Home » News » News Apnea » Speciale

Speciale

Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

STEFANIA PELIZZARI – Lo speciale sull’apnea prende spunto dalla tragica morte di Audrey Mestre, avvenuta il 12 ottobre scorso nelle acque della Repubblica Dominicana. Audrey Mestre, 28 anni, francese, compagna del pluriprimastista mondiale Francisco Ferreras, noto come Pipin, stava tentando il record mondiale di immersione in apnea “‘no limits” alla profondità di 170 metri. Profondità raggiunta appena quattro giorni prima dalla stessa Mestre durante un allenamento. Anche quel giorno la Mestre ha raggiunto la quota fissata, ma qualcosa, tuttora oggetto di un’inchiesta, non ha funzionato nella delicata fase di risalita. Neanche l’intervento disperato di Pipin Ferreras ha salvato la Mestre: quando l’apneista francese è stata portata in superficie, era già morta. Lo speciale tuttavia, non pretende di accertare le esatte cause della morte e di determinare eventuali responsabilità, anche se il filmato propone un’intensa intervista a Pipin (realizzata a Miami) e a due testimoni della tragedia: il profondista francese Pascal Bernabè, che era alla quota di 170 metri e ha vissuto quei momenti, e il fotografo subacqueo Alberto Balbi, che era sulla barca di Pipin. Al di la delle testimonianze di quel giorno, lo speciale ripercorre la perenne sfida dell’uomo con il mare, l’elemento acqua, con le prime invenzioni di Leonardo da Vinci, l’impresa del pescatore greco Haggi Statti che recupero’ ai primi del 900 un’ancora con una pietra come zavorra per arrivare ai famosi duelli tra Maiorca (tra gli intervistati) e Majol, fino ad un protagonista recente, UMBERTO PELIZZARI, capace di realizzare in dieci anni 19 record mondiali. Dopo 10 anni si potranno vedere Umberto e Pipin confrontarsi sulla loro passione, in uno stesso programma TV. Vedremo Pelizzari impegnato anche in alcuni test nel Centro iperbarico di Zingonia, diretto dal dottor Rusconi, all’avanguardia in campo mondiale per la ricerca in questo settore, sotto il diretto controllo del neurochirurgo Luca Torcello. La domanda alla quale si vuole rispondere è se la pratica dell’apnea, che ha conosciuto, così come l’attività con le bombole un notevole incremento in tutto il mondo, sia pericolosa, quando e quali sono gli accorgimenti da adottare. E soprattutto se questi tentativi di record sono una dimostrazione di fanatismo o hanno una radice più profonda, che va al di la anche della scoperta dei reali limiti dell’uomo.

Lo speciale è realizzato da:
– giornalista di Rai Sport, Andrea Fusco
– la fotografia, anche subacquea, di Massimo Clementi
– edizione e montaggio sono acura di Fabio Casalinuovo

Category: News, News Apnea

Leave a Reply