Home » Pesca in Apnea » Agonismo » Selettive Zona 2 – VI Trofeo Nautica Grignano

Selettive Zona 2 – VI Trofeo Nautica Grignano

| 7 novembre 2008 | 0 Comments
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]


Il vincitore Andrea Cernuta (foto S.Claut)

Una bella giornata di sole, anche se piuttosto fredda, ha accolto i circa venticinque partecipanti a questa sesta edizione della selettiva organizzata dalla Nautica Grignano, vera apripista per il circuito delle quattro gare di qualificazione della Zona 2.
Teatro della manifestazione il litorale compreso tra il molo di Fragiacomo e i Filtri di Aurisina.

Come ogni inizio stagione gli animi sono tesi; infatti, oltre alle nuove leve rampanti come Bon, Novel ed altri desiderosi di partire da subito con il piede giusto, ai nastri di partenza troviamo i retrocessi dalle ultime semifinali Claut, Mastromauro e Paris, sicuramente in cerca di una riconferma, ed i pericolosi Cernuta, primo degli esclusi dello scorso anno, in compagnia di Caiffa che dopo diversi anni di gavetta vorranno sicuramente concretizzare con un bel piazzamento.
Insomma, gli ingredienti per una gara combattuta ci sono anche se, purtroppo, i venti freddi dei giorni precedenti, intervallati da mareggiate di libeccio non hanno sicuramente creato le condizioni per una gara interessante dal punto di vista delle catture.

Ma veniamo ai fatti.
Alle 8,15 la sirena del giudice Pitassi da’ il via alla manifestazione; subito si assiste alle solite fughe degli atleti dotati di plancette nelle zone piu’ promettenti.
Un gruppo numeroso, tra cui troviamo Paris (Nautica Grignano), Novel, Cernuta (Ghisleri) e Caiffa (Adria Gorizia), si dirige verso i Filtri, in un varco dove in preparazione erano stati avvistati numerosi cefali.
A spuntarla, come al solito, è il velocissimo Paris che riesce a catturare un bel cefalo; nell’arco di pochi minuti anche gli altri concorrenti ‘invadono’ la zona spartendosi quindi i pochi pesci rimasti.

Mentre Paris si ferma a quota uno, come anche Cernuta, Novel riesce a catturare due cefali, mentre Caiffa è ancora fermo a quota zero. I pesci ormai sono nervosi e così gli atleti decidono di spostarsi in altre zone; solo Caiffa a fine gara ritornerà nel varco ritrovando i cefali che, anche se nervosi, gli permetteranno quattro belle catture.
Novel, nuotando fino all’altra estremità del campo gara riuscirà ad aggiungere solo un grongo valido al carniere. Per Paris nulla di fatto mentre Cernuta, nuotando a terra e ritornando verso Grignano, riesce a ribaltare la sua prestazione; forte della sua conoscenza delle difficili franate a terra, riuscirà a catturare due bei tordi neri, due gronghi e una corvina al limite che, uniti al cefalo della partenza, sembrano fargli ben sperare per la vittoria.

Stefano Claut col ricco carniere (Foto S. Claut)

Dalla parte opposta del campo gara troviamo un Bon (Ghisleri) che parte subito all’aspetto ma senza successo; passerà poi alla pesca in tana catturando quattro gronghi di notevoli dimensioni. Per Valente invece la gara inizia subito in discesa, con la rapida cattura di tre gronghi; successivamente, passando in rassegna gli altri segnali, ha la brutta sorpresa di ritrovarsi proprio Bon, con il quale evidentemente condivideva lo stesso posto, che riuscirà a ‘strappargli’ l’unico grongo ancora rimasto in circolazione.

Mastromauro (Nautica Grignano) pesca al largo; tenta prima degli aspetti avvistando una bella spigola di oltre 2kg senza però riuscire ad effettuare il tiro, poi passa in rassegna le posizioni di gronghi e tordi, catturando ben dieci serpenti, di cui qualcuno al limite, e due tordi pavone. Anche lui, se non litigherà con la bilancia, potrà sperare nella vittoria.

