Home » Pesca in Apnea » Agonismo » Trofeo Isola d’Elba 2014: vince il Teseo Tesei

Trofeo Isola d’Elba 2014: vince il Teseo Tesei

| 7 novembre 2014 | 0 Comments
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Lo scorso 2 novembre, nelle splendide acque dell’Isola d’Elba, si è disputato l’ormai tradizionale “Trofeo Isola d’Elba”, gara nazionale di pesca in apnea a squadre che, da anni, è divenuta una classica della disciplina, rappresentando uno degli ultimi appuntamenti della stagione agonistica.

1-class-elba

I vincitori Orsi, Persico e Mazzocchi. Foto: M. Volpe

L’organizzazione del circolo Teseo Tesei di Portoferraio, impeccabile, ha potuto contare su di una giornata splendida e calda, contraddistinta da un mare che si è mantenuto costantemente calmo e da una temperatura mite grazie alla lieve bava di scirocco, con una visibilità in acqua di circa 25 metri. Il campo di gara, molto vasto, si estendeva dalla punta di Capo Fonza, a est , fino a punta Fetovaia a ovest, dando modo agli atleti delle 8 squadre partecipanti di svolgere l’azione di pesca in piena libertà, contando sulla possibilità di spostarsi a piacimento con il proprio mezzo nautico. Grazie a questo e alla bravura dei partecipanti, alla pesatura si sono potuti vedere carnieri ricchi – sebbene sia mancata la preda di mole – nei quali le ricciolette tipiche del periodo l’hanno fatta da padrone.

A spuntarla su tutti è stato il forte team del Teseo Tesei capitanato da Sasha Orsi, ben coadiuvato dai compagni Diego Mazzocchi, ospite appartenente al circolo Emporio della Pesca di Civitavechia, e Fabrizio Persico. La compagine locale, forte di una finissima conoscenza del campo gara, ha messo insieme un carniere misto di ben 11 prede fra saraghi, corvine, mostelle, tordi, ricciolette e cefali per un totale di 15.040 punti e ben 6 specie diverse. L’unico team che è riuscito a tenere testa alla squadra vincitrice fino alla fine, e che ha occupato la piazza d’onore, è stato quello capitanato da Gaio Trambusti, sempre del Teseo Tesei di Portoferraio, composto da Andrea Tognoni e da Stefano Crobeddu, autori di una prova maiuscola.

I secondi classificati: Trambusti, Tognoni e Crobeddu

I secondi classificati: Trambusti,

Il carniere del team elbano, composto da ben 10 riciolette e 2 tordi, contava ben 12 prede valide per 2 specie, riscuotendo anche il bonus per il raggiungimento del limite di 10 prede per specie, per un totale di 14.347 punti. Buon terzo si è classificato il team composto da Diego Granchi e Marco Ramaccini del Club Sub Nettuno Cecina, ben coadiuvati da Paolo Polvani del circolo Sub Versilia Forte dei Marmi, che con 9 prede per 4 specie totalizzano 11.398 punti.

I tre team sul podio

I tre team sul podio

Medaglia di legno per la compagine mista formata da Roberto Poggioli del Ci.Ca.Sub Garibaldi di Livorno e Francesco Lippi del Centro Sub Alto Tirreno, assistiti dall’esperto barcaiolo Rossano Ivaldi. Il loro carniere, composto da 6 prede per 5 specie, tra le quali una bella corvina di circa 1,2 kg, che risulterà la preda più grande della manifestazione, consente al team di totalizzare 8.360 punti e di superare di misura la terza squadra schierata dal circolo locale Teseo Tesei e composta da Nilo Mazzarri, Francesco Diversi e Carlo Rossi. Con 7 prede e 3 specie la squadra elbana totalizza 8.296 punti e si colloca al quinto posto.

La kermesse, egregiamente organizzata dal Circolo Teseo Tesei di Portoferraio, si è conclusa nei locali del ristorante Il Cavallino Rosso, nei pressi del porticciolo di Margidore, sede logistica della gara, dove gli atleti si sono rifocillati con un abbondante pasto caldo, mentre assistevano alle operazioni di pesatura. Quindi si è proceduto alla premiazione di tutte le squadre partecipanti con trofei e attrezzature messi in palio dall’organizzazione. Una premiazione particolarmente ricca che ha visto assegnare, tra gli altri premi messi in palio da Omer-Sporasub, un orologio Locman a Lippi per la cattura della preda più grande ed una muta su misura all’atleta più giovane della manifestazione, Mattia Castellani.

CLASSIFICA

posizione –  atleti –  punti – prede – specie
1 MAZZOCCHI – ORSI – PERSICO 15.040 11 6
2 CROBEDDU – TOGNONI – TRAMBUSTI 14.347 12 2
3 POLVANI – GRANCHI – RAMACCINI  11.398 9 4
4 POGGIOLI – VALDI – LIPPI 8.360 6 5
5 DIVERSI  – MAZZARRI – ROSSI 8.296 7 3
6 BACCIOTTINI – MONTOMOLI – SOLDATI  7.840 5 4
7 FALCIANI – INGRASCIOTTA – SESSA FERT  4.238 3 2
8 VOLPE  – CASTELLANI – VERRIGNI 1.236 1 1

Tags: , ,

Category: Agonismo, Articoli, Pesca in Apnea

Leave a Reply