Home » Pesca in Apnea » Agonismo » Raduno Effesub… una parata di campioni!

Raduno Effesub… una parata di campioni!

| 24 ottobre 2005 | 0 Comments
Trovi questo articolo informativo?
[Voti: 0    Media Voto: 0/5]


Il Team Effesub

Si è svolto dal 11 al 16 di Settembre 2005 in Sardegna il raduno del Team Effesub.

Nella vita, affinché tutto sia perfetto, occorre creare la giusta atmosfera e la giusta occasione: esattamente quanto accaduto in questo straordinario meeting settembrino.
La scenografia è incantevole, come nel miglior quadro d’autore: i caleidoscopici colori della baia di Punta Aldia nel nord della Sardegna, forniscono il panorama ideale in quest’oasi d’incontaminata bellezza antistante l’isola di Tavolara. Poi ci sono loro, i protagonisti, una serie di campioni della pesca e dell’apnea tra i più forti in circolazione pronti a misurare e a confrontare le loro esperienze.
Ma il vero attore, come sempre, è lui: il Mare. Con le sue correnti, il suo fluttuare incessante, le sue creste pennellate da tempere indelebili, che ancora una volta ha spalancato le sue braccia alla nostra avventura e a quella di un’azienda che è gia entrata nella storia della pesca in apnea: l’EFFESUB.

Le prime catture

E’ la prima volta che sono ospite di un raduno di pescatori, e l’occasione per un fotografo è unica e irripetibile: avere questi campioni tutti insieme e ‘disponibili’ è quasi un sogno, abituato come sono a rubare gli scatti durante le competizioni! Devo ringraziare quest’azienda per l’invito, ma anche la rivista Pesca in Apnea e naturalmente Apnea Magazine, che durante questi mesi mi hanno spronato ad immortalare con la mia macchina fotografica la nobile arte della pesca in apnea.

Questo meeting rappresenta la migliore occasione di confronto per gli atleti del team della casa lombarda, sia per testare le attrezzature sia per interagire con i vertici dell’azienda (presente per tutta la settimana l’infaticabile Architetto Ferrari, titolare dell’azienda insieme al fratello) e consigliare modifiche e progettazioni ottimali al fine di avere un prodotto migliore.

La prima parte della giornata è sempre stata dedicata all’assemblaggio delle nuove attrezzature da portare in mare durante le battute di pesca, nel grande e confortevole locale del diving Heast Coast/Effesub fucili, elastici, pale in tecnopolimero e carbonio, mute, maschere, aste e quant’altro sono in abbondanza, e ogni campione può scegliere le combinazioni migliori in base alle proprie caratteristiche.

Una cernia appena presa da Calcagno

L’appuntamento giornaliero presso il porticciolo rappresenta, come sempre, un motivo d’incontro, ma anche di battute goliardiche sulla giornata di pesca che si andrà a svolgere e sulle possibili catture. Quando si mette insieme un gruppo di pescatori ai vertici delle classifiche italiane, lo spirito agonistico finisce per prevalere su tutto: anche un incontro tra membri dello stesso team si trasforma in una gara di pesca estemporanea! Naturalmente nessuno lo ammette in partenza, ma’ vi assicuro che è cosi!

Purtroppo, impegni improvvisi hanno impedito ad alcuni componenti del Team di essere presenti, ma le soddisfazioni non sono certamente mancate.

Si testano nuove attrezzature

Sul confortevole gommone del diving (ben 13 metri) l’intero gruppo :

Aldo Calcagno ‘ Tre volte Campione Italiano e vice campione nel 2005;
Sandro Mancia – Campione Italiano 2005;
Homar Leuci – Apneista del gruppo vice Campione Italiano di Dinamica;
Daniel Gospic – Giovane campione Croato e pescatore professionista;
Moreno Matiasic – Pescatore di punta della nazionale slovena e pescatore professionista;
Guido Castorina – Agonista sardo e profondo conoscitore della zona;
Pietro Milano- Agonista toscano di lungo corso, vincitore di numerosi campionati e gare, responsabile del marchio Effesub per il centro italia;
Beniamino Cascone – Team Manger del gruppo agonistico, pescatore di prim’ordine con una carriera invidiabile, sempre pronto a dispensare consigli e a mettersi alla prova.

Alla guida Andrea Ferrari, figlio di uno dei fratelli titolari, e l’Architetto Enzo Ferrari.

Forte corrente e acqua cristallina

Destinazione Capo Figari, la prima zona utile fuori del parco.
La forte corrente ha contraddistinto i giorni del raduno e la leggera brezza del mattino ha rinforzato come di consueto nelle ore pomeridiane, gonfiando i marosi e creando qualche problema per il rientro.
Gli atleti non si sono demoralizzati, (soprattutto Aldo Calcagno ha sfruttato l’occasione per mantenersi in piena forma vista l’importante e imminente trasferta Europea) e nonostante la presenza di pesce non esaltante, durante la settimana hanno messo a pagliolo prede di gran pregio e di mole considerevole: dalle Cernie (alcune oltre i quindici kg) alle Orate di peso, ma anche Saraghi, Salpe, Marvizzi e Murene, prelevando selettivamente ciò che si sarebbe mangiato la sera.
Unico rammarico: la mancata cattura di qualche esemplare di Dentice, considerato da tutti una sorta di trofeo.

Cena …assicurata !

E’ stato emozionante seguire i campioni durante le loro battute, assistere in diretta all’estrazione di una cernia o alle fasi conclusive di un agguato al sarago, soprattutto poter confrontare le differenti tecniche di preparazione delle attrezzature e l’incedere, più o meno elegante, attraverso l’elemento liquido. Lodevole anche la disponibilità degli atleti a farsi immortalare con le prede, che mi ha dato la possibilità di ricordare con le immagini questi splendidi momenti.

Una settimana all’insegna della pesca e del divertimento, lontani dallo stress delle gare o di severi test di laboratorio: in questi anni l’Effesub ha voluto creare un clima familiare e l’operazione pare riuscita in pieno. Per quanto riguarda i risultati del Team Effesub, basta scorgere le classifiche di quest’anno per accorgersi del calibro degli atleti e delle soddisfazioni che gli stessi hanno regalato ai vertici dell’azienda.

Poco prima che il traghetto mi riportasse a casa, una magnifica serata conclusiva con cena a base di pesce direttamente cucinato da alcuni atleti (che hanno dimostrato ‘come spesso accade- grandi abilità culinarie) ha coronato questa indimenticabile esperienza.

Mi auguro che queste poche istantanee possano farvi respirare l’atmosfera di questo incontro,e mi auguro anche si poter ripetere l’esperienza l’anno venturo, sempre in compagnia dei grandi campioni del Team Effesub.

Category: Agonismo, Articoli, Pesca in Apnea

Leave a Reply