Claut (Nautica Grignano) parte deciso, impostando la gara sui serpentoni e su qualche tordo marcato in preparazione. Ora dopo ora riempie il carniere con dieci gronghi (di cui qualcuno al limite di peso), un tordo pavone di ben quattro etti e una spigola a limite catturata in caduta con il medisten.
La gara termina e a parte la bella corvina catturata da Flora (Ghisleri) e il carniere di gronghi e un tordo di Gallinaro (Tergeste), gli altri cavetti confermano una gara con poco pesce e decisa, come spesso accade, dalle catture dei gronghi.

Al termine delle ostilità gli atleti si trasferiscono nel gazebo allestito dalla società organizzatrice; si comincia subito con la pesatura, la tensione è palpabile sarà sempre la solita bilancia implacabile a dettar legge.
Questa volta la bilancia è stranamente clemente con Cernuta: validi il cefalo, due tordi, un grongo e la corvina entra per due grammi.
Adesso solo Claut potrebbe impensierirlo; alla pesatura del suo carniere risulta essere in peso, oltre al tordo, anche la spigola di 310 grammi mentre tre dei dieci gronghi vengono scartati per pochissimo, dovrà accontentarsi di un secondo posto a soli cento punti da Cernuta.
Mastromauro e Caiffa si contendono il terzo posto; al primo viene scartato uno dei due tordi per soli due grammi, mentre solo sette i gronghi risultano validi, il terzo posto se lo aggiudica così Caiffa.

Subito dopo viene servito a tutti un buon piatto caldo, preparato dai cuochi della Nautica, e successivamente vengono premiati simbolicamente gli atleti con premi in attrezzature messi in palio dai sponsor della manifestazione: Idrasub, Sepadiver e Bignami.
Le premiazioni ufficiali saranno effettuate nel corso della cerimonia organizzata della Nautica Grignano dove verranno premiati tutti gli atleti per i risultati ottenuti nel corso dell’anno.

Il prossimo appuntamento è fissato per il ventisei ottobre, per la seconda selettiva organizzata dal circolo Tergeste, che si preannuncia sicuramente carica di aspettative.

Andre Caiffa ed i suoi bei cefali (Foto S. Claut)

LE INTERVISTE AI PROTAGONISTI

ANDREA CERNUTA (GHISLERI) – 1° CLASSIFICATO

Complimenti, finalmente una vittoria, era dai tempi della selettiva in diga Vecchia che non vincevi; mi sembra che in questa occasione oltre alla bravura sei stato aiutato dalla buona sorte, anche la bilancia era a tuo favore!
Diciamo che la bilancia questa volta mi ha ridato quello che in passato mi aveva tolto, con gare finite male per 2-3 grammi, per quanto riguarda la buona sorte anche in questo caso non è stata del tutto benevola…

Cosa ti è successo?
Allo sprint iniziale sono partito ‘a testa bassa’, tanto bassa da finire da prendere in piena faccia una medusa di notevoli dimensioni; non è stato molto piacevole pescare tutta la gara con il viso in fiamme, senza contare che il giorno precedente ho anche avuto problemi di salute arrivando alla gara sicuramente non al top.

Lasciamo perdere allora la buona sorte e raccontaci di questa vittoria sicuramente meritata in quanto sei riuscito ad avere ben 4 specie valide.
Dopo la partenza al fulmicotone sul varco buono su cui, a il dire il vero, sono arrivato un po’ in ritardo, ho preso sul fondo il cefalo con un tiro di coda mentre spariva nel torbido, un tiro difficile che mi ha caricato davvero. Successivamente, visto che ormai il varco era troppo affollato da altri atleti e con pesci ormai nervosi, mi sono spostato in costa. Sono andato su una zona che sapevo frequentata dai tordi e, improvvisando con una serie di agguati, sono riuscito a catturarne due, poi nuotando con gran ritmo sono arrivato all’altra estremità del campo gara dove, su una zona che conoscevo, sono riuscito a sorprendere la corvina, ho chiuso poi con due gronghi catturati con una ricerca nella franata.

