Home » News » Tirosub: Scapellato e Albano vincono a Lentini

Tirosub: Scapellato e Albano vincono a Lentini

| 4 aprile 2007 | 0 Comments

foto La stagione siciliana del tiro sub, che vedrà il suo culmine ad ottobre con la disputa del campionato italiano, si è aperta domenica 1 aprile presso la piscina comunale di Lentini (SR) con la gara selettiva organizzata dal CSA Ortigia.
Purtroppo i risultati della manifestazione sono stati condizionati negativamente dalle pessime condizioni dell’acqua che hanno procurato parecchie difficoltà ai concorrenti con conseguenti punteggi molto bassi.

Nel tiro libero, alla fine della prima manche, la lotta per la vittoria si era già ridotta ai due protagonisti annunciati: Giovanni Scapellato (1.900) e Roberto Melluzzo (1.700); molto più indietro gli altri, nessuno dei quali supera i 1.450.
La seconda manche va anche peggio della precedente; il miglior punteggio è quello di Maurizio Vizzini (1.700) che però sporca la prestazione pagando 40′ di penalizzazione per un totale di 120 punti.
A Scapellato bastano solo 1.500 punti per aggiudicarsi la gara davanti a Melluzzo e Di Martino; decisamente al di sotto delle aspettative la gara di Adriano Argentino che chiude con un totale di 2.700 punti.
Tra le donne, più degli uomini penalizzate dalle condizioni della piscina, vince Federica Tringali che precede Rossella Terranova.

Il discorso si ripete anche nella gara di staffetta, vinta dal CSA Ortigia Siracusa che precede il Delphinus Augusta e il Professional Sub Ragusa; i punteggi continuano ad essere insufficienti anche per le squadre che, privilegiando la precisione, superano il tempo limite dei 3 minuti.

La manifestazione si conclude con la gara sicuramente più spettacolare: il biathlon.
Con grande sapienza l’organizzazione ha lasciato all’ultima batteria la sfida tra quelli che, al momento attuale, sono gli assoluti protagonisti di questa specialità a livello nazionale; anche questa volta infatti la vittoria sembrava essere una questione a due tra Scapellato e Melluzzo.
Nell’attesa di quella che tutti i presenti considerano la batteria decisiva il giovane Marco Albano mette a bersaglio tutti e cinque i tiri in un tempo di 2’10’.
Parte l’ultima batteria e si capisce subito che Scapellato ha una marcia in più; effettua il percorso con una fluidità e un’eleganza da ammirare, la sua azione non ha un solo attimo di pausa, nemmeno al momento del tiro; quando conclude la sua prova, con un eccezionale 1’41’, Melluzzo deve ancora partire per l’ultimo tiro, chiuderà in 1’54’.
Dai bersagli però arrivano due brutte sorprese; entrambi hanno mancato un tiro, seppure per pochi millimetri, regalando ad Albano, che ricordiamo essere vice campione italiano in carica, una vittoria forse insperata ma non per questo meno meritata.

In conclusione una breve riflessione sulla situazione, anche in Sicilia, degli impianti per la pratica di questa disciplina.
E’ un grande rammarico constatare che, mentre molti giovani si avvicinano al tirosub, il numero le piscine in cui è possibile allenarsi e gareggiare diminuisce sempre di più.
A Catania, che pure dispone di numerosi impianti pubblici, non c’è disponibilità di spazio acqua; ad Augusta e Ragusa le piscine comunali sono chiuse per lavori di manutenzione o ristrutturazione e non si sa quando verranno riaperte; a Siracusa lo storico impianto della Cittadella dello Sport è disponibile solo per gli allenamenti ed in orari davvero svantaggiosi (dalle 22.00 alle 23.00, due giorni a settimana).
La grande sensibilità con cui, grazie all’intervento del delegato provinciale della FIPSAS di Siracusa Santino Marescalco, è stata concessa la disponibilità dell’impianto di Lentini non può sicuramente compensare le difficoltà che gli atleti devono affrontare per continuare a praticare il tirosub.

Risultati
Tiro libero maschile
1 ‘ Scapellato (1.900 ‘ 1.500)
2 ‘ Melluzzo (1.700 ‘ 1.450)
3 ‘ Di Martino (1.450 ‘ 1.600)
4 ‘ Vizzini (1.350 ‘ 1.580)
5 ‘ Lo Piano (1.350 ‘ 1.550)
6 ‘ Corridore (1.300 ‘ 1.450)
7 ‘ Argentino (1.350 ‘ 1.350)
8 ‘ Damiata G. (1.350 ‘ 1.300)
9 ‘ Brunetti (1.300 ‘ 1.250)
10 ‘ Damiata D. (1.250 ‘ 1.200)
10′ Puliafito (1.000 ‘ 1.450)
12 ‘ Albano (1.150 ‘ 1.150)
13 ‘ Rubera (1.150 ‘ 1.140)

Biathlon maschile
1 ‘ Albano (2’15’ ‘ 5)
2 ‘ Scapellato (1’40’ ‘ 4)
3 ‘ Melluzzo (1’54’ ‘ 4)
4 ‘ Di Martino (2’00’ ‘ 4)
5 ‘ Damiata D. (2’15’ ‘ 4)
6 ‘ Argentino (2’11’ ‘ 3)
7 ‘ Lo Piano (2’17’ ‘ 2)
8 ‘ Rubera (3’03’ ‘ 0)
9 ‘ Brunetti (Incidente tecnico)

Staffetta
1 ‘ CSA Ortigia (Melluzzo, Argentino)
2 ‘ Delphinus (Damiata D., Damiata G., Albano)
3 ‘ Professional Team (Scapellato, Di Martino)

Tiro libero femminile
1 ‘ Tringali
2 ‘ Terranova

Tags: , ,

Category: News

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *