Home » News » News Pesca in Apnea » Sembra destinata a finire male l’avventura della nuova federazione francese

Sembra destinata a finire male l’avventura della nuova federazione francese

| 15 gennaio 2003 | 0 Comments
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Il Segretario generale della FFESSM Alain Foret è intervenuto pubblicamente per fornire chiarimenti sulla posizione ufficiale della federazione francese. Questi i contenuti della sua dichiarazione: 1) la commissione della pesca subacquea in seno alla FFESSM resterà attiva tanto per il settore hobbistico quanto per quello agonistico; 2) la gestione della pesca subacquea è e resterà delegata alla FFESSM. L’accordo con il Ministero resterà valido almeno fino al 31 Dicembre 2004; 3) La Francia è un paese libero e chiunque può creare la propria associazione o federazione. Per quanto riguarda la nuova federazione FNPSA, si tratta dell’iniziativa di privati che non riguarda né la FFESSM né alcuno dei suoi componenti (commissioni, comitati).

Con questa dichiarazione, sfuma definitivamente la possibilità di una consacrazione della FNPSA in seno alla CMAS. Con il chiarimento di Foret, gli appassionati francesi sono avvertiti: salvo novità, la FNPSA non potrà portare a compimento il proprio progetto di sostituire la FFESSM nella rappresentanza dei pescatori subacquei, il che significa che salvo eclatanti novità non vedremo più i nomi di atleti come Bardoux o Marticorena nelle classifiche delle competizioni internazionali.

Il Presidente della CMAS Achille Ferrero ha chiarito che il passaggio della pesca in apnea dalla CMAS alla CIPS non è all’ordine del giorno di alcuna assemblea della confederazione (e non lo sarà senza input esterni, perché la CMAS non ha alcun motivo di attivarsi motu proprio). Il Presidente Ferrero ha chiarito inoltre che se anche un giorno tutte le parti interessate si trovassero d’accordo per “trasferire” la pesca in apnea alla CIPS, gli adempimenti burocratici imporrebbero una lunga attesa e passerebbero anni prima di poter giungere ad un effettivo passaggio di consegne. Nei giorni scorsi, vi avevamo messo al corrente di una riunione della CIPS al cui ordine del giorno figurava la questione: ebbene, la riunione si è poi svolta il giorno Sabato 11 Gennaio. Il presidente della FIPSAS Ugo Claudio Matteoli, che era presente, ci ha riferito che l’assemblea ha preso in esame la questione concludendo che…non c’è niente da decidere, in quanto nessuna richiesta scritta è pervenuta -ad oggi- alla CIPS. Il presidente Matteoli è stato incaricato dalla CIPS di monitorare eventuali sviluppi della situazione e di coordinarsi con la CMAS in caso di novità. Abbiamo chiesto un suo commento sulla vicenda francese: “Alla luce dei fatti, sembra che i dirigenti della nuova federazione nata dalla scissione con la FFESSM abbiano agito in modo avventato: viene da pensare che alla base della loro sortita ci sia una scarsa conoscenza delle regole dello sport e del funzionamento delle confederazioni. A questo punto, appare evidente che questi signori resteranno tagliati fuori dai canali ufficiali”.

Category: News, News Pesca in Apnea

Leave a Reply