Reply