Home » Articoli » SPORASUB ONE AIR: il primo sottovuoto di serie!

SPORASUB ONE AIR: il primo sottovuoto di serie!

| 19 luglio 2012 | 0 Comments

Finalmente ci siamo!

Dopo quasi tre anni di studio e test sarà infatti disponibile nei prossimi giorni presso la rete dei rivenditori Omer / Sporasub il nuovissimo Sporasub ONE AIR, un fucile assolutamente innovativo che ha già creato tante attese tra i pescatori più esperti ed esigenti.
Il fucile è frutto di un progetto complesso che ha visto, durante il lungo periodi di progettazione, sviluppo e test effettuati nelle acque di tutto il mondo, una serie di modifiche e di migliorie che hanno portato al risultato finale che vi presentiamo.

Già nelle presentazioni One Air ha suscitato un grandissimo interesse tra il pubblico (foto S. Rubera)

ONE AIR nasce dagli oltre 20 anni di esperienza Omer nella produzione di fucili pneumatici e dalle conoscenze acquisite negli ultimi anni con il fucile AIRbalete che tanta innovazione ha portato nel mercato dei fucili pneumatici.
Alla base della progettazione di ONE AIR c’è stata l’idea di realizzare un fucile completamente nuovo intorno al brevetto X-Power Free™ della STC Italia.
Questo brevetto, messo a punto dall’amico Marco Paganelli, permette infatti di mantenere la canna del fucile stagna durante la fase di caricamento dell’asta, con conseguenti miglioramenti delle prestazioni del fucile. Non ci dilungheremo ulteriormente ad illustrare i vantaggi di questa importantissima caratteristica, dando per scontato che gli appassionati di fucili pneumatici già conoscano gli indubbi pregi di questo sistema.

 

ONE AIR si presenta quindi con l’impugnatura uguale a quella dell’AIRbalete di Omer, innestata a baionetta nel fusto e fissata attraverso una generosa spina in acciaio inox. I vantaggi di questa impugnatura, ampiamente collaudata, sono quelli di consentire alla mano che impugna il fucile di rimanere molto alta, in asse con il serbatoio e non sotto di esso come in tutti i fucili pneumatici oggi in commercio. L’istintività del tiro e “la presa di mira” ne traggono grande beneficio facendo assomigliare questo pneumatico ai migliori arbalete.
Altro vantaggio di questa impugnatura è dato dal meccanismo di sgancio: attraverso un apposito sistema, premendo il grilletto si aziona lo sgancio del pistone all’interno del serbatoio, il tutto mantenendo un’altissima sensibilità di sgancio.

L'impugnatura di One Air è la stessa dell'Airbalete di Omer con il grilletto allineato alla canna (foto Sporasub)

Rispetto all’impugnatura AIRbalete è stata apportata un’importante modifica al sistema dello sgancia sagola; è stata infatti eliminata la molla di ritorno in modo che lo sgancia sagola, una volta “aperto”, non venga richiamato automaticamente in posizione.
Questa modifica si è resa necessaria in quanto ONE AIR ha una gittata tale che quasi tutti i tester sono arrivati ad adottare ben 4 passate di nylon. In questa situazione c’era il rischio che lo sgancia sagola venisse richiamato in posizione prima che tutte e 4 le passate fossero libere e quindi l’asta venisse strattonata prima della fine della sua corsa.
Questa scelta, che elimina la possibilità di tiri deviati a causa dello sgancia sagola, comporta che dopo ogni tiro lo sgancia sagola stesso debba essere riposizionato con un dito nella sua posizione iniziale. E’ molto importante che questa operazione venga effettuata in quanto se lo sgancia sagola non viene “riarmato” non è possibile ricaricare il fucile e il pistone non aggancerebbe correttamente.

