Home » Articoli » Tanti e agguerriti: la nazionale agli Europei Giovanili di nuoto pinnato

Tanti e agguerriti: la nazionale agli Europei Giovanili di nuoto pinnato

| 29 giugno 2011 | 0 Comments
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Sarà una Nazionale molto numerosa quella Azzurra Giovanile di nuoto pinnato, impegnata dall’11 al 18 Luglio prossimi a Miskolc (Ungheria) per ai Campionati Europei Junior.

La squadra azzurra agli ultimi Mondiali Giovanili

Ben 19 sono infatti gli atleti convocati in vista dell’importante appuntamento continentale che farà da preludio ai Mondiali assoluti in programma a fine mese sempre in Ungheria nella città di Hódmezővásárhely.

Non sono mancate le sorprese in queste convocazioni con molti nomi nuovi – come è d’altronde logico e salutare che sia in una Nazionale giovanile – e alcuni atleti chiamati anche solo per una gara. Prosegue quindi l’investimento fatto dal settore sul ricambio generazionale previsto nelle prossime stagioni nella Nazionale maggiore, anche se sarà da verificare la reale competitività di diversi ragazzi, proiettati su un palcoscenico internazionale con alle spalle una davvero limitata esperienza agonistica nell’ambiente.

Benedetta Marcarelli premiata da Ferrero, presidente CMAS

Competitiva dovrebbe essere la squadra femminile con in testa Deborah Chiarello, Sarah Sanvito, Erica Barbon e Benedetta Marcarelli. La prima, nonostante la giovanissima età (per lei, classe ’96, oltre a questa altre due stagioni nelle categorie giovanili) ha effettuato un notevole salto di qualità nel corso dell’anno arrivando a nuotare in 42”6 i 100 np e soprattutto in 1’36”5 i 200 np, tempi che la proiettano di diritto addirittura nelle staffette assolute! La concorrenza sarà sicuramente alta e le possibilità di medaglia quasi proibitive, ma con la gara perfetta e un po’ di fortuna qualche gioia inaspettata potrebbe arrivare.

Sarah Sanvito invece a medaglia vi era già andata lo scorso anno ai Mondiali di Palma di Mallorca, sia in piscina nei 1500 che nella 6km in acque libere. Quest’anno non ha ancora particolarmente brillato oltre ad aver attraversato qualche preoccupante guaio fisico, ma a dispetto dell’età (classe ’95 per lei) è comunque un’atleta di esperienza.

Nelle bipinne Erica Barbon potrebbe avere possibilità di podio ma la distanza tra una medaglia di bronzo (con le prime due posizioni già opzionate dalle russe) e un semplice piazzamento, sarà davvero minima. Nei 50 np, specialità relativamente inusuale per lei, paradossalmente è la gara in cui è accreditata del ranking migliore. Come sempre nelle gare di sprint conteranno i dettagli, gli stessi su cui punterà anche Benedetta Marcarelli che si giocherà le proprie carte migliori nei 50 apnea dove è bronzo mondiale mondiale in carica.

Erica Barbon, specialista delle bipinne si cimenterà anche con la mono

Completeranno la squadra di piscina Giorgia Crivellari e Serena Monduzzi, poi impegnate anche nel fondo, Laura Magoga, rivelazione nella velosub, e Giulia Bologna, qualificatasi all’ultimo per completare la staffetta 4×100. Solo prove in acque libere invece per Irene Seregni.

Atlete e rispettive distanze

Chiarello Debora: 100 np, 200 np, 400 np, 4×100 np, 4×200 np

Marcarelli Benedetta: 50 np, 50 ap, 100 np, 100 vs, 4×100 np, 4×200 np

Sanvito Sarah: 800 np, 1500 np, 4×200 np, 6000 np, 4×3000 np

Barbon Erica: 50 np, 50 ap, 50 pinne, 100 pinne, 200 pinne, 4×100 np

Crivellari Giorgia: 200 np, 400 np, 800 np, 4×200 np, 6000 np, 4×3000 np

Magoga Laura: 100 vs, 400 vs, 800 vs

Bologna Giulia: 4×100 np

Monduzzi Serena: 1500 np, 6000 np, 4×3000 np

Seregni Irene: 6000 np, 4×3000 np

Davide Seminerio

Un po’ più di difficile lettura il discorso riguardo la squadra maschile dove il livello internazionale, salvo alcune eccezioni, sembra mediamente ancora proibitivo per i nostri alfieri. Ciononostante atleti Davide Seminerio o Riccardo Campana hanno fatto passi da gigante e potranno dire la loro in questi Europei, il primo in particolare nei 50 e 100 np, il secondo nella velosub. Per fare risultato nelle prove di mezzofondo, Gianluca Allegretti e lo stesso Campana dovranno migliorarsi notevolmente mentre le possibilità di medaglia più concrete anche quest’anno sono legate allo stile bipinne. Ben tre saranno gli azzurri impegnati nella specialità con Alessandro Zonta che dovrà difendere l’argento mondiale dello scorso anno. Roberto Famiglietti nei 200 è forse la speranza di metallo pregiato più grande della squadra. Benché i tempi di accredito contino relativamente, nessuno quest’anno ha nuotato più veloce del portacolori della Pentotary Foggia. Infine Martino Marzocca ha strappato il pass a sorpresa nei 50 agli Estivi di Bari e dovrà dimostrare come non si sia trattato di un caso fortuito. Il campo nella distanza è aperto e con Zonta sarà una bella sfida.

Il più giovane dei fratelli Seminerio, Simone, miglioratissimo nella stagione e competitivo in tante distanze, completerà la squadra e le staffette insieme ad Andrea Giugni e Alberto Milan per la piscina e a Paolo Cinelli per il fondo.

Alessandro Zonta si giocherà tutto nei 50 pinne

Atleti e rispettive distanze

Allegretti Gianluca: 400 np, 800 np, 1500 np, 6000 np, 4×3000 np

Seminerio Simone: 200 np, 400 np, 1500 np, 4×100 np, 4×200 np, 6000 np, 4×3000 np

Seminerio Davide: 50 np, 50 ap, 100 np, 100 vs, 200 np, 4×100 np, 4×200 np

Campana Riccardo: 400 vs, 800 np, 800 vs, 4×200 np, 6000 np, 4×3000 np

Zonta Alessandro: 50 pinne, 100 pinne, 200 pinne

Marzocca Martino: 50 pinne

Famiglietti Roberto: 100 pinne, 200 pinne

Giugni Andrea: 50 np, 100 vs, 4×100 np

Milan Alberto: 50 ap, 100 np, 4×100 np, 4×200 np

Cinelli Paolo: 6000 np, 4×3000 np

Seminerio e Campana impegnati nei 100 vs a Palma di Mallorca

Programma gare

13 Luglio: 100 np, 100 pinne, 1500 np, 400 vs, 4×200 np

14 Luglio: 50 np, 50 pinne, 800 vs, 400 np, 100 vs

15 Luglio: 50 ap, 200 np, 200 pinne, 800 np, 4×100 np

16 Luglio: 4×3000 np

17 Luglio: 6000 np

Tags: , , , , , , , , , , ,

Category: Articoli, Nuoto Pinnato

Leave a Reply