STEFANO CLAUT (NAUTICA GRIGNANO) – 2° CLASSIFICATO

Vittoria sfumata per un soffio, qualche rammarico?
Direi di no, ho impostato la gara come sempre, non per vincere ma per arrivare nei primi tre; preferisco fare risultati costanti piuttosto che rischiare con strategie che possono portarti alla vittoria ma anche a scivoloni in classifica.
I pesci li avevo trovati anch’io ma immaginavo che sarebbero stati da dividere con numerosi altri atleti come poi è successo, tra l’altro, dopo la libecciata di due giorni prima, l’acqua era diventata molto torbida, con uno svantaggio in piu’ nel pescare all’aspetto.
Ho impostato la gara con la sicurezza di arrivare a dieci gronghi validi, in modo da usufruire del bonus per raggiungimento limite specie, poi avevo marcato qualche tordo in peso di contorno.
Sicuramente il buon lavoro di preparazione, con mire accurate mi ha aiutato molto nella ricerca dei serpentoni, devo dirti che sul fondo si andava veramente a tastoni.

Pero’ hai catturato l’unica spigola di tutta la gara.
Si, l’evento è stato abbastanza fortuito, durante un tuffo mi è passato un branco di piccoli esemplari, al volo con il medisten sono riuscito a fulminarne una, tra l’altro appena in peso 310 grammi.
Pensavo quindi di avercela fatta con un buon margine, invece durante la pesa ben tre gronghi sono risultati sotto peso per un inezia; sono comunque contento per Andrea che alla fine ha fatto una bella gara mista e in buona parte improvvisata, meritando la vittoria.

ANDREA CAIFFA (ADRIA GORIZIA) – 3° CLASSIFICATO

Ormai ti ritroviamo sempre piu’ spesso in zona podio, raccontaci un po’ come è andata la tua gara.
L’inizio non è stato dei piu’ entusiasmanti, dopo lo scatto iniziale sono arrivato sul varco buono in ritardo e non sono riuscito a catturare nessun cefalo, cosi’ preso dallo sconforto mi sono spostato in un’altra zona nelle vicinanze per tentare qualche altra cattura. Solo l’ultima ora di gara sono ritornato nel punto di partenza, pensando che magari le acque si fossero’ un po’ calmate e ci fosse di nuovo qualche possibilità di cattura.

Insomma, hai rischiato il tutto per tutto.
Diciamo che ho avuto una buona intuizione, sapevo che i cefali erano stanziali e quindi ero abbastanza convinto di ritrovarli là, anche se devo dirti che quei quattro cefali me li sono davvero sudati, con tiri veramente al limite nel torbido e con pesci nervosissimi.

Il cavetto di Mastromauro (foto S. Claut)

Classifica
Posizione – Nome – Società – Prede – Punteggio

1 CERNUTA Andrea Circ. Ghisleri 4+2g 4408
2 CLAUT Stefano S.N.G. 2+7g 4322
3 CAIFFA Andrea Circ.SP. Adria (GO) 4 3732
4 MASTROMAURO Roberto S.N.G. 1+7g 3406
5 GALLINARO Maurizio S.N.G. 1+2g 2382
6 NOVEL Cristiano Circ. Ghisleri 2+1 2360
7 FLORA Marino Circ. Ghisleri 1+3g 2202
8 BON Gabriele Circ. Ghisleri 4g 1500
9 VALENTE Riccardo Circ. Ghisleri 3g 1200
10 PARIS Denis S.N.G. 1 1198
11 BATTIATO Maco Circ. Tergeste 1 904
12 FRADEL Maurizio Circ. Ghisleri 1g 600

Tags:

Category: Agonismo, Articoli, Pesca in Apnea

Leave a Reply