 

Il serbatoio di ONE AIR è invece una componente totalmente nuova e assai innovativa. Non si tratta infatti di un semplice serbatoio di aria compressa ma bensì di ben 3 serbatoi completamente distinti.
Il serbatoio centrale, cilindrico e con diametro interno di 34 mm, è il solo che contiene aria compressa ed ha un volume ottimizzato per massimizzare le prestazioni tenendo conto che la canna interna in cui scorre il pistone è da 11 mm. Moltissimi sono stati i test effettuati per ottimizzare il rapporto tra volume del serbatoio e volume della canna interna.
Gli altri due serbatoi laterali contengono aria a pressione ambiente e non sono comunicanti con il serbatoio centrale sotto pressione. La loro funzione è quella di fornire spinta positiva (galleggiabilità) al fucile, così da renderlo equilibrato in acqua e facilmente brandeggiabile.

Il kit X-Power Free di STC Italia che equipaggia One Air (foto Sporasub)

Il risultato estetico è quello di un fucile imponente, con il fusto di ampie dimensioni che, a prima vista, potrebbe indurre a pensare ad un’arma pesante in acqua. Ma basta immergerlo e maneggiare il fucile per capire che non c’è niente di più sbagliato, l’assetto risulta infatti molto neutro ed il fucile, anche dopo ore di pesca, non stanca il polso.
La testata è subito riconoscibile per il caratteristico terminale X-Power privo di fori per la fuoriuscita dell’acqua contenuta nella canna (perché qui di acqua nella canna non ne entra). In realtà buona parte di questa testata è coperta da un materiale galleggiante atto ad alleggerire ulteriormente la punta il fucile.
L’asta adottata è da 7 mm di diametro ed è “nuda” vale a dire priva di codolo e quindi anche di anello e scorri sagola. L’impiombatura dell’asta avviene attraverso un foro ricavato nell’asta subito sotto l’aletta. In questo modo l’asta che scorre nella testata e nella canna è libera da qualsiasi orpello e precisione di tiro e velocità dell’asta se ne avvantaggiano in modo sorprendente.

 

Altra caratteristica del sistema X-Power Free™ è quella di poter cambiare il diametro dell’asta utilizzata senza scaricare il fucile, semplicemente svitando la parte terminale della testata e sostituendo la boccola e l’O-ring. Di serie con il fucile vengono fornite queste componenti per poter montare, in alternativa all’asta da 7 montata di serie, aste da 6,5mm o 6,75mm.
Non è invece possibile montare aste con il codolo se non a condizione di acquistare un apposito kit di trasformazione direttamente presso la STC Italia.

One Air e Airbalete a confronto (foto S. Rubera)

La lubrificazione della canna e del meccanismo di sgancio contenuto nel serbatoio è duplice: con il grasso AIRgrease e con olio specifico. Questa duplice lubrificazione consente di ridurre ulteriormente gli attriti sia tra le parti del meccanismo che tra pistone e canna. L’aggancio del pistone in fase di caricamento è ora molto netto e preciso.
Il risultato finale è quello di un fucile che nonostante le grandi dimensioni risulta facile da brandeggiare, con una istintività di mira notevole e delle prestazioni che stupiranno. Il tutto associato ad una grande facilità di caricamento anche nelle misure più lunghe. Grazie infatti al sistema X-Power Free™, il fucile raggiunge il top delle prestazioni ad una pressione di pre-carica di sole 24/26 atmosfere (max pressione ammessa 30 atmosfere).

 

ONE AIR è dotato di una slitta compatibile con tutti i mulinelli Omer e Sporasub e sarà disponibile da subito nelle misure 70, 80, 90, 100 e 110; ci vorrà ancora qualche settimana per poter trovare nei negozi il top di gamma costituito dal modello 120.

Infine è opportuno precisare che tutte le componenti di ONE AIR, comprese quelle del terminale X-Power Free™, sono realizzate direttamente da Sporasub che, pertanto, è interamente responsabile di questo prodotto anche per quanto riguarda la garanzia e la manutenzione.
Sporasub invece con commercializzerà il kit X-Power™ e le sue componenti separatamente dal fucile e, ovviamente, non effettuerà manutenzione o assistenza sui kit realizzati e venduti direttamente da STC Italia.

In aqua One Air è un fucile bilanciato e manegevole (foto Sporasub)

 

Tags: , , , ,

Category: Articoli, Pesca in Apnea, Pesca in apnea: Tecniche e attrezzature

Leave a Reply