Home » Articoli » Terza edizione a suon di record per il Memorial Nico di tiro sub

Terza edizione a suon di record per il Memorial Nico di tiro sub

| 19 novembre 2010 | 0 Comments
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

La seconda tappa del circuito di Tiro al Bersaglio Subacqueo si è svolta presso la piscina di Castellammare di Stabia il 14 novembre scorso ed ha visto partecipare 29 atleti in rappresentanza di 5 società.
La gara si è svolta nel consueto, oramai, clima amichevole. Oltre alle solite facce note c’erano anche dei debuttanti associati ad Apnea Magazine, che si sono comportati più che degnamente, supportati moralmente dal buon Rubeo e tecnicamente dai forti atleti siciliani.

Damiata mostra orgoglioso il bersaglio della vittoria con record (Foto M. Gargiulo)

Il Tiro libero maschile si è svolto ad un ritmo serrato che ha permesso, a noi organizzatori, di ottimizzare i tempi in vista del pranzo post gara previsto per le 13:30 e che nessuno voleva assolutamente perdere!
La competizione è stata vinta dal buon Damiata che per tutta la durata della gara ha continuata a canticchiare un suo jingle personale che ancora rimbomba nelle teste di tutti gli atleti e organizzatori, e forse anche in quelle dei camerieri.
Il giovane siciliano si è aggiudicato entrambe le manche, rispettivamente con i punteggi di 1885 nella prima e di 1990 nella seconda, totale 3875 record italiano con il nuovo sistema di rilevamento punteggi. Una prestazione che è degna dell’applauso che riceve da tutti coloro che sono presenti durante la cerimonia di premiazione.

Il Tiro Femminile viene vinto dalla Marini che inanella una buona prestazione anche se “sporcata” da un ingarbugliamento della sagola nella prima manche. Però poi nel biathlon femminile anche lei firma la manifestazione insagolando un tempone: 124 secondi, migliorando il precedente record italiano di ben 10 secondi.

La staffetta vede trionfare il trio del Poseidon Team davanti al Sub Club di Brescia ed alla staffetta mista di Apnea Magazine e Blu Deep, una gran bella conferma dei campioni italiani in carica, che dimostrano di essere la squadra da battere in questa specialità.

Marusca Marini ancora una volta dominatrice (Foto M. Gargiulo)

E veniamo al Biathlon maschile, nell’ultima batteria in acqua è schierato un parterre di tutto rispetto: Melluzzo, Albano, Scapellato e Meduri, praticamente quasi una finale da Campionato Italiano. Al via si nota subito la grossa differenza con gli altri che, seppur con spirito di sacrificio affrontano il biathlon, i ragazzi in questa batteria praticano un altro sport, ed alla fine in 3 escono quasi all’unisono, con grande disperazione dei cronometristi e del giudice di gara Marco Solano.
La competizione viene assegnata con 5 tiri validi in 88 secondi e 40 centesimi al siciliano Melluzzo, seguito da Albano e Scapellato.

La premiazione si svolge dopo il pranzo post gara presso l’Hotel dei Congressi e vede una partecipazione gioiosa di tutti gli atleti; durante la cerimonia vengono premiati anche i Campioni regionali:

Antonio Terminiello – Tiro libero maschile
Gargiulo Giuseppe – Biathlon maschile
Di Capua Francesca – Tiro libero e biathlon femminile
ASD Poseidon Team – Staffetta

Per noi organizzatori è stato un impegno difficile a causa della carenza di strutture sul territorio e anche perché si è trattato di organizzare due edizioni del memorial nello stesso anno solare; il miglior premio è stato comunque vedere le facce appagate degli atleti sia durante la gara che nel corso della cerimonia di premiazione.

Ora è tempo di rilassarsi, appuntamento al prossimo anno agonistico!

Il podio del tiro libero con, da sinistra, Melluzzo, Damiata e Meduri (Foto M. Gargiulo)


Da sinistra Albano, Melluzzo e Scapellato protagonisti del biathlon maschile (Foto M. Gargiulo)


Le staffette con, da sinistra, il Sub Club Brescia, il Poseidon e Apnea Magazine/Blu Deep (Foto M. Gargiulo)


Alcune fasi della gara (Foto M. Gargiulo)

Tags: , , ,

Category: Altre discipline, Articoli, Tiro al Bersaglio Subacqueo

Leave a